Come costruire un sinottico

Tutto ciò che è elettricità applicata al fermodellismo.

Moderatori: liftman, roy67

Rispondi
Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » gio nov 29, 2018 10:17 pm

Cari amici, come sapete sto ricostruendo il mio plastico, nel frattempo ne approfitto per portare anche migliorie al vecchio sistema.
La vecchia stazione nascosta, con itinerario automatico, ha ricevuto anche il sistema del "loop - gira convogli".
Tutto questi comandi dovranno essere inseriti sul pannello operatore del sinottico.... Che necessariamente dovrà essere sostituito.
Facendo questo ho pensato a voi... A portare un po' di aria fresca... Come si costruisce un sinottico?

Partiamo però dall'inizio.
Per prima cosa dobbiamo avere ben chiaro tutti i comandi che dovranno esservi inseriti, suddivisi in modo inequivocabile, con ordine logico e semplicità visiva.

Quindi, perdiamo qualche minuto per ragionarvi sopra.
Facciamo un paio di schizzi e quando l'idea ci aggrada, ci piace, la troviamo semplice e funzionale... Si procede.

La prima cosa da fare è avere tutti i componenti per calcolare la dimensione e gli ingombri che deve avere. Tutti i comandi devono starvici senza essere troppo "compressi", troppo vicini fra loro. Con il rischio di urtare un pulsante per premerne un altro, o che sotto vi sia possibilità accidentale di corto circuito.

Lo schizzo di massima lo si crea con un programma di disegno vettoriale (io uso Corel).
Ma procediamo con calma.
Di seguito la stampa della prima versione del pannello di controllo, creata nel 2011.
Sinottico 2.jpg
Dopo un anno decisi di aggiungere la frenata "Lenz ABC" e la inserii nella zona "presenza convoglio"
Sinottico-5.JPG
Già quà c'era "affollamento" di comandi. Ma ci presi la mano e mi abituai alla vicinanza estrema dei comandi fra loro.

Ora, con la scusa di "smonta e rimonta" ho approfittato anche per sistemare ed ordinare il pannello di controllo.
La dimensione del pannello è di 330x260 mm, quindi un semplice foglio A4 non lo copre tutto. Basta farne 2 ed unirli.... :wink:

Quindi ho preparato lo schema e l'ho stampato in due fasi
sinottico staz-nascososta-1.jpg
lato sx
sinottico staz-nascososta-2.jpg
lato dx
Uniti formano un sinottico da 330x260 mm
Quello che segue:
sinottico staz-nascososta.JPG
Continua..........
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » gio nov 29, 2018 10:33 pm

..... Continua.

Nella stampa ho segnato in blu tutti i pulsanti, led, levette, interruttori e quant'altro per avere traccia di dove vanno posizionati.
A questo punto ho preso 2 fogli di policarbonato trasparente, spessore 3 mm, di 350x280 mm, considerando i bordi in alluminio che devono reggerlo, ho tolto la pellicola protettiva bianca da un lato e ho lasciato quella trasparente dall'altro.
Facendo attenzione a non sbagliare lato, ho incollato con scotch (avevo solo nastro isolante, ma va bene comunque) le stampe, opportunamente ritagliate, sul lato senza pellicola, cercando di centrarle il più possibile
1-pannello.jpg
Ho quindi appoggiato sopra l'altro pannello, verificando che il lato con ancora la pellicola protettiva fosse esterno.
2-pannello.jpg
Ho bloccato i due pabnnelli fra loro con nastro isolante in modo che non si potessero muovere, facendo attenzione che fossero ben allineati e paralleli.
Ho tracciato con un righello e pennarello il centro dei fori da eseguire ed ho iniziato forando tutto con una punta da 3,25 mm.
3-pannello.jpg
Dopo ogni 2 o 3 fori univo i pannelli con una vitre di 3 MA, bloccandola con un dado, in modo che serrasse bene, accoppiandoli, i due pannelli.
Ho così proceduto finché non sono stati tracciati tutti i fori da eseguire.

4-pannello.jpg
Continua......
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » ven nov 30, 2018 12:27 am

...... Continua.

Dopo aver preventivamente forato con una piccola punta tutti i punti, ho segnato con un pennarello rosso tutti i fori che devono ospitare un deviatore o interruttore a levetta, che richiede un foro di diametro 6,25 mm.
5-pannello.jpg
Dopo aver verificato bene di non aver commesso errori ho iniziato a forare, seguendo il preforo già praticato e inserendo una vite di 6 MA al posto delle viti di 3 che già avevo inserito. Ora si usano punte più grandi, è meglio bloccare con più forza i due pannelli di policarbonato.
Questo eviterà anche che si crei spazio, causato da bave di taglio, fra i pannelli. Spazio che potrebbe spostare il foglio stampato. :wink:
6-pannello.jpg
Una volta terminati i fori di 6,25 si passa alla punta di 8,25 per i porta-led e s'inizia a forare,eliminando pian piano anche le rimanenti viti di 3 MA.
7-pannello.jpg
8-pannello.jpg
Ora bisogna forare ancor più grande, per i pulsanti della scarica capacitativa (modalità manuale) ed i selettori rotanti, punta diametro 10 mm.
9-pannello.jpg
Ed ecco il nuovo pannello a fianco del vecchio.
E' quasi pronto per sostituirlo, ma c'è ancora tanto lavoro prima che accada.
10-pannello.jpg
Continua.....
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4258
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 44
Stato: Non connesso

