Azzurro di fondo per il modulare GAS TT

Ambietazioni - edifici - strutture - scenari - paesaggi - vegetazione.
Rispondi
Avatar utente
SteaMarco
Socio GAS TT
Messaggi: 831
Iscritto il: dom dic 06, 2015 8:30 am
Nome: Marco
Regione: Piemonte
Città: Moncalieri
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da SteaMarco » mar set 27, 2016 5:25 pm

Rieccomi,

pausa caffe, una riflessione, voi che partecipate al modulare sapete qual" e la filosofia, ovvero quali sono i dettagli da curare meglio e a cosa dare risalto.
Penso che il difficile sia accordarsi ed e" qua' che deve uscire il TTeam! :geek:

O.T.

Io ho un mucchio di prodotti e a guardare i vari tutorial sul tubo la resina per l-acqua mi sembra una finitura acrilica a 100 glos, non ho ancora provato ma ne sono quasi sicuro...

Marco.
Marco - Non è il mezzo che fà la differenza ma l'uomo

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9794
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » mer mag 10, 2017 4:30 pm

Una nuova domanda emerge riguardo alla normativa sulla realizzazione del fondale.

topic.asp?whichpage=-1&TOPIC_ID=14058&REPLY_ID=213220

Il fondale è alto 30 cm. Se lo scenario interno al modulo è più alto? Come possiamo fare?

Avanti con le idee e pareri :wink:

Ciao

Fabrizio
Fabrizio Borca

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7196
Iscritto il: dom gen 29, 2012 2:40 pm
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da liftman » mer mag 10, 2017 5:04 pm

Fabrizio ha scritto:

Il fondale è alto 30 cm. Se lo scenario interno al modulo è più alto? Come possiamo fare?


io vedo solo una soluzione (oltre a non mettere il fondale...) realizzare un fondale ad hoc per i moduli con scenario oltre i 30cm.
Ciao! Rolando

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4354
Iscritto il: gio ott 04, 2012 2:56 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Età: 67
Stato: Non connesso

Messaggio da cararci » mer mag 10, 2017 5:20 pm

Prevedere un fondale di altezza adeguata, ma senza sbalzi netti dei bordi tra un modulo e l'altro, sagomando in modo curvilineo e graduale.

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5535
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » mer mag 10, 2017 8:34 pm

come dice Carlo, lasciando i vincoli alle estremità dei moduli e seguire con il fondale la morfologia dello stesso.....

Immagine:
Immagine
51 KB
Riccardo

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8249
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » mer mag 10, 2017 10:23 pm

Credo che la soluzione migliore siano due, o non mettere il fondale oppure ai lati estremi per 5 cm. minimo altezza 30 poi seguire la morfologia.
Ciao
Adolfo

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2113
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 61
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Criss Amon » gio mag 11, 2017 10:56 am

Se il fondale è solo un cielo azzurro non ci sono problemi, ma se il fondale ha una profondità c'è il rischio che non sia continuo con gli altri moduli. L'altezza di trenta centimetri, deve riferirsi al piano dei binari. Per me trenta centimetri sono pochi: almeno occorrono cinquanta centimetri. Però il fondale deve essere qualcosa che può essere rimosso con estrema facilità!
Ciao!!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
wmax53
Socio GAS TT
Messaggi: 413
Iscritto il: ven giu 15, 2012 10:03 pm
Nome: Massimo
Regione: Lombardia
Città: Assago
Età: 66
Stato: Non connesso

Messaggio da wmax53 » ven mag 12, 2017 9:45 am

Ciao, ho riletto tutti gl'interventi su questo tema. Fatta salva la scelta del fondale e del colore, che secondo me valorizza il modulo e di conseguenza tutto il plastico, io farei dei pannelli rettangolari. Dall'esperienza che sto facendo con il mio modulo ho visto che salire in altezza più dei 30- 35 cm rende il modulo sproporzionato ( diverso e' per i due moduli terminali di ritorno). Proporrei di fissare un'altezza massima di 40 cm dal piano del ferro (35 di paesaggio + 5 finale di cielo )che permetterebbe di intervenire comunque per risolvere deragliamenti e renderebbe il paesaggio armonioso anche se affiancato a moduli di pianura.
Ciao Massimo

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2113
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 61
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Criss Amon » ven mag 12, 2017 11:34 am

