Il mio plastico italiano

Discussioni relative alla scala H0 1:87

Moderatori: adobel55, cararci, MrMassy86, lorelay49

Rispondi
Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9610
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da v200 » mer mar 18, 2020 5:42 pm

Sempre ottimi aggiornamenti, interessante l'insegna
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
fabio
Messaggi: 1248
Iscritto il: lun dic 17, 2012 2:16 pm
Nome: fabio
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 59
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da fabio » gio mar 19, 2020 10:59 pm

molto bella la rimessa
Fabio - plastico H0 epoca II-III -
GFRS Gruppo Fermodellistico Romano Sogliola

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12171
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da Egidio » ven mar 20, 2020 11:51 am

Alla grande Gianluca. Come sempre proponi cose davvero interessanti....... Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano

Avatar utente
Bigliettaio
Messaggi: 784
Iscritto il: ven dic 02, 2011 8:22 am
Nome: Carlo
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 56
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da Bigliettaio » lun mar 30, 2020 10:34 pm

Uao! La rimessa merita proprio tanto!!!
Carlo

Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4158
Iscritto il: mer mag 02, 2012 9:07 pm
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Età: 49
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da saverD445 » mer apr 08, 2020 11:11 am

Complimenti Socio, Ottimi lavori [1]
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1277
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 61
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » mar apr 14, 2020 11:30 am

Carissimi Amici, buongiorno.
Questo periodo di "confino" obbligatorio mi ha permesso di andare avanti nella realizzazione della rimessa. Una realizzazione che si sta rivelando più complicata e laboriosa di quanto pensassi. Ciò non mi dispiace anzi. Alcuni brevi aggiornamentio sono già stati anticipati su Whatsapp ed alcuni commenti hanno già determinato i primi aggiustamenti.
Quello più evidente è la riduzione dell'intensità delle luci interne che come giustamente mi aveva fatto notare Diego erano forse troppo intense. E' bastato inserire una ulteriore resistenza da 150 Ohm su ciascuna delle strisce led e ora mi sembra che la luce sia ok.
Adolfo, mi aveva chiesto di indicare come avessi fatto le cerniere per i portali della rimessa. Niente di più semplice. sono dei pezzetti di tubo evergreen leggermente allargati con una punta da trapano all'interno dei quali sono inseriti a forza un tondino di rame da 1,5 mm che funge da cardine. L'attenzione maggiore è realizzare i fori di alloggiamento nella struttura perfettamente verticali o quanto meno il più possibile verticali. Il cardine sottostante viene lasciatio più lungo per una succesiva motorizzazione delle porte con dei micro servo motori.
Basandomi su alcune foto reperite sul web, a dir la verità, non molte, ho verniciato l'interno in grigio nebbia con una fascia grigio più scuro in basso.
In questi giorni sto ultimando il cablaggio di tutte le luci, ben 14 punti luce, tra lampèioni aterni, plafoniere all'ingresso della rimessa, luci interne uffici, luci zona pre rimessa, etc.
Sono state posizionate tutte le finestre ed i lucernari sulle copertura che sono state opportunemente sporcate con delle tamponature in vernice acrilica.
Oggetto del prossimo aggiornamento saraà il posizionamento della piccola ciminiera, ditata di dispositivo fumogeno della Seuthe.
Ma ora un po' di foto, in attesa dei vostri sempre graditissimi commenti e suggerimenti.
Con l'augurio che tutto proceda per il meglio Vi saluto cordialmente
Gian Luca "Littlejohn"
Allegati
20200412_193350 (FILEminimizer).jpg
20200412_193358 (FILEminimizer).jpg
20200412_193319 (FILEminimizer).jpg
20200412_192920 (FILEminimizer).jpg
20200407_194529 (FILEminimizer).jpg
20200407_194547 (FILEminimizer).jpg
20200404_180029 (FILEminimizer).jpg
20200404_175534 (FILEminimizer).jpg
20200403_170929 (FILEminimizer).jpg
20200403_170633 (FILEminimizer).jpg
20200330_120449 (FILEminimizer).jpg
20200330_120410 (FILEminimizer).jpg
20200328_173504 (FILEminimizer).jpg
20200328_173314 (FILEminimizer).jpg
20200328_173259 (FILEminimizer).jpg
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
lorelay49
Socio GAS TT
Messaggi: 2779
Iscritto il: ven gen 25, 2013 6:32 pm
Nome: giuliano
Regione: Lombardia
Città: Locate di Triulzi
Ruolo: Moderatore
Età: 70
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da lorelay49 » mar apr 14, 2020 12:46 pm

