Palificazione nel ferrmodellismo - i disegni

Edifici - strutture ferroviarie - segnali - binari - paesaggi - vegetazione

Moderatori: Andrea, cararci, adobel55

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5215
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » gio lug 25, 2013 6:58 pm

cybergianni ha scritto:

Immagine:
Immagine
492,4 KB


Dì la verità......volevi fare pubblicità al cioccolato! :cool: :cool: :cool:

Scusate l'OT .... :wink:
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21303
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » ven gen 10, 2014 10:27 pm

Ed anche questo splendido lavoro di Roberto, entra di diritto tra le fotoguide:
http://www.scalatt.it/bottega%20plastic ... azione.htm
Incomincio a spaventarmi da quante sono... [:I]
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8488
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » ven gen 10, 2014 11:12 pm

Ottima fotoguida.
Complimenti.
Ciao.

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » ven gen 10, 2014 11:30 pm

Wow.. Quale onore. :grin: :grin:

Grazie Andrea.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
aborotto
Messaggi: 434
Iscritto il: dom dic 16, 2012 9:58 pm
Nome: Andrea
Regione: Veneto
Città: Sona
Età: 46
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da aborotto » sab gen 11, 2014 8:55 am

Questa discussione è "oro". Grazie a Roberto per la condivisione.
Andrea Borotto - Il mio canale Youtube

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4516
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 58
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marioscd » sab gen 11, 2014 10:05 pm

ottima guida, molto utile! gran lavoro, Roy!

ciao!
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
marcos
Messaggi: 44
Iscritto il: lun nov 04, 2013 1:56 pm
Nome: Marco
Regione: Piemonte
Città: Racconigi
Età: 48
Stato: Non connesso

Messaggio da marcos » gio gen 23, 2014 9:47 pm

Grazie mille per la guida. Il materiale di norma dove lo trovi? Dalle mie parti non riesco a trovare nemmeno il forex....
Marco

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » lun mar 24, 2014 10:18 am

Grazie ragazzi.

Marcos: Il tubetto di ottone lo trovo in un negozio di modellismo di Parma.

Tiro su la discussione in quanto, a richiesta di alcuni amici del forum, mi si chiedeva la poligonazione sulle deviate con doppio inglese.
Ho fatto di più. Ho fattto un disegno che completa un piazzale stazione, cioè, la diramazione da 2 binari con doppio inglese su linea secondaria.

Immagine:
Immagine
226,64 KB
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Albjal
Socio GAS TT
Messaggi: 302
Iscritto il: lun giu 11, 2012 4:29 pm
Nome: Jules
Regione: Lombardia
Città: Leno
Età: 50
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Albjal » lun mar 24, 2014 10:59 am

Evvai Roberto! Sei proprio un grande. Grazie!
Credo che ora Andrea provveda ad aggiornare la fotoguida.
Grazie ancora!
Giulio

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8488
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » lun mar 24, 2014 12:29 pm

Grande Roberto.
Ciao.
Adolfo

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21303
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » lun mar 24, 2014 12:35 pm

Albjal ha scritto:
Credo che ora Andrea provveda ad aggiornare la fotoguida.

Sarà fatto!
Grazie Roberto. :grin:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » lun mar 24, 2014 1:42 pm

Albjal ha scritto:

Evvai Roberto! Sei proprio un grande. Grazie!
Credo che ora Andrea provveda ad aggiornare la fotoguida.
Grazie ancora!


Ma figurati Giulio. Mi sembrava doveroso implementare la discussione con questo schema.

Grazie a tutti.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Pierluigi1954
Socio GAS TT
Messaggi: 1970
Iscritto il: lun gen 28, 2013 8:42 am
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 65
Stato: Non connesso

Messaggio da Pierluigi1954 » lun mar 24, 2014 2:18 pm

Grande e grosso in tutti i sensi [:o)]

Grazieeeee

Avatar utente
Giacomo
Messaggi: 1173
Iscritto il: dom lug 28, 2013 7:40 pm
Nome: Giacomo
Regione: Toscana
Città: Siena
Età: 61
Stato: Non connesso

Messaggio da Giacomo » lun mar 24, 2014 2:30 pm

Roy ottima presentazione.... e utilissima! Però mi è sorto un dubbio.
Anni fa (1986) sulla rivista Fermodel News, n. 36, apparve un servizio sulla palificazione FS e tra i vari disegni presenti c'erano anche quelli, ovviamente, dei pali e quelli dei bracci di poligonazione. Ora tu nei tuoi disegni hai messo i bracci uguali, semplicemente variandone l'orientamento, mentre in quel servizio i bracci erano disegnati diversi a seconda della poligonazione esterna o interna.

