MINIEXPO :Locomotore LC 350 T di S.V.I

Locomotive - carrozze - carri - altri rotabili.

Moderatore: Fabrizio

Rispondi
Avatar utente
Andrew245
Messaggi: 3322
Iscritto il: lun gen 23, 2012 9:12 pm
Nome: Andrea
Regione: Veneto
Città: Venezia
Età: 59
Stato: Non connesso

MINIEXPO :Locomotore LC 350 T di S.V.I

Messaggio da Andrew245 » dom gen 15, 2017 1:36 pm

- Ciao a tutti ; come promesso, eccoci al secondo appuntamento ; Il modello che vi propongo è la riproduzione di un locomotore appartenente alla società italiana S.V.I : http://www.svi-spa.com/default.asp
Questa società, ha in catalogo un vastissima produzione di rotabili adatti per qualsiasi esigenza negli impieghi speciali delle linee ferroviarie, e tra l'altro, mette voglia di riprodurre diverse cose ; lo trovo questo rotabile molto elegante e curioso :

Immagine

è un locomotore versatile, impiegato per diversi usi, per es. una grande società edile, la Quadrio, ne ha i dotazione due per il trasporto di macerie e detriti edili, attrezature ed altro, come in questo caso :

Immagine

- Ho iniziato come al solito con il mio alluminio rigido da 0,96 mm di spessore ; e un soggetto veramente adatto per le autocostruzioni, le forme squadrate facilitano molto il lavoro :

Immagine


Immagine


Immagine

Ho potuto con vere molle, riprodurne anche le sospensioni, parasala e boccole sono di semplice fattura anche al vero ; il modello fuori tutto, misura 9,5 cm, il rapporto scala, ottenuto come sempre con calcoli e molta attenzione è ottimo, pienamente rispettato, anche confrontandolo con altri modelli ; la sola cosa veramente tediosa di questo modello è stata la verniciatura, la causa è la difficile vernice gialla che come sempre è poco coprente e che mi ha costretto ad un primer di fondo più tre mani leggere di aerografo ma con ulteriori ritocchi qua e la :

Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine

- Proprio per lo spessore dell'alluminio, è stato possibile realizzare tutti i vetri perfettamente a filo ; il metodo che io uso, per tutti i miei modelli, è veramente molto difficile, noiosissimo, avendo eliminato il classico uso dell'acetato da fissarsi internamente che ha spesso lo svantaggio di dare la sensazione di distacco dalle pareti, infatti i trasparenti devono essere - perfettamente incastonati a pressione - nelle rispettive aperture, quindi il taglio delle plastiche deve essere assolutamente perfetto, infine tramite le mascherature , ne ho dipinto le cornici esterne nere ; con i trasferibili a secco R 41 ho potuto realizzare anche le grandi scritte , ottime le dimensioni ; per i fanali, veramente piccoli, invece ho pensato a questa soluzione : in un negozio cinese , ho trovato per qualche euro, un bracciale di bigiotteria, tempestato di finti brillanti ; hanno un diametro di 2 mm, semi piatti e con la superficie poco spigolosa, il risultato finale è stato davvero ottimo, anche come lucentezza, anche perchè sarebbe stato impossibile riprodurre quelli rossi :

Immagine


Immagine


Immagine


Immagine

Internamente ho riprodotto anche il banco di guida , non è molto visibile , ma preferisco che il modello sia completo lo stesso;per la riproduzione con superficie antiscivolo dei gradini , oppure , come in un altro modello la cui pavimentazione presenta questa caratteristica , utilizzo della retina di tulle fissata con un po di pazienza a vernicie o vinavil , l'effeto è uniforme e davvero soddisfacente, oppure talvolta incido lo stesso alluminio .
Per la retina di sfogo sul fumaiolo , ho utilizzato un minuscolo frammento di raso a trama retinata ..facevo difficoltà a ritagliarlo e maneggiarlo...Infine, per fortuna conservavo un po di decals bianche che un mio amico mi aveva regalato, ho così potuto completare il modello .
Come sempre le foto guastano un po tutto il lavoro complessivo eseguito..non c' niente da fare anche perchè poi con la riduzione per essere pubblicate in formato web , va persa tutta la qualità.. :cool: :cool:
-Ecco tutto, prossimo appuntmento , presentazione della draisina ASPA 10 , sempre di SVI :

