Ben arrivato! Fate login o registratevi per fruire di tutte le funzionalità del forum e del sito.
Se eri già registrato e non ti ricordi la password usa questo link per recuperare l'accesso
Sito e forum dedicati al fermodellismo, il nostro hobby viene praticato in molte maniere diverse, tutte ugualmente valide: hai un plastico? oppure sei un collezionista? oppure un semplice appassionato? Non esitare a scrivere nel forum, tutti gli interventi sono benvenuti ... Postate foto e video del vostro plastico e chiedete aiuto per ogni problema o curiosità inerente al nostro hobby.

Modulo GAS TT

Loro caratteristiche e come realizzarli.
Messaggio
Autore
Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 0:59
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 56
Stato: Non connesso

Modulo GAS TT

#1 Messaggio da Edgardo_Rosatti »

Faccio una proposta di un modulo che potrebbe essere realizzato dal GAS TT tutto e che ho chiamato "modulo GAS TT".
L'idea e quella che è stata discussa tra alcuni soci nell'ultima fiera di Novegro 2017, cioè quella di realizzare un modulo di piena linea con un fascio di deviatoi sul binario dispari (quello interno) per alternare il transito di diversi convogli.

Qui il layout:
Layout:
Immagine
102,75 KB
In pratica si tratta solo di nascondere il binario dispari (lato operatore) per realizzare un fascio di deviatoi.
Il binario pari (lato osservatore) può essere gestito a piacimento.

Qui il 3D del modulo:
Immagine:
Immagine
178,99 KB

Il modulo sarà di piena linea, quindi senza reed e segnali. Inoltre potrà avere una gestione manuale o automatica in base al circuito elettrico che verrà implementato.
Questo aspetto sarà da definire in fase di realizzazione.

Allego il file SCARM del layout che misura 200X55 centimetri.

ED

GAS_TT_modulo_fascionascosto.zip (9,06 KB)


ED
237
11101101

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2738
Iscritto il: giovedì 1 ottobre 2015, 23:14
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Stato: Non connesso

#2 Messaggio da Criss Amon »

Ed, ciao! Sconsiglio di nascondere il fascio di deviatoi. fate invece una stazione di piccola grandezza, sul tipo di Taormina, e lasciate i treni a vista (come in esposizione). Avrete qualche complicazione sui segnali, ma a me sembra più bello la stazione!
Ciao!!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
sal727
Messaggi: 3781
Iscritto il: domenica 26 aprile 2015, 17:22
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#3 Messaggio da sal727 »

Dico la mia, invece di fare una stazione nascosta, perchè non fare una splendida stazione in bella mostra con lo stesso numero di binari e fare le stesse operazioni :smile:
Ciao, Salvatore

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9795
Iscritto il: venerdì 18 novembre 2011, 15:51
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#4 Messaggio da adobel55 »

L'idea è buona, il fascio binari conviene farlo nascosto, perché tale modulo dovrà servire da caricatore di treni.
Viene da se che con una stazione di mezzo sarebbe tutto complicato.
A me piacerebbe anche con tutti e due binari di linea a vista e sul dispari l'uscita.
Ciao
Adolfo

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2738
Iscritto il: giovedì 1 ottobre 2015, 23:14
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Stato: Non connesso

#5 Messaggio da Criss Amon »

Non ti mando a quel paese e ho capito il concetto: fascio di deviatoi nascosto al pubblico!!!!
Ripeto: sconsiglio ecc ecc (ho già scritto).
Fra nottambuli ci intendiamo!!!!
Ciao!!! :grin: :cool:
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 0:59
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 56
Stato: Non connesso

#6 Messaggio da Edgardo_Rosatti »

adobel55 ha scritto:

L'idea è buona, il fascio binari conviene farlo nascosto, perché tale modulo dovrà servire da caricatore di treni.
Viene da se che con una stazione di mezzo sarebbe tutto complicato.
A me piacerebbe anche con tutti e due binari di linea a vista e sul dispari l'uscita.
Ciao
Adolfo


In realtà è solo un moduo di piea linea [Adolfo, mi allaccio al tuo post [:I]].
I binari devono essere nascosti perchè l'operatore, dall'altra parte, deve poter fare quello che vuole.
In pratica il modulo dovrà essere il più semplice possibile e non sarà una stazione con blocco elettrico ma solo di piena linea.

Nota:
Qui mi sa che pochi hanno capito e compreso come funziona il nostro plastico modulare.
Con tutto rispetto, chi parla di stazioni dovrebbe prima leggere le norme del modulare e capire come funzionano i relè bistabili che sono l'ABC del nostro impianto.
Non voglio sgridare nessuno, è solo un cordiale invito.

