NUOVO SOFTWARE PER IL FORUM - ISTRUZIONI per l'accesso

Gli utenti registrati possono accedere seguendo la seguente procedura:
- Cliccare "Login"
- Cliccare "Ho dimenticato la password"
- inserire il proprio nome utente e la email con cui si è registrati
- aspettare l'arrivo della email con il link di attivazione e la password provvisoria
- dopo l'attivazione fare Login
- cliccare sul proprio nome utente (nella barra superiore a dx) ed entrare nel Pannello di controllo Utente
- Si consiglia inserire la propria password nella scheda Profilo > Modifica account (la medesima password presente nel vecchio forum)

In caso di problemi non esitate a scrivere allo staff (cliccate "Contattaci" nella barra in basso)

Modulo industria petrolchimica

Se pensi di realizzare un modulo o lo stai facendo, inserisci qui la tua discussione.

Moderatori: Andrea, Riccardo

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 5463
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 50
Stato: Connesso
Contatta:

Modulo industria petrolchimica

Messaggioda roy67 » mar nov 21, 2017 9:41 pm

Cari amici, considerando che ormai il mio modulo “viadotto autostradale” è quasi terminato, sto cercando (ed ho trovato) un nuovo stimolo per il futuro (mio) nel modulare GasTT.
Un nuovo modulo da costruire, che possa alternare l’attuale alle expo, ma anche esserevi di “compagnia”, perché non esporre entrambi se c’è lo spazio? :wink:

Ma veniamo a ciò che mi “prude” fra le mani……

Da alcuni mesi vi sto ragionando e da parecchio mi stimola la costruzione di un bel viadotto ferroviario, lungo, come ad esempio il viadotto di Desenzano del Garda, oppure il viadotto di Peschiera del Garda. Non importa se sopra un fiume, un lago, un prato o che…. Un bel viadotto da almeno 6-8 campate od oltre (era l’idea iniziale del modulo “viadotto autostradale”, ma cambiai idea in fase di realizzazione, costruendo il viadotto sulla ferrovia e non sull’autostrada).
Ma vi è un'altra soddisfazione che voglio togliermi: La costruzione di un industria petrolchimica, con serbatoi, torri di Topping, scambiatori, tubi, autocisterne, torri di carico, bla, bla, bla, quanto serve e tutto quel che riesce a starci nello spazio di un modulo “regolamentare”…. Forse un po’ più lungo: 1200 mm (tale è la larghezza del mio baule). Ma per questo ne parleremo…..
Potrebbe essere un modulo doppio da 800x2= 1600… Oppure un modulo da 1200 con profondità “personalizzata”… Ripeto, per questo ne parleremo.

Appunto… Ne parleremo. Voglio pubblicare questa mia idea preventivamente, in modo da poter raccogliere le vostre perplessità, pensieri, dubbi ma, soprattutto consigli. Il modulo “viadotto autostradale” è quasi al termine. Penso che entro la primavera 2018 sia terminato.
Perché a quel dì non farmi trovar pronto con le idee?

Proprio in questi giorni ho pensato di raggruppare tutte le idee…. Ovvero: un modulo di piena linea, con viadotto che attraversa una piccola valle (o avvallamento del terreno) in cui vi è un industria petrolchimica.

In questo modo ho unito le mie idee e sviluppato un progetto di massima.
L’idea nasce dallo smantellamento della petrolchimica di Fornovo Taro (Pr), proprio a lato della omonima stazione (un tempo stazione di cambio fra trazione CC e CA sulla ferrovia Parma-La Spezia…. La Pontremolese).
La petrolchimica era proprio a poche decine di metri dalla stazione, dal lato opposto del FV.
Non c’è, e non c’è mai stato, un viadotto, ma non è quella petrolchimica voglio riprodurre.
Il modellismo è anche fantasia. Riprodurne una che non vi somigli nemmeno, installata in una delle valli costiere presso un grande porto marittimo come Trieste, Ancona, Livorno, Genova… Che ne so….. Come dicevo in quei luoghi lo spazio è risicato e “rosicchiato” fra una valle e l’altra.. ed il treno, se vuol passare, passa su un “ponte”…. :wink:
Questa è l’idea iniziale che oggi vi sottopongo ed inizierò a valutare.

