Ristrutturazione in corso

Discussioni relative alla scala H0 1:87

Moderatori: cararci, MrMassy86, adobel55, lorelay49

Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5659
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Docdelburg »

Bravo Enrico, sta venendo proprio bene! :D
Tutto a posto con i collegamenti elettrici?


Avatar utente
e_kane
Messaggi: 82
Iscritto il: martedì 11 settembre 2018, 17:52
Nome: ENRICO
Regione: SO
Città: Sondrio
Età: 49
Stato: Connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da e_kane »

Docdelburg ha scritto: venerdì 19 giugno 2020, 16:17 Bravo Enrico, sta venendo proprio bene! :D
Tutto a posto con i collegamenti elettrici?
Non ho ancora avuto modo di riverificarli nel modo che mi dicevi, appena riesco ti aggiorno.
Enrico
Avatar utente
e_kane
Messaggi: 82
Iscritto il: martedì 11 settembre 2018, 17:52
Nome: ENRICO
Regione: SO
Città: Sondrio
Età: 49
Stato: Connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da e_kane »

antogar ha scritto: venerdì 19 giugno 2020, 8:01 Enrico, hai preso un carrello "sottoauto" ?
Bel lavoro, complimenti 8)
Grazie, il carrello in offerta al brico molto semplice ma molto scomodo, ma si migliora con un cuscino, poi guardando su vari siti ho visto che per qualche euro in più ci sono cose più comode.
Enrico
Avatar utente
e_kane
Messaggi: 82
Iscritto il: martedì 11 settembre 2018, 17:52
Nome: ENRICO
Regione: SO
Città: Sondrio
Età: 49
Stato: Connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da e_kane »

Buonasera, riporto alcune immagini degli ultimi progressi sul plastico. Ho sistemato il parcheggio della stazione, mancano ancora alcuni dettagli tipo recinzioni di separazione dalle banchine, arbusti bassi su aiuole, nuovi lampioni etc., ma nel complesso mi sembra migliorato.
Allegati
IMG_20200823_165716_copy_1632x1224.jpg
IMG_20200823_224829_copy_1632x1224.jpg
IMG_20200823_165536_copy_1632x1224.jpg
IMG_20200823_165604_copy_1632x1224.jpg
IMG_20200823_165627_copy_1632x1224.jpg
Enrico
Avatar utente
e_kane
Messaggi: 82
Iscritto il: martedì 11 settembre 2018, 17:52
Nome: ENRICO
Regione: SO
Città: Sondrio
Età: 49
Stato: Connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da e_kane »

Ps. Il fabbricato della stazione è provvisorio, devo ancora sistemarlo un poco e cambiare il nome con uno più appropriato alla situazione.
Enrico
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14788
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da MrMassy86 »

Ottimo lavoro, complimenti!!
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12480
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Egidio »

Ben fatto Enrico. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5659
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Docdelburg »

Che dìre Enrico....rispetto alle foto iniziali sembra un altro plastico tanto l'hai ringiovanito e rivitalizzato!
Funziona ancora tutto? Non mi è sembrato di vedere colonne di fumo nero verso ovest.... :wink:
Avatar utente
Senialas
Messaggi: 129
Iscritto il: lunedì 8 ottobre 2012, 16:50
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Gallarate
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Senialas »

Scusate se mi inserisco, ma visto che i lavori proseguono bene e che stai cambiando un po' di binari (io cambierei tutti quelli vecchi), forse vale la pena considerare la posa pensando al digitale.
Magari procedendo per gradi, ma sicuramente con risultati non paragonabili alla vecchia tecnologia.
Buon lavoro
Roberto
Roberto M.
Avatar utente
e_kane
Messaggi: 82
Iscritto il: martedì 11 settembre 2018, 17:52
Nome: ENRICO
Regione: SO
Città: Sondrio
Età: 49
Stato: Connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da e_kane »

Grazie Massimiliano ed Egidio.
Si Mauro funziona tutto regolarmente e senza colonne di fumo 😁.
Roberto S. grazie del suggerimento, in effetti sto procedendo lentamente alla sostituzione. Ho completato l'anello interno e 3/4 dell'anello esterno. L'ultimo week end ho sostituito quelli in galleria, i più complicati.
Per quanto riguarda il digitale ci avevo fatto un pensierino ma poi ho rinunciato, mi sembra un po' più complicato, per via di decoder e programmazioni, inoltre non ho esperienza in tal senso, magari in futuro... Ma devo studiare un po'.
Enrico
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5659
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Docdelburg »