ED
ED
237
11101101

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6447
Iscritto il: domenica 27 gennaio 2013, 8:13
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#7 Messaggio da roy67 »

L'idesa è buona.
Da quanto ho capito serebbe un modulo doppio da 2 mt, per consettire una distanza discreta per poter passare con le mani fra un convoglio e l'altro.

La gestione elettrica credo sia la più semplice:

Interruzione alimentazione sul binario con instradamento d'ingresso.
Selezione binario d'uscita (entrambi i deviatoi entrata/uscita in modo d'avere anche continuità di traffico).
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 15145
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#8 Messaggio da MrMassy86 »

Ed la tua è una proposta interessante, infatti una stazione nascosta(d'accordo che sia tale, le stazioni a vista per l'estetica già ci sono attualmente ed altre sono in progetto) sarebbe molto utile nel modulare sia per alternare i convogli in circolazione sia per inserirli di nuovi o rimuoverne altri, all'ultimo Novegro era assente il modulo di Flavio con i caricatori e i treni si inserivano o toglievano direttamente sul modulare, è più scomodo e si rischia di far danni se non si presta massima attenzione, cosi si potrebbe avere liberta di movimento e maggior realismo nell'esercizio :wink:
Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9795
Iscritto il: venerdì 18 novembre 2011, 15:51
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#9 Messaggio da adobel55 »

Forse mi ripeto, anche se nascosto, il binario dispari sarà sempre dedicato al transito.
Solo col deviatoio si andrà sui binari di sosta per alternanza, caricamento e scaricamento convogli, in piena libertà dell'operatore e non visibile dal pubblico.
Proprio per evitare problemi al transito, proponevo il binario dispari esterno, lontani dalle manovre manuali, bracci, gomitate.
Ciao
Adolfo

Avatar utente
58dedo
Socio GAS TT
Messaggi: 1990
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2012, 17:17
Nome: diego
Regione: Lombardia
Città: Rovellasca
Stato: Non connesso

#10 Messaggio da 58dedo »

Mi avete rubato l'idea!!!! Avrei voluto crearlo come prosecuzione dei miei attuali moduli prima di un anello di ritorno, parlandone con Ed ho espresso la mia idea progettuale, l'ingresso e l'uscita della stazione nascosta dovrebbero essere parallele in modo da poter avere binari "di sosta" della stessa lunghezza, inoltre il sistema dovrebbe essere gestito sia manualmente che in automatico, credo e presumo che tre binari di stazionamento sono più che sufficienti, un quarto potrebbe essere utilizzato esclusivamente per immissione ed emissione di nuovi convogli.....già lo immagino con un binario pari di parata in curva che porta il convoglio all'estremità bassa del modulo, ingresso in galleria (possibilità di creare un anello di ritorno), con ingresso in stazione nascosta all'opposta estremità del modulo, uscita dalla stazione nascosta e quindi dalla zona "coperta", il binario uscirà in curva per riportarsi alle distanze standardizzate di 43 mm. :wink:
Con binari di stazionamento di circa 125 cm., abbiamo sufficiente spazio per far sostare qualsiasi convoglio, sia merci che passeggeri e si avrebbe spazio per divertirci scenograficamente :wink:

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5590
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 11
Stato: Non connesso

#11 Messaggio da Riccardo »

oTTima idea per inserire e togliere convogli in "parata"
Sicuramente meglio avere la parte "tecnica" nascosta e pulita da scenognafia per una migliore operatività manuale :wink: :wink:
Riccardo

Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4176
Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 21:07
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Stato: Non connesso

#12 Messaggio da saverD445 »

Ottima idea.

Interessante l'idea di avere solo il binario di corsa lato visitatori e il fascio nascosto.

Molto utile ,come detto da Riccardo ,per immettere convogli senza saltare i blocchi, uno entra e uno esce ..

Bene bene... mi piace :cool:
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4521
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#13 Messaggio da cararci »

Bene l'idea, bisognerà studiare come nascondere efficacemente alla vista del pubblico e nello stesso tempo poter operare comodamente.
Domanda da profano: un'eventuale coulisse, anche semplicemente manuale, sarebbe improponibile?

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7572
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

#14 Messaggio da giuseppe_risso »

adobel55 ha scritto:

Proprio per evitare problemi al transito, proponevo il binario dispari esterno, lontani dalle manovre manuali, bracci, gomitate.
Ciao
Adolfo


Se non ci sono controndicazioni tecniche, mi sembra la soluzione esteticamente migliore.
Trovo bruttino vedere un linea a due binari che inspiegabilmente ne vede scomparire uno.
O si fa una galleria con un rilievo che li nasconde tutti e due o si fanno tutti e due a vista, poi si devia dal binario dispari e si fanno tutte le modifiche che si vuole.
Non è da buttare neppure l'idea di Salvatore (non per mettere in circolo i rotabili) è già un po' che mi frulla per la testa: una bella e ampia stazione composta da più moduli, che ne riproduca una reale fatta a più mani.
Un po' come Carnate :grin: , ma qui andiamo OT e se ne potrebbe riparlare in altra discussione.

