Viaggio: ferrovia Pontremolese

Recensioni di viaggi in treno, esperienze relative ai treni, libri ed articoli tecnici riguardanti il mondo delle ferrovie reali.

Moderatore: Fabrizio

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10295
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Età: 35
Stato: Non connesso

Viaggio: ferrovia Pontremolese

Messaggio da Fabrizio »

Il 10 Ottobre 2020 faccio un viaggio da La Spezia a Parma, per percorrere la ferrovia Pontremolese.
Raggiungo la Spezia da Torino, con una combinazione di treni Regionali e Intercity per utilizzare il treno Regionale 11910 per Parma, previsto in partenza alle 12:26.

Itinerario del viaggio
Itinerario del viaggio
Il treno è una composizione di elettromotrici ALe 642 e rimorchi, che trovo pronta alla partenza al binario 6. Il treno è composto da quattro elementi, due rimorchi Le 764 e due elettromotrici Ale 642, che si presentano in scarse condizioni di ordine e pulizia. Esternamente il treno è coperto da alcuni graffiti, mentre internamente il mezzo non è in ottime condizioni di pulizia, soprattutto per quel che riguarda i vetri dei finestrini. I complessi di elettromotrici ALe 642 sono gli ultimi della serie che comprende anche ALe 724 ed ALe 582, ovvero le prime elettromotrici italiane ad essere dotate di azionamenti elettronici con chopper e motori in corrente continua. Questo tipo di tecnologia, analoga a quella adottata per le locomotive E 632/633, E 652 e sugli elettrotreni ETR 450 si pone a metà strada tra la tecnologia elettromeccanica e quella con motori asincroni trifase pilotati da inverter oggi utilizzata. L'utilizzo degli azionamenti con chopper consente di sfruttare meglio la potenza , con una regolazione lineare e progressiva della coppia e della velocità erogata dai motori in corrente continua. I motori rimangono però in corrente continua, con svantaggi dal punto di vista della elevata richiesta di manutenzione ed ingombri significativi. Il sistema di frenatura è di tipo misto a ceppi sulle elettromotrici, dove l'ingombro dei motori non consente l'installazione de freni a disco, che sono invece presenti sui rimorchi. La frenatura elettrica, di tipo dissipativo senza recupero, agisce tra i 140 ed i 7 km/h.

Ale 642.031 (Fiore-Lucana 1991) a La Spezia Centrale
Ale 642.031 (Fiore-Lucana 1991) a La Spezia Centrale
Interni rimorchio Le 764
Interni rimorchio Le 764

Partiamo in orario alle 12:26, quindi lasciamo la stazione di La Spezia Centrale e fermiamo a La Spezia Migliarina. Procediamo verso Vezzano Ligure, poi poco dopo troviamo una biforcazione dove le linee "Tirrenica" e "Pontremolese" si separano. A sinistra si va verso Santo Stefano di Magra e Parma, a destra verso Pisa, Livorno e Roma. Imbocchiamo la linea verso Parma e quindi iniziamo la salita verso Aulla e Pontremoli, risalendo la valle del fiume Magra. La ferrovia "Pontremolese" è una linea percorsa da treni merci e passeggeri, con una relativa importanza per il traffico merci tra la Pianura Padana e i porti di La Spezia e Livorno. La ferrovia è stata in parte raddoppiata e sottoposta a lavori di ammodernamento, in parte segue invece ancora il percorso originario a singolo binario. Stiamo percorrendo una tratta ammodernata e raddoppiata, dove si susseguono anche numerose gallerie e incrociamo due treni container discendenti verso gli impianti di La Spezia. Giungiamo nella stazione di Aulla Lunigiana, che ha sostituito, nel 2005 la vecchia stazione posta sul tracciato originario della pontremolese. Qui incrociamo la linea "Garfagnana" che porta a Lucca, non elettrificata e su cui sono in servizio treni ATR 220 ed automotrici ALn 668. Giungiamo in orario a Pontermoli, successivamente lasciamo la valle del fiume Magra per immetterci nella galleria di valico, che ci conduce a Borgo Val di Taro, sull'altro lato dell'appennino. In questa tratta la ferrovia lascia il percorso in comune con la autostrada A15 "Della Cisa" e supera il confine con la regione Emilia-Romagna. Scendiamo ora lungo la valle del fiume Taro per toccare gli abitati di Ostia Parmense, Solignano e Fornovo, per poi giungere a Parma in orario alle 14:30.

Il fiume Taro nei pressi di Fornovo
Il fiume Taro nei pressi di Fornovo

La frequentazione del treno è buona durante tutto il viaggio, con un interscambio di passeggeri in tutte le stazioni. Il mezzo utilizzato garantisce livelli di confort discreti, i vestiboli di accesso sono ampi ma con gradini, mentre le porte interne sono manuali e non sempre facili da azionare. Sono disponibili a bordo annunci audio e monitor informativi, non funzionanti su questo treno. Non sono disponibili prese elettriche e il climatizzatore è inefficiente. Diverso il livello di confort a seconda che si viaggi sulle unità motorizzate o sui rimorchi, con questi ultimi molto più silenziosi. Sulle unità di testa e coda, motorizzate, il rumore proveniente da motori, azionamenti e componenti meccaniche e abbastanza fastidioso.


Stazione di Parma, treni ETR 425 ed una composizione Vivalto di prima serie
Stazione di Parma, treni ETR 425 ed una composizione Vivalto di prima serie
Un rimorchio Ln 880 in composizione al treno per Suzzara di Trenitalia-Tper. L'unità motrice è una ALn 663.
Un rimorchio Ln 880 in composizione al treno per Suzzara di Trenitalia-Tper. L'unità motrice è una ALn 663.
Fabrizio Borca
Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9227
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Stato: Connesso

Re: Viaggio: ferrovia Pontremolese

Messaggio da adobel55 »

Bella gitarella
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14566
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Pontremolese

Messaggio da MrMassy86 »

Bel resoconto di viaggio Fabrizio!!
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7446
Iscritto il: dom gen 29, 2012 2:40 pm
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Pontremolese

Messaggio da liftman »

Caspita Fabrizio, averlo saputo prima che passavi per Spezia, vedevo se trovavo il tempo per un saluto, sei passato a 500m (in linea d'aria) da casa mia [98]

P.S. nel riquadro la stazione di Migliarina
spezia.png
Ciao! Rolando
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10295
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Età: 35
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Pontremolese

Messaggio da Fabrizio »

Ci ho pensato, Rolando, ma ormai ero già in stazione a La Spezia. Lì mi sono ricordato che abiti in questa città. In ogni caso avrei avuto molto poco tempo, circa 30 minuti per attendere il cambio treno. Sono arrivato con un Intercity, ho mangiato un pezzo di focaccia al bar della stazione e alle 12:30 sono ripartito per Parma.
Fabrizio Borca
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12267
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Pontremolese

Messaggio da Egidio »

Bel racconto e resoconto. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7446
Iscritto il: dom gen 29, 2012 2:40 pm
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: ferrovia Pontremolese

Messaggio da liftman »

Fabrizio ha scritto: sab ott 17, 2020 6:47 pm Ci ho pensato, Rolando, ma ormai ero già in stazione a La Spezia. Lì mi sono ricordato che abiti in questa città. In ogni caso avrei avuto molto poco tempo, circa 30 minuti per attendere il cambio treno. Sono arrivato con un Intercity, ho mangiato un pezzo di focaccia al bar della stazione e alle 12:30 sono ripartito per Parma.
Sarà per l'(eventuale) prossima volta! :mrgreen:
Ciao! Rolando

Torna a “RECENSIONI DI FERROVIE REALI”