Pescara Centrale 1980

Discussioni relative alla scala H0 1:87

Moderatori: cararci, adobel55, MrMassy86

Rispondi
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11607
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » lun feb 15, 2016 1:39 pm

Caro Emilio comprendo in pieno il tuo sfogo che e' reale per tutti noi. Ed anche per me in particolare, date la varie traversie che da un paio di anni buoni sto attraversando.
E tra la' altro adesso ho un paio di problemi seri di salute da risolvere Appena ho letto il tuo post mi sono davvero emozionato tanto...... Come faccio a non capirti. Vabbe'
bisogna comunque sempre lottare e la vita e' fatto anche di questo e di altre piccole soddisfazioni, quali la passione che insieme di lega e ci accomuna. Un abbraccio forte,
Egidio.
:cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
emilio444
Messaggi: 372
Iscritto il: dom nov 25, 2012 9:12 pm
Nome: Emilio
Regione: Abruzzo
Città: Castellammare Adriatico
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da emilio444 » ven mar 18, 2016 10:48 am

All'interno del carro F presso il Museo del Treno di Montesilvano, sul rotabile adibito a WR, si consuma un conviviale fermodellistico di livello! Benedetto Sabatini in pausa di lavoro assieme al Presidentissimo F.I.M.F. Antonello Lato, il maestro Carlo (Pesitalia), Enrico Messeri e il vertice A.C.A.F. - ed io....

Emilio


Immagine


Immagine


Immagine
Emilio Totaro - Il mio sito internet

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13766
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » ven mar 18, 2016 11:06 am

Proprio un gran conviviale con tutti questi maestri modellistici riuniti insieme :cool: Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11607
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » ven mar 18, 2016 11:54 am

Bravi, ragazzi !! Saluti. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
emilio444
Messaggi: 372
Iscritto il: dom nov 25, 2012 9:12 pm
Nome: Emilio
Regione: Abruzzo
Città: Castellammare Adriatico
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da emilio444 » sab mar 26, 2016 12:41 am

Su di un filetto riguardante la revisione delle norme F.I.M.F ho letto il post di un utente che narrava:

[quote]<font color="red">Marco xxxxxxxx "]

Piccolissima osservazione sulle eventuali prossime revisioni delle norme FIMF.

La norma sulle giunzione tra i moduli prevede l'inserimento di uno spezzone di binario, ma mi pare che nessuno adotti più questo sistema, vedo solamente giunzioni "a filo" (sicuramente migliori).

Norma "corretta" e non ancora ufficializzata?


L'esperienza personale basata sulla rigida applicazione della norma vigente, (la quale prevede l'accoppiamento dei binari di due moduli contigui mediante uno spezzone di rotaia di raccordo della lunghezza di 50 mm), mi ha dato modo di percepirne gli indubbi vantaggi rispetto alle giunzioni a filo. In primis l'eliminazione di eventuali agganci accidentali da parte di indumenti, abiti, utensili, ecc. ecc. ma soprattutto eliminare eventuali imperfezioni di allineamento dovuti a non precisi montaggi per i più svariati motivi (dilatazioni e/o ritiri, piano non perfettamente livellato ecc.). Ora mi chiedo, come si fa a dire che le giunzioni a filo sono sicuramente migliori? Non ho esperienza al riguardo, e prego chiunque abbia utilizzato questa tecnica a fornire la propria esperienza in merito, se si arriva a fondare nuove regole su questa base devono esserci degli indubbi vantaggi. In caso venga adottata questa tecnica in via ufficiale, sicuramente non metterò le mani sui numerosi moduli per adeguarmi alla sopravvenuta norma, ed a questo punto tramonta anche la possibilità di accoppiare il mio impianto a quello di altri utenti/gruppi se non costruendo un apposito modulo di raccordo. Insomma sarò un fuorilegge!!! :cool: :cool: :cool:



Immagine
Emilio Totaro - Il mio sito internet

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8440
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » sab mar 26, 2016 6:37 am

Ma la giunzione si fa con le scarpette ?
Se si le scarpette sono rientrate nello spezzone e poi con un cacciavite si portano in avanti ?
Ma lo spezzone di rotaia non si piega nel montaggio per eventuali disallineamenti ?
Ciao Adolfo

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » sab mar 26, 2016 1:33 pm

No.
Si aggiunge un pezzo di rotaia con le scarpette da ambo i lati, che andranno agganciate fra le rotaie dei 2 moduli.