Immagine

- Grazie a TUTTI dell'attenzione ! :smile: :cool: :cool:
<font color="green">-corretto titolo - </font id="green">

Avatar utente
benigni99
Socio GAS TT
Messaggi: 1129
Iscritto il: dom ago 10, 2014 2:42 pm
Nome: Filippo
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 15
Stato: Non connesso

Messaggio da benigni99 » dom gen 15, 2017 1:45 pm

Immagine:
Immagine
28,74 KB
Filippo Benigni - Il mio canale YouTube - Il mio profilo Instagram

"Imparare a vedere è il tirocinio più lungo in tutte le arti." Edmond De Goncourt

Avatar utente
Andrew245
Messaggi: 3322
Iscritto il: lun gen 23, 2012 9:12 pm
Nome: Andrea
Regione: Veneto
Città: Venezia
Età: 59
Stato: Non connesso

Messaggio da Andrew245 » dom gen 15, 2017 2:11 pm

:grin: ..Grazie mille Filippo ! :cool: :cool: :cool:

Avatar utente
sal727
Messaggi: 3132
Iscritto il: dom apr 26, 2015 5:22 pm
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Connesso

Messaggio da sal727 » dom gen 15, 2017 2:44 pm

Non ci sono parole, propongo Andrea Robassa al premio oscar quale migliore realizzazione ferromodellistica

Immagine
Ciao, Salvatore

Avatar utente
Digtrain
Messaggi: 1598
Iscritto il: gio dic 20, 2012 11:47 pm
Nome: Walter
Regione: Lombardia
Città: Casarile
Età: 60
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Digtrain » dom gen 15, 2017 2:50 pm

Ripeto quanto detto per il Kof!!! :wink:
Walter - Club Modellismo Pavese - Steamtown National Historic Site - Het Spoorwegmuseum Utrech - Loxx Berlino - "Il mio fisico è stato scolpito e modellato nelle migliori trattorie della Lomellina"

Avatar utente
Edo Mazzo
Socio GAS TT
Messaggi: 1680
Iscritto il: mar lug 16, 2013 9:34 pm
Nome: Edoardo
Regione: Veneto
Città: Treviso
Età: 18
Stato: Non connesso

Messaggio da Edo Mazzo » dom gen 15, 2017 2:57 pm

Altra fantastica opera!
Complimenti Andrea :razz:
Edoardo Mazzonetto - Il mio profilo Facebook https://www.facebook.com/edoardo.mazzonetto

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13687
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » dom gen 15, 2017 3:54 pm

Stupendo anche questo modello riprodotto nei minimi dettagli :grin:
Andrea una curiosità, mi immagino che il kof che hai presentato, questo e i successivi siano al momento solo modelli statici ma volendo si potrebbero motorizzare?
Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21211
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » dom gen 15, 2017 4:05 pm

SPLENDIDO! Praticamente identico a quello reale, mi piace molto anche la colorazione.
Il solito reiterauto applauso anche da parte mia. :cool:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Andrew245
Messaggi: 3322
Iscritto il: lun gen 23, 2012 9:12 pm
Nome: Andrea
Regione: Veneto
Città: Venezia
Età: 59
Stato: Non connesso