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da MrPatato76 » ven nov 30, 2018 10:17 am

Quindi, se ho capito bene, con i potenziometri, selezioni il binario su cui indirizzare il convoglio, giusto?
Altra domanda: come mai hai scelto di rendere escludibile la frenata ABC?
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1846
Iscritto il: lun mar 04, 2013 1:41 pm
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Età: 66
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da marione » ven nov 30, 2018 11:52 am

Lezione a livello universitario,
ma sopratutto chiara e comprensibile!
Grazie mille!

Marione
Mario Mancastroppa

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » ven nov 30, 2018 1:57 pm

MrPatato76 ha scritto:
ven nov 30, 2018 10:17 am
Quindi, se ho capito bene, con i potenziometri, selezioni il binario su cui indirizzare il convoglio, giusto?
No. (sono selettori rotanti e non potenziometri) Se rileggi la discussione del "Gestione automatica itinerari stazione nascosta"... Questa: viewtopic.php?f=117&t=8726
Capirai che è solo in modalità "manuale" che è possibile selezionare su quale binario far fermare il convoglio. In modalità automatico sarà il sistema a decidere su quale binario instradare il convoglio. Una spia a led verde "dirà" solo ove andrà.
MrPatato76 ha scritto:
ven nov 30, 2018 10:17 am
Altra domanda: come mai hai scelto di rendere escludibile la frenata ABC?
Deve essere escludibile, altrimenti non funziona. (spiegato anche questo nella discussione di cui sopra).
Quando il decoder rileva l'asincronia di segnale inizia la frenata, come impostazioni CV, fino a fermarsi. La loco rimane ferma finché il decoder non rileva il segnale sincrono del DCC.
La centrale continua a comandare la loco alla velocità impostata, ma con "imposizione" di frenata.
E' ovvio che per far ripartire la loco quando vogliamo dobbiamo escludere il circuito di "generazione segnale asincrono".
A quel punto la loco riparte, senza toccare la centrale, alla velocità programmata. :wink:

Stassera spero di riuscire a preparare altre foto del proseguio lavori.
Intanto grazie. :D
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » ven nov 30, 2018 9:45 pm

Intanto devo fare un "errata corrige".
La penultima e terz'ultima foto postate non erano quelle che intendevo.
Vabbè... Riprendo da li... :oops:

Iniziando a forare con la punta di 10 mm si ha a che fare con diametri grandi che, come si dice in gergo "prendono sotto". Ovvero impastano il materiale da forare slabrando il foro e incastrandosi fra le bave. Potenzialmente potrebbero spostare i due pannelli fra loro o spostare il foglio "guida".
Bisogna aumentare il diametro delle viti di serraggio dei due pannelli a 10 mm
11-pannello.jpg
12-pannello.jpg
Arrivati a questo punto, lasciando le viti di serraggio bloccate, dobbiamo creare un segno indelebile su un lato.
Segno che servirà per riconoscere il senso di accoppiamento delle due lastre fra loro.

Lo mettiamo in verticale e con la lame del seghetto tracciamo due solchi sul bordo (in luogo invisibile, nascosto)
13-pannello.jpg
Con un pennarello indelebile evidenziamo tali solchi
14-pannello.jpg
poi, sempre con lo stesso pennarello, nella parte interna, segnamo... "la parte interna". Questo perché, quando elimineremo i fogli traccia, perderemo ogni riferimento davanti/dietro, sopra/sotto, destra/sinistra.
15-pannello.jpg
Si. I fogli che abbiamo applicato sono solo delle "maschere di foratura". Vorranno eliminati e messi nuovi, ma ogni cosa a tempo debito.

Ora, però, io devo scollegare il vecchio pannello per avere la possibilità di proseguire.
Abbiate pazienza un poco... :(
16-scollegamento.jpg
17-scollegamento.jpg
18-scollegamento.jpg
Temo che servirà ancora tutto domani pomeriggio per scollegarlo completamente.
Appena fatto riprenderò il "tutorial", se cos' vogliamo chiamarlo.

Continua.....
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » dom dic 02, 2018 1:19 am

..... Continua.