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 0:59
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 56
Stato: Non connesso

#15 Messaggio da Edgardo_Rosatti »

Cerco di quotare e rispondere ai vostri quesiti.

Francesco:
"Ed, ciao! Sconsiglio di nascondere il fascio di deviatoi. fate invece una stazione di piccola grandezza, sul tipo di Taormina, e lasciate i treni a vista (come in esposizione). Avrete qualche complicazione sui segnali, ma a me sembra più bello la stazione!"


Si, ma in questo caso si tratta di fare stazioni vere e proprie che sono già in progettazione come quella di Diego e la mia del modulo Brianza [:I]
Quella di Diego è in avanzata fase di realizzazione, mentre la mia un po' meno [:I]

Sal:
"Dico la mia, invece di fare una stazione nascosta, perchè non fare una splendida stazione in bella mostra con lo stesso numero di binari e fare le stesse operazioni"


Rispondo come per Francesco; le stazioni le stiamo già facendo. Questa proposta invece non è una stazione modellistica, ma una stazione "tecnica" che sia poco dispendiosa da realizzare (deviatoi a parte) e pratica. Inoltre, essendo tecnica dovrà servire al "gioco della circolazione dei treni". Volendo possono essere usati dei tiretti per l'azionamento dei deviatoi.

Giuseppe:
"Se non ci sono controndicazioni tecniche, mi sembra la soluzione esteticamente migliore.
Trovo bruttino vedere un linea a due binari che inspiegabilmente ne vede scomparire uno."


Controindicazioni tecniche non ce ne sono; solo robe da elettricisti/modellisti :grin: [:I]
Dici che ti sembra la soluzione migliore, però trovi bruttino vedere la linea che vede scomparire un binario. Ma non è detto!
Parliamone, tuttavia, la logica del modulo è semplice e se si trova un buon scenario si può realizzare(?).

Grazie a tutti per i consilgi e suggerimenti.

ED
ED
237
11101101

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2738
Iscritto il: giovedì 1 ottobre 2015, 23:14
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Stato: Non connesso

#16 Messaggio da Criss Amon »

Ho capito il problema! [:I] (Ho la testa dura!)
Non è facile curare il paesaggio! Potreste fare una sorta di rudere incastonato in una montagna, dove il binario pari si vede parzialmente, il dispari scompare del tutto. Deve essere come portare il fondale più avanti, in modo che dietro possiate lavorare senza nemmeno essere visti! Se vi va, appena posso faccio qualche schizzo a penna!
Ciao!!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
acampanella
Messaggi: 283
Iscritto il: lunedì 13 ottobre 2014, 13:06
Nome: Andrea
Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Trieste
Stato: Non connesso

#17 Messaggio da acampanella »

solo un dubbio...
formalmente il corretto tracciato è il binario posto più in alto nello schema e quindi più vicino all'operatore.
non sarebbe il caso di lasciare i due binari paralleli e di mettere due bivi?
ciao
Andrea
Andrea C.

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2738
Iscritto il: giovedì 1 ottobre 2015, 23:14
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Stato: Non connesso

#18 Messaggio da Criss Amon »

Per quello che possa valere, vi suggerisco di farlo come in questo bruttissimo disegno.

Immagine:
Immagine
34,23 KB

Praticamente il fascio nascosto sta dietro al fondale. Questo vi consente di fare tutte le operazioni di cambio dei treni senza essere visti. E i comandi del fascio nasosto possono stare benissimo sul posto. Il vero problema sarà adeguarlo al sistema modulare.
Ciao!!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4176
Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 21:07
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Stato: Non connesso

#19 Messaggio da saverD445 »

Dico la mia..

A me piace l'idea di un solo binario a vista.. non dimentichiamoci dei moduli fatti da Diego che hanno il binario interno in galleria .

Per il fatto del "corretto tracciato", i treni non vanno veloci e dunque credo che possano impegnare uno dei qualsiasi binari senza problemi .

Credo che questa soluzione per un modulo di servizio sia giusta .
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2738
Iscritto il: giovedì 1 ottobre 2015, 23:14
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Stato: Non connesso

#20 Messaggio da Criss Amon »

O con binari terminali e scivoli di immissione!