Immagine:
Immagine
383,2 KB

Immagine:
Immagine
243,98 KB

Dato che qui dalle mie parti la linea aerea non c'è (e per ora ringraziamo che c'è ancora la ferrovia....) e quindi non posso verificare dal vero, mi sai dare qualche spiegazione di questo fatto?
Inizialmente era così e poi è stato modificato... o cosa?

Grazie e ciaooo
Giacomo - free climber modellista, attore, motociclista ecc ecc...

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » lun mar 24, 2014 3:40 pm

In effetti nei tuoi schemi i bracci sono diversi. Ma... Non mi risulta siano mai stati utilizzati i bracci corti (chiamiamoli così)

Non sono un professore di trenologia.. Quindi potrei ignorare informazioni importanti. Ma in tutti i miei libri, tali bracci non sono riportati.

Se guardi questa foto, i bracci sono installati semplicemente a spingere (palo binario dx e palo binario sx) ed i bracci sono identici.

Immagine:
Immagine
215,65 KB

Ho verificato altre decine di foto.. ma sono tutti del tipo che ho postato.

Fra l'altro, i disegno che ho riportano solo un tipo di braccio, nel caso di "trazione" del filo::

Immagine:
Immagine
500,76 KB

Sarebbe interessante sapere effettivamente dove, come, quando, e soprattutto "se", siano stati inseriti i tipi di braccio da te citati.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3495
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » lun mar 24, 2014 4:10 pm

Si tratta di tipi di sospensione più vecchi e sono stati tutti usati!! Oltre a quello mostrato da Giacomo ne esiste un altro....
Appena ho tempo inserisco i disegni!!

Nel 'Manuale del Fermodellista' di Italo Briano ci sono i disegni di tutti e tre i tipi.
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3495
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » lun mar 24, 2014 4:55 pm

Ecco la foto.
In foto molto datate è possibile vedere tutti i diversi tipi di sospensione adottati dalle FS.

Immagine
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
FRANCO
Messaggi: 587
Iscritto il: ven ott 26, 2012 6:05 pm
Nome: Franco
Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: UDINE
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da FRANCO » lun mar 24, 2014 4:58 pm

Il tipo di braccio corto riportato nel disegno l'ho visto inserito nello scalo della stazione di Udine probabilmente si usava nei piazzali dove la fune era in rettifilo e non servivano troppe sollecitazione del tipo spingere o tirare ora sono tutti del tipo recente ma nella mia memoria li ricordo ancora fino verso la meta' anni 80
Franco
Franco

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » lun mar 24, 2014 5:26 pm

carlo mercuri ha scritto:

Ecco la foto.
In foto molto datate è possibile vedere tutti i diversi tipi di sospensione adottati dalle FS.

Immagine


Grazie Carlo.
Sarebbe interessante sapere in che epoca venivano installati questi bracci.

Ad inizio dell'elettrificazione monofase, addirittura, i bracci, nelle aree di stazione, non c'erano. I fili di contatto erano sorretti da altri cavi trasversali:

Metto una succulenta chicca. La E 626.001 nel 1927 a Benevento.
Immagine:
Immagine
102,02 KB
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3495
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » lun mar 24, 2014 5:39 pm

roy67 ha scritto:
Grazie Carlo.
Sarebbe interessante sapere in che epoca venivano installati questi bracci.

