Il solito problema del ... cappio

Il sistema tradizionale di gestione locomotive e plastico.

Moderatore: roy67

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » mar dic 17, 2019 12:35 pm

Buongiorno a tutti.
Sono Marco, ed è la prima volta che intervengo nel Forum. Forse il problema che pongo è già stato affrontato qui o forse non è questa la sezione giusta, ma è la prima volta che mi cimento con un progetto del genere, e vorrei andare con i piedi di piombo..
Sto progettando un plastico H0 su circuito ANALOGICO per il quale ho previsto un cappio di ritorno completamente in galleria.
L'armamento è tutto Roco Geoline.
La mia idea sarebbe la seguente:
Non motorizzare questi tre scambi, ma lasciarli posizionati in modo da dare l'itinerario se presi di punta. Di calcio vengono tallonati (ho provato con quasi tutti i miei modelli gli scambi geoline e non hanno dato nessun problema, in fase di tallonamento).
Scambio 1 retto tracciato
Scambio 2 deviata
scambio 3 retto tracciato
ESERCIZIO
Il primo treno, proveniente dall'imbocco della galleria, percorre il binario di sinistra della stazione C, entra nel cappio e si ferma (considero il cappio come stazione D).
Su mio comando esce dal cappio e imbocca di punta lo scambio 2 in deviata, poi si ferma prima di impegnare lo scambio di uscita.
Il secondo treno proveniente dall'imbocco della galleria, percorre il binario di sinistra della stazione C, entra nel cappio e si ferma prima di impegnare l'uscita.
Ipoteticamente ci starebbe un terzo treno che si potrebbe fermare sul binario di sinistra della stazione C.
Su mio comando il primo treno esce verso la linea. Successivamente, sempre su mio comando, il secondo treno esce dal cappio, percorre lo scambio 2 di calcio e si ferma, una volta liberato lo scambio.

La mia domanda è la seguente:
Usando normali sezioni di binario, è possibile realizzare un circuito del genere, considerando anche l'inversione di polarità che deve avvenire nel cappio? Qual è il sistema più semplice per realizzare l'inversione di polarità, utilizzando i comandi manuali (ogni treno che impegna il cappio ripartirebbe su mio comando)?
Allegati
Cappio.pdf
(212.68 KiB) Scaricato 58 volte
Marco

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14543
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 34
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da MrMassy86 » mar dic 17, 2019 4:43 pm

Ciao Marco, benvenuto nel forum :D
Sicuramente gli amici più esperti di me nel campo elletrico risponderanno ai tuoi dubbi, ho preferito spostare la discussione in questa sezione dedicata all'analogico, mi sembra più indicata :wink:

Poi come membro dello staff, ti invito a presentarti anche nell'apposita area :)
viewforum.php?f=44
in maniera che tutti possano riservarti il giusto benvenuto :wink:

Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9631
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da v200 » mar dic 17, 2019 6:45 pm

Il classico ponte diodi che trovi a questo link http://www.scalatt.it/bottega%20plastici_diodi.htm .
Il ponte diodi lo trovi sia come componente oppure puoi assemblarlo con 4 diodi. Trovi i disegni per i cappi più comuni , nella versione manuale gestibile tramite regolatore del trafo o con interruttore deviatoio
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » mar dic 17, 2019 9:56 pm

Vi ringrazio per la risposta e per avere inserito nella giusta sezione il mio messaggio. Adesso mi presenterò.
Marco

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » mer dic 18, 2019 10:52 am

v200 ha scritto:
mar dic 17, 2019 6:45 pm
Il classico ponte diodi che trovi a questo link http://www.scalatt.it/bottega%20plastici_diodi.htm .
Il ponte diodi lo trovi sia come componente oppure puoi assemblarlo con 4 diodi. Trovi i disegni per i cappi più comuni , nella versione manuale gestibile tramite regolatore del trafo o con interruttore deviatoio
Riassumendo:
Se applico lo schema del Cappio di ritorno monodirezionale come letto nell'articolo (un ponte di diodi ed un diodo di protezione) dovrei ottenere esattamente ciò che desidero, cioè:
Un treno entra nel cappio, si ferma prima di ritornare verso la stazione C, e ripartirà quando inverto la polarità del trafo.
Ma nell'esercizio del mio plastico mi piacerebbe portare questo treno a ricovero nella stazione C e mandare un secondo treno nel cappio. Dopo che il secondo treno si è fermato all'interno del cappio, è possibile far partire il primo treno dalla stazione C e tenere fermo il secondo treno? Dovrei isolare il cappio stesso per poter gestire il primo treno.. in tal caso dovrei inserire nel circuito elettrico un interruttore.. dove andrebbe messo?
Marco

