Concept Modulo Coulisse

Se pensi di realizzare un modulo o lo stai facendo, inserisci qui la tua discussione.

Moderatore: Andrea

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7446
Iscritto il: dom gen 29, 2012 2:40 pm
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da liftman »

di sistemi ce ne sono a bizzeffe, fermo restando l'idea della guide scorrevoli laterali, si possono mettere sul fondo piedini tipo questi:

Immagine:
Immagine
34,33 KB

per evitare che il piano mobile si imbarchi e/o non scorra perfettamente.
Ciao! Rolando
Avatar utente
Flavio
Socio GAS TT
Messaggi: 1130
Iscritto il: dom gen 20, 2013 12:57 pm
Nome: Flavio
Regione: Lombardia
Città: Rozzano
Stato: Non connesso

Messaggio da Flavio »

Roy, hai giocato d'anticipo con le guide tipo Rollon.
In effetti queste guide hanno una notevole capacità di carico e sono disponibili anche in una versione che permette di recuperare eventuali giochi dovuti a imperfezioni/piccoli cedimenti di struttura, delta termico, ecc.
Naturalmente sono disponibilissimo a studiare su come poter applicare queste guide.
Bisogna però ricordare che la sola funzione delle guide consiste nell'incanalare un movimento generato da altri. E secondo me è qui che iniziano i problemi.
Tale movimento può essere generato da viti a ricircolo di sfere, (abbastanza costoso, molto preciso e con motore elettrico) attuatori pneumatici (serve l'aria compressa ed un circuito composto da più componenti), trasmissione a cinghia o catena (elementare, preciso quanto basta e con motore elettrico).
Quest'ultimo sarebbe il più economico, serve il motore passo-passo di cui non ho grandi esperienze ma ritengo corretto quanto già detto da Roy in precedenza, che i motori passo-passo necessitano di continue tarature.
Personalmente utilizzerei le viti a ricircolo di sfere del tipo rullato, magari con filettature contrapposte. Come detto sono però la soluzione più costosa.

Nonostante quanto detto, da parte mia considero ormai aperta la sfida alla coulisse.
Sfida che credo qualcuno l'abbia già vinta. Mi riferisco al gruppo CV19 che, in occasione dell'ultimo Fremo meeting di Rondissone tenuto a giugno, aveva una coulisse che ha tenuto botta per 2 giorni senza che da parte mia abbia rilevato l'esistenza di problemi. Vero è che non era molto utilizzata ma all'occorrenza ha sempre funzionato a dovere.
E' molto probabile che questa coulisse il CV19 la esporrà al prossimo Model Game di Bologna e, visto i buoni rapporti che ci sono, sicuramente potremmo ricevere da loro qualche dritta.
Flavio - C.M.P. Club Modellismo Pavese - GAS TT
Avatar utente
58dedo
Socio GAS TT
Messaggi: 1922
Iscritto il: mer dic 19, 2012 5:17 pm
Nome: diego
Regione: Lombardia
Città: Rovellasca
Stato: Non connesso

Messaggio da 58dedo »

avete mai visto questo video? Una soluzione affascinante, ma non so se applicabile ad un modulare

(non so se si collega direttamente, scusate)
Avatar utente
Flavio
Socio GAS TT
Messaggi: 1130
Iscritto il: dom gen 20, 2013 12:57 pm
Nome: Flavio
Regione: Lombardia
Città: Rozzano
Stato: Non connesso

Messaggio da Flavio »

Diego, io l'avevo già vista,.
E'più che affascinante e si muove sulla croce di Malta che accennava Roy.
Flavio - C.M.P. Club Modellismo Pavese - GAS TT
Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6381
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da roy67 »

Diego: Era proprio il sistema a cui accennavo, la rotazione a croce di malta. Ogni giro di motore equivale ad un posizionamento .
Ecco come funziona:

Flavio: Se le guide sono installate perfettamente parallele ed in asse, il motore farà pochissimo sforzo per muovere il "cassetto". Quindi va bena anche un motore passo-passo con una cinghia da scanner. Il peso viene scaricato tutto sulle sfere.

