Evalix

Autocostruzioni ed elaborazioni realizzate in scala TT

Moderatore: Andrea

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9941
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Evalix

Messaggio da Fabrizio » sab ott 01, 2016 3:04 am

Ciao a tutti,
vi presento la mia nuova idea modellistica, questa volta in scala TT 1:120

Si tratta di un elettrotreno ad alta velocità pensato per circolare sul plastico modulare del Gruppo Appassionati Scala TT. Il nome di fantasia della azienda di trasporto, così come il nome commerciale (sempre di fantasia) del treno sara Evalix.

Su spunto di quanto già fatto da Diego e Valerio, Evalix sarà una ipotetica azienda di trasporto che espleta un servizio passeggeri con treni ad alta velocità, utilizzando treni ETR 403.

Per l'elaborazione parto da un modello commerciale, il modello Piko 47007 che riproduce un treno ICE 3 (DB 403) nella configurazione di quattro pezzi http://www.piko-shop.de/index.php?vw_ty ... w_id=13933

Ecco qui il treno appena giunto a casa mia con corriere UPS
Immagine
129,6 KB

Ad una prima occhiata il treno appare abbastanza ben dettagliato e rifinito. E' dotato di unità motorizzata con trasmissione a doppio cardano, telaio in metallo e doppio volano. L'unità motorizzata è una delle due vetture centrali, quella "Bord Bistrò"

Siccome il treno sarà pesantemente elaborato, ho provveduto subito a trasferirlo in officina per le prime analisi :wink:

Immagine
114,97 KB

Il treno ha condotta elettrica passante e prese di corrente su tutti i carrelli, gli interni sono tutti riprodotti, compresa la cabina di guida con conducente. Ha fari rossi e bianchi ed è predisposto per il digitale. L'unità di trazione ha 4 anelli di aderenza.

Un gancio con connessione elettrica passante
Immagine
85,9 KB

l'aggancio fra le unità non è dei più semplici, poiché occorre fare molta attenzione a non rovinare i piccoli pin del connettore elettrico. Tuttavia, una volta formato il treno, tutto sembra stabile e sicuro.

Connessione fra unità motrice intermedia e unità rimorchiata intermedia
Immagine
89,33 KB

Immagine
100,71 KB

Immagine
101,98 KB

La scorrevolezza delle vetture, dotate di lamelle prendicorrente, non è delle migliori, quindi interverrò su questo aspetto in sede di elaborazione.
Per la circolazione dell'elettrotreno sul plastico modulare, serviranno delle modifiche elettriche, perché così come configurato non si fermerebbe sui blocchi, essendo che il treno ha la captazione su tutta la lunghezza del convoglio.
La captazione, quindi, sarà limitata alla sola vettura di testa, mentre la corrente sarà portata all'unità motrice centrale tramite la condotta elettrica passante. Tuttavia doterò il treno di un ulteriore sistema (attivabile e disattivabile tramite un selettore posto sotto la pancia del treno) in grado di rilevare la presenza della tensione sul primo carrello e disattivare la trasmissione della corrente al motore quando detto primo carrello si trova su un sezionamento aperto, ovvero privo di tensione. La mancanza di tensione al primo carrello, provocherà l'arresto completo del mezzo. In caso dia varia o malfunzionamento di detto sistema, la presa di corrente sarà limitata alla sola unità di testa.

Saranno mantenuti le luci di testa e coda sempre accese, anche a treno fermo sui sezionamenti, così come è possibile che preveda una illuminazione interna (ora non presente), anch'essa sempre accesa a treno fermo e in moto.

Immagine
129,95 KB

Immagine
134,44 KB

il raggio minimo di curvatura dichiarato è 287 mm, mentre sarà de verificare il comportamento dinamico del treno. Essendo provvisto di unità motorizzata centrale, una carrozza sarà sempre in spinta.


Il treno ad alta velocità "Evalix" sarà allestito con due livelli di servizio, "Comoda" e "Conveniente", due nomi italiani scelti per rappresentare al meglio il fatto che si tratterà di un treno italiano. IL treno sarà ricolorato completamente in livrea rossa, con inserti di nero, grigio e argento. Poiché il treno sarà riverniciato, sarà nesessario rifare anche tutte le marcature e le scritte, oltre che naturalmente il logo del nome commerciale "Evalix". Dette scritte saranno realizzate con decal.