Messaggio da Andrew245 » dom gen 15, 2017 8:15 pm

[:I][:I] Grazie a Tutti ! Salvatore poi, non so dove è andato a pescare quell'Oscar con la matita !! :cool: :cool:
-Rispondo volentieri anche a Massimiliano : dunque la questione motorizazzione di un modello è una faccenda estremamente complessa per tantissimi motivi ; tutti i miei soggetti scelti, li vedremo, ne sono proprio inadatti, sono troppo piccoli, non ne permettono un sufficiente spazio per la realizzazione ed inserimento ; nell'autocostruzione di un modello bisognerebbe infatti prevedere e riuscire subito, sempre che ci si riesca, a reperire il motore adatto,.... ma ripeto "sempre che "..ma a priori è assolutamente impossibile stabilirlo, se pensiamo poi che per ogni modello che desiderassi costriure, dovrei cercarne il motore.. :cool: la questione si complicherebbe enormemente ; bisogna pensare subito anche ad una facilità di manutenzione con conseguente smontaggio del modello, che poi dovrebbe essere anche di semplice fattura, privo di particolari dettagli che non intralcino l'eventuale smontaggio ; quando acquistiamo un modello in kit, in H0 o N , esso è già progettato e fornito di tutto il necessario per essere funzionante, quindi la faccenda è più facile e di base essi sono realizzati in fotoincisione, quindi con maggior finezza della struttura e possibilità di spazio adeguato internamente, sia per le parti elettriche che meccaniche, mentre il mio metodo è una cosa di gran lunga diversa, e come al solito io essendo un vetrinista-collezionista , non sento l'esigenza di farli girare in un plastico, mi interessa il lato storico di un rotabile e riuscire a costruirne uno particolare, inedito , è già un bel traguardo ed enorme soddisfazione finale; c'è poi un altro fattore da non sottovalutare , bisogna pensare a riuscire a realizzare boccole di perfezione al tornio assoluta e parasale che permettano una perfetta scorrevolezza del modello, un problema difficilissimo, a meno che non si riescano già a reperire queste parti già pre realizzate industrialmente, altrimenti addio modello perfettamente operativo, mentre realizzarli in proprio è una questione complicatissima, da micromeccanica ; ogni modello sin dall'inizio, rappresenta una vera e propria sfida, finchè esso non è completo, non si può dire riuscito, non si può prevederne il risultato finale...finora mi è andata bene , ma un fallmento è sempre in agguato, ed in passato solo a causa di un paio di millimetri in meno della cassa, ho rovinato il modello risultava più corto che comprometteva tutto il resto e che ho ben presto buttato..basta poco, ma non mi va nemmeno di perderci la vita e tempo infinito, solo per riuscire a creare un solo modello eventualmente funzionante, io mi accontento così con lo statico che può far sempre bella figura anche in un eventuale plastico o diorama e credo non sia poco :wink: ! :cool:

Grazie !!

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4370
Iscritto il: gio ott 04, 2012 2:56 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Età: 67
Stato: Non connesso

Messaggio da cararci » dom gen 15, 2017 9:17 pm

Ancora una volta riesci a stupirci con la tua arte, sì perché la tua è proprio arte!

Avatar utente
Andrew245
Messaggi: 3322
Iscritto il: lun gen 23, 2012 9:12 pm
Nome: Andrea
Regione: Veneto
Città: Venezia
Età: 59
Stato: Non connesso

Messaggio da Andrew245 » dom gen 15, 2017 9:24 pm

cararci ha scritto:

Ancora una volta riesci a stupirci con la tua arte, sì perché la tua è proprio arte!

Troppo gentile, detto con vera sincerità , [:I] Grazie infinite , Carlo !!

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9083
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » dom gen 15, 2017 9:32 pm

Modello magnifico! :grin: :wink:
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
sal727
Messaggi: 3132
Iscritto il: dom apr 26, 2015 5:22 pm
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Connesso

Messaggio da sal727 » dom gen 15, 2017 10:10 pm

Andrew245 ha scritto:

[:I][:I] Grazie a Tutti ! Salvatore poi, non so dove è andato a pescare quell'Oscar con la matita !! :cool: :cool:
....

è una nuova statuetta coniata per questo avvenimento :wink:
Ciao, Salvatore

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6351
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » lun gen 16, 2017 12:32 am

Che dire Andrea. Fantastiche realizzazioni.
Avessi saputo cosa bolliva in pentola.....
Tiè una foto scattata qualche tempo fa....

