Ben arrivato! Fate login o registratevi per fruire di tutte le funzionalità del forum e del sito.
Se eri già registrato e non ti ricordi la password usa questo link per recuperare l'accesso
Sito e forum dedicati al fermodellismo, il nostro hobby viene praticato in molte maniere diverse, tutte ugualmente valide: hai un plastico? oppure sei un collezionista? oppure un semplice appassionato? Non esitare a scrivere nel forum, tutti gli interventi sono benvenuti ... Postate foto e video del vostro plastico e chiedete aiuto per ogni problema o curiosità inerente al nostro hobby.

Viaggio: ferrovia Canavesana

Recensioni di viaggi in treno, esperienze relative ai treni, libri ed articoli tecnici riguardanti il mondo delle ferrovie reali.

Moderatore: Fabrizio

Messaggio
Autore
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10579
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Viaggio: ferrovia Canavesana

#1 Messaggio da Fabrizio »

Il giorno 06/02/2021 faccio un viaggio da Torino a Rivarolo Canavese, per provare il nuovo servizio di Trenitalia sulla ferrovia "canavesana".

La ferrovia canavesana collega Rivarolo Canavese con Torino ed era gestita in passato da Satti e Gruppo Torinese Trasporti. Il servizio ferroviario, dal primo Gennaio 2021 è passato a Trenitalia, mentre GTT rimane il gestore della infrastruttura.

Oggi la ferrovia canavesana fa parte della relazione Chieri-Rivarolo Canavese della linea 1 del Servizio Ferroviario Metropolitano, servizio ferroviario dell'aerea metropolitana di Torino. Per raggiungere Rivarolo Canavese utilizzo il treno sfm 26085, previsto in partenza da Torino Porta Susa alle 14:49. Il treno, proveniente da Chieri, giunge in orario al binario 6 ed è un ETR 104, che si presenta in ottime condizioni di ordine e pulizia.

Itinerario del viaggio
Itinerario del viaggio

Lasciamo la stazione di Torino Porta Susa e quindi giungiamo a Torino Rebaudengo e Stura, per poi uscire dal passante ferroviario e arrivare a Settimo, dove inizia la linea ferroviaria canavesana vera e propria. Dopo la fermata in stazione una stretta curva a sinistra ci porta sulla canavesana, una ferrovia "concessa" che in passato era esercita da Satti e GTT. La linea ferroviaria, a singolo binario, collega Settimo Torinese con Rivarolo Canavese, da dove è poi possibile procedere verso Pont, capolinea finale della linea. Percorriamo la stretta curva a circa 30 km/h, poi ci dirigiamo verso Volpiano, San Benigno e Bosconero, viaggiando sempre in orario. La frequentazione a bordo è buona, oltre il 50% dei posti sono occupati e in tutte le stazioni c'è un buon interscambio di passeggeri. Il treno su cui viaggiamo è un ETR 104 "Pop", un mezzo nuovo e da poco entrato in servizio su questa linea. Il mezzo ha delle ottime caratteristiche di accelerazione e si muove garantendo buoni livelli di confort. A bordo sono disponibili prese elettriche, prese USB per la ricarica rapida di smartphone e tablet, monitor informativi ed annunci audio per le indicazioni si itinerario e fermate. Nonostante le buone prestazioni del treno e la linea poco impegnativa, senza curve o livellette, il treno marcia sempre molto lento, non superando mai la velocità di 70 km/h. La linea non è dotata di dispositivi automatici di protezione della marcia dei treni, quindi tutti i mezzi devono circolare alla velocità massima di 50 km/h oppure 70 km/h in presenza di due agenti alla condotta. La gestione prevede la presenza di due agenti alla condotta, quindi il mezzo marcia fino a 70 km/h.

Interni treno ETR 104 "Pop"
Interni treno ETR 104 "Pop"


Ripartiamo da Bosconero e procediamo verso Feletto, per giungere in orario a Rivarolo Canavese alle 15:39. Nella stazione di Rivarolo Canavese sono parcheggiati altri mezzi Trenitalia nonché due treni TTR di GTT e un complesso ETR Y530, tutti mezzi precedentemente utilizzati da GTT per il servizio ferroviario su questa linea. Trenitalia gestisce il servizio sulla linea 1 del smf con treni ETR 104 e Minuetto in doppia composizione.


