Fondazione FS

Locomotive, carri, carrozze, servizi ferroviari e treni in generale.

Moderatori: Fabrizio, MrMassy86

Rispondi
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9789
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Fondazione FS

Messaggio da Fabrizio » mer mar 06, 2013 6:24 pm

E' stata formalizzata oggi la nascita della Fondazione FS, un enteche si occuperà della gestione del patrimonio storico delle ormai defunte Ferrovie Dello Stato. L'ente si occuperà degli archivi, delle infrastrutture e dei rotabili.

Dal sito di Fsitaliane

Roma, 6 marzo 2013 – Nasce la Fondazione FS Italiane, un’iniziativa della capogruppo Ferrovie dello Stato Italiane, di Trenitalia e Rete Ferroviaria Italiana, con lo scopo di valorizzare e preservare l’inestimabile patrimonio storico, tecnico, ingegneristico e industriale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, in modo da consegnarlo integro alle generazioni future, come importante memoria condivisa di progresso e coesione dell’unità nazionale.
Le tre Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane conferiranno alla neonata Fondazione circa 200 rotabili del “parco storico operativo”, costruiti nella prima metà del ‘900 ed ancora funzionanti, oltre 50 mezzi storici non in esercizio custoditi nel Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa nonché l’intera dotazione libraria ed archivistica del Gruppo.
L’obiettivo della Fondazione FS Italiane non è quello di celebrare il passato ma dare impulso nel Paese alla riscoperta della storia delle ferrovie nazionali divulgandone la cultura, valorizzando il Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa, una struttura museale unica nel suo genere, organizzando l’attività di treni storico-turistici. Grazie al personale altamente specializzato, la Fondazione metterà inoltre a disposizione l’expertise del Gruppo su aspetti di “archeologia industriale” che in Italia nessun’altra impresa ferroviaria è in grado di mettere in campo.
Particolarmente importante sarà la gestione degli archivi storici: migliaia di fascicoli di carattere cartografico e fotografico relativi a progetti di ponti, gallerie e linee ferroviarie; disegni, progetti e immagini fotografiche di locomotive e veicoli storici; la più grande raccolta fotografica e audio-video – anche cinematografica – di tema ferroviario presente oggi in Italia. Collezione, quest’ultima, che già nel 2000 ha ricevuto il riconoscimento del Ministero dei Beni Culturali.


Si spera che questo ente funzioni a dovere e sappia sfruttare il grosso patrimonio ferroviario storico presente in Italia, che se ben gestito (linee, documenti e materiale rotabile) potrebbe diventare una fonte di sviluppo e di cambiamento per favorire il rilancio di un economia che ormai, a mio parere, richiede un rinnovamento e un cambio di vedute.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Marco
Messaggi: 970
Iscritto il: ven ott 28, 2011 9:22 am
Nome: Marco
Regione: Liguria
Città: Savona
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da Marco » mer mar 06, 2013 7:00 pm

Questa si che è una bella notizia!
Le nostre FS meritano di essere valorizzate, :grin:
Marco

Avatar utente
cf69
Messaggi: 2002
Iscritto il: ven gen 20, 2012 1:37 pm
Nome: Fabio
Regione: Sicilia
Città: Palermo
Età: 50
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da cf69 » mer mar 06, 2013 7:07 pm

Speriamo che non succeda come al solito, soldi spesi e buttati alle ortiche!
Volendo essere positivi... è una bella notizia
Fabio Cuccia - La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché! (Albert Einstein)
La Mia “Sottostazione Elettrica F.S.” - La Mia "PACIFIC 6001 P.L.M." - Il Mio Canale Youtube

Avatar utente
Fulvio Zanda
Messaggi: 1341
Iscritto il: mar mag 15, 2012 1:55 pm
Nome: Fulvio
Regione: Lombardia
Città: Morengo
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Fulvio Zanda » mer mar 06, 2013 8:39 pm

Io quando sento la parola " Fondazione " rabbrividisco.

ciao

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6336
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » mer mar 06, 2013 8:55 pm

Fulvio Zanda ha scritto:

Io quando sento la parola " Fondazione " rabbrividisco.

ciao


Concordo. Il più delle volte vuole significare "Scaviamo una bella buca e seppelliamo tutto.. sotto tonnellate di cemento" :grin:

Ma non sempre...