Si può anche installare un paio di profili tondi rettificati sui quali scorrono dei cuscinetti a bussola. Ma richiede sempre un ottimo allineamento meccanico.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)
Avatar utente
loredano
Messaggi: 312
Iscritto il: mar set 04, 2012 9:11 pm
Nome: Loredano
Regione: Lombardia
Città: COLNAGO
Stato: Non connesso

Messaggio da loredano »

Vediamo se riesco a portare il mio piccolo contributo.
La difficoltà minore mi sembra che sia la gestione del software, che sia Arduino oppure dei pic programmabili od altro dei programmi in rete adattabili ce ne sono.
Diverso è il discorso meccanico, maggiore per la scala HO che per una coulisse seria deve essere di almeno mt2. Sia Roberto che Flavio hanno centrato il problema, e per quello che conosco io di costosa soluzione.
Un artifico l'aveva trovato Ettore Abate con una coulisse divisa in tre pezzi, le due estremità erano dei cassetti con un proprio motore passo passo, collegate da una tavola semplicemente imperniata senza alcuna vite/bulllone ai due cassetti. In questo modo ogni cassetto doveva curare di non impuntarsi solo da un lato, il semplice collegamento con i perni permetteva di assorbire dilatazioni e piccoli dissasamenti, l'unico inconveniente che i due motori passo passo completamente identici comandati da una solo scheda ,ogni tanto perdevano qualche passo e col tempo non risultavano più allineati e bisognava procedere ad un azzeramento di taratura.
In questo periodo sono abbastanza preso in senso modellistico, ma prima opoi devo riprendere in mano il discorso , quindi seguirò con molta attenzione la discussione cercando di carpire qualche dritta utile alla mia coulisse.
ciao
Loredano
Loredano - C.M.P. Club Modellismo Pavese
Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1855
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Stato: Non connesso

Messaggio da gavinca »

58dedo ha scritto:

avete mai visto questo video? Una soluzione affascinante, ma non so se applicabile ad un modulare

(non so se si collega direttamente, scusate)


Molto interessante anche questa soluzione, avevo visto alcuni schemi in giro per internet ma non avevo capito il funzionamento.
Io conoscevo solo la Croce di Malto http://www.crocedimalto.it :grin:
Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9235
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 »

Interessante come caricatore per la rocca del re.
Ciao.
Adolfo

Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1855
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Stato: Non connesso

Messaggio da gavinca »

Finalmente sono arrivati dalla Cina i componenti per il prototipo della Coulisse.
La spedizione era gratuita è probabilmente hanno seguito le carovane sulla via della seta :sad: .

Immagine:
Immagine
210,28 KB

Questo sono i primi esperimenti con i sensori.
Quello infrarossi dovrebbe servire per rilevare la presenza del treno mentre quello ottico per il corretto posizionamento della coulisse.

Immagine:
Immagine
197,56 KB
Avatar utente
Milacris
Messaggi: 53
Iscritto il: gio apr 18, 2013 11:18 pm
Nome: Cristian
Regione: Veneto
Città: Trevignano
Stato: Non connesso

Messaggio da Milacris »

