Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

"Sottostazione elettrica" - Carlo – Piemonte

Due sono i motivi che mi hanno portato a partecipare al plastico modulare del  GAS TT e realizzare questo modulo.

Il primo è che in uno spazio di circa un metro di lunghezza e mezzo di larghezza, avrei avuto la possibilità di sperimentare ed imparare molte tecniche utili alla realizzazione di un plastico: la costruzione del telaio, la posa dei binari e del ballast, l'impianto elettrico, la palificazione e la catenaria, la realizzazione delle strade e degli edifici e la vegetazione.

Il secondo motivo è stato vedere lo spirito di squadra e di collaborazione con cui è stato realizzato il plastico di Carnate presentato a Novegro 2012.

Questo aspetto ha vinto i timori iniziali e le preoccupazioni che avevo per essere alla prima realizzazione da modellista.

Per la scelta del soggetto ho pensato ad un imponente edificio che compare nei miei ricordi d'infanzia: una sottostazione elettrica, ormai abbandonata, della vecchia linea nel ponente ligure.

Ho realizzato la struttura e posato i binari abbastanza agevolmente seguendo misure dettate dalle norme del modulare GASTT.

Ho invece avuto qualche difficoltà con il tiretto manuale che comanda il deviatoio che non ne voleva sapere di funzionare correttamente.

Ho poi realizzato il portale per il sottopasso stradale incidendo i singoli mattoni: la tecnica è appunto quella utilizzata da Enrico Messeri nel viadotto di Cansano.

L'edificio principale del modulo, la sottostazione, presenta le pareti della parte inferiore (piano terra) realizzate in forex inciso mentre per il piano superiore in mattoni a vista, ho usato una lastrina commerciale in resina così come per il tetto a quattro falde.

Ed ecco il modulo, pronto per essere "terraformato"...

Una volta chiuso il tutto, abbiamo iniziato a spalmare un mix di segatura, polifilla, vinavil e colore acrilico. Ecco mia figlia Giulia in azione.

Poi ho iniziato l'autocostruzione dei pali e mi sono anche lanciato nella costruzione di un portale per il sezionamento. Ecco le primissime foto:

Tutti gli apparati della sottostazione come la palificazione e i portali sono stati costruiti usando filo di ottone e tubetti di rame di diverso diametro, mentre gli isolatori sono di provenienza commerciale.

Ho quindi posato il muro di cinta della centrale. E' tutto in cartoncino ricoperto con un po' di stucco per i muri, che ho inciso per simulare le crepe. Ho riprodotto anche dei graffiti.

Ho quindi realizzato la ringhiera e il macaco.

Ho deciso di illuminare l'edificio: ecco una foto scattata per vedere l'effetto. Al momento è solo appoggiato (si nota la luce che passa da sotto), successivamente l'ho isolato del tutto.

Ho quindi posato gli apparati della sottostazione e ho cosparso la prima erbetta... il modulo GAS TT incomincia così a prendere forma.

Gli isolatori sono quasi tutti della Sommerfeld, tranne quelli più grandi neri che sono degli spinotti di ottone trovati al Brico. Per gli altri, ho acquistato gli isolatori di varie misure e ho fatto un po' di collage aggiungendo anche le perline di mia figlia per fare l'altezza giusta.

Nella parte anteriore del modulo rimaneva una piccola area che ho pensato di riempire con un orto, come spesso si vedono lungo le ferrovie nelle periferie delle città. Ecco le prime baracche da colorare.

Le baracche quasi finite e l'inizio della recinzione.

Ho quindi proseguito i lavori nell'orto, seminando un po' di insalata e qualche ortaggio.

Ho anche realizzato un piccolo fermacarri.

Ho poi inserito la staccionata FS (by Giuseppe Risso) ed ho iniziato ad inserire la palificazione.
Il modulo inizia a prendere la forma definitiva...

Ho anche realizzato i lampioni stradali e quelli da fissare al muro della sottostazione per illuminare l'esterno.

Ho aggiunto anche qualche particolare.

Un momento storico: l'inaugurazione della mia prima loco in scala TT!

Ed ecco sistemata la catenaria, i pali della luce, i pluviali la vegetazione.

Ultimato il modulo, finalmente qualche scatto alla luce del sole!

Veduta aerea del modulo.

Nel complesso sono soddisfatto di quello che sono riuscito a fare ma soprattutto del successo che tutto il modulare in scala TT ha riscosso a Novegro !!

Ecco immortalato il momento in cui il mio modulo viene affiancato al "viadotto San Carlo"  e ai "vigneti di San Martino".

QUI tutti i dettagli relativi alla partecipazione del GAS TT a Novegro...

 

Contatta l'autore e partecipa alla discussione sul suo modulo nel Forum GAS TT cliccando QUI.

 

Carlo Gavinelli - Gruppo Appassionati Scala TT