Bellissimo lavoro Gian Luca complimenti [264]
Giuliano

Avatar utente
IpGio
Messaggi: 201
Iscritto il: dom mag 20, 2018 9:22 am
Nome: Giorgio
Regione: Lombardia
Città: Nerviano
Età: 63
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da IpGio » mar apr 14, 2020 1:09 pm

Una parola sulla verniciatura all'interno della rimessa.
Sono in procinto di montare una rimessa locomotive (trazione ternica) e uno dei problemi è proprio la verniciatura interna.
Per quanto mi sia documentato ho visto di tutto, ma per la mia epoca III e locomotive a vapore sono ancora nella nebbia.
Nel tuo caso bene l'altezza (in scala sono 2,5-3 metri di solito) per la striscia grigia pù scura.
Per il restante bisogna cercare di sporcare il più possibile, facendo in modo che il colore "assorba" luce e cercare di evitare colorazioni che sparacchiano troppo, tipo luce al neon tanto per intenderci (a seconda dell'epoca ricordare sempre che tipo di illuminazione veniva usata).
Da ultimo, ma questo sta al ferromodellista la decisione, sempre pensare a fin dove si vuole spingere il dettaglio interno...
Una rimessa a 50 cm di distanza dalla visuale, non sempre rende godibile lo sforzo encomiabile nel mettere dettaglio, personalmente preferisco orientare fatiche in altri dettagli.
Comunque i miei complimenti... ottimo lavoro!!!
[36] IpGio
Giorgio - Nihil difficile volenti
IpGio - I plastici di Gio - https://www.gtg3b.it

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21896
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da Andrea » mar apr 14, 2020 1:58 pm

Complimenti Gian Luca, come sempre un lavoro eccellente.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
58dedo
Socio GAS TT
Messaggi: 1915
Iscritto il: mer dic 19, 2012 5:17 pm
Nome: diego
Regione: Lombardia
Città: Rovellasca
Età: 61
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da 58dedo » mar apr 14, 2020 2:18 pm

carissimo Amico, veramente un progetto ed una esecuzione notevole, ora l'illuminazione è perfetta, ultima osservazione....l'officina non è nella sua posizione definitiva?

Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1847
Iscritto il: lun mar 04, 2013 1:41 pm
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Età: 66
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da marione » mar apr 14, 2020 2:56 pm

ComplimentoNi!

Marione
Mario Mancastroppa

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9115
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da adobel55 » mar apr 14, 2020 3:38 pm

Complimenti Gian Luca.
Ora serve un video di entrata e uscita rotabili.
;-)

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1277
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 61
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » mar apr 14, 2020 4:00 pm

Grazie a tuTTi per i suggerimenti!!
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14503
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da MrMassy86 » mar apr 14, 2020 4:47 pm

Ottimo lavoro Gianluca, mi piace molto!!
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
luciano lepri
Messaggi: 719
Iscritto il: lun gen 30, 2012 12:30 pm
Nome: Luciano
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da luciano lepri » mar apr 14, 2020 5:03 pm

Bel lavoro Gianluca. Mi piacciono in particolare i lucernari. Come li hai realizzati?
Luciano

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1277
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 61
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » mar apr 14, 2020 8:06 pm

Grazie Luciano per i complimenti.
I lucernari sono della Auhagen. Io li ho solo colorati. Le righe sono state realizzate con un pennarello fine ad alcool, mentre l'ombreggiatura interna e' stata fatta con delle tamponature con una piccola spugnetta e del colore acrilico molto diluito.
Cordialmente
Gian Luca "Littlejohn"
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 241
Iscritto il: sab feb 15, 2020 5:45 pm
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da FrancoV » mar apr 14, 2020 8:18 pm

Mi tolgo sempre il cappello davanti a chi fa cose del genere, l'unico dubbio è che nella realtà non ho mai visto delle rimesse in curva ....
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!