Il vecchio pannello operatore è stato completamente scollegato:
20-scollegamento.jpg
21-scollegamento.jpg
E' giunto il momento di mettere il nuovo pannello al posto del vecchio
23-pannello.jpg
e con un pennarello a punta fine andiamo a segnare i fori della cornice di supporto
24-pannello.jpg
Si forano e filettano (3 MA) e si riappoggia nuovamente al suo posto, avvitandolo alla cornice, 2 viti bastano per tenerlo fermo.
26-pannello.jpg
Ovviamente si segnano i fori dei rimanenti pezzi di cornice e si forano di 2,5 mm
27-pannello.jpg
28-pannello.jpg
Ora possiamo eliminare il nastro che unisce le due lastre, le viti che le serrano e separarle
29-pannello.jpg
30-pannello.jpg
Sappiamo anche qual'è il davanti ed il didietro...... :wink:

Continua.....
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » dom dic 02, 2018 9:22 am

,,,,, Continua.

Ora arriva il momento "dolente", noioso ma indispensabile: Con lo sbavatore a mano bisogna eliminare tutte le bave di foratura che si sono create sulle lastre, in tutti i fori, da entrambe le parti e su tutte due le lastre.
Io uso uno sbavatore a mano. Lo si trova nei magazzini di utensileria professionale, questo:
31-sbavatore.jpg
Si può utilizzare qualsiasi altro tipo di sbavatore, l'importante è che sia "delicato" e che le bave di foratura vengano eliminate.
Tolte le bave puliamo bene da eventuale polvere e trucioli di plastica la parte "interna/dietro" ovvero la faccia su cui si appoggia la stampa del sinottico della lastra che abbiamo marcato "dietro".
Prendiamo un foglio adesivo (quelli dei rotoli del Brico) bianco e ne tagliamo un pezzo che abbondi su ogni lato
32-pannello.jpg
e lo incolliamo sul lato appena pulito, facendo attenzione a non lasciare bolle d'aria, che sia ben steso.
33-pannello.jpg
Con il cutter tagliamo l'eccedenza laterale.
Mi raccomando che la scritta "dietro" deve rimanere all'esterno e leggibile... :wink:
35-pannello.jpg
Ora con lo sbavatore per trapano o una punta da 5 mm andiamo a tagliare il foglio adesivo in prossimità dei fori di 2,5 mm ove va avvitato alla cornice.
36-pannello.jpg
Con il maschio di 3 MA filettiamo tutti i fori di 2,5 mm (due saranno già filettati).

Continua......
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » dom dic 02, 2018 9:55 am

La vecchia stampa si è ovviamente rovinata forando con il trapano, ma si sapeva. Serviva solo per dare indicazione di dove forare.
Ora dobbiamo stamparne una nuova, ma stavolta senza i segni blu della foratura.
Lasceremo solo la "stella" dei selettori, che servirà a darci traccia dei centri di montaggio.
39-sinotticosx.jpg
40-sinotticodx.jpg
Nei fori ove si posizionano i selettori rotanti inseriamo delle puntine da disegno, che escano il più possibile al centro del foro.
37-pannello.jpg
38-pannello.jpg
Appoggiamo le stampe in modo che le puntine escano al centro della "stella" di centraggio
41-pannello.jpg
42-pannello.jpg
Iniziamo ad incollare le stampe con scotch trasparente, mettendo anche (se vogliamo) una scritta a "titolo" del pannello.
43-pannello.jpg
Una volta terminato possiamo verificare controluce se abbiamo allineato bene la stampa sul pannello
44-pannello.jpg
Dopo averla ben pulita nella parte interna, appoggiamo l'altra lastra a serrare il tutto
45-pannello.jpg
e andiamo ad installare il nuovo pannello sulla cornice di supporto, evendo l'accortezza di rimuovere, solo dove necessita, la pellicola trasparente protettiva.
46-pannello.jpg
Ora, delicatamente, con una piccola lima fine, andiamo a tagliare carta e plastica che ostruisce i fori, evendo l'accortezza di mettere di nuovo viti che serrino le due lastre. Se entra polvere, bisogna riaprire e pulire.... :(
47-pannello.jpg
Finché tutti i fori sono stati "aperti" e provati, inserendovi il componente che dovrà esservi ospitato.
48-pannello.jpg
Continua......
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » dom dic 02, 2018 1:39 pm

..... Continua.

Il vecchio pannello può andare definitivamente in pensione.....
49-pannello.jpg
Devo ora preoccuparmi del nuovo (per quanto mi riguarda, avendolo sostituito).
Ora si può eliminare definitivamente la pellicola protettiva da entrambe le lastre, non c'è più il pericolo di graffiarle (non useremo più oggetti accuminati).
50-pannello.jpg
51-pannello.jpg
Possiamo inserire (o per quanto mi riguarda "reinserire") tutti i componenti di comando: pulsanti, deviatori, led, etc....
52-pannello.jpg
Dopo di che si possono collegare come da schema del vostro plastico.

