Porte aperte al Gas TT

Area relativa all'Associazione "Gruppo Appassionati Scala TT".
Domande, richieste di chiarimenti, informazioni e tutto ciò che riguarda la nostra Associazione.

Moderatore: Andrea

Rispondi
Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Porte aperte al Gas TT

Messaggio da v200 » sab ott 08, 2016 6:51 pm

Leggendo il post topic.asp?rand=3937754&whichpage=0,96&T ... 992#195470
sull' iniziativa personale di Carlo mi è venuta l' idea di creare un evento dove poter esporre esclusivamente il modulare associativo.
Si potrebbe per esempio affittare una palestra o locale adeguato dove poter assemblare il modulare in modo da creare un evento per aumentare la visibilità della scala TT e ovviamente del Club, queste manifestazioni vengono svolte da Club Inglesi che Tedeschi svincolati da manifestazioni generiche ( vedi Novegro) dove certamente si ha una grande affluenza di pubblico ma il modulare associativo diventa un comprimario mentre per l' evento autonomo rimane il protagonista assoluto.
Sempre ragionando per ipotesi, riferendomi al mondo modellistico statico dove avvengono mostre a concorso per autofinanziare il Club organizzatore sarebbe forse utile al GasTT sia per incrementare le proprie finanze che per fare proselitismo.
Come inizio teoricamente si potrebbe organizzare una volta all'anno anche perché rimane un impegno assai gravoso per i soci ma da un lato sarebbe meno gravoso della manifestazione di Novegro come poter avere accesso libero, orari decisi da noi, meno caos burocratico miglior ritorno d' immagine.
Fino ad oggi un evento simile qui da noi non è contemplato di solito un plastico sociale viene esposto in un evento generico assieme ad altri modulari e mai dedicato esclusivamente a un modulare.
Mi rendo conto che organizzare non è una passeggiata, richiede molto impegno specialmente a un gruppo ridotto per la parte manageriale.
Già solo trovare il posto per l' evento crea difficoltà, oltre che la logistica non deve essere molto lontano dalla sede il che comporta non avere tutti i soci disponibili nelle varie fasi di lavoro ( escluso montaggio/smontaggio dove si può programmare una presenza maggiore), oltre per forza di cose avere una località prestabilita molto distante per alcuni di noi.
Ho aperto questa discussione per ragionarci sopra , evidenziando i vari problemi e la effettiva probabilità di riuscita.
Cosa ne pensate?
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1758
Iscritto il: lun mar 04, 2013 1:41 pm
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Età: 65
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marione » sab ott 08, 2016 8:12 pm

Tu, in qualità di proponente, ci saresti :wink: :wink: :wink: ?

Marione
Mario Mancastroppa

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » sab ott 08, 2016 9:37 pm

Infatti ho aperto questa discussione per capire se sia una idea fattibile o no, come idea qualcuna avendo organizzato mostre di modellismo statico in seno al mio vecchio club.
Il problema qui a Torino e capire con chi poter interagire visto che siamo pochini.
Altro fattore critico forse quello più importante da dove partire, la sede e a Segrate quindi di logica la mostra o evento andrebbe fatto li vicino per questioni logistiche ma ciò comporta che causa le distanze tra i soci alcuni non potrebbero dare un supporto attivo se non si intervengano i soci lombardi il gruppo più numeroso con maggiori possibilità di organizzarsi.
Come vedete il preambolo si presenta spinoso, quali soci si possono fare carico di questa ipotetica iniziativa? È giusto incaricare solo un ristretto gruppo?
Creare un evento di un club canonico oggettivamente rimane meno complicato di un Club i cui soci sono sparsi sul territorio nazionale e si relazionano tramite il Web, oltremodo dovendo gestire l' evento sul territorio cittadino implica meno difficoltà di organizzarsi tra i soci che la realtà del GasTT.
Vero non conosco le dinamiche con cui si appronta la presenza del modulare a Novegro e sono interessato alle esperienze dei soci che vi partecipano quindi sotto parliamone un po.
In linea di massima una mano la posso dare, ma prima cosa più importante e capire se ci sia la fattibilità concreta di creare qualcosa e non fare castelli in aria.
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
SteaMarco
Socio GAS TT
Messaggi: 831
Iscritto il: dom dic 06, 2015 8:30 am
Nome: Marco
Regione: Piemonte
Città: Moncalieri
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da SteaMarco » sab ott 08, 2016 11:49 pm

Rieccomi!

Tanto visto che non ho niente da fare... [xx(]

Se ti può interessare Roby io conosco il vicacapo del CMT che proprio questo fine settimana stanno esponendo http://www.cmtonline.it/cmtonline.it/Benvenuto.html

Magari si può fare qualcosa insieme, penso loro di si, se SieTTe interessati Vi posso mettere in contatto, io ho solo il tempo di fare questo.