Immagine:
Immagine
16,67 KB

Il fondale deve essere un modulo aggiuntivo, possobilmente munito di ruote, che si accosta al modulo principale. Ciò consente la sua rapida rimozione in caso di necessità, e uno sviluppo anche particolare (notturni con le luci delle stelle). Quanto all'altezza, se teoricamente il modulo rappresenta una montagna, se è qualcosa a più livelli, il fondale deve per forza di cose essere alto. Poi si tratta di uniformarsi e trovare una via di mezzo.
Ciao!!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
58dedo
Socio GAS TT
Messaggi: 1816
Iscritto il: mer dic 19, 2012 5:17 pm
Nome: diego
Regione: Lombardia
Città: Rovellasca
Età: 61
Stato: Non connesso

Messaggio da 58dedo » ven mag 12, 2017 11:51 am

mi permetto di esprimere il mio pensiero, essendomi proposto l'anno scorso come volontario per la creazione dei pannelli, l'anno scorso è stata presa la decisione di una coloritura unica di cielo (per praticità e omogeneità dei pannelli), con colore pantone unico per tutti, con l'aggiunta di nuvole (che dovrò anche rettificare su alcuni pannelli e che si effettuerà in sede, spero a breve). L'altezza di 30 cm. piano ferro è stata decisa e verificata, essendo un'altezza che permette di poter arrivare ai binari stando dietro al modulo. Alzando i pannelli si rischia che in caso di necessità si debba obbligatoriamente (anche se mi auguro non sia mai necessario) intervenire anteriormente, interferendo con la visione da parte dei visitatori.
Per rendervi conto dei pannelli montati, visionate la diretta di Novegro 2016, unica manifestazione dove erano stati installati una ventina di pannelli.
Diego

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2113
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 61
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Criss Amon » ven mag 12, 2017 1:24 pm

58dedo ha scritto:

Alzando i pannelli si rischia che in caso di necessità si debba obbligatoriamente (anche se mi auguro non sia mai necessario) intervenire anteriormente, interferendo con la visione da parte dei visitatori.

Se il pannello è fisso hai ragione tu; ma se il pannello può essere rimosso con facilità ... ! Per fare un esempio, ho realizzato fondali alti un metro, ma sono sportelli che aprono le gallerie e le sezioni opposte del plastico non raggiungibili frontalmente.
Poi noto un'altra cosa: i moduli mi sembrano fatti per essere raggiunti frontalmente, dal momento che i binari sono in genere a 20 centimetri della zona frontale e a 30 centimetri dal fondo. Ma se c'è un problema, come giustamente mi fai notare, legato alla presenza di gente e spettatori o curiosi è tutto un altro discorso. E' un problema molto più complesso di quello che può sembrare!!! :wink:
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 3911
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » ven mag 12, 2017 1:29 pm

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">
Se il pannello è fisso hai ragione tu; ma se il pannello può essere rimosso con facilità ... [/quote]

I pannelli utilizzati come sfondo sono fissati tramite viti al relativo modulo.
Un togli e metti sarebbe solo d'impiccio durante lo svolgimento degli eventi.
Provare per credere.....
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2113
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 61
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Criss Amon » ven mag 12, 2017 2:26 pm

MrPatato76 ha scritto:

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">
Se il pannello è fisso hai ragione tu; ma se il pannello può essere rimosso con facilità ...


I pannelli utilizzati come sfondo sono fissati tramite viti al relativo modulo.
Un togli e metti sarebbe solo d'impiccio durante lo svolgimento degli eventi.
Provare per credere.....
[/quote]
Vengono fissati al supporto del modulo, o in un punto qualunque utile per viti o bulloni a farfalla? Mi pui indirizzare o mandare una foto? Grazie!!!
Ciao!!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21059
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » ven mag 12, 2017 2:36 pm

Scusate il ritardo ma ultimamente ho poco tempo per il forum [:I]
Io manterrei lo standard attuale e realizzerei un fondale ad hoc per i moduli particolari con altezza superiore ai 30cm (rari).
Terrei il vincolo alle due estremità dei moduli ed eventualmente mi alzerei in prossimità di una "zona alta" (vedi modulo Max).
Metteri comunque il fondale perchè non inserirlo stonerebbe.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2113
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 61
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Criss Amon » ven mag 12, 2017 2:43 pm

Andrea ha scritto:

Scusate il ritardo ma ultimamente ho poco tempo per il forum [:I]
Io manterrei lo standard attuale e realizzerei un fondale ad hoc per i moduli particolari con altezza superiore ai 30cm (rari).
Terrei il vincolo alle due estremità dei moduli ed eventualmente mi alzerei in prossimità di una "zona alta" (vedi modulo Max).
Metteri comunque il fondale perchè non inserirlo stonerebbe.