Mi pare molto laboriosa come cosa. Anche perché impone una distanza precisa del taglio rotaia dalla testata del modulo.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
emilio444
Messaggi: 372
Iscritto il: dom nov 25, 2012 9:12 pm
Nome: Emilio
Regione: Abruzzo
Città: Castellammare Adriatico
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da emilio444 » sab mar 26, 2016 2:43 pm

Parlando di rotaie con tolleranze minime la precisione è d'obbligo, come lo è la norma peraltro. Ciò al fine di garantire una interoperabiltà tra i vari utenti e creare una unificazione.
La laboriosità è una espressione soggettiva, personalmente una volta messo a punto il sistema non ho avuto mai particolari problemi di accoppiamento, anzi, questo metodo consente piccole rettifiche dovuti a montaggi non precisi soprattutto su moduli realizzati da diversi soggetti.
Di sotto ho allegato una foto indicante il sistema, con le frecce rosse si indicano le scarpette, la freccia gialla indica il giunto fra le testate (non fate caso ai colori, il diorama è da finire).


NORMA FIMF 145 - INTERCONNESSIONE MECCANICA

Art. 6 – Unione dei binari

La massicciata e le traversine dei binari giungono fino a filo del bordo del pannello; le rotaie invece si attestano in posizione più arretrata (cfr. Fig. 3).

Una volta bloccati rigidamente i due pannelli fra loro, si inseriscono dall'alto gli spezzoni di rotaia, due per ciascun binario, appoggiandoli sulle traversine con le giunzioni in posizione rientrata; queste vengono poi fatte scorrere sotto le

rotaie dei due pannelli, assicurandone così il collegamento.

Immagine

Immagine
Emilio Totaro - Il mio sito internet

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4516
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 58
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marioscd » sab mar 26, 2016 2:54 pm

Emilio, dalla mia esperienza personale sul campo (mia e di molti altri modellisti anche di gruppi differenti, con plastici differenti anche se sempre "FIMF") si è visto che il sistema originale, quello dei 5 cm di rotaia "a cavallo" delle giunzioni dei moduli, pur essendo sicuramente il migliore in assoluto per quanto riguarda l'allineamento dei binari, rende le attività di montaggio/smontaggio alle mostre troppo lunga. Allineare e bloccare due testate adottando questo metodo richiede parecchi minuti di lavoro che se vengono moltiplicati per 50 e passa moduli diventano ore e ore di attività.
Inoltre questo sistema rende facilissimo lo "strappo" delle caviglie sulle traversine terminali a causa di qualche maldestra ma molto frequente, manovra installativa.
A causa di ciò ogni gruppo (perlomeno di quelli a mia conoscenza) ha adottato tecniche differenti tra le quali possiamo citare:
semplice taglio a filo dei binari
taglio a filo delle rotaie con scarpetta rientrante (questo è ciò che facciamo sul plastico CMP)
binario allungabile (l'abbiamo testato con discreto successo sul ponte del Po che avendo la sede ferroviaria all'interno della gabbia metallica con la strada sovrastante, rende molto difficoltosa la giunzione dei vari moduli)

oltre a questi metodi sono stati testate anche altre soluzioni tra cui alcune mutuate dalle esperienze FREMO e cioè:
vitine con testa tronco-conica piatta in ottone avvitate sulle testate al di sotto delle rotaie e successiva saldatura delle rotaie alle teste delle viti (metodo FREMO)
basette in vetronite ramata riproducenti l'ultima coppia o tripletta di traversine con rotaie saldate ad essa (questo metodo è stato ampiamente dibattuto in altra area del forum ed è attualmente in progetto una versione che vorremmo testare sui nostri moduli a breve. Questo sistema, comunque, è molto adottato in tutti i moduli di servizio non scenografati per la sua semplicità e grande affidabilità anche in caso di tagli obliqui delle rotaie).

come vedi di carne al fuoco, su questo argomento, c'è ne molta... si dovrà sperimentare e decidere.

ciao
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
emilio444
Messaggi: 372
Iscritto il: dom nov 25, 2012 9:12 pm
Nome: Emilio
Regione: Abruzzo
Città: Castellammare Adriatico
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da emilio444 » sab mar 26, 2016 3:14 pm