Unità intermedia con pantografo
Immagine
107,96 KB

Unità motrice intermedia
Immagine
111,6 KB

Immagine
99,3 KB

Immagine
95,52 KB

A breve inizieranno le operazioni di smontaggio del treno e vi terrò aggiornati passo-passo del procedere dei lavori. Prima inizierò con i lavori di adattamento elettrico, cui seguiranno alcune prove che spero di potere eseguire in occasione di qualche manifestazione, poi seguiranno i lavori di carrozzeria. A seconda ci come di presenta la carrozzeria, deciderò se sverniciare o meno il treno.

Immagine
110,16 KB

Immagine
111,7 KB

Immagine
129,18 KB


Immagine
133,46 KB

Immagine
131,46 KB

La riuscita dell'esperimento non è per nulla garantita :wink:
Il progetto nasce dal fatto che, se il treno riuscirà ad essere circolante, avrò un modo pratico e maneggevole per poter partecipare alle varie manifestazioni senza la necessità di dovere gestire il modulo con l'auto. Questo treno sta in una piccola scatola che potrò trasportare agevolmente usando i mezzi pubblici. Diversamente mi sarò sicuramente divertito con una elaborazione di materiale rotabile :wink:

Ciao

Fabrizio
Fabrizio Borca

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21282
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » sab ott 01, 2016 9:10 am

Molto bene Fabrizio, sono certo che saprai elaborarlo al meglio ed anche convinto che farà bella figura sul modulare.
Comodità e convenienza al vostro/nostro servizio... :cool:

Naturalmente ti ho sbattuto... in prima pagina!

Immagine
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13770
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » sab ott 01, 2016 10:12 am

Come già detto via WhatsApp è un ottimo acquisto, dalle immagini si vede che è ben rifinito e credo che con la tua bravura ne verrà fuori un'ottima elaborazione, ti seguirò con molto interesse, in bocca al lupo Fabrizio :grin: Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
58dedo
Socio GAS TT
Messaggi: 1824
Iscritto il: mer dic 19, 2012 5:17 pm
Nome: diego
Regione: Lombardia
Città: Rovellasca
Età: 61
Stato: Connesso

Messaggio da 58dedo » sab ott 01, 2016 10:43 am

Ottimo Ingegnere!!!! Spero che la Bradipo non mantenga la tempistica del modulo, altrimenti l'Evalix potrebbe diventare un treno storico. ahahahahah :wink: :wink: Bel convoglio, sono curioso di vedere i vari passaggi di realizzazione
Diego

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5558
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » sab ott 01, 2016 11:14 am

bell'acquisto Fabrizio,
sicuramente una chicca sul nostro modulare !!! :cool: :cool: :cool:
Riccardo

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9144
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » sab ott 01, 2016 3:51 pm

Buona idea Fabrizio quella di personalizzare l' ICE con i colori di una compagnia free lance! :grin:
Interessante il progetto sulla parte elettrica,
seguirò con molto interesse.
A quanto o capito per il trasporto prevedi un contenitore in modo da contenerlo assemblato?
Sarebbe utile visto la delicatezza delle prese/ganci
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » sab ott 01, 2016 6:06 pm

Vai che sei solo Fabrizio.... (un tempo lo si urlava incitando i grandi ciclisti... :wink: )

Ho proprio in mente diu...... Quindi... conseguentemente.... cadrebbe proprio a "tort'lein".

Volevo parlarne a Novegro con i "Grandi Padri dell'Associazione".. Poi, però, una serie di conosciuti problemi ci ha "intrappolato"... Ed io me ne sono scordato.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9941
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » sab ott 01, 2016 7:03 pm

Grazie a tutti :wink: Grazie Andrea per la presenza in homepage :wink:

@Diego a.d. Compagnia di Ponente. Potete stare tranquilli, possessore del 100% delle azioni Evalix è il Gruppo Bradipo (Bradipo Costruzioni, Evalix). I lavori di costruzione del nuovo mezzo proseguiranno con i tempi e le procedure sui tempi già note ai più. La sede del gruppo rimane la medesima: Gruppo Bradipo, Via della Tartaruga, 545 - Lenta (VC). Un po' contrastante il fatto che ci si voglia buttare nel settore Alta Velocità, parola assai contrastante e non presente nei nostri vocabolari.