Buon lavoro!

P.S. Io proseguirò la discussione pubblicando anche la riconnessione del sistema.... Ma il pannello è terminato.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
lorelay49
Socio GAS TT
Messaggi: 2643
Iscritto il: ven gen 25, 2013 6:32 pm
Nome: giuliano
Regione: Lombardia
Città: Locate di Triulzi
Ruolo: Moderatore
Età: 70
Stato: Non connesso

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da lorelay49 » dom dic 02, 2018 4:35 pm

Ottimo lavoro Roy aspetto di vedere un filmato una volta collegato e funzionante..... sono curioso [253] [253]
Giuliano

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21739
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da Andrea » dom dic 02, 2018 6:54 pm

Che spettacolo!
Io mi accontenterei di farne uno uguale anche non funzionante. [255]
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » dom dic 02, 2018 9:06 pm

Grazie ragazzi.
L'importante è avere ben chiaro il risultato finale. Sapere cosa ci serve.
Ma è questo il grande problema..... :wink:

Servirà un po' di tempo per la riconnessione del sistema.
Per scollegarlo "tutti i Santi aiutano".. Basta staccare dei fili....

Per ricollegarlo i Santi sono impegnati in "altro". Quindi "tutti quei fili" dovrete ricollegarli dov'erano... Al posto giusto!

Sperate che lo schema di scollegamento che avete fatto..... Sia stato eseguito con cura e precisione! :P :P :P :P :P :P

Ecco l'importanza degli schemi elettrici!

Stassera, alle 20:30, il pannello era così:
53-pannello.jpg
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » mar dic 04, 2018 9:21 pm

Piccolo passo avanti... Altri 10 fili (circa) sono stati ricollegati...
Nella foto si vede anche lo schema spartano che i "professionisti" usano.....

Ragazzi: la penna e un foglio di carta!!!!!!!
54-pannello.jpg
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1846
Iscritto il: lun mar 04, 2013 1:41 pm
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Età: 66
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da marione » mer dic 05, 2018 8:16 am

Cosa darei per ... capirci qualcosa!!!
Nella vita ho sempre maneggiato 'scartoffie', ma vado in difficoltà a cambiare una ... lampadina!!!

Marione
Mario Mancastroppa

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » gio dic 06, 2018 8:35 pm

Marione ti popsso capire. Ognuno ha fatto i propri studi e li ha portati avanti creandosi la propria vita.
Io ho studiato elettronica. Con specializzazione ed esperienza trentennale nei Drive dei motori brushless.
Quel poco che so lo metto a disposizione del forum... e solo del forum.
I vari social possono sbadigliare e sedersi comodi nell'attesa del nulla che avranno.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » ven dic 07, 2018 9:07 pm

Ormai ci siamo. Il pannello è quasi terminato.
Domani gli ultimi controlli e poi s'inizia il collaudo.
Il colleaudo sarà per verificare se tutto funziona come prima..... :wink: :wink: :wink: :wink:
55-pannello.jpg
56-pannello.jpg
Ovviamente manca ancora la "parte nuova":
La gestione dei Loop.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7424
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da giuseppe_risso » sab dic 08, 2018 10:57 am

Mi era sfuggita questa lezione magistrale.
Utilissima!!!!!!!!!!!!!
CHAPEAU

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » sab dic 08, 2018 1:49 pm

Grazie Giuseppe. :D :D
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » sab dic 08, 2018 11:15 pm

Come anticipato sopra stassera ho iniziato il collaudo strumentale del sinottico.
Solo per verificare che tutto funzioni ancora... come prima... :D



Ovviamente mancano le parti di circuito aggiuntivo.
Per quelle vi rimando nelle apposite discussioni, quando i circuiti saranno applicati, collaudati e funzionanti.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
lorelay49
Socio GAS TT
Messaggi: 2643
Iscritto il: ven gen 25, 2013 6:32 pm
Nome: giuliano
Regione: Lombardia
Città: Locate di Triulzi
Ruolo: Moderatore
Età: 70
Stato: Non connesso

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da lorelay49 » dom dic 09, 2018 9:44 am

Bella Roy, bellissimo lavoro [253]
Giuliano

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6365
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Come costruire un sinottico

Messaggio da roy67 » dom dic 09, 2018 1:37 pm

Grazie Giuliano.
Ovviamente, bisogna sempre stere attenti a scollegare circuiti e ricollegarli.
L'errore è sempre in aguato.
Dopo trent'anni di esperienza professionale nel settore.... Posso affermare che è così... :oops: :oops: :oops: :oops: :oops: :oops:

Presto inizierò la preparazione dei circuiti ausiliari di gestione "Loop".
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Rispondi

Torna a “COLLEGAMENTI ELETTRICI”