Treno ETR 104 in stazione a Rivarolo Canavese.
Treno ETR 104 in stazione a Rivarolo Canavese.
Rivarolo Canavese - Corso Torino
Rivarolo Canavese - Corso Torino
Per rientrare a Torino utilizzo il treno sfm 26146, previsto in partenza da Rivarolo alle 16:20. Acquisto il biglietto tramite la applicazione Trenitalia, quindi mi reco al binario 3, quello da cui è prevista la partenza del treno. Il mezzo è sempre un ETR 104, che parte in orario dalla stazione di Rivarolo per dirigersi verso Feletto, Bosconero e Volpiano, per poi giungere a Settimo alle 16:56. Lasciata Settimo ci immettiamo sulla linea Torino-Milano, dove grazie alla presenza del sistema SCMT il treno può accelerare fino a raggiungere i 155 km/h. La massima velocità raggiungibile del treno è 160 km/h ed i 155 km/h vengono mantenuti per poco tempo per via delle numerose fermate intermedie, ma le ottime doti di accelerazione consentono al treno di raggiungere elevate velocità in tempi brevi, ottimizzando i tempi di percorrenza. Giungiamo in orario a Torino Porta Susa alle 17:12.


Fabrizio

Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 1053
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#2 Messaggio da FrancoV »

Potevi dirmelo, avremmo potuto scambiarci una gomitata a Rivarolo.
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10579
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#3 Messaggio da Fabrizio »

Non ci ho proprio pensato. In realtà capita spesso che dopo i giri qualcuno si faccia vivo ricordandomi che sono passato dalle loro parti, ma io purtroppo fatico davvero a ricordarlo prima, anche perché nella maggior parte dei casi sono cose organizzate all'ultimo (non parliamo poi del periodo, dove oggi non si sa se domani ci si può muovere o meno :( )
Fabrizio

Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 1053
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#4 Messaggio da FrancoV »

Sarà per la prossima volta :D
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 15203
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#5 Messaggio da MrMassy86 »

Ottimo resoconto Fabrizio!!
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22743
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#6 Messaggio da Andrea »

Sempre in giro Fabrizio!
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10579
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#7 Messaggio da Fabrizio »

Qualcuno di voi conosce la situazione riguardo la gestione della rete? Passerà a RFI? Sono previsti interventi di adeguamento con i sistemi ATP in modo da eliminare la limitazione di velocità?
Fabrizio

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9918
Iscritto il: venerdì 18 novembre 2011, 15:51
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#8 Messaggio da adobel55 »

Il nostro globe trotter.
:-)

Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 1053
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#9 Messaggio da FrancoV »

Fabrizio ha scritto: domenica 7 febbraio 2021, 19:55 Qualcuno di voi conosce la situazione riguardo la gestione della rete? Passerà a RFI? Sono previsti interventi di adeguamento con i sistemi ATP in modo da eliminare la limitazione di velocità?
Non ho informazioni in merito, ma prima di parlare di adeguamenti "tecnologici" sarebbe il caso di pensare a raddoppiare la tratta e istituire il cadenzamento orario, anche se la vedo dura perchè, ad esempio, a Volpiano o butti giù le case o un secondo binario non ci sta. :D
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10579
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#10 Messaggio da Fabrizio »

Di raddoppio non ne ho mai sentito parlare, anche se sarebbe sicuramente una cosa positiva. Di raddoppio si parla anche della Torino-Pinerolo, ma ad oggi anche qui nessun appalto in vista. Diciamo che, rispetto alla situazione attuale di "ex concessa", il potenziamento tecnologico vorrebbe dire l'introduzione dei sistemi ATP (SCMT o meglio ancora ERTMS) che consentirebbero di eliminare le soggezioni al limite di velocità di 70 km/h e la necessità del doppio agente in cabina (con il doppio agente in cabina, praticamente, non si può fare controlleria tra Settimo e Rivarolo). Se davvero deve essere introdotto un ATP (e temo sia proprio necessario, visto che per adesso anche con il limite di 70 km/h si lavora in deroga), spero si tratti di ERTMS nella versione adatta alle realtà di questo tipo, visto che sarebbe più economico e anche con un orizzonte di vita utile più lungo. Se si installa il SCMT praticamente si mette in opera un sistema già in dismissione.
Fabrizio

Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 1053
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#11 Messaggio da FrancoV »