Immagine:
Immagine
49,1 KB
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
58dedo
Socio GAS TT
Messaggi: 1990
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2012, 17:17
Nome: diego
Regione: Lombardia
Città: Rovellasca
Stato: Non connesso

#21 Messaggio da 58dedo »

Rispondo avendo, quasi in simultanea con Edgardo, avuto lo stesso pensiero di progettazione:
- la base del concetto è creare una stazione nascosta, che permette una circolazione di più convogli ma in contemporanea poter gestire la diversa sequenza dei convogli (la gestione potrebbe essere manuale oppure automatica)
- la possibilità di un binario per eventuali "carichi" e "scarichi" di convogli dal modulare (a Novegro se ne sentiva la mancanza)[:I]

In sostanza la stazione nascosta da più movimento, immaginate entra il convoglio A ma dalla stazione esce il convoglio F, poi arriva il convoglio B ed esce G, entra C ed esce H, arriva D ed esce A....se a Novegro abbiamo utilizzato 6-7 convogli con questo sistema riusciremmo a far circolare 9-10 convogli, semplicemente senza fabbricati d'arredo, segnali, solo 6-8 deviatoi, la scenografia e la magia è fatta :wink:

Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1871
Iscritto il: martedì 22 maggio 2012, 13:07
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Stato: Non connesso

#22 Messaggio da gavinca »

Come logica ricalca la mia idea di modulo coulisse ma senza le complicazioni del piano che deve scorrere.

Immagine:
Immagine
22,32 KB

Forse con due moduli standard da 100 il fascio di binari è un po' corto.
Comunque è una buona soluzione per variare e inserire o togliere i convogli. :cool:

Avatar utente
squirrel
Messaggi: 11
Iscritto il: sabato 23 gennaio 2016, 12:25
Nome: Carlo
Regione: Lombardia
Città: Lissone
Stato: Non connesso

#23 Messaggio da squirrel »

Seguo con interesse la discussione e , riguardando la prima immagine, mi ha fatto pensare alla vecchia zona di smistamento della stazione di Sesto S.Giovanni. Era destinata a movimentare carri merce con rottami diretti alla confinante acciaieria, e si sviluppava in parallelo alla linea ordinaria , proprio con la stessa geometria del disegno. Ora i binari dello scalo sono stati completamente rimossi.

Bene : immaginando che sul lato piu' lontano dal pubblico ci fosse il simulacro di una attivita' produttiva e che l' ultimo binario corresse oltre il muro di cinta della fabbrica valicandolo in due punti con opportuni cancelli di accesso, si otterrebbe di nascondere al pubblico il binario, permettendo di caricare e scaricare li' i convogli. Naturalmente il muro di cinta potrebbe essere anche qualcosa di piu' elevato, tipo la facciata di un capannone.
Carlo M.

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 0:59
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 56
Stato: Non connesso

#24 Messaggio da Edgardo_Rosatti »

Criss Amon:
nel secondo disegno con gli scivoli servirebbe più spazio verso gli operatori, tuttavia potrebbe ospitare due operatori ai lati.
Però i fasci dei deviatoi devono unirsi, altrimenti i treni escono da dove sono entrati ed il fascio di destra non servirebbe a nulla.
Infine si creerebbe un cappello di prete con la necessità di elettrificarlo in modo corretto; non impossibile ed interessante.

Diego:
è prorpio come dici e se ricordate bene per chi c'era a Novegro, vicino al bar c'era un modulare in scala N con un modulo simile.

gavinca:
nel tuo disegno tutti i treni devoni avere una lunghezza massima di 1 metro, mentre nella mia proposta la lunghezza è leggermente variabile.
Ovviamente rimane l'intrigante soluzione della coulisse.

squirrel:
non sapevo che nella stazione di Sesto S.G. ci fosse quel particolare tracciato. L'idea dello scenario non è male.

Un'altra idea di scenario potrebbe essere marittima con il binario in vista (pari) che corre su una sottomurazione ad archi e con di fronte il mare.
Un po' come la riviera ligure in alcuni punti, o qualcosa di simile.

Ho provato a modificare il tracciato:

Immagine:
Immagine
64,55 KB

ED
ED
237
11101101

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4918
Iscritto il: lunedì 27 agosto 2012, 11:14
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Stato: Non connesso

#25 Messaggio da MrPatato76 »

Ragazzacci...... :grin: :grin: :grin:
Ho letto con estremo interesse questa discussione, e mi avete fatto venire l'acquolina in bocca con l'idea dell'acciaieria!
Conosco bene quell'angolo di Sesto essendo cresciuto proprio in quella parte della città....e ricordo ancora i convogli di rottami che attraversavano la città per andare poi proprio nel fascio di ricovero della stazione (ormai tristemente smantellato), l'Unione, il Concordia....Ripensandoci vedo ancora le fumate rosse che uscivano dal capannone (ancora esistente) quando facevano le colate....

Sigh :cool: Ricordi di quand'ero ragazzo.....
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Torna a “PANNELLI”