Il solito problema del ... cappio

Il sistema tradizionale di gestione locomotive e plastico.

Moderatore: roy67

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9055
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da adobel55 » ven gen 17, 2020 5:39 pm

Attenzione, se l'alimentatore non viene invertito il senso di marcia si crea un corto.
Per questo serve il sezionamento e il diodo a protezione.
Secondo me serve un semplice interruttore on off che prende corrente dal binario a destra del sezionamento e lo porta al centro del binario sezionato.
Quando off la loco si ferma, cambi polarità all'alimentatore, metti on l' interruttore il binario sezionato si alimenta e la loco parte.
Così sei sicuro di cambiare polarità all'alimentatore.
Spero di aver spiegato bene

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2312
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » ven gen 17, 2020 5:42 pm

E allora fai così. Come ha suggerito Adolfo fai una diramazione dall'uscita del ponte diodi con un interruttore bipolare per alimentare il piccolo tratto rimasto isolato. Spero che nello schema io abbia rispettato le polarità, se ho sbagliato correggi!
Allegati
cappio2.jpg
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9055
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da adobel55 » ven gen 17, 2020 5:59 pm

Comunque una prova invertendo il diodo la farei.

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » ven gen 17, 2020 6:00 pm

o forse intendi dire che devo togliere le scarpette dal lato dello scambio..? Poi provo ad invertire il diodo..
Marco

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » ven gen 17, 2020 6:03 pm

adobel55 ha scritto:
ven gen 17, 2020 5:39 pm
Attenzione, se l'alimentatore non viene invertito il senso di marcia si crea un corto.
Per questo serve il sezionamento e il diodo a protezione.
Secondo me serve un semplice interruttore on off che prende corrente dal binario a destra del sezionamento e lo porta al centro del binario sezionato.
Quando off la loco si ferma, cambi polarità all'alimentatore, metti on l' interruttore il binario sezionato si alimenta e la loco parte.
Così sei sicuro di cambiare polarità all'alimentatore.
Spero di aver spiegato bene
Probabilmente questa è la soluzione migliore… stasera o domani provo ad invertire il diodo.. altrimenti passerò all'interruttore
PS. L'interruttore va messo a monte o a valle del ponte diodi?
Marco

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9055
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da adobel55 » ven gen 17, 2020 6:12 pm

Io lo metterei dopo il ponte diodi

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9055
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da adobel55 » ven gen 17, 2020 6:38 pm

Attenzione, se la loco trova corrente invertita potrebbe bruciarsi il motore.
Farei la prova con un led con una resistenza con due fili da posare sui binari o con un tester.
Il led di fatto è un diodo è vuole essere alimentato da un polo positivo ed uno negativo sempre nella stessa direzione.
Quindi. Come test andrebbe benissimo

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2312
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » ven gen 17, 2020 7:10 pm

Fra ponte diodi e binari, ovvero dopo il ponte diodi (guarda lo schema).
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » lun gen 20, 2020 11:58 pm

Ho realizzato il cappio secondo i vostri consigli, con l'interruttore per alimentare il tratto neutro. Funziona ed è esattamente ciò che volevo: utilizzare il cappio anche come binario di ricovero. Ho riscontrato invece molte difficoltà per la brasatura dei cavi di alimentazione sui binari roco geoline. Infatti i piccoli fori a sezione quadrata nella massicciata sotto i binari mettono a dura prova le mie scarse capacità e la mia pazienza.. ;-)
Marco

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2312
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » mar gen 21, 2020 12:55 am

Per questo motivo avvito sul piano del plastico delle linguette elastiche che aderiscono sulle scarpette di giunzione delle rotaie: non c'è neanche bisogno di saldature. Se ti interessa ti mando un disegno. Comunque a pag. 35 di

https://www.viaggiofantastico.it/images ... apozza.pdf

si vede com'è fatto (ed è in scala N)
Ciao!!! Complimenti per il risultato ottenuto!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4521
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Edgardo_Rosatti » mar gen 21, 2020 1:09 am

Se posso darti qualche consiglio per la brasatura non usare mai la pasta salda con piccoli pezzi come binari o modelli in fotoincisione.
Usa sempre un filo di lega stagno piombio 60/40 con disossidante incorporato.
Lo si trova in tutti i negozzi di componenti elettronici.

La temperatura del saldatore è molto importante e varia anch'essa in base alla lavorazione da effettuare.
L'ideale è avere un sadatore medio piccolo (25/50 watt) e uno a fiamma con gas per accendini.