Se posso dire la mia, per evitare impuntamenti, dovreste evitare le guide.
Qualsiasi guida si vada ad usare, in una misura oltre i 30 cm di larghezza del cassetto può provocare impuntamento.
Ho lavorato per anni nell'arredamento, non esiste il cassetto perfetto.
Quello che potrei consigliare è di usare semplicissimo cuscinetti, piccoli, da modellismo, se qualcuno di voi pratica modellismo dinamico li conosce, altrimenti vi posso linkare io qualcosa, economici ed efficaci, però, li metterei sia sotto, per scaricare il peso del cassetto, che dai lati, questo eviterà gli impuntamenti, i cuscinetti fissati sulla struttura, e, sul cassetto, un angolare in alluminio che funge da guida.
Questa è un po' la teoria che stanno adottando per certi tipi di serramenti scorrevoli, dove le grandi dimensioni hanno pesi che superano i 2 quintali ad anta, e col sistema di carrello sull'anta sarebbe impossibile muoverli, mettendo, invece, la guida sull'anta e i cuscinetti fissi a terra, la si sposta con un dito, ho provato io stesso a spostare un'anta con il vetro che pesava 280kg, col dito non ha esitato a muoversi.
Spero si capisca cosa intendo.
Cristian - Continuerai ad avere ciò che hai, fino a quando continuerai a fare ciò che fai.
Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1855
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Stato: Non connesso

Messaggio da gavinca »

Grazie Cristian, mi sto segnando tutti i contributi e suggerimenti, poi con calma cercherò di fare la sintesi di tutto.
Personalmente non ho esperienza di modellismo dinamico quindi se puoi mettere il link rimane come traccia.
Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 56
Stato: Non connesso

Messaggio da Edgardo_Rosatti »

Evvai Carlo, una bella dotazione di shield e sensori/accessori con Arduno uno!!

Tienici informato sugli sviluppi neh :grin:
ED
237
11101101
Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1855
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Stato: Non connesso

Messaggio da gavinca »

Che voi sappiate esistono dei connettori già cablati o da cablare per questi sensori?
La distanza tra i piedini è quella standard da 2,54.
Ho fatto qualche ricerca ma ho trovato solo quelli a 2 buchi mentre a me servirebbero da 3, 4 e 5.
Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7446
Iscritto il: dom gen 29, 2012 2:40 pm
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da liftman »

da 3 e 4 per esempio li trovi qua: http://www.robot-italy.com/it/jumper-wire-0-8.html non ho però idea se vendono a privati, se serve un ordine minimo ecc. ecc.
Ciao! Rolando
Avatar utente
Milacris
Messaggi: 53
Iscritto il: gio apr 18, 2013 11:18 pm
Nome: Cristian
Regione: Veneto
Città: Trevignano
Stato: Non connesso

Messaggio da Milacris »

Questo un esempio, con pochi euro ne compri a volontà..

http://www.ebay.it/itm/Cuscinetto-8-x-1 ... 27ee9f5dbf
Cristian - Continuerai ad avere ciò che hai, fino a quando continuerai a fare ciò che fai.
Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1855
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Stato: Non connesso

Messaggio da gavinca »

Riprendo questa discussione perchè dopo più di 2 anni ho deciso di realizzare la coulisse, non per il modulare, ma per il plastichetto casalingo.
Prendendo spunto da tutti i consigli e suggerimenti vi illustro quanto fatto fino ad ora, con la premessa che i treni non sono ancora transitati quindi ancora non so se tutto funzionerà, in alternativa passerò ad una stazione tradizionale, anche se una coulisse ha degli indubbi vantaggi in costi e soprattutto in spazio:
Immagine:
Immagine
5,22 KB

Ho previsto un piano scorrevole molto leggero ma allo stesso tempo rigido, quindi ho usato il polistirene ad alta densità (penso si chiami così) con angolari in alluminio come rinforzo, di dimensione 150 x 21 in modo da ospitare 6 binari:
Immagine:
Immagine
146,68 KB

Per ottenere un movimento fluido ho acquistato su e-bay 2 linear bearing (dalla cina) e li ho montati alle estremità del pannello con la possibilità di regolare l'altezza con barre filettate:
Immagine:
Immagine
194,14 KB

Immagine:
Immagine
120,12 KB

Il movimento è garantito da un motore passo passo e relative cinghie cannibalizzate da un vecchio scanner:
Immagine:
Immagine
110,77 KB