Ad inizio dell'elettrificazione monofase, addirittura, i bracci, nelle aree di stazione, non c'erano. I fili di contatto erano sorretti da altri cavi trasversali



Ciao Roy,
ho diverse foto che mostrano il braccio di sospensione (questo dovrebbe essere il termine corretto) di tipo più corto prima degli anni '70, nella stazione di Domodossola.
Quasi tutte queste foto sono su Tutto Treno e Storia, in particolare c'è una foto sul n°23 a pag.6 che mostra proprio la stazione di Domodossola, con tutti e due i tipi di sospensione in un'applicazione mista.
Ovviamente non posso postarle perchè c'è il copyright.
Per quanto riguarda le stranezze, avrai notato che anche la palificazione per il trifase veniva utilizzata successivamente in molte tratte per sorreggere il solo cavo della corrente continua.
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » lun mar 24, 2014 7:46 pm

carlo mercuri ha scritto:

Per quanto riguarda le stranezze, avrai notato che anche la palificazione per il trifase veniva utilizzata successivamente in molte tratte per sorreggere il solo cavo della corrente continua.


Grazie Carlo. Quel numero mi manca... ma sarà per poco tempo :wink:

Stranezze ve ne sono state tante. Spesso, ancor oggi, in alcune zone, sono installati i pali M8.

Il monofilare, con mensole per bifilare, saranno la cigliegina sulla torta del mio plastico :wink:

Immagine:
Immagine
148,98 KB
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3495
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » lun mar 24, 2014 9:03 pm

roy67 ha scritto:

Grazie Carlo. Quel numero mi manca... ma sarà per poco tempo :wink:

Stranezze ve ne sono state tante. Spesso, ancor oggi, in alcune zone, sono installati i pali M8.

Il monofilare, con mensole per bifilare, saranno la cigliegina sulla torta del mio plastico :wink:


Di niente Roy.........consiglio spesso Tutto Treno e Storia a coloro che amano le ferrovie dei bei tempi andati. Vi si trovano foto quasi sempre interessanti e che non appaiono normalmente sulle riviste di fermodellismo. Queste ultime trattano molto spesso solo di ferrovie moderne.

Carlo
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
Giacomo
Messaggi: 1173
Iscritto il: dom lug 28, 2013 7:40 pm
Nome: Giacomo
Regione: Toscana
Città: Siena
Età: 61
Stato: Non connesso

Messaggio da Giacomo » lun mar 24, 2014 11:13 pm

Appunto, è come immaginavo, il braccio corto è un tipo iniziale. Poi evidentemente per ragioni di costi sono stati usati i bracci uguali, montati nei due versi. Il risultato non cambia in effetti... grazie a tutti ragazzi.
Oltretutto sono più facili da ricostruire modellisticamente no?
Giacomo - free climber modellista, attore, motociclista ecc ecc...

Avatar utente
g.briotti
Messaggi: 428
Iscritto il: dom mag 26, 2013 8:05 am
Nome: Giuseppe
Regione: Lazio
Città: Roma
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da g.briotti » mer mar 26, 2014 10:25 am

Vorrei proporre un ulteriore caso di studio: la doppia deviata su doppio binario. Partendo dai disegni di Roboerto, semplicemente ribaltando lo schema, ottengo questo:

Immagine:
Immagine
232,73 KB

Ora, sapendo di non sapere, immagino che nella realtà le due deviate non siano mai troppo vicine, per cui la situazione corretta sia quella relativa al binario in basso: c'è un numero di campate sufficienti da dover/poter inserire due ormeggi (le due testate dei cavi arancioni).

Nel caso dei plastici, però, capita che le due deviate possano essere piuttosto vicine (se non addirittura realizzate con una doppia deviata con incrocio, ma qui esuliamo...). Vengo quindi alle domande:

1. si potrebbe realizzare un unico palo con il doppio ormeggio, come nel caso del binario sopra? Quanto è realistico?

2. nel caso in cui le due deviate siano vicino meno di una campata, potrebbe sparire il doppio ormeggio delle linee verdi (e presumibilmente anche di quelle arancioni) lasciando sostanzialmente le due linee principali continue?

Spero di essere stato chiaro!
Giuseppe Briotti - I miei rotabili

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » mer mar 26, 2014 12:58 pm

No, Giuseppe. Nel caso che hai riportato sarebbe tutto diverso. Il doppio ormeggio è installato su di un traliccio.

Comunque, preparo un paio di schemi aggiuntivi per meglio comprendere.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Rispondi

Torna a “EDIFICI & SCENERY”