Immagine:
Immagine
78,75 KB
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Indy52
Messaggi: 49
Iscritto il: sab ott 26, 2013 10:06 pm
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Pavia
Età: 67
Stato: Non connesso

Messaggio da Indy52 » lun gen 16, 2017 10:13 am

Andea, tu non finirai mai di stupire !!
Altro modello da Oscar.
Roberto

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11554
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » lun gen 16, 2017 10:59 am

Fantastico !! Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13687
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » lun gen 16, 2017 5:20 pm

Andrew245 ha scritto:

-...Rispondo volentieri anche a Massimiliano : dunque la questione motorizazzione di un modello è una faccenda estremamente complessa per tantissimi motivi ; tutti i miei soggetti scelti, li vedremo, ne sono proprio inadatti, sono troppo piccoli, non ne permettono un sufficiente spazio per la realizzazione ed inserimento ; nell'autocostruzione di un modello bisognerebbe infatti prevedere e riuscire subito, sempre che ci si riesca, a reperire il motore adatto,.... ma ripeto "sempre che "..ma a priori è assolutamente impossibile stabilirlo, se pensiamo poi che per ogni modello che desiderassi costriure, dovrei cercarne il motore.. :cool: la questione si complicherebbe enormemente ; bisogna pensare subito anche ad una facilità di manutenzione con conseguente smontaggio del modello, che poi dovrebbe essere anche di semplice fattura, privo di particolari dettagli che non intralcino l'eventuale smontaggio ; quando acquistiamo un modello in kit, in H0 o N , esso è già progettato e fornito di tutto il necessario per essere funzionante, quindi la faccenda è più facile e di base essi sono realizzati in fotoincisione, quindi con maggior finezza della struttura e possibilità di spazio adeguato internamente, sia per le parti elettriche che meccaniche, mentre il mio metodo è una cosa di gran lunga diversa, e come al solito io essendo un vetrinista-collezionista , non sento l'esigenza di farli girare in un plastico, mi interessa il lato storico di un rotabile e riuscire a costruirne uno particolare, inedito , è già un bel traguardo ed enorme soddisfazione finale; c'è poi un altro fattore da non sottovalutare , bisogna pensare a riuscire a realizzare boccole di perfezione al tornio assoluta e parasale che permettano una perfetta scorrevolezza del modello, un problema difficilissimo, a meno che non si riescano già a reperire queste parti già pre realizzate industrialmente, altrimenti addio modello perfettamente operativo, mentre realizzarli in proprio è una questione complicatissima, da micromeccanica ; ogni modello sin dall'inizio, rappresenta una vera e propria sfida, finchè esso non è completo, non si può dire riuscito, non si può prevederne il risultato finale...finora mi è andata bene , ma un fallmento è sempre in agguato, ed in passato solo a causa di un paio di millimetri in meno della cassa, ho rovinato il modello risultava più corto che comprometteva tutto il resto e che ho ben presto buttato..basta poco, ma non mi va nemmeno di perderci la vita e tempo infinito, solo per riuscire a creare un solo modello eventualmente funzionante, io mi accontento così con lo statico che può far sempre bella figura anche in un eventuale plastico o diorama e credo non sia poco :wink: ! :cool:

Grazie !!


Grazie Andrea per l'esaustiva spiegazione che mi fa comprendere ancora di più la difficoltà realizzativa di un modello, sarà anche solo statico ma rimane un modello eccezionale, io credo che su un diorama un tuo modello addirittura possa solo che valorizzare ulteriormente il lavoro, mi ripeterò all'infinito ma sei BRAVISSIMO!!!! :grin: :grin: :grin:
Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Andrew245
Messaggi: 3322
Iscritto il: lun gen 23, 2012 9:12 pm
Nome: Andrea
Regione: Veneto
Città: Venezia
Età: 59
Stato: Non connesso

Messaggio da Andrew245 » lun gen 16, 2017 8:54 pm

- Ragazzi che posso dire..[:I][:I] rientrare a casa alla sera dopo una gioranata di lavoro e leggere improvisamente i Vostri meravigliosi commenti è più che un onore, immenso :cool: :cool: :cool: - -Sentitamente di cuore, Grazie a TUTTI !

Rispondi

Torna a “AUTOCOSTRUZIONI ED ELABORAZIONI ROTABILI”