Infine il controllo del motore è demandato ad arduino e relativi sensori:
Immagine:
Immagine
123,59 KB

Immagine:
Immagine
126,49 KB
Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9639
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 »

Ottimo lavoro, la coulisse è una parte molto importante per plastici modulari o casalinghi.
Molto utile per alternare convogli, posizionarli sul tracciato senza urtare le parti del paesaggio molte volte delicate.
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.
Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5582
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Età: 52
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo »

Alta ingegneria Carlo !!!
bel lavoro :cool:
Riccardo
Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 56
Stato: Non connesso

Messaggio da Edgardo_Rosatti »

Bello Carlo,
ho anche io quel driver per i PP ma non l'ho ancora provato, funziona bene? So che ha un range di alimentazione per i motori che varia d 5 a 12 VCC.

Vedo anche he usi un fine corsa IR?

ED
ED
237
11101101
Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1855
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Stato: Non connesso

Messaggio da gavinca »

Edgardo_Rosatti ha scritto:

Bello Carlo,
ho anche io quel driver per i PP ma non l'ho ancora provato, funziona bene? So che ha un range di alimentazione per i motori che varia d 5 a 12 VCC.

Vedo anche he usi un fine corsa IR?

ED

Il driver per ora funziona, nel senso che riesce a pilotare il motore senza scaldarsi,
Vedremo se anche sotto stress non si brucia :wink:

Come finecorsa ho usato un sensore chiamato optical counter o qualcosa di simile.
Questa è una foto da internet
Immagine:
Immagine
85,59 KB

E' molto preciso e l'ho posizionato e regolato con le viti nelle posizioni dei binari 1 e 6, in questo modo si auto-correggono anche gli eventuali errori di posizionamento.
Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1855
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Stato: Non connesso

Messaggio da gavinca »

Su GASTT Lab ho aggiunto un articolo con il progetto di coulisse gestita con Arduino:

http://gasttlab.altervista.org/gasttlab ... n-arduino/

Sia il progetto hw che il programma sw sono migliorabili quindi se ci sono suggerimenti ....
Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4515
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Stato: Non connesso

Messaggio da marioscd »

quindi, Carlo, fammi capire bene... stai movimentando un piano binari lungo 150 cm in struttura di legno compensato con un solo motore passo-passo e due guide lineari di supporto/scorrimento, giusto?
sono assolutamente interessato al discorso, soprattutto mi preme capire come sei messo a impuntamenti e precisione...

ciao e grazie!
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...
Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1855
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Stato: Non connesso

Messaggio da gavinca »

marioscd ha scritto:

quindi, Carlo, fammi capire bene... stai movimentando un piano binari lungo 150 cm in struttura di legno compensato con un solo motore passo-passo e due guide lineari di supporto/scorrimento, giusto?
sono assolutamente interessato al discorso, soprattutto mi preme capire come sei messo a impuntamenti e precisione...

ciao e grazie!


Sì, sto movimentando un piano lungo 150 x 21 ma ancora non ci sono i binari quindi non ti so dire se la precisione con cui si muove e si posiziona sarà sufficiente a far girare i treni senza problemi.
Per ora sono soddisfatto e posso procedere alla posa dei binari, se la coulisse con un solo motore centrale non sarà affidabile passerò a 2 motori alle estremità e le barre lineari in centro.
Avessi avuto 2 scanner da cannibalizzare avrei optato da subito per questa soluzione.
Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 56
Stato: Non connesso

Messaggio da Edgardo_Rosatti »

Vi adoro :cool:
ED
237
11101101
Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4458
Iscritto il: gio ott 04, 2012 2:56 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da cararci »

Se avessi saputo che avevi bisogno di uno scanner, te lo avrei portato a Novegro. Se ancora ti servirà verso marzo e se andremo a Verona, ricordamelo.

Torna a “PLASTICO MODULARE GAS TT - MODULI IN COSTRUZIONE/PROGETTAZIONE”