Avatar utente
fabio
Messaggi: 1248
Iscritto il: lun dic 17, 2012 2:16 pm
Nome: fabio
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 59
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da fabio » mar apr 14, 2020 9:52 pm

FrancoV ha scritto:
mar apr 14, 2020 8:18 pm
Mi tolgo sempre il cappello davanti a chi fa cose del genere, l'unico dubbio è che nella realtà non ho mai visto delle rimesse in curva ....
Ottimo lavoro come sempre,mi associo all'osservazione anche se capisco che gli spazi sono quelli che sono :wink:
Fabio - plastico H0 epoca II-III -
GFRS Gruppo Fermodellistico Romano Sogliola

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1277
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 61
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » mer apr 15, 2020 7:50 am

Grazie per i commenti. Per chi ha un plastico sa benissimo che molte volte bisogna arrivare a dei compromessi per non stravolgere ciò che non può essere più toccato e/o per la mancanza di spazio. 😬😬
Cordialmente
Gian Luca "Littlejohn"
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
e_kane
Messaggi: 62
Iscritto il: mar set 11, 2018 5:52 pm
Nome: ENRICO
Regione: SO
Città: Sondrio
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da e_kane » mer apr 15, 2020 9:54 am

Complimenti, una miriade di dettagli curatissimi. Lavoro impressionante.
Una domanda ma come hai fatto quella cancellata metallica a pag. 41? Dovrei farne una simile anch'io.
Enrico

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12171
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da Egidio » mer apr 15, 2020 10:14 am

Ottimo lavoro Gianluca, come altrettanto, direi, ben pensata l' inserimento del manufatto.
Nel senso che hai voluto la rimessa sul tuo plastico trovandole poi un posticino, seppur con un compromesso.
Questo e' il bello alle volte del ns, divertimento e hobby trovare sempre delle soluzioni plausibili. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1277
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 61
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » mer apr 15, 2020 1:48 pm

Grazie per i complimenti.
Enrico, buongiorno. Per la recinzione sono dei pezzetti di profilato in ottone a "T" leggermente piegati e la rete è una striscia di zanzariera metallica incollata ai paletti con del xianoacrilato.
Il cancello, invece, è della Weinert.
Cordialmente
Gian Luca "Littlejohn"
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1277
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 61
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » ven apr 24, 2020 12:18 pm

Carissimi Amici, buongiorno.
Volevo renderVi partecipi di qualche piccolo aggiornamento circa la realizzazione della rimessa loco diesel che sto facendo.
Ho fatto le fosse d'ispezione che sono state opportunamente illuminate con led bianchi a luce fredda. il foro sulla parete della fossa è stato riempito con synthaglass per simulare il vetro della plafoniera.
Quindi sono passato alla realizzazione del pavimento della rimessa. Realizzato con forex da 2 mm è stato reso ruvido ed inciso con bulino per simulare un pavimento in pannelli di cemento industriale.
HGo realizzato una passerella per l'effettuazione delle lavorazioni oltre una certa altezza come visto in una foto di un interno di una rimessa. A parte una scaletta proveniente da un kit commerciale, il resto è una striscia di forex da 2 mm, con ringhiera in ottone e battipiede di sicurezza in ottone. La griglia sul piano di calpestio è una micro griglia in scala H0 ovviamente di origine commerciale.
Superate le prove di ingombro ora deve essere verniciato ed invecchiato il tutto.
Sempre che si riesca a rifornirci di materiale di consumo, quale il primer, che sembra diventato introvabile, a presto nuovi aggiornamenti.
In attesa dei Vs sempre graditissimi commenti saluti tuTTi cordialmente.
Gian Luca "Littlejohn"
Allegati
20200423_194943 (FILEminimizer).jpg
20200423_194729 (FILEminimizer).jpg
20200423_194712 (FILEminimizer).jpg
20200423_194700 (FILEminimizer).jpg
20200423_174729 (FILEminimizer).jpg
20200419_114240 (FILEminimizer).jpg
20200417_180540 (FILEminimizer).jpg
20200417_172516 (FILEminimizer).jpg
20200416_183013 (FILEminimizer).jpg
20200415_191225 (FILEminimizer).jpg
20200415_191054 (FILEminimizer).jpg
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4361
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 44
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da MrPatato76 » ven apr 24, 2020 12:27 pm

Spettacolare Gian!!
La vista interna sembra vera!!
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21896
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da Andrea » ven apr 24, 2020 12:30 pm

Che bel lavoro Gian Luca, la rimessa loco nel suo insieme è una meraviglia.
Sono davvero realistiche anche le fosse d'ispezione, direi alquanto azzeccata la scelta di illuminarle con luce fredda.
Voto:10
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Rispondi

Torna a “SCALA H0”