Beh..... prima di studiare proprio, fatti un'idea generale:

viewtopic.php?f=117&t=7351&hilit=DIFFER ... O&start=75
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12480
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Egidio »

e_kane ha scritto: sabato 29 agosto 2020, 10:58 Grazie Massimiliano ed Egidio.
Si Mauro funziona tutto regolarmente e senza colonne di fumo 😁.
Roberto S. grazie del suggerimento, in effetti sto procedendo lentamente alla sostituzione. Ho completato l'anello interno e 3/4 dell'anello esterno. L'ultimo week end ho sostituito quelli in galleria, i più complicati.
Per quanto riguarda il digitale ci avevo fatto un pensierino ma poi ho rinunciato, mi sembra un po' più complicato, per via di decoder e programmazioni, inoltre non ho esperienza in tal senso, magari in futuro... Ma devo studiare un po'.
Beh anch' io fino ad un paio di anni fa la pensavo uguale. Poi, pian pianino e con l' auto anche di un paio di miei amici ho cominciato ad avvicinarmi al digitale. E da allora ho scoperto un mondo nuovo. Fidato e' tutta un' altra cosa e lo dice uno che di elettronica e' zero pero' sto imparando per gradi.
Infatti il mio nuovo plastico e' tutto improntato sul digitale..........All' inizio sembra complicato poi tutto si dirama poco per volta. Fidati. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
e_kane
Messaggi: 82
Iscritto il: martedì 11 settembre 2018, 17:52
Nome: ENRICO
Regione: SO
Città: Sondrio
Età: 49
Stato: Connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da e_kane »

Grazie Mauro, post molto utile, e grazie Egidio per l'incoraggiamento. Ci penserò!
Enrico
Avatar utente
IpGio
Socio GAS TT
Messaggi: 775
Iscritto il: domenica 20 maggio 2018, 9:22
Nome: Giorgio
Regione: Lombardia
Città: Nerviano
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da IpGio »

Enrico... tranquillo sei sulla buona strada!
Condivido quanto detto da Mauro ed Egidio.
Nihil difficile volenti è il mio motto e nessuno nasce "imparato".
Il bello è che si impara giorno dopo giorno e seguendo i consigli magari si evita quale "sbucciatura alle ginocchia" per intervento a gamba tesa della "sfiga" o dell'inghippo sempre pronti a far cascare i cabasisi.
Poi il ferromodellismo è l'hobby più completo... si spazia dal meccanico all'elettrico, dal falegname al fabbro, e se ci metti un ruscello con l'acqua vera che scorre beh tocca fare gli idraulici :mrgreen:
Quindi forza... ti seguo con interesse!
[253]
[36] IpGio
Giorgio - Nihil difficile volenti
H0-Ep.III-Italia
IpGio - I plastici di Gio - https://www.gtg3b.it
Avatar utente
Senialas
Messaggi: 129
Iscritto il: lunedì 8 ottobre 2012, 16:50
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Gallarate
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Senialas »

Ciao Enrico.
Scusa ma visto lo sviluppo che stai dando al tuo plastico mi torna strano che tu abbia trascurato uno degli aspetti più importanti.
Guardando il progetto del tuo tracciato direi che è prevista la circolazione di più treni in contemporanea. E quindi quale soluzione più semplice del digitale, dove poter controllare, a tuo piacimento, la singola locomotiva (o treno). Cosa che non potrai fare in analogico.
Inoltre avresti treni fermi con luci accese, accelerazioni e rallentamenti veramente graduali e molti altre funzioni incluso il sonoro.
Dato che sei nella fase di costruzione del plastico io poserei i binari predisponendoli per un'eventuale passaggio (quando vorrai) alla tecnologia attuale:
inserendo le alimentazioni dei binari ogni 1,5 - 2 m, considerando le dovute sezioni dei cavi, la polarizzazione del cuore dei deviatoi (se possibile) e così via.
Se hai delle domande chiedi pure.
Se hai voglia di leggere, da Tecnomodel trovi questo manualetto (in italiano) che spiega un po' di cose:
http://www.scalatt.it/forum/download/fi ... w&id=23481
Buon lavoro
Roberto
Allegati
2020-08-29_163312.jpg
2020-08-29_163312.jpg (17.46 KiB) Visto 415 volte
Roberto M.
Avatar utente
antogar
Messaggi: 115
Iscritto il: mercoledì 31 dicembre 2014, 13:52
Nome: Antonino
Regione: Campania
Città: C.mare
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da antogar »