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2431
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » mer dic 18, 2019 2:49 pm

Per quello che ne so io, addirittura semplifichi il sistema dal punto di vista elettrico, ma lo complichi dal punto di vista del controllo manuale. Per fare quello che chiedi basta sezionare su entrambi i poli i vari tratti del percorso: ciascun tratto viene controllato da un deviatore bipolare con fermo centrale (deviatore al centro = tratto non alimentato); tutti i deviatori bipolari faranno capo a un unico alimentatore o sistema analogico di alimentazione. A questo punto devi essere tu a sincronizzare correttamente le polarità man mano che il treno si muove lungo il percorso.
Se c'è qualcuno che sa automatizzare questo sistema ……….
Ciao!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9631
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da v200 » mer dic 18, 2019 5:26 pm

Ti complichi molto la vita, in teoria si può fare ovviamente dovrai predisporre un cappio abbastanza lungo da contenere i due convogli più due tratte sezionate dove fermarli. Gestiti da un interruttore.
Basandoci sulla rotaia interna la sezioni in due settori, li cabli con un cavo su cui inserisci gli interruttori che prende corrente dal polo predisposto e poi cabli ancora le tratte restanti. Mantenendo le sezionature originali del cappio ( doppia linea )
Linee blu sezionatura per tratte interne( sosta ) cappio.
linea nera cablaggio corrente
punto rosso interruttore
imag004a.jpg
Spero che sia chiaro il disegno
Allegati
imag004a.jpg
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » mer dic 18, 2019 10:12 pm

Scusatemi, forse non sono stato chiaro. Nel cappio sosta un treno per volta. Il primo percorre il cappio e si va a stazionare nella stazione C (Vedi schema allegato) Il secondo percorre il cappio e sosta nel cappio. A quel punto vorrei far ripartire il primo, che è fermo nella stazione C, e successivamente far uscire il secondo dal cappio.
In sostanza, quello che vorrei capire, è come fare ad isolare il cappio dopo che un treno vi si è fermato (per riprendere il comando manuale successivamente..)
Marco

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2431
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » mer dic 18, 2019 11:21 pm

Con un interruttore bipolare fra il ponte diodi e la linea, i binari del cappio. Se il cappio ha più sezioni fai una diramazione all'uscita del ponte diodi e controlla ogni sezione con un interruttore bipolare. Nel disegno il trattino rosso che ho aggiunto è l'interruttore bipolare. Ripeto in modo diverso quello che ha detto Roby (V200).
Allegati
imag004a.jpg
imag004a.jpg (44.97 KiB) Visto 1351 volte
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » mer dic 18, 2019 11:32 pm

Ok. Credo di aver capito. Per ora grazie. Vi terrò aggiornati. Buonanotte
Marco

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9631
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da v200 » gio dic 19, 2019 5:35 pm

Scusa Marco avevo capito due convogli dentro il cappio.
Come scritto da Francesco basta un interruttore bipolare per disalimentare il cappio ed arrestare il convoglio potendo poi con lo stesso trafo alimentare il tracciato. Quindi poi ri alimentarlo per fare uscire il convoglio
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » gio dic 19, 2019 9:55 pm

v200 ha scritto:
gio dic 19, 2019 5:35 pm
Scusa Marco avevo capito due convogli dentro il cappio.
Come scritto da Francesco basta un interruttore bipolare per disalimentare il cappio ed arrestare il convoglio potendo poi con lo stesso trafo alimentare il tracciato. Quindi poi ri alimentarlo per fare uscire il convoglio
Figurati! Ti ringrazio, anzi!! Il diodo di protezione va messo comunque?
Marco

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9631
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da v200 » ven dic 20, 2019 5:55 pm

Si, serve sempre
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » dom gen 12, 2020 11:47 pm

Buonasera. Rieccomi con il mio cappio.. adesso lo sto realizzando "fisicamente". Poiché non sono un mago dell'elettronica, per evitare disastri ho pensato di utilizzare un ponte diodi di quelli in commercio. Volendo realizzare un cappio monodirezionale (con interruttore bipolare per aprire il circuito quando voglio tenervi un treno in sosta) qualcuno potrebbe indicarmi quale modello di ponte diodi conviene usare (o almeno quali caratteristiche dovrebbe avere)?
Marco