Mi dite in dettaglio il criterio di fissaggio del fondale al modulo: viti autofilettanti o bulloni? O il criterio è libero?
Grazie ancora!!!
Ciao!!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21059
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » ven mag 12, 2017 2:45 pm

Ecco...
MrPatato76 ha scritto:
I pannelli utilizzati come sfondo sono fissati tramite viti al relativo modulo.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
58dedo
Socio GAS TT
Messaggi: 1816
Iscritto il: mer dic 19, 2012 5:17 pm
Nome: diego
Regione: Lombardia
Città: Rovellasca
Età: 61
Stato: Non connesso

Messaggio da 58dedo » ven mag 12, 2017 2:57 pm

ciao Francesco,
il pannello effettivamente è alto 35 cm., 30 cm. a vista, i restanti 5 cm. vanno in appoggio al telaio e fissato con due viti e ranella all'estremità del telaio (se il modulo è rettilineo e standard da 100 cm. di lunghezza); nel foro praticato nella struttura si inserisce un tassello in plastica ad espansione, onde evitare, nel tempo, di rovinare il foro; il tassello non viene incollato nel legno in modo da poter essere facilmente sostituito.
Questo sistema di fissaggio è consolidato, avendolo testato sui miei moduli (faro Caprazoppa pannello curvato e torre Prarola lungo 130 cm.) :wink:
Diego

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2113
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 61
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Criss Amon » ven mag 12, 2017 3:30 pm

Diego, come avrai capito, io concepisco tecnicamente il fondale in modo diverso, quindi faccio tante domande. Io sarei portato a fissare il fondale attraverso due viti prigioniere, anch'esse sostituibili, su cui si blocca il fondale tramite bulloni a farfalla. La viti prigioniere, possono creare problemi in quanto elementi sporgenti? Altra domanda: c'è una normativa su distanze da rispettare, magari per fare fondali intercambiabili fra i moduli? Se il modulo ha una quota negativa, modulo marino con piano a -8 centimetri, il fondale si adegua di conseguenza purché sia alto 30 centimetri dalla quota del ferro! E' giusto? Grazie per la [:I] pazienza!
Ciao!!!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9794
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » ven mag 12, 2017 4:08 pm

Credo che la soluzione più plausibile sia quella di mantenere l'attuale standard con delle modifiche per moduli particolari, prevedendo una variazione graduale fino a raggiungere la quota desiderata. Ragioni di proporzioni non dovrebbero far salire troppo l'altezza del fondale (che come detto si è mantenuta a 30 cm per non interferire con le manovre necessarie in caso di svii e sganci dei treni), comunque non andrei oltre i 35 cm.

Altre soluzioni, tipo pannelli su ruote o pannelli molto grandi, sarebbe preferibile evitarle. Appare chiaro, dalla pratica, che il materiale da movimentare durante le esposizioni è già di per se molto. E' preferibile mantenere soluzioni di limitate dimensioni e facilmente gestibili.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9794
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » ven mag 12, 2017 4:15 pm

Criss Amon ha scritto:
.....Io sarei portato a fissare il fondale attraverso due viti prigioniere, anch'esse sostituibili, su cui si blocca il fondale tramite bulloni a farfalla. La viti prigioniere, possono creare problemi in quanto elementi sporgenti? Altra domanda: c'è una normativa su distanze da rispettare, magari per fare fondali intercambiabili fra i moduli? Se il modulo ha una quota negativa, modulo marino con piano a -8 centimetri, il fondale si adegua di conseguenza purché sia alto 30 centimetri dalla quota del ferro! E' giusto? Grazie per la [:I] pazienza!
Ciao!!!!