Speriamo che sia veramente qualcosa di "ben fatto".

In Germania, da decenni, esistono archivi "di fabbrica" di moltissime locomotive, costruite fin nel lontano 1885.... Locomotive che nessuno conosce tanto meno ne ha mai sentito parlare, in quanto... Smantellate nel 1901. :wink:
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9789
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » mer mar 06, 2013 9:14 pm

Se si occupassero di valorizzare il patrimonio storico con musei, treni storici da far circolare su linee caratteristiche dal punto di vista paesaggistico, magari in collaborazione con i tour operator, per proporre pacchetti turistici/enogastronomici ai ricchi turisti esteri (anche ai cinesi che ci portano via le industrie, ma potrebbero venire qui come turisti) secondo me si potrebbe addirittura svolgere un attività redditizia. Ma si sa...dalla teoria alla pratica c'è sempre tanta strada. Molto più probabile che succeda come per il museo di Pietrarsa.... tante inaugurazioni in pompa magna, soldi spesi e rotabili pitturati alla belle meglio sopra i buchi di ruggine.
Fabrizio Borca

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4515
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 58
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marioscd » mer mar 06, 2013 9:33 pm

speriamo bene... io da altre fonti, molto attendibili, sapevo che buona parte del patrimonio documentale e tecnico storico delle FS e delle precedenti amministrazioni fosse già stato... alienato (termine gentile per dire "buttato nella monnezza...").
comunque speriamo bene...

ciao
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
Gigi
Socio GAS TT
Messaggi: 399
Iscritto il: mar set 04, 2012 11:37 am
Nome: Luigi
Regione: Piemonte
Città: S.Michele M.vi'
Età: 67
Stato: Non connesso

Messaggio da Gigi » gio mar 07, 2013 5:49 am

Concordo pienamente con Eurostar. Salutissimi a tutti.
Luigi Bocchiardo

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11465
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 54
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » gio mar 07, 2013 1:44 pm

E' giusto che alle FS sia riconosciuto e dato il giusto valore che hanno assunto nel tempo al di la del reale ruolo preposto....... Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
guidoetr302
Messaggi: 13
Iscritto il: dom mar 10, 2013 8:07 am
Nome: guido
Regione: Veneto
Città: verona
Età: 51
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da guidoetr302 » dom mar 10, 2013 11:13 pm

Gentili Moderatori del sito,
sono alla ricerca di tutte le possibili informazioni utili concernenti la neo-nata struttura Fondazione Fs italiane. Una vostra cortese e gradita visita al sito web www.etr302.web44.net, sito dedicato alla salvaguardia degli etr storici Vi farà comprendere il motivo di questa richiesta.

http://www.etr302.web44.net/

Buon lavoro a tutti Voi.
Guido da verona
Guido

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9789
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » lun mar 11, 2013 12:09 am

Ciao Guido, ho visitato il tuo sito e commentano sulla discussione che hai creato. Purtroppo almeno io non so nulla di più di quanto si può apprendere dai media relativamente alla Fondazione FS. Su altri forum qualcuno ne parla bene e qualcuno sostiene che sia solo l'ennesima "fondazione all'italiana". Io non posso far altro che sperare in un positivo evolversi della situazione.