e_kane ha scritto: sabato 29 agosto 2020, 10:58Per quanto riguarda il digitale ci avevo fatto un pensierino ma poi ho rinunciato, mi sembra un po' più complicato, per via di decoder e programmazioni, inoltre non ho esperienza in tal senso, magari in futuro... Ma devo studiare un po'.
Enrico,
se per "esperienza" intendi "avere a che fare con l' informatica o con l' elettronica" sappi che per usare il DCC (per favore chiamamolo "DCC" e non "digitale" [102] ) serve la stessa esperienza per programmare i lavaggi di una moderna lavastoviglie. Già usare tutte le funzioni di un condizionatore di ultima generazione ti posso assicurare che è più complicato che cambiare l' indirizzo di una loco.
Conoscenze di elettronica e men che meno di Informatica non sono assolutamente richieste: qualcuno ha mai visto un PC in uno start set Roco con il mitico lokmaus ? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Il DCC ha il vantaggio (a volte è uno svantaggio, visto che può apparire complicato) di avere diversi "livelli" di applicazione, puoi partire (e rimanere, standoci benissimo! :wink: ) con un start-set minimo per guidare i treni i modo realistico e senza complicazioni di cablaggio, ovvero due fili per tutto il plastico e guidi più loco contemporaneamente, fino ad arrivare ad un impianto completamente automatico... ma il percorso non è nè obbligato, nè necessario!

Nel tuo caso lasci tutto così com' è sostituendo agli alimentatori (che ho visto hai individuato con TRAFO 1 e TRAFO 2 nella prima pagina della discussione) con una centralina DCC; la cosa è ovviamente reversibile: se non ti soddisfa, puoi sempre tornare al vecchio sistema!

Vuoi sapere qual' è (per me..) il vero problema del DCC ? A meno di non comprare loco già digitali, devi aprire ogni loco e installare il decoder! cosa che non devi fare se lasci tutto in analogico...

ciaooooo
:)
Antonino
Avatar utente
e_kane
Messaggi: 82
Iscritto il: martedì 11 settembre 2018, 17:52
Nome: ENRICO
Regione: SO
Città: Sondrio
Età: 49
Stato: Connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da e_kane »

Mi state tentando...
Da quello che ho letto nel post di Mauro l'ideale sarebbe avere il DCC con sezioni sui binari, posso quindi continuare a comandare le varie sezioni + segnali e deviatoi con il sinottico di Mauro e le loco con digitale.
Se così fosse per me sarebbe l'ideale, preseleziono l'itinerario e poi comando loco con dcc.
Digitalizzare anche deviatoi (fleischmann profi) e segnali credo sia più impegnativo.
Per alimentazione binari ogni 1,5 metri non è un problema mi basta aggiungere un 2/3 punti in più di alimentazione sui tratti esistenti.
I cavi di alimentazione binari che ho utilizzato sono da 0,75 e 0,5 in alcuni tratti.

Grazie a tutti per suggerimenti e stimoli.
Enrico
Enrico
Avatar utente
Senialas
Messaggi: 129
Iscritto il: lunedì 8 ottobre 2012, 16:50
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Gallarate
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Senialas »

Enrico,
i sezionamenti in DCC non servono se comandi i treni manualmente, ma sono un'ottima predisposizione per un possibile step successivo per un controllo automatico (in questo caso le sezioni, dotate di sensori, ad es. di assorbimento, serviranno per comunicare al gestore (centrale o PC) dove si trovano i treni).
Il suggerimento è quindi di prevedere, da subito, le sezioni, che al momento saranno alimentate direttamente dalla centrale. Ognuna di queste sezioni dovrà avere la rotaia sezionata con un filo per l'alimentazione. Scegli la rotaia interna o esterna e seziona sempre la stessa.

Se per preselezione dell'itinerario intendi la predisposizione dei deviatoi con i pulsanti, questo è corretto. Poi ti renderai conto che avendo il controllo in DCC risulterà molto più semplice comandare anche i deviatoi con il DCC. Ma va bene un passo per volta. La digitalizzazione dei deviatoi consisterà solo nell'interporre i decoders per quel tipo di azionamento.