Per le viti prigioniere e bulloni a farfalla non ci dovrebbero essere problemi. L'unico problema che vedo con le viti prigioniere è per l'imballo, che a questo punto dovrebbe essere più grosso. Ma questo è un problema del costruttore, poiché sarà lui a gestire la logistica del modulo. Le dimensioni dell'imballo saranno compatibili con i mezzi/spazi a disposizione del costruttore.

Seguendo lo standard, tutti i fondali sono intercambiabili. Se non si usano le soluzioni standard, ovviamente, non si possono scambiare i fondali e il modulo che possiede un fondale non standard (eccetto il colore, che deve essere standard) non potrà usufruire di un eventuale fondale di riserva (che è del tipo standard). Per i moduli con particolari esigenze sceniche e/o tecniche (presenza di comandi sul retro ecc), il costruttore può prevedere un fondale apposito, rispettando però i colori standard e evitando altezze rilevanti.
Fabrizio Borca

Avatar utente
58dedo
Socio GAS TT
Messaggi: 1816
Iscritto il: mer dic 19, 2012 5:17 pm
Nome: diego
Regione: Lombardia
Città: Rovellasca
Età: 61
Stato: Non connesso

Messaggio da 58dedo » ven mag 12, 2017 4:21 pm

il sistema delle viti è stato pensato principalmente per il trasporto e poi valutato quale sistema fosse più veloce e resistente al montaggio/utilizzo. Meno sporgenze oltre il telaio, minori difficoltà di carico, soprattutto nei bauli delle auto, che spesso riesci a caricare per millimetri.
Il pannello cm. 100x35 è la misura standard, poi esistono le varianti in positivo, ma anche in negativo. Sono già stati creati dei pannelli in negativo, oltre i 5 cm., per la configurazione orografica del modulo (fiumi canali ecc.).
Se fosse stato un plastico fisso o un modulare che viene traslocato una volta l'anno, si sarebbe potuto pensare ad una struttura....magari autoportante, ma le ns. condizioni espositive sono molto diverse (quando ci va di lusso sono 3 giorni consecutivi di esposizione, vedi Novegro, ma il montaggio inizia il giorno prima :sad: )
Mi sono dimenticato, essendo pannelli di compensato e sofferenti all'umidità, per evitare discostamenti in verticale, affiancati i pannelli agli angoli superiore, viene infilata a cavallo dei due pannelli, circa 10 cm. di bacchetta in plastica per rilegare :wink:
Diego

Avatar utente
wmax53
Socio GAS TT
Messaggi: 413
Iscritto il: ven giu 15, 2012 10:03 pm
Nome: Massimo
Regione: Lombardia
Città: Assago
Età: 66
Stato: Non connesso

Messaggio da wmax53 » sab mag 13, 2017 4:27 pm

Va bene, ho preso come riferimento quanto detto da Diego: altezza 35cm (30 in vista + 5 per il fissaggio al pannello) questa mattina ho abbassato l'ultima parte della collina rientrando sotto i 30 cm di altezza totale. Grazie per il supporto. :smile:
Ciao Massimo

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21059
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » sab set 30, 2017 9:55 pm

Riporto su l'argomento in quanto oggi abbiamo parlato con Diego dell'opporunità di rivisitare i pannelli con lo sfondo.
In particolare abbiamo convenuto di "sfoltire" le nuvole e di rivedere la parte bassa dei fondali.
Risulta infatti in alcuni casi troppo irrealistica la presenza di nuvole nella parte bassa del pannello e questa foto lo testimonia.

Immagine

I pannelli, presi uno ad uno sono molto belli ma come veduta d'insieme l'eccessiva presenza di nuvole rischia di stancare.
L'idea è quella di ritrovrsi una mattina in sede e fare il lavoro.
Idee e suggerimenti saranno chiaramente graditi. :grin:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9794
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » sab set 30, 2017 10:03 pm

Andrea ha scritto:
.....
L'idea è quella di ritrovrsi una mattina in sede e fare il lavoro.
......


In questo caso, per me c'è sempre il problema del trasporto. Caso mai lo lascio già a voi questa volta e poi me lo riconsegnerete opportunamente trattato :wink:
Fabrizio Borca

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21059
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » sab set 30, 2017 10:06 pm

Si Fabrizio, lascia a noi, ti faremo un buon trattamento sulle spese che dovrai sostenere per la custodia del pannello. :cool:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Rispondi

Torna a “SCENERY - IDEE TEMATICHE”