L'anno scorso hanno anche partecipato all'interno di Torino Comix c'era una marea di gente. La mostra di ora ad esempio ha anche ospiti stranieri...

Ciao Marco

<font color="red">Messaggio spostato.</font id="red">
Marco - Non è il mezzo che fà la differenza ma l'uomo

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21299
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » dom ott 09, 2016 9:58 am

Come già accennato, l'idea è buona ed in passato avevamo già fatto alcune riflessioni.
Non è comunque semplice organizzare un evento simile per svariati motivi, in primis la disponibilità di uno spazio.
Un piccolo passo è già stato fatto con l'iscrizione all'Albo delle Associazioni di Segrate il che ci darà la possibilità di avviare una collaborazione con il Comune stesso.
Ne avevo parlato qui:
topic.asp?TOPIC_ID=13633
Non è comunque facile relazionarsi con il Comune per via dei vari aspetti burocratici che ho avuto modo di testare sul campo ed ai quali sono piuttosto allergico.
Personalmente mi sento di escludere l'organizzazione di un simile evento, distante dalla sede.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » dom ott 09, 2016 11:40 am

Appunto per la logistica spostarsi troppo causa non pochi inconvenienti.
Come accennato da Andrea appoggiarsi a un comune implica una dose di burocrazia notevole, forse meglio affittare una palestra o cercare in un oratorio ad esempio qui tramite l'oratorio dei Salesiani si tiene una borsa scambio.
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4041
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » dom ott 09, 2016 5:08 pm

Mah...esporre un plastico senza avere una manifestazione che attiri gente penso sia uno sforzo inutile.
Marco Devincenzi che ha organizzato l'evento di Mantova sa cosa significa...
Soldi, tempo, fatica, aspetti logistici e soprattutto burocratici che sono capaci di farti passare la voglia.....
Serve il posto giusto, l'occasione giusta e soprattutto gli agganci giusti in comune.....vero Marco?
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
sal727
Messaggi: 3182
Iscritto il: dom apr 26, 2015 5:22 pm
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Non connesso

Messaggio da sal727 » dom ott 09, 2016 5:43 pm

Vorrei esprimere anche la mia opinione in merito.
Certo che per far si che il pubblico ti conosca bisogna presenziare il maggior numero di manifestazioni ferromodellistiche, questo certamente comporta un dispendio di energie ed anche economico, se ci si vuole concentrare in una esposizione esclusiva della scala, in primis bisogna crederci, certamente il primo approccio sarà un flop anche perchè qui in italia la scala TT non è supportata dai commercianti, non ha rotabili italiani e questo incide molto, per far si che ci sia un minimo di pubblico bisognerebbe abbinarla ad un qualche altro evento che attiri, tipo una borsa scambio.
Ad inizio mese sono andato a quella organizzata qui a Bologna ed ho notato un discreto numero di espositori quasi tutti in H0 solo uno aveva anche la scala Z, e penso che siano sempre quelli che le girano tutte basta contattarli, come partecipazione di pubblico non posso esprimermi perchè ci sono andato in ora di pranzo, comunque chi le frequenta può essere più preciso di me, per es. ho letto che a prato la fanno due volte all'anno.
Sul posto concordo che sia vicino alla sede che comporta meno problemi di trasporto dei moduli, escluderei il coinvolgimento del comune, secondo me a parte il lato burocratico lo stesso cerca di avere un tornaconto di immagine, per cui rimangono le strutture esterne, ci sono società sportive ed enti che hanno a disposizione dei locali idonei, poi bisogna fare una pubblicità a tappeto su riviste e luoghi idonei, un lavoro piuttosto grande da valutare.
Ciao, Salvatore

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4041
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » lun ott 10, 2016 8:09 am

sal727 ha scritto:

Vorrei esprimere anche la mia opinione in merito.
Certo che per far si che il pubblico ti conosca bisogna presenziare il maggior numero di manifestazioni ferromodellistiche, questo certamente comporta un dispendio di energie ed anche economico, se ci si vuole concentrare in una esposizione esclusiva della scala, in primis bisogna crederci, certamente il primo approccio sarà un flop anche perchè qui in italia la scala TT non è supportata dai commercianti, non ha rotabili italiani e questo incide molto, per far si che ci sia un minimo di pubblico bisognerebbe abbinarla ad un qualche altro evento che attiri, tipo una borsa scambio.
Ad inizio mese sono andato a quella organizzata qui a Bologna ed ho notato un discreto numero di espositori quasi tutti in H0 solo uno aveva anche la scala Z, e penso che siano sempre quelli che le girano tutte basta contattarli, come partecipazione di pubblico non posso esprimermi perchè ci sono andato in ora di pranzo, comunque chi le frequenta può essere più preciso di me, per es. ho letto che a prato la fanno due volte all'anno.
Sul posto concordo che sia vicino alla sede che comporta meno problemi di trasporto dei moduli, escluderei il coinvolgimento del comune, secondo me a parte il lato burocratico lo stesso cerca di avere un tornaconto di immagine, per cui rimangono le strutture esterne, ci sono società sportive ed enti che hanno a disposizione dei locali idonei, poi bisogna fare una pubblicità a tappeto su riviste e luoghi idonei, un lavoro piuttosto grande da valutare.