Trattasi di:
- Modulo di piena linea
- Viadotto ferroviario lungo oltre 1 mt (altezza da definire, circa 8-10 cm – alto circa 10/12 mt al vero)
- Industria petrolchimica (sto già studiando la tecnologia)

In questo modo riesco a coniugare la voglia di costruire un “lungo” viadotto e sfidarmi nella costruzione di un industria petrolchimica in scala 1:120. L’avvallamento del terreno aiuterà anche a ridurre l’altezza effettiva dell’intero modulo in quanto le torri di raffinazione ed i camini di sfiato saranno “alti” (probabilmente con incastro da installare alle Expo ma smontabili per il trasporto).

Bene. Veniamo al dunque:
Iniziamo dal progetto che ho sviluppato con SCARM (versione 0.9.28 beta).

progetto modulo petrochimico-2.jpg


Ovviamente è ancora tutto da definire, anche le dimensioni del modulo stesso. L’unica certezza è che serviranno 2 testate.

progetto-dettagli.jpg


Come si può vedere ho numerato i vari componenti del modulo, spiegando di cosa si tratti, ma con la possibilità di approfondire. Non ho commentato il viadotto ferroviario…. Serviva?

- 1: Serbatoi: Trattasi dei grandi serbatoi di stoccaggio del greggio e/o del prodotto già raffinato.

serbatoi petrolchemicals-2.jpg
serbatoi petrolchemicals-2.jpg (9.48 KiB) Visto 634 volte

serbatoi petrolchemicals.jpg

serbatoi petrolchemicals-3.jpg
serbatoi petrolchemicals-3.jpg (8.84 KiB) Visto 634 volte


-2: Impianto raffinazione: Trattasi dell’impianto vero e proprio, con torri di Topping e quant’altro.

torri-1.jpg
torri-1.jpg (10.61 KiB) Visto 634 volte

torri-2.jpg

torri-3.jpg


- 3: Colonne di carico autocisterne, trattasi della zona ove vengono riempite le autocisterne stradali

pensilina-2.jpg

pensilina-1.jpg


- 4: Bilancia autocisterne. Trattasi della bilancia a ponte ove vengono pesate le autocisterne cariche in uscita.

pesa a ponte-2.jpg


- 5: Uffici. Non credo ci sia da spiegare tanto. I tipici uffici con vetrate a specchio…. :wink:
- 6: Area sosta autocisterne. La zona di attesa dei bilici per entrare al ponte di carico.
- 7: Strada di accesso. La strada che dalla statale porta al cancello d’ingresso.

Questi alcuni schemi di funzionamento di un industria petrolchimica:

schema raffineria.jpg


Ed ora qualche snapshot del progetto:
2-progetto-vista.jpg

progetto-3D-dx.jpg

progetto-3D-sx.jpg

progetto-retro.jpg
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 6970
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Ruolo: Moderatore
Età: 72
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda giuseppe_risso » mar nov 21, 2017 9:44 pm

Tema affascinante. Visti i precedenti sarà uno spettacolo.

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 3932
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 53
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda Edgardo_Rosatti » mar nov 21, 2017 10:00 pm

Bello! con 120 centimetri di spazio ci sta molta roba ed il layout è perfetto.
Ho qualche dubbio sull'inserimento del modulo nel contesto globale del modulare; nel senso di fare scenari troppo tecnici rispetto al resto.
Però, penso anche che vista l'espansione del modulare stesso, si possa riuscire a creare zone con scenari a tema. Un po' come per i moduli marittimi.