@Roby La scatola per il trasporto sarà la medesima confezione di vendita, poi farò una ulteriore scatola per contenere tutto, ma purtroppo il treno dovrò trasportarlo smontato. Montato sarebbe lungo circa un metro, il che non agevola le operazioni. I ganci sono abbastanza delicati, ma già il fatto che il treno sarà usato solo in alcune manifestazioni, ovvero verosimilmente due-tre volte l'anno, aiuta. Farò attenzione nei montaggi/smontaggi, ma purtroppo trasportarlo montato non è possibile, anche se sarebbe l'ideale.

@Roberto roy68, ma anche tutti gli esperti di elettronica del forum. Mi serviranno poi i vostri consigli per la parte elettronica. In mente ho qualcosa, ma il vostro aiuto sarà indispensabile :wink:
Fabrizio Borca

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2182
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Criss Amon » sab ott 01, 2016 7:16 pm

Quando hai completato l'elaborazione, manda le foto, perché Criss Amon non vede l'ora di provarlo! E penso che vorrà perfino guidarlo, quindi ..... :wink: :wink:
E' un'idea molto bella: Mi piacerebbe vederlo in movimento sul grande plastico modulare!!!
Ciao!!! :smile: :smile: :smile:
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9941
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » sab ott 01, 2016 7:19 pm

Ciao Francesco, sicuramente non mancheranno le foto e spero riuscirà a circolare sul plastico modulare. Forse a quel tempo esisteranno già le astronavi, ma credo circolerà :wink:

Se Criss Amon lo vuole guidare, gli faremo fare volentieri un giro :wink:

Ciao

Fabrizio
Fabrizio Borca

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9144
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » sab ott 01, 2016 8:58 pm

Potresti dividere l' ICE in due sezioni per il trasporto, avresti meno innesti :wink:
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » sab ott 01, 2016 9:16 pm

Fabrizio. Sai che un appoggio tecnico non mancherà mai.
Dovrai magari attenderte lo studio e l'ingegnerizzazione dell'apparato.. ma non mancherà l'appoggio... Fidati!
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8441
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » sab ott 01, 2016 9:21 pm

Ti seguirò Fabrizio.
Ciao
Adolfo

Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4115
Iscritto il: mer mag 02, 2012 9:07 pm
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Età: 48
Stato: Non connesso

Messaggio da saverD445 » sab ott 01, 2016 9:30 pm

Bene Fabrizio, seguirò volentieri questa nuova elaborazione che sarà la prima in TT .

Buon lavoro .
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4378
Iscritto il: gio ott 04, 2012 2:56 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Età: 68
Stato: Non connesso

Messaggio da cararci » dom ott 02, 2016 5:06 pm

Bell'acquisto e bella idea, bravo. Ti seguirò.

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9941
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » dom ott 02, 2016 5:17 pm

Grazie a tutti :wink: Intanto vi informo che, dopo una prima prova elettrica ieri sera, ho constatato che la presa di corrente è solo sulla unità semipilota di testa. La condotta elettrica passante, poi, trasferisce la corrente alla unità motrice in posizione paracentrale. Questo fa si che il treno possa essere utilizzato sul modulare anche così come esce dalla scatola senza modifica alcuna. Tuttavia, essendo l'unità semipilota di testa abbastanza lunga, è facile che marciando a piena velocità (abbastanza alta visto il tipo di mezzo), il treno possa saltare il blocco. Serve quindi non far mai viaggiare il treno a piena velocità (ma sul modulare i treni quasi mai viaggiano a piena velocità, quindi il problema è relativo).

Tuttavia, siccome io ho il vizio delle elaborazioni :cool: :cool: , farò comunque un sistema in grado di escludere la captazione del secondo carrello della unità semipilota di testa quando sotto il primo carrello non c'è tensione. In questo modo il treno potrà viaggiare anche a tutta velocità senza problemi.
Fabrizio Borca

Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1836
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Età: 48
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da gavinca » dom ott 02, 2016 5:52 pm

Bravo Fabrizio !!

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11614
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » dom ott 02, 2016 9:32 pm

Bravo Fabrizio !! Ti sei proprio scatenato (con la scala TT, intendo....). :wink: Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
SteaMarco
Socio GAS TT
Messaggi: 831
Iscritto il: dom dic 06, 2015 8:30 am
Nome: Marco
Regione: Piemonte
Città: Moncalieri
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da SteaMarco » dom ott 02, 2016 11:16 pm

Fabrizio,

se hai bisogno sai a chi rompere le scatole! :grin:

Marco
Marco - Non è il mezzo che fà la differenza ma l'uomo

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9941
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » dom ott 09, 2016 6:36 pm

Grazie a tutti :wink:

Ieri sera ho cominciato a smontare il treno. Partirò dalle unità semipilota di testa e unità motrice centrale. Elaboro metà treno per volta, in modo da avere sempre un riferimento, sopratutto per dimensione e posizionamento delle scritte quando sarà ora di fare le decal.