Un modo semplice e razionale per l'alimentazione dei binari è di stendere due fili ( bus di potenza) di sezione generosa (1,5 mm quadri, tipo quelli usati per l'illuminazione delle abitazioni) sotto il piano lungo la mezzeria del tracciato (tipo spina dorsale) e da questi due fili derivare, ogni 1,5 m (e ad ogni tratta sezionata), i due fili (feeders) collegati poi alle rotaie, usando una sezione minore (0,5 mm quadri). Il bus di potenza sarà ovviamente alimentato dalla centrale.

Buon lavoro e divertimento
Roberto
Roberto M.
Avatar utente
IpGio
Socio GAS TT
Messaggi: 775
Iscritto il: domenica 20 maggio 2018, 9:22
Nome: Giorgio
Regione: Lombardia
Città: Nerviano
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da IpGio »

D'accordo al 100% per cento con quanto scritto da Roberto nel precedente messaggio.
La lunghezza del tratto la decidi sulla base delle tue esigenze una regola di base è per il tratto di blocco di fermata davanti ad un segnale in H0 di 30 40 cm.
Altra regola fondamentale è di lasciare almeno la lunghezza della tua locomotiva più lunga più qualche centimetro tra il deviatoio e la giunzione isolante del tratto afferente al deviatoio.
Questo per evitare che una loco vada a fermarsi sopra gli aghi del deviatoio durante il funzionamento in automatico tramite software di gestione (consiglio RocRail).
Buon lavoro...
[253]
[36] IpGio
Giorgio - Nihil difficile volenti
H0-Ep.III-Italia
IpGio - I plastici di Gio - https://www.gtg3b.it
Avatar utente
antogar
Messaggi: 115
Iscritto il: mercoledì 31 dicembre 2014, 13:52
Nome: Antonino
Regione: Campania
Città: C.mare
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da antogar »

e_kane ha scritto: lunedì 31 agosto 2020, 23:21 Mi state tentando...
Da quello che ho letto nel post di Mauro l'ideale sarebbe avere il DCC con sezioni sui binari, posso quindi continuare a comandare le varie sezioni + segnali e deviatoi con il sinottico di Mauro e le loco con digitale.
Se così fosse per me sarebbe l'ideale, preseleziono l'itinerario e poi comando loco con dcc.
Digitalizzare anche deviatoi (fleischmann profi) e segnali credo sia più impegnativo.
Per alimentazione binari ogni 1,5 metri non è un problema mi basta aggiungere un 2/3 punti in più di alimentazione sui tratti esistenti.
I cavi di alimentazione binari che ho utilizzato sono da 0,75 e 0,5 in alcuni tratti.

Grazie a tutti per suggerimenti e stimoli.
Enrico
Quoto 100/100 i suggerimenti di Roberto Senialas. E' esattamente così.

Se decidi di intratprendere la strada, inizia per gradi e se proprio vuoi un consiglio... scegli una centrale che sia molto diffusa e che sia sopratutto semplice e riutilizzabile, il Multimouse Roco.

ciao :)
Antonino
Avatar utente
Senialas
Messaggi: 129
Iscritto il: lunedì 8 ottobre 2012, 16:50
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Gallarate
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Senialas »

Scusami Giorgio, ma io non concordo sul consiglio di RocRail.
Io uso Traicontroller e ti posso dire che è tutta un'altra cosa ad iniziare dall'interfaccia utente. Secondo me l'unico vantaggio di RocRail è la gratuità.
Poi chiaramente ognuno può scegliere quello che preferisce.

Tu dici che una regola di base è per il tratto di blocco di fermata davanti ad un segnale in H0 di 30 40 cm. Questo è dovuto al fatto che a RocRail servono due sensori. Con Traincontroller ne basta uno e ti assicuro che l'accuratezza della fermata è dell'ordine del centimetro.
Per cui non serve nemmeno lasciare una lunghezza pari ad una locomotiva tra il sezionamento e gli aghi del deviatoio.
Io uso addirittura il sezionamento del cuore del deviatoio come termine del tratto sezionato.

Invece una semplice regola è di avere, fuori stazione, tratte più lunghe del treno più lungo che circolerà. Si possono fare anche più corte, ma in questo modo si semplifica il controllo ed si riducono i costi. In stazione la tratta è il binario di stazione.