ED

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 7189
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda adobel55 » mar nov 21, 2017 11:34 pm

Idea buona.
Occhio ai volumi per il trasporto.
Ciao

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 6817
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 56
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda v200 » mer nov 22, 2017 12:01 am

Decisamente un modulo molto complesso di grande impatto scenico .
Quello che darà più problemi è come collegarlo esteticamente ai moduli contigui già fatto notare da Ed.
Ponendo la linea nel modo classico ( rialzo massicciata ) si potrebbe creare il classico binario di accesso al impianto sul modulo medesimo o uno preparato appositamente per le cisterne con relativo piazzale di sosta e smistamento.
Nel caso del viadotto converrà studiare un paio di moduli riproducenti un area industriale ( teoricamente il modulo stazione Campeda potrebbe essere utilizzato per questo scopo ) che armonizzino l' inserimento.
Una alternativa progettare che la linea passi sotto l' impianto. Rendendo la linea visibile dal lato visitatori ma rendendo interessante la parte sotterranea della linea riproducendo tutta la canna della galleria con una camera di soccorso come nei nuovi tunnel costruiti ultimamente.
Questa ipotesi sarebbe non poco interessante visto la mancanza di uno spaccato che rappresenti una galleria. Se poi di ultima generazione dotata di luci,aeratori, pannelli segnaletici luminosi che ne aumenterebbero l' interesse
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 8333
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda Fabrizio » mer nov 22, 2017 12:17 am

Bene Roberto, mi fa piacere che un nuovo modulo sia allo studio :D Ti seguirò con interesse.
Fabrizio Borca

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 5463
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 50
Stato: Connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda roy67 » mer nov 22, 2017 12:33 am

Non vi sarà alcun avccesso della ferrovia all'area industriale, come accadeva a Fornovo (ormai smantellata).

Fornovo.JPG


Oppure all'uscita di Lodi (autostrada A1) in cui vi si trova, proprio a lato autostrada e TAV, la "Viscolube", che dopo immensi prati verdi improvvisamente si presenta con tutta la sua puzza di lubrificanti... :wink:

Lodi.JPG


La ferrovia avrà l'altezza standard, sarà il terreno, dopo qualche centimetro dalle testate, a scendere creando la vallata per risalire in prossimità dall'altra testata.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
58dedo
Socio GAS TT
Messaggi: 1605
Iscritto il: mer dic 19, 2012 5:17 pm
Nome: diego
Regione: Lombardia
Città: Rovellasca
Età: 59
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda 58dedo » mer nov 22, 2017 8:46 am

evvai, altra opera spettacolo in arrivo!! con la tua maestria nell'autocostruzione, ci saranno un sacco di particolari.....un suggerimento personale....simulare su un lato una sorta di raccordo autostradale che affiancato all'altro modulo darebbe meno stacco [104]
Opterei per due semimoduli da 80 cm. con gli ultimi 20 cm. una simulazione di raccordo [101] [104]
Diego

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 3241
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 41
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda MrPatato76 » mer nov 22, 2017 8:55 am

....io vado controcorrente.....FINALMENTE un modulo di ambientazione industriale!!!
L'unica osservazione è che con il ponte perdi la possibilità di avere un raccordo interno....
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 11488
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia
Ruolo: Moderatore
Età: 31
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda MrMassy86 » mer nov 22, 2017 9:00 am

Progetto molto interessante e complesso, l'idea di base mi piace, sicuramente una soluzione di contesto scenico nel modulare si troverà!!!
Massimiliano[:253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 6628
Iscritto il: dom gen 29, 2012 2:40 pm
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda liftman » mer nov 22, 2017 9:27 am

'sta cosa mi costerà un patrimonio in pop corn, ma sarà fantastico :-D
Ciao! Rolando

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 6817
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 56
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda v200 » mer nov 22, 2017 10:57 am

Con la seconda foto è molto più chiaro il progetto,
con le dovute licenze ne uscirà una cosa spettacolare
Roberto mi aspetto un bel impianto luci, queste strutture sono illuminate in modo intensivo per operare anche nelle ore notturne
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1695
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Età: 46
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda gavinca » mer nov 22, 2017 11:51 am

Evvai !!
Sono convito che un modulo ben fatto, come sicuramente sarà il tuo, si integrerà sempre bene nel modulare.
Io starei sul modulo singolo, valuta tu se da 100 o 120 perchè è più gestibile, semplice da traportare e posizionare nei layout e spazi che avremo a disposizione.