Ciao
ED

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9055
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da adobel55 » mar gen 21, 2020 7:39 am

Bene Marco mi fa piacere che si è risolto il problema del cappio.
Per la saldatura tieni presente il consiglio di Edgardo.
Interessante la soluzione di Francesco a cui chiedo: nel tempo regge ad eventuali ossidazioni ?
Ciao

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2312
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » mar gen 21, 2020 10:58 am

Loro reggono alle ossidazioni! Invece mi danno problemi di ossidazione i connettori a vite, sull'alimentatore a monte, fuori dai binari, sempre artigianali! Dovrebbe essere il contrario! Bah!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » mar gen 21, 2020 5:50 pm

Grazie ancora. Buona l'idea delle linguette, ma ho paura che con i roco geoline la faccenda diventi ancor più complicata della brasatura.. il problema è la piccolissima superficie utilizzabile per le brasature sottoplancia.. sembrano fatti apposta per scoraggiare soluzioni artigianali ed obbligare all'acquisto dei connettori Roco.. Comunque non demordo
Marco

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2312
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » mar gen 21, 2020 6:36 pm

Già, la massicciata. Si complica la cosa! La penso come te, Marco (ma quanto sono permalooooso!!!! [245] )
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9575
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da v200 » mer gen 22, 2020 12:30 am

Con un trapanino è una fresa asporti il materiale plastico in eccesso, poi abradi leggermente la rotaia per eliminare un po di nichelatura e potrai saldare con più comodità. Terminato con stucco episodico bi componente riempi il buco lasciando fuoriuscire i cavetti.
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » gio gen 23, 2020 6:51 pm

v200 ha scritto:
mer gen 22, 2020 12:30 am
Con un trapanino è una fresa asporti il materiale plastico in eccesso, poi abradi leggermente la rotaia per eliminare un po di nichelatura e potrai saldare con più comodità. Terminato con stucco episodico bi componente riempi il buco lasciando fuoriuscire i cavetti.
Cosa non fa l'esperienza!! :D

Allora oso con un'altra domanda: per fare i vari sezionamenti è sufficiente isolare una rotaia (es. la fase) o è meglio isolare entrambi i binari? Nel primo caso mi basterebbe una saldatura..
Marco

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2312
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » gio gen 23, 2020 9:15 pm

Io in questo caso le isolerei tutte e due, perché nel cappio corrono polarità contrapposte!
Ciao!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » gio gen 23, 2020 9:50 pm

Criss Amon ha scritto:
gio gen 23, 2020 9:15 pm
Io in questo caso le isolerei tutte e due, perché nel cappio corrono polarità contrapposte!
Ciao!!
Nel cappio ho seguito esattamente lo schema che mi avete suggerito, e va benissimo. Mi riferivo invece a tutti i sezionamenti di binari di precedenza e ricovero, che poi posso isolare con interruttore
Marco

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2312
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Criss Amon » gio gen 23, 2020 11:07 pm

Scusa, ho capito male. Lì basta un solo polo, a meno che non vuoi creare un'inversione di marcia sul tratto sezionato, ma non mi pare!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9575
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da v200 » ven gen 24, 2020 5:51 pm

Basta una rotaia, per comodità personale scelgo sempre l'interna ( verso il centro del plastico ) in modo da avere un metodo unico facilmente distinguibile. saldatura sempre sulla faccia esterna della rotaia o sullo zoccolo inferiore , mai internamente per non intralciare il rotolamento dei bordini ruote
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Aleph62
Messaggi: 20
Iscritto il: gio ago 29, 2019 10:34 pm
Nome: Marco
Regione: Lombardia
Città: Cologno Monzese
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Il solito problema del ... cappio

Messaggio da Aleph62 » sab gen 25, 2020 8:55 am

v200 ha scritto:
ven gen 24, 2020 5:51 pm
Basta una rotaia, per comodità personale scelgo sempre l'interna ( verso il centro del plastico ) in modo da avere un metodo unico facilmente distinguibile. saldatura sempre sulla faccia esterna della rotaia o sullo zoccolo inferiore , mai internamente per non intralciare il rotolamento dei bordini ruote
Grazie. Nel mio caso, utilizzando i binari geoline con massicciata, ho fatto esattamente quello che mi avevi consigliato, togliendo un piccolo pezzo della plastica sottoplancia con una minifresa, così da avere lo spazio sufficiente per la brasatura, che resta nella parte inferiore della rotaia. Così ho ottenuto una saldatura efficace in 5 minuti, invece che in un'ora di tentativi con continue saldature a freddo da dover rifare ogni volta.
Marco

Rispondi

Torna a “ANALOGICO”