Buon pomeriggio
Roberto
Roberto M.
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5659
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

PerRe: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Docdelburg »

Piano ragazzi....un passo per volta.
Enrico ha ristrutturato un vecchio plastico e i sezionamenti fatti per l'analogico non vanno per niente bene con quello richiesto dal digitale. Conosco bene il tracciato perchè abbiamo concordato i sezionamenti e il relativo sinottico.
Sul plastico ci deve far giocare i nipoti e un pò lui...
Credo quindi che il passo successivo più praticabile sia elimare i sezionamenti collegando tutti i tratti di binario, anche quelli sezionati appunto, all'alimetazione digitale, dotarsi di 2 o 3 palmari e far fare esercizio come macchinisti ai vari giocatori, cosa che, non smetterò mai di ricordare, è la caratteristica peculiare del DCC.
Poi se vorrà schiacciare un paio di tasti e veder girare i treni per conto loro in automatico ne riparleremo.
Il sinottico rimarrebbe attivo solo per itinerari e segnalamento.
Avatar utente
antogar
Messaggi: 115
Iscritto il: mercoledì 31 dicembre 2014, 13:52
Nome: Antonino
Regione: Campania
Città: C.mare
Stato: Non connesso

Re: PerRe: Ristrutturazione in corso

Messaggio da antogar »

Docdelburg ha scritto: martedì 1 settembre 2020, 15:04 Piano ragazzi....un passo per volta.
Enrico ha ristrutturato un vecchio plastico e i sezionamenti fatti per l'analogico non vanno per niente bene con quello richiesto dal digitale. Conosco bene il tracciato perchè abbiamo concordato i sezionamenti e il relativo sinottico.
Doc, non esistono i sezionamenti "fatti per l'analogico non vanno per niente bene con quello richiesto dal digitale". La logica dei sezionamenti di un tracciato prescinde dalla modalità di gestione della trazione, ovvero dal fatto che le loco abbiamo o meno decoder.
Avere un tracciato sezionato è sempre cosa buona, DCC o analogico che sia.
Docdelburg ha scritto: martedì 1 settembre 2020, 15:04 Sul plastico ci deve far giocare i nipoti e un pò lui...
Perdonami Doc... e che c'entra con i sezionamenti ? [99]
Docdelburg ha scritto: martedì 1 settembre 2020, 15:04 Credo quindi che il passo successivo più praticabile sia elimare i sezionamenti collegando tutti i tratti di binario, anche quelli sezionati appunto, all'alimetazione digitale, dotarsi di 2 o 3 palmari e far fare esercizio come macchinisti ai vari giocatori, cosa che, non smetterò mai di ricordare, è la caratteristica peculiare del DCC.
Concordo con te se per "Eliminare i sezionamenti" intendi collegare tutte le sezioni insieme con una morsettiera in un solo punto... questo si, ma mai scablare tutto!
Docdelburg ha scritto: martedì 1 settembre 2020, 15:04 Il sinottico rimarrebbe attivo solo per itinerari e segnalamento.
Il sinottico infatti va benissimo così com'è, anche con le sezioni cortocircuitate.


CIAO [99]
Antonino
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5659
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Docdelburg »

Antonino, sono d'accordo con te, ma se rileggete i vostri interventi sembra che stiate portando il nostro amico dall'analogico puro a un automatismo (o semiautomatismo) senza tappe intermedie.
Stiamo parlando di un hobby, un passatempo.....non mi sembra il caso di procedere per tappe forzate. Io per primo gli avevo suggerito di considerare il DCC ma uno ci deve arrivare per scelta motivata e ponderata, o no? :wink:
Avatar utente
Senialas
Messaggi: 129
Iscritto il: lunedì 8 ottobre 2012, 16:50
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Gallarate
Stato: Non connesso

Re: Ristrutturazione in corso

Messaggio da Senialas »

No Mauro. Ti sbagli. La mia intenzione era quella di fargli capire come posare i binari, visto che lo sta facendo, con tutti i collegamenti ( e possibilmente i sezionamenti ) per non rimuoverli il giorno che decidesse di passare al digitale.
Il digitale si può acquisire per tappe, certamente, ma se sai come procedere fai metà fatica.

La mia valutazione sul sw era per Giorgio.

Comunque se io avessi dei nipoti con cui giocare, eviterei di insegnargli una tecnologia del secolo scorso e cercherei di usare quello con cui si dovranno districare nel mondo di oggi e domani.

Ciao
Roberto
Roberto M.

Torna a “SCALA H0”