Ciao

Fabrizio

P.S. ho aggiunto il link diretto attivo nei messaggi, per facilitare i lettori.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9789
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » mar lug 02, 2013 8:39 pm

Da oggi, 2 Luglio 2013, è operativa la fondazione FS Italiane

FS ITALIANE, OPERATIVA LA “FONDAZIONE”
PER PROMUOVERE IL PATRIMONIO FERROVIARIO NAZIONALE
Il primo CdA, presieduto da Mauro Moretti, ha nominato direttore Luigi Cantamessa.
Gestirà il museo ferroviario, le biblioteche, gli archivi e tutto il vastissimo repertorio fotografico e audiovisivo di FS Italiane per promuovere nel Paese la cultura ferroviaria
Tra le attività l’organizzazione di treni storico/turistici per la riscoperta con il turismo “dolce” della provincia italiana

Roma, 2 luglio 2013

Diventa operativa la Fondazione FS Italiane.
Oggi, nel corso del primo Consiglio di Amministrazione della neonata Fondazione, presieduto da Mauro Moretti, è stato nominato Direttore Luigi Cantamessa.
La missione della Fondazione FS, costituita il 6 marzo, è quella di promuovere, valorizzare e divulgare l’immenso patrimonio del Gruppo FS Italiane, composto da treni storici, beni bibliotecari e archivistici, oltre ai materiali audiovisivi.
La Fondazione FS Italiane diventa quindi operativa, in un mese ricco di significato per il mondo ferroviario nazionale. Nel luglio del 1905, infatti, le Ferrovie dello Stato rilevarono la gestione delle reti ferroviarie del Regno d’Italia: Adriatica, Mediterranea e Sicula.
L’obiettivo della Fondazione FS Italiane, nel cui board siedono con Mauro Moretti anche Michele Mario Elia e Vincenzo Soprano, AD rispettivamente delle due altre Società fondatrici (Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia), non è quello di celebrare il passato ma dare impulso nel Paese alla riscoperta della storia delle ferrovie nazionali divulgandone la cultura, valorizzando il Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa, struttura museale unica nel suo genere, organizzando l’attività di treni storico-turistici, “gioielli di famiglia” del Gruppo FS Italiane, perfettamente restaurati e funzionanti, che in circa 10 regioni italiane con i treni d’epoca consentono la riscoperta dell’Italia “minore” dai paesaggi mozzafiato, agli itinerari alternativi per un turismo “dolce” nella provincia italiana.
Grazie a un team giovane, motivato, con grandi competenze tecniche e altamente specializzato, la Fondazione metterà inoltre a disposizione l’expertise del Gruppo FS Italiane su pregiati aspetti di “archeologia industriale”.
Il team è guidato da Luigi Cantamessa, ingegnere, 35enne, nel Gruppo dal 2003, profondo conoscitore della storia ferroviaria italiana e con una grande passione per i treni. Laureato in Ingegneria dei Trasporti al Politecnico di Milano ha frequentato un corso di alto perfezionamento in Economia e Management delle Infrastrutture e dei Trasporti alla Scuola di Direzione Aziendale della Università Bocconi di Milano.
Tre gli ambiti operativi della Fondazione FS: “Servizio Rotabili Storici”, che gestirà l’attività relativa ai 200 mezzi storici ancora operativi; “Servizio Archivi e Biblioteca”, che gestirà gli archivi cartacei e audiovisivi e la biblioteca; e “Servizio Infrastrutture e Musei” che curerà anche il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, nelle ex officine borboniche dell’Opificio Meccanico e Pirotecnico.
Con la Fondazione FS Italiane, uffici e archivi sono a Roma a Villa Patrizi (in Piazza della Croce Rossa) da sempre Sede di Ferrovie dello Stato, il patrimonio storico, fino ad oggi custodito dalle diverse Società del Gruppo, confluisce in un unico grande Archivio. Il patrimonio bibliotecario si compone di oltre 50mila volumi: monografie, collane e riviste, dall’epoca preunitaria ai giorni nostri.
Il patrimonio archivistico raccoglie i documenti dell’Archivio storico “Servizio Lavori e Costruzioni” e dell’Archivio Disegni, ex Servizio Materiale e Trazione.
Vasto anche il repertorio documentale dell’Archivio audiovisivi: oltre 500mila foto bianco e nero e a colori, con una vasta sezione di lastre in vetro realizzate dagli anni ’20 agli anni ’40 del Novecento; 3.500 cassette video; 3.000 pellicole cinematografiche realizzate dal Dopoguerra fino agli anni ’70; e foto e filmati digitali in HD.
Nel Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, a Napoli Portici, sono esposte numerose locomotive, carrozze: dalla Bayard, all’ex carrozza reale; dalle littorine alle mitiche carrozze “Centoporte”; dai modellini dei treni antesignani dell’Alta Velocità: Arlecchino e Settebello, alla più varia oggettistica ferroviaria e ai suggestivi arredi d’epoca.