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 5463
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 50
Stato: Connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda roy67 » mer nov 22, 2017 8:45 pm

Ragazzi, eccomi qua. L'allarme 950 I/O link disconected (presso un mio cliente) è stato risolto.... :P Ora, a noi..... :mrgreen:

Come dicevo è un modulo molto impegnativo, me ne rendo conto, come tante altre cose modellistiche. Se non sfidiamo noi stessi chi vorremmo sfidare... Non possiamo sfidare gli altri.. Perderemmo la sfida!

Insegniamoci come fare meglio di noi stessi!!!!!!!

La "sfida" zona industriale è da affrontare. Il Mondo... L'Italia, è sopratutto "zona produttiva" e ovunque si vada si passa dai campi di cipolle all'autostrada, dai pomodori all'industria tessile, dai vigneti alla petrolchimica.... :wink:
Quindi un inserimento del modulo, per realismo, è "ovunque"..... Anche fra il viadotto autostradale ed i vigneti di S. Martino.. Proprio perché le zone industriali non chiedono permesso alla natura di esistere.... Le abbiamo costruite noi!!!!!
- Proprio a fianco dell'asilo nido.
- Davanti al "mulino bianco".
- A lato del fornaio di fiducia... :x

E noi mangiamo tutto ciò che è stato prodotto proprio.... Li!

Le idee le ho molto chiare su quasi tutta la costruzione e posizionamento dei particolari.... Addirittura ho già in fase di "attesa" costruttiva 12 autocisterne in scala 1:120 della Herpa. Una andrà sul viadotto autostradale.. con la "freccia fuori"... le altre.... :wink:
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 5463
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 50
Stato: Connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda roy67 » mer nov 22, 2017 8:49 pm

P.S. Aggiungo..... Per Roby:
L'impianto luci sarà all'altezza della situazione... Sappiamo che per regola tutto ciò che supera un altezza.... diciamo "x", dev'essere segnalato per il traffico aereo.... :D
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 9596
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 53
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda Egidio » mer nov 22, 2017 8:50 pm

Ottima idea Roberto. Ti seguiro' volentieri nelle evoluzioni del tuo futuro lavoro. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 6817
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 56
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda v200 » mer nov 22, 2017 8:55 pm

Infatti aspetto le tue meraviglie tecnologiche [99] [99]
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 5463
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 50
Stato: Connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda roy67 » dom nov 26, 2017 6:56 pm

Grazie (Roby) per le aspettative/incoraggiamento. Le idee le ho molto chiare sul da farsi.
Vorrei solo spiegare meglio alcuni concetti.

- Non ho intenzione di creare una deviata da linea principale a scalo merci (perché ve ne sono già anche troppe nel modulare).
- La deviata dalla linea potrebbe anche essere lontana chilometri (Lo vedo all'Interporto di Parma... 12 Km). Perché farla sul modulo stesso?
- Potrei comunque fare un piazzale di carico cisterne ferroviarie.. Ma che ruberebbe spazio a quelle stradali, imponendo la lunghezza modula ad oltre 1200 mm, ecco un esempio:

carico carri-1.jpg

161178_1.jpg


Ovviamente i binari arrivano (arriverebbero) dal lato "operatore", incrociando il viadotto.

Piuttosto preferisco una cosa del genere:
carico cari-2.jpg

carico carri-3.jpg


Ovviamente pensando all'epoca d'ambientazione.... :wink: :wink: :wink: :wink: :wink: :wink:
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 6817
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 56
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda v200 » dom nov 26, 2017 7:07 pm

Si dalle foto che hai postato con google si comincia a comprendere la tua idea di modulo
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 5463
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 50
Stato: Connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda roy67 » dom nov 26, 2017 8:41 pm

Bhè.. Io sto esternando i miei pensieri, pensando di raccogliere pareri.