Non tratta solo di scala TT o Z o altre meno conosciute.
Il problema è che questo genere di eventi, se non inserito in un contesto più ampio che muova n mila persone, attirerà si e no 4 gatti.
Si è vero gli spazi si possono anche trovare, ma bisogna chiedere permessi, pagare autorizzazioni, chiedere l'elemosina ai comuni dove si vuole organizzare...e solitamente chi gestisce un impianto sportivo comunale o meno, tende a dare più spazio a manifestazioni che interessano ai gestori...e il modellismo in generale, e ferroviario in particolare, non rientra tra questi (commenti basati sulle mie esperienze personali...)
Tanto per dirtene una: ieri ho incontrato a Saronno uno degli organizzatori della mostra di Como dello scorso anno: alla domanda se anche quest'anno si ripeterà la manifestazione la risposta è stata" la location è già stata prenotata dalla Chicco (!!!!) stiamo vedendo di trovare un altro posto, ma visto i costi e il lavoro da fare non siamo sicuri di ripetere l'evento".
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4115
Iscritto il: mer mag 02, 2012 9:07 pm
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Età: 48
Stato: Non connesso

Messaggio da saverD445 » lun ott 10, 2016 9:35 am

Certo che creare un evento non è cosa semplice è come dice Roberto , se non si è all'interno di un altro evento che attrae visitatori, è difficile che solo un plastico ( in qualsiasi scala ) possa fare da calamita .

Poi leggendo bene il post di Carlo (cararci ) , lui è stato invitato da Minimondo per il loro 6° anniversario, dunque sono loro che hanno creato e faranno l'evento con invito a Carlo e presumo altri del mondo modellistico.
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Avatar utente
sal727
Messaggi: 3182
Iscritto il: dom apr 26, 2015 5:22 pm
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Non connesso

Messaggio da sal727 » lun ott 10, 2016 11:09 am

Nella mia opinione da esterno, non credo di aver affermato che sia una cosa semplice, ho avuto modo di organizzare un evento anni fa a livello locale e so che problematiche ci sono, mi sembra di aver capito che l'intenzione è di aumentare l'intreresse per la scala TT, bene come ho scritto bisogna frequentare manifestazioni modellistiche già avviate, Roberto mi pare che diciamo la stessa cosa :smile: , è evidente che il dispendio di energie è alto, però col tempo darebbe i suoi riscontri e mi ripeto bisogna crederci e non gettare la spugna, altrimenti non serve a nulla.
Un ottimo risultato ve lo da il forum che ha già raggiunto un buon livello di frequentazione con ascesa anno per anno.
Ciao, Salvatore

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4041
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » lun ott 10, 2016 11:26 am

Si Sal stiamo dicendo le stesse cose :grin: .
Io ci credo ed è per questo che sono qui....
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4382
Iscritto il: gio ott 04, 2012 2:56 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Età: 68
Stato: Non connesso

Messaggio da cararci » lun ott 10, 2016 11:57 am

Bene ha fatto Roberto a ricordare le fatiche di Ercole di Marco De Vincenzi per organizzare la mostra a Mantova, o meglio nel vicino comune di S. Giorgio, e i risultati modesti, non certo per colpa sua, ma di chi avrebbe dovuto dare risalto all'evento. A Cornuda le cose sono andate diversamente, ma proprio perché sia il Comune, sia la Proloco hanno sostenuto e pubblicizzato l'evento, al quale era collegata anche una festa dell'uva, favorito dal transito di un treno su gomma che percorreva le vie della cittadina e raccoglieva il pubblico.
Abbiamo queste possibilità? E su quanti soci sicuri si potrebbe contare che si rimbocchino materialmente e duramente le mani?
Non conosco le possibilità della sede, ma se gli spazi lo permettessero forse sarebbe meglio pensare a cinque, sei occasioni in cui si aprono le porte al pubblico, che non sarebbero le folle impossibili da gestire.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » lun ott 10, 2016 12:40 pm

L'evento dovrebbe essere centrato sul GasTT e il suo plastico ,
ricreare una cosa come Novegro ( molto in piccolo ) dove si mischia di tutto non sarebbe la mia idea anzi si ripropone il problema di non avere la visibilità cercata.
Al massimo abbinare una mostra scambio che attira sempre non pochi modellisti
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Rispondi

Torna a “ASSOCIAZIONE GAS TT (AREA PUBBLICA)”