E si Mario, la tua osservazione è più che legittima, il vero grosso problema è il tempo che si impiega nell'accoppiamento, specialmente li dove i moduli da assemblare hanno installati più binari! Siamo fiduciosi per il futuro!
Emilio Totaro - Il mio sito internet

Avatar utente
emilio444
Messaggi: 372
Iscritto il: dom nov 25, 2012 9:12 pm
Nome: Emilio
Regione: Abruzzo
Città: Castellammare Adriatico
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da emilio444 » lun apr 04, 2016 1:35 am

In attesa della riunione di tutti i moduli realizzati finora, sparsi tra garage, studio e sala condominiale, ho realizzato una "unione virtuale" del mio realizzando plastico. Tante zone sono da finire, fabbricati da realizzare, linea aerea da rifare ex novo, inoltre manca totalmente il modulo posto a Sud (l'ultimo a sinistra nell'immagine) di cui viene esposta una rappresentazione grafica di massima. I lavori, di fatto, sono moooooolto rallentati proprio a causa degli spazi non idonei per poter lavorare con ordine, tranquillità ed efficienza.
Lo schema sotto riportato, dovrebbe diventare realtà a breve grazie ad una interessante iniziativa mossa dal carissimo Carlo (Pesitalia), il quale propone la messa a disposizione di un grande locale dove stoccare il suo plastico Montalto, il ponte di Canzano dell'amico Enrico ed il mio impianto.
Ciò permetterebbe di vedere realizzato un piccolo museo fermodellistico, con impianti di livello e funzionanti, e se gli altri amici sono d'accordo si potrebbe prevedere anche il collegamento tra gli stessi medianti moduli tecnici di raccordo.
Come spiegato all'inizio del thread, Pescara Centrale in scala ha delle varianti dovute a scelte precise, in primis la realizzazione del secondo binario di corsa che nella realtà non esisteva. Questa premessa va fatta, in quanto di seguito si possono apprezzare le modifiche dovute alla riproduzione in scala con i conseguenti compromessi



Immagine

Immagine
Emilio Totaro - Il mio sito internet

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13766
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » lun apr 04, 2016 11:15 am

Accoppiando i vari moduli si vede il gran lavoro di notevole fattura che stai portando avanti Emilio, complimenti :grin: Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11607
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » lun apr 04, 2016 1:20 pm

Davvero un gran bel lavoro Emilio. Bravissimo !! Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
emilio444
Messaggi: 372
Iscritto il: dom nov 25, 2012 9:12 pm
Nome: Emilio
Regione: Abruzzo
Città: Castellammare Adriatico
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da emilio444 » lun apr 25, 2016 6:18 pm

Per un pomeriggio è tornato l'inverno! Chiuso in casa almeno ho prodotto un po'....alcune garitte e magazzini di servizio ancora da ultimare



Immagine



Immagine



Immagine



Immagine
Emilio Totaro - Il mio sito internet

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13766
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » lun apr 25, 2016 10:29 pm

Molto belle Emilio, complimenti :grin: Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8440
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » lun apr 25, 2016 10:40 pm

Caspita, in un pomeriggio!
Sono molto belle e realistiche.
Come hai fatto le grate della più grande, che materiali hai usato ?
Complimenti.
Ciao
Adolfo

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11607
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » mar apr 26, 2016 12:13 pm

Bellissime. Ammiro sempre con piacere i tuoi lavori, Emilio. :wink: Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
emilio444
Messaggi: 372
Iscritto il: dom nov 25, 2012 9:12 pm
Nome: Emilio
Regione: Abruzzo
Città: Castellammare Adriatico
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da emilio444 » mer apr 27, 2016 2:11 pm

Adolfo, ho utilizzato una stampante laser e foglio acetato A4. Grazie per i complimenti a tutti
Emilio Totaro - Il mio sito internet

Avatar utente
emilio444
Messaggi: 372
Iscritto il: dom nov 25, 2012 9:12 pm
Nome: Emilio
Regione: Abruzzo
Città: Castellammare Adriatico
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da emilio444 » mer apr 27, 2016 2:12 pm