Inizialmente mi occuperò dell'impianto elettrico. Il treno ha la captazione sulla unità semipilota di testa, non motorizzata. La corrente viene poi portata alla unità motrice in posizione paracentrale tramite la condotta elettrica passante. Questo fa si che, il treno, sia del tutto paragonabile a una normale composizione di locomotiva e carrozze.
Il problema, però, potrebbe nascere dal fatto che l'unità sempilota di testa è abbastanza lunga. Viaggiando a massima velocità è possibile il salto del blocco. Ho quindi pensato ad una modifica dell'impianto elettrico del treno per permettere la captazione fissa solo dal primo carrello della unità sempilota di testa, mentre il secondo carrello sarebbe inserito solo quando il primo carrello si trova sotto tensione.

Immagine
45,21 KB

Il dispositivo A1 dovrebbe essere un dispositivo che, prendendo tensione dal carrello 1, chiude un relè connettendo anche il carrello 2. Quando il primo carrello entra sul sezionamento, rimane senza tensione, il relè si diseccita e toglie alimentazione dal carrello 2. Il dispositivo dovrebbe anche avere una sorta di zavorra elettrica, in modo che siano discriminati eventuali falsi contatti dovuti allo sporco. Ovvero, il dispositivo, dovrebbe avere una certa capacità elettrica in modo che tolga alimentazione al relè solo quando il carrello 1 è proprio sotto il sezionamento aperto, cioè manchi tensione da almeno qualche millisecondo. Questo perché il dispositivo non tolga tensione dal carrello 2 quando invece si tratta di falsi contatti o sporco che tolgono temporaneamente tensione.

E' secondo voi fattibile una cosa del genere?

Intanto, alcune foto del treno smontato

Unità semipilota di testa
Immagine
120,86 KB

Immagine
129,47 KB

Unità motrice paracentrale (carrozza bistrò)
Immagine
102,68 KB

Semitreno unità semipilota di testa e unità motrice paracentrale
Immagine
117,16 KB
Fabrizio Borca

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21282
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » dom ott 09, 2016 6:59 pm

Bene Fabrizio, è sempre un piacere vedere gli aggiornamenti della Evalix (mi spieghi perchè gli hai dato questo nome?).
Comunque non ti montare la testa perchè sono capace anch'io di aprire i rotali.
Il problema è che poi non riesco più a richiuderli.
:cool: :cool: :cool:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8441
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » dom ott 09, 2016 7:30 pm

Asterix , Obelix ef Evalix.
I tre galli.
:grin: :grin:
Ciao
Adolfo

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4378
Iscritto il: gio ott 04, 2012 2:56 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Età: 68
Stato: Non connesso

Messaggio da cararci » dom ott 09, 2016 7:31 pm

adobel55 ha scritto:

Asterix , Obelix ef Evalix.
I tre galli.

Come dicono qui, te si fora como un balcon!

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8441
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » dom ott 09, 2016 7:33 pm

Buona Carlo.
:wink:
Ciao

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9941
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » dom ott 09, 2016 9:13 pm

Andrea ha scritto:
.....(mi spieghi perchè gli hai dato questo nome?).
.....

Questo è un segreto aziendale :cool: :cool: :cool: La cosa non ha a che fare con dei galli, ma c'è comunque una correlazione tra un sito di esposizione e il nome.

Stavo anche valutando l'opportunità di installare un sistema di illuminazione, ma la cosa non credo sia opportuna. La vettura motrice ha l'interno completamente occupato dalla meccanica, quindi ci sono i finestrini scuri che la occultano in maniera abbastanza efficace. Se metto un impianto di illuminazione, sarebbero illuminate solo 3 vetture su 4, una rimarrebbe senza illuminazione. La cosa non mi sembra molto bella dal punto di vista estetico.
Fabrizio Borca

Rispondi

Torna a “AUTOCOSTRUZIONI ed ELABORAZIONI IN SCALA 1:120”