Fonte: www.fsitaliane.it

http://www.fsnews.it/cms-file/allegati/ ... one_FS.pdf
Fabrizio Borca

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7296
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 73
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » mar lug 02, 2013 11:18 pm

Bella notizia, speriamo ripristino la possibilità di ottenere copia dei disegni in loro possesso.

Avatar utente
Hochaxige
Messaggi: 123
Iscritto il: dom mag 19, 2013 11:37 am
Nome: ANDREA
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 61
Stato: Non connesso

Messaggio da Hochaxige » mar lug 02, 2013 11:21 pm

1) non vedo traccia dei fondi
2) 200 veicoli credo esistano solo sulla carta
3) so per certo che molto materiale del M&T ha fatto una brutta fine
4) chiunque sia stato a Pietrarsa ha visto le condizioni dei veicoli e dei modelli
5) i punti da 2) a 4) dipendono dal punto 1) e stiamo parlando di cifre da 5 a 6 zeri di investimento...
Andrea

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8245
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » mar lug 02, 2013 11:47 pm

Su un po di ottimismo.
Conosco personalmente il neo direttore Cantamessa e vi posso garantire che ha un entusiasmo immenso ed è la persona giusta per portare avanti la mission della Fondazione.
Certo non sarà facile, molto dipenderà dai soci fondatori, ma faccio i miei migliori auguri per una buona riuscita.
Spero di poter dare il mio contributo perché farò parte del gruppo che si interesserà degli aspetti informatici applicati ai processi amministrativi e gestionali.
Un saluto a tutti.

Avatar utente
fabio
Messaggi: 1155
Iscritto il: lun dic 17, 2012 2:16 pm
Nome: fabio
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da fabio » mer lug 03, 2013 12:40 am

adobel55 ha scritto:

farò parte del gruppo che si interesserà degli aspetti informatici applicati ai processi amministrativi e gestionali.
Un saluto a tutti.

bene,almeno sappiamo che un settore funzionerà di certo :wink:
Fabio - plastico H0 epoca II-III -

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4515
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 58
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marioscd » mer lug 03, 2013 9:16 am

bene Adolfo! allora sarai la nostra "talpa" all'interno della fondazione! Ci terrai informati su tutto...

ciao!
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8245
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » mer lug 03, 2013 1:17 pm

guidoetr302 ha scritto:

Gentili Moderatori del sito,
sono alla ricerca di tutte le possibili informazioni utili concernenti la neo-nata struttura Fondazione Fs italiane. Una vostra cortese e gradita visita al sito web www.etr302.web44.net, sito dedicato alla salvaguardia degli etr storici Vi farà comprendere il motivo di questa richiesta.

http://www.etr302.web44.net/

Buon lavoro a tutti Voi.
Guido da verona


Per quanto concerne ETR302 ti posso dare due notizie, una buona ed una cattiva.
L'arlecchino sarà ristrutturato e rimesso in circolazione, mentre il settebello è in condizioni troppo disastrate e la ristrutturazione sarebbe troppo pesante.
Lo stato di abbandono a fatto si che gli interni fossero tutti saccheggiati e rovinati, in pratica sono rimasti solo i carrelli e le casse.
Ciao.
Adolfo

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8245
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » mer lug 03, 2013 1:19 pm

Hochaxige ha scritto:

1) non vedo traccia dei fondi
2) 200 veicoli credo esistano solo sulla carta
3) so per certo che molto materiale del M&T ha fatto una brutta fine
4) chiunque sia stato a Pietrarsa ha visto le condizioni dei veicoli e dei modelli
5) i punti da 2) a 4) dipendono dal punto 1) e stiamo parlando di cifre da 5 a 6 zeri di investimento...