In primis bisogna tenere a mente che debbo terminare il modulo "viadotto autostradale". Solo allora inizierò a preparare questo.
Ecco perché le anticipazioni: Per raccogliere idee....
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 19300
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda Andrea » dom nov 26, 2017 8:57 pm

Caspita Roby, TANTA ROBA, figurati che tra un trasloco e una seduta fisioterapica, mi ero pure perso la discussione.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5085
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 62
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda Docdelburg » dom nov 26, 2017 9:13 pm

Ciao Roberto, ottimo progetto, ben calibrato come proporzioni.
Con lo spazio di un modulo e con la doppia linea ti sconsiglierei in ogni caso di pensare ad un raccordo ferroviario.
Te lo dico dopo l'esperienza, peraltro positiva, di un raccordo molto simile come impostazione. Avevo pensato a un piccolo deposito carburanti dove arrivavano le cisterne ferroviarie e da cui partiva la distribuzione con cisterne su ruote.
viewtopic.php?f=105&t=10833&hilit=deposito+carburanti&start=125
Per avere un minimo di realismo ci vuole molto spazio anche avendo una linea a binario singolo. Servono comunque alcuni binari di sosta e di manovra.
E soprattutto occorre uno stacco fisico tra linea ferroviaria e zona industriale e in questo senso la posizione sopraelevata della ferrovia è l'uovo di colombo per risparmiare spazio.
Mi permetto di mettere due foto del modulo in esercizio, magari può saltare fuori qualche spunto.

Molto meglio quindi pensare ad un impianto svincolato dalla ferrovia, almeno nella parte rappresentata, così da avere mano libera nella scenografia in cui sei maestro.
Buon lavoro! [99]
Allegati
CRT01.JPG
PIANORO2.JPG

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 5463
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 50
Stato: Connesso
Contatta:

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda roy67 » dom nov 26, 2017 9:37 pm

Si, Andrea. Tanta roba. Ma non temo il mio lavoro/hobby. Li conosco.... ;) . (traduzione della mia firma ) :wink:

@ Mauro. Hai colto l'essenza dei miei pensieri ( a parte il fatto che conosco i tuoi capolavori..... :D :D )
Oggi, se ancora si trasportano sostanze petrolifere (o suoi derivati) avviene solo tramite "gomma".
Ecco perché ho citato aziende presso le quali l'entrata e uscita dei liquidi (lavorati - semilavorati - grezzi/greggi) avviene solo su rimorchi stradali.

Il viadotto mi darà, oltre che togliermi la voglia di costruirne uno, spazio al di sotto. Ho decine di esempi raccolti...
Faccio il tecnico. Giro le zone industriali di mezz'Europa.
Avrò raccolto qualche spunto? :wink: :wink: :wink: :wink: :wink:
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 6817
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 56
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda v200 » dom nov 26, 2017 10:08 pm

In linea con un impianto moderno.
Se ho capito la linea rimane secondaria al paesaggio, in pratica una inversione dei ruoli dove la ferrovia non è la protagonista ma la comprimaria stuzzicante come progetto.
Un polo petrolchimico rimane un punto scenografico importante grazie alla sua struttura imponente composta da forme molto varie sia in altezza che lunghezza pertanto sacrificarne la volumetria in favore della ferrovia non gioverebbe.
Meglio proseguire con l' idea di Roy invertendo i ruoli, girovagando su you tube esistono pochi plastici/moduli a questo tema ( solo uno in z degno di nota a grande respiro ).Troppe volte compressi in piccoli depositi che non riflettono a pieno una struttura complessa come il Polo petrolchimico o uno industriale, non posso negare che una struttura così complessa non sia molto gettonata di esempi se ne contano molto pochi una fonderia, qualche fabbrica e zona portuale pertanto creare una zona industriale ad ampio respiro ( come si vede accanto alla linea ) prima di entrare in una grande città la trovo ideale per un modulare
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 7189
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Non connesso

Re: Modulo industria petrolchimica

Messaggioda adobel55 » dom nov 26, 2017 10:24 pm

Sei un fiume in piena che sta per straripare.
Forza Roy.
Ciao
Adolfo


Torna a “PLASTICO MODULARE GAS TT - MODULI IN COSTRUZIONE/PROGETTAZIONE”