L’orario ferroviario 1979/1980 ci offriva in termini di esercizio situazioni di interesse notevole. Dopo le ore tredici, nel Capoluogo adriatico, in particolare nella vecchia centrale, il meglio dell’offerta di rango delle allora “Ferrovie delle Stato” si incrociava scaricando e prendendo a bordo tante vite e destini diversi….
Il rapido di lusso R 959 composto da una coppia di ETR 220 di sola prima classe da una parte, ed il TEE 92 Adriatico in controparte, materiale di primissima qualità alla trazione con la veloce ed elegante E 444 in testa, ed un nutrito numero di giovani carrozze Gran Confort al servizio dell’esigente pubblico viaggiante. La foto iniziale che ritrae la scena che quotidianamente si ripeteva per la fortuna di un bambino che osservava appagato, fa da spunto a questo breve video….






Materiale impiegato:


RAPIDO R 959 MI C.le - Bari

ETR 221 LE Models art. 15220
Ale 601 048 HR 2181
Le 601 023 HR 2181



TEE 92 ADRIATICO Bari - Mi. C.le

E 444 033 Roco art. 72500 D
Carrozze Gran Confort Roco artt. vari



Merci R 52511 Brindisi - Bologna S-D-

E 626 118 Big Models - MDF Art. 85002
Carri vari Roco, Vitrains, Rivarossi


Immagine
Emilio Totaro - Il mio sito internet

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13766
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » mer apr 27, 2016 7:01 pm

Bellissimo montaggio video in uno stupendo contesto, complimenti Emilio :grin: Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
emilio444
Messaggi: 372
Iscritto il: dom nov 25, 2012 9:12 pm
Nome: Emilio
Regione: Abruzzo
Città: Castellammare Adriatico
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da emilio444 » mar set 06, 2016 1:14 am

Alla fine il miracolo c’è stato….oggi è nato ufficialmente un nuovo progetto, molto ambizioso, tanto ambizioso, in parte già iniziato dai singoli soggetti coinvolti, rivisto e rimodulato secondo uno schema concordato a tavolino.
Insomma, scrivo su questo filetto perché è doveroso ed ossequioso farlo qui, per ringraziare ufficialmente Carlo, che ha fatto si che uno dei sogni della mia vita forse si concretizzerà finalmente!
La messa a disposizione da parte di Carlo di un grande locale, ha concentrato al suo interno due capolavori ben conosciuti ai modellisti nostrani e d’oltralpe: Montaldo dello stesso Carlo ed il ponte di Cansano del caro amico Enrico Messeri. Assieme a loro ci sarà anche la mia Pescara Centrale. Il tutto verrà unito in unico grande plastico raccordato da una nuova linea da realizzare.
Siamo ancora alla fase embrionale, ma Carlo molto deciso e senza troppi fronzoli già oggi ha buttato giù una sorta di simulazione utilizzando il legname a nostra disposizione, e da idea nasce idea…..ma mi fermo qui e lascerò magari agli altri svelare altri dettagli.
Intanto vi mostro qualche foto a dimostrazione della concretezza del progetto….
Insomma a breve finalmente giocheremo ai trenini!!!!!

Emilio



Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Emilio Totaro - Il mio sito internet

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13766
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » mar set 06, 2016 10:29 am

Ottime notizie Emilio, sicuramente l'unione di queste bellissime opere fare nascere un plastico di tutto rispetto, aspettiamo di conoscere i dettagli del nuovo progetto :grin:
Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11607
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » mar set 06, 2016 1:18 pm

E' davvero una meraviglia che tre geni del modellismo abbiamo coeso le loro forze ed abbiano deciso di collaborare
assieme...... Saluti. Egidio.
:cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
emilio444
Messaggi: 372
Iscritto il: dom nov 25, 2012 9:12 pm
Nome: Emilio
Regione: Abruzzo
Città: Castellammare Adriatico
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da emilio444 » ven ott 07, 2016 8:39 pm

Procedono i lavori, collaudato il ponte di Cansano di Enrico:



Emilio Totaro - Il mio sito internet

Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4115
Iscritto il: mer mag 02, 2012 9:07 pm
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Età: 48
Stato: Non connesso

Messaggio da saverD445 » ven ott 07, 2016 8:53 pm

Emilio, gran bella cooperazione .

Ne uscirà uno spettacolo, il video è meraviglioso...

P.S. Salutami Enrico , digli che questa'anno a Novegro c'è mancato :wink:
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Rispondi

Torna a “SCALA H0”