Posso affermare con certezza che i 200 rotabili esistono, e la Fondazione ha un fondo di dotazione per espletare le sue attività che saranno di duplice finalità:
1) di carattere istituzionale
2) di carattere commerciale

Per Pietrarsa purtroppo il discorso si fa complicato, la location non gioca a favore del mantenimento dei rotabili e delle strutture.
La vicinanza del mare fa si che la salsedine corroda qualsiasi cosa di metallo in tempi molto brevi e l'attività di manutenzione risulta esserne aggravata in termini di cicli di manutenzione che di costi.
E' previsto un'intervento di manutenzione e la possibilità di accedere al Museo tre giorni la settimana, Venrdì-sabato e domenica.
Ciao

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8245
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » mer lug 03, 2013 1:26 pm

Per quanto attiene ai disegni tecnici dei rotabili, sono fruibili tramite apposita richiesta e posso fare da tramite verso la Fondazione per avanzare le richieste purchè provenienti da privati.
E' previsto un percorso di tre anni in cui tutto l'archivio cartaceo sarà trsformato in multimediale e messo a disposizione di tutti con accesso da internet.
E' prevista la ristrutturazione del plastico Brunetti "Plastico dei 100 treni" conservato a Pietrarsa e non escludo che vi possa chiedere aiuto.
Saluti.

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9789
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » mer lug 03, 2013 2:14 pm

Ciao Adolfo, finalmente c'è qualcuno che ci da notizie certe e anche buone. Mi fa piacere che potrai fare da tramite e soprattutto potrai fornirci tante notizie da fonte attendibile :wink: . Infatti purtroppo nella maggior parte dei casi noi appassionati (almeno nel mio caso) possiamo solo fare riferimento a quanto i normali organi di comunicazione mettono in circolazione.

Ciao

Fabrizio
Fabrizio Borca

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8245
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » mer lug 03, 2013 3:20 pm

Giusto per informativa, uno dei macchinisti della locomotiva 685-196 che traina il treno storico dell'evento 150 anni adriatica tra Ancona e Pescara è proprio Luigi Cantamessa il neo Direttore Generale della Fondazione FS.
L'ho riconosciuto dal filmato di Enrico.
Ciao a tutti.
Adolfo

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4515
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 58
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marioscd » mer lug 03, 2013 3:48 pm

bene, questo mi consola che ogni tanto riescono a mettere qualcuno giusto nei vertici aziendali... speriamo che venga anche lasciato libero di agire e che abbia adeguati fondi...

ciao
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
manovratore
Messaggi: 31
Iscritto il: mar giu 11, 2013 5:44 pm
Nome: Oreste
Regione: Piemonte
Città: Re
Età: 49
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da manovratore » mer lug 03, 2013 5:30 pm

amici ho votato pure io per la petizione speriamo bene
Oreste

Avatar utente
Hochaxige
Messaggi: 123
Iscritto il: dom mag 19, 2013 11:37 am
Nome: ANDREA
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 61
Stato: Non connesso

Messaggio da Hochaxige » mer lug 03, 2013 10:26 pm

Grazie per le cortesi risposte, Adolfo! Senza nulla togliere all'entusiasmo ed alla voglia del DG (termine peraltro curioso) della Fondazione, a Firenze si dice che: "Senza illesi un' si lallera!" Insomma, se le FS non hanno concesso un sostanzioso fondo di dotazione, il solo entusiasmo non basterà, ahimè!

PS: confermo che Pietrarsa, così com'è ora, andrebbe (purtroppo) dismesso ed i veicoli ricoverati in località dove siano più fruibili, prima che diventino un mucchio di ruggine :((
Andrea

Rispondi

Torna a “MATERIALE ROTABILE E CIRCOLAZIONE FERROVIARIA”