Guarda, per come la vedo io, nella tratta da Settimo a Rivarolo aumentare la velocità lasciando la linea così com'è serve a poco perchè hai una fermata mediamente ogni 2/3 Km (con le costrizioni del binario unico) e un attraversamento (tra PL e attraversamenti "di campagna") ogni Km o quasi. Ma siccome, fondamentalmente nel tratto tra Volpiano e Bosconero, il raddoppio sarebbe un'impresa non da poco (per non dire impossibile), non so quali vantaggi deriverebbero quale che fosse l'investimento in apparati o quel che vuoi; però siccome sono incompetente lascio il campo agli esperti. :D
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10579
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#12 Messaggio da Fabrizio »

Di sicuro il raddoppio è la soluzione "pesante" che fa cambiare faccia alla situazione. Quando questo però non si può fare, a volte anche perché impossibile (e non solo economicamente), va da se che l'unica soluzione proponibile è il potenziamento infrastrutturale dell'esistente. Con treni come gli ETR 104, caratterizzati da accelerazioni notevoli, l'arrivare a 80-90 km/h anziché 70, può voler dire liberare prima le sezioni di linea, giungere prima nei punti di incrocio e permettere al treno discendente di liberarsi prima. Se poi ci si aggiungono anche migliorie nella gestione del traffico e dei punti di incrocio, magari usando sistemi che consentono l'ingresso rapido e simultaneo nei punti di incrocio, sommando tanti piccoli guadagni, si ottiene qualcosa di discreto. Certo, nulla di paragonabile al raddoppio, che sarebbe la soluzione che taglia la testa al toro. Purtroppo, però, se come dici, ci sono pesanti vincoli tecnici (presenza di case e altri impedimenti difficilmente eliminabili) questa soluzione rimane l'unica a poter dare una qualche beneficio, seppur non consistente. Da non dimenticare poi che il sistema ATP va ad aumentare i livelli di sicurezza. Il doppio agente in cabina e la limitazione a 70 km/ è solo un palliativo nato da dopo i tragici fatti di Corato, ma che non garantisce comunque i medesimi livelli di sicurezza. Se qualcuno si brucia un segnale (e l'uomo si sa, prima o poi sbaglia), non c'è nulla a correggere e un impatto a 70 km/h (ma anche meno) non sarebbe comunque un gran piacere.
Fabrizio

Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 1053
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#13 Messaggio da FrancoV »

Nelle ore di punta si possono vedere cose del genere ....
Vivalto.jpg
anche se in materia di "due piani" ci sono dei precedenti illustri .....
A2n.jpg
:D
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10579
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#14 Messaggio da Fabrizio »

Interessante, sembra si tratti di vetture prototipo della Casaralta. Dovrebbero essere quelle francesi.
Fabrizio

Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 1053
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#15 Messaggio da FrancoV »

Se ti riferisci alle vetture non saprei che dirti, l'automotrice era in effetti stata realizzata dalle officine di Casaralta (su licenza CIMT con il concorso di Fiat Ferroviaria; come direbbero in Francia fu il tentativo di accoppiare una trota e un coniglio. :-D
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10579
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#16 Messaggio da Fabrizio »

Era un automotrice? Allora non era ciò a cui mi riferivo. Mi sembrava un prototipo di vetture Doppio Piano "Cararlata". Nei sai di più riguardo questa automotrice?
Fabrizio

Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 1053
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#17 Messaggio da FrancoV »

Fu un tentativo fatto nel 1982, detta rozzamente, presero una carrozza a due piani e gli montarono la meccanica delle Aln 663 (se non ricordo male) ottenendo una capacità di 100 posti e la sperimentarono su varie ferrovie secondarie tra cui la Canavesana. I risultati furono abbastanza deludenti per lo scarso rapporto peso potenza e il fatto che la trazione fosse su un solo carrello (o comunque solo su due assi) inoltre ricordo che beccheggiava parecchio durante la marcia. In seguito fu inviata su una ferrovia turistica Svizzera dove anche li non fece scalpore per finire in Mauritania dove è stata demotorizzata e impiegata (pare neanche troppo di frequente) come carrozza. Fu immatricolata come A2n 001 (A = automotrice - 2n = deux niveaux (due piani)).
Fu descritta in un articolo de "ITreni" del dicembre '82, se non ce l'hai posso mandartene una copia.
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 15203
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#18 Messaggio da MrMassy86 »

Su Wiki c'è qualcosa
https://it.wikipedia.org/wiki/Automotrice_A2n_001
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10579
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Canavesana

#19 Messaggio da Fabrizio »

Grazie, informazioni interessanti.
Fabrizio

Torna a “RECENSIONI DI FERROVIE REALI”