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2431
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » lun gen 13, 2020 12:23 am

Con un euro c'è questo:

https://it.farnell.com/multicomp/cm5002 ... NG-9380868#

Lo trovi in qualunque negozio di elettronica. Puoi caricarlo fino a 50 ampere e 200 volto di tensione. Facile da maneggiare, i cavetti puoi perfino avvitarli ai morsetti.
Ciao!!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » lun gen 13, 2020 3:32 pm

Criss Amon ha scritto:
lun gen 13, 2020 12:23 am
Con un euro c'è questo:

https://it.farnell.com/multicomp/cm5002 ... NG-9380868#

Lo trovi in qualunque negozio di elettronica. Puoi caricarlo fino a 50 ampere e 200 volto di tensione. Facile da maneggiare, i cavetti puoi perfino avvitarli ai morsetti.
Ciao!!!
Grazie. Provvedo oggi stesso [98]
Marco

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » ven gen 17, 2020 4:10 pm

Buongiorno
Ho realizzato il cappio secondo lo schema indicato. Alla prova pratica, la locomotiva entra nel cappio in deviata, supera il primo sezionamento dei binari, procede fino al binario che ha la scarpetta isolante sul polo + (binario sul quale ho saldato il diodo di protezione a cavallo del successivo sezionamento su entrambi i poli) e li si blocca. Anche invertendo la polarità non si muove più, se non "spingendola" oltre il sezionamento. Dove ho sbagliato?
Marco

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9201
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 65
Stato: Connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da adobel55 » ven gen 17, 2020 4:36 pm

L'alimentazione dopo che il treno si ferma al sezionamento deve essere invertito, ma il binario sezionato in uscita la corrente dove la prende ???
Ci vuole un interruttore manuale che dia corrente a quel sezionamento o un relè sempre dopo inversione polarità alimentatore.

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2431
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » ven gen 17, 2020 5:04 pm

Sto notando che il tratto di linea indicato dalla freccia non è alimentato se il diodo è interdetto. Marco è li che si ferma il treno? Adolfo sto dicendo giusto?
Ciao!!
Allegati
cappio2.jpg
Ultima modifica di Criss Amon il ven gen 17, 2020 5:05 pm, modificato 1 volta in totale.
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » ven gen 17, 2020 5:05 pm

Esattamente
Marco

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » ven gen 17, 2020 5:10 pm

Criss Amon ha scritto:
ven gen 17, 2020 5:04 pm
Sto notando che il tratto di linea indicato dalla freccia non è alimentato se il diodo è interdetto. Marco è li che si ferma il treno? Adolfo sto dicendo giusto?
Ciao!!
Non mi intendo di elettronica ma il diodo forse andrebbe invertito?
Marco

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9201
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 65
Stato: Connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da adobel55 » ven gen 17, 2020 5:12 pm

Si Francesco.
Il binario deve essere alimentato tramite un interruttore manuale che prende la corrente da binario a destra dopo avere invertito la polarità dell'alimentatore.
Il diodo a protezione non porta corrente, impedisce il passaggio in caso di polarità errata per evitare corto.
Sempre che ho interpretato bene lo schema.
Ciao

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9201
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 65
Stato: Connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da adobel55 » ven gen 17, 2020 5:13 pm

Secondo me non va invertito

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2431
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » ven gen 17, 2020 5:16 pm

Prova a cortocircuitare il diodo di protezione e la scarpetta isolante che c'è sull'altra rotaia: praticamente togli la protezione e le due scarpette isolanti a essa corrispondenti le fai conduttrici. Già il ponte diodi di ingresso dovrebbe proteggere l'impianto!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » ven gen 17, 2020 5:24 pm

Criss Amon ha scritto:
ven gen 17, 2020 5:16 pm
Prova a cortocircuitare il diodo di protezione e la scarpetta isolante che c'è sull'altra rotaia: praticamente togli la protezione e le due scarpette isolanti a essa corrispondenti le fai conduttrici. Già il ponte diodi di ingresso dovrebbe proteggere l'impianto!
Cioè.. tolgo il diodo e la scarpetta sul positivo.. giusto? Ma così la locomotiva non si ferma.. Potresti cortesemente farmi vedere schematicamente come dovrebbe essere il circuito?
Marco

Rispondi

Torna a “ANALOGICO”