E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Locomotive - carrozze - carri - altri rotabili.

Moderatore: Fabrizio

Rispondi
Avatar utente
claudio_62
Messaggi: 31
Iscritto il: lun dic 11, 2017 10:46 pm
Nome: Claudio
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 57
Stato: Non connesso

E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Messaggio da claudio_62 » sab ago 18, 2018 9:11 pm

Tra i vari rotabili italiani con alimentazione a terza rotaia, mi appassiona la “storia” dell’E320, che ebbe vita breve ma… intensa.
Realizzato in 5 esemplari nel 1912, detenne, per un breve periodo, il record mondiale di potenza per una locomotiva a corrente continua.
Primo prototipo di locomotiva in c.c. per servizio pesante, risultò meccanicamente poco affidabile e non ebbe una lunga vita operativa, fu soppiantato dagli E321 (1923) che ne costituirono l’evoluzione tecnologica.
Inoltre, per la messa in servizio di queste macchine da 1200 kW continuativi, l’intero sistema di alimentazione della ferrovia Milano-Varese-Porto Ceresio era stato aggiornato in modo radicale già nel 1911: la centrale termoelettrica di Tornavento (VA) era al limite e l’intera ferrovia era stata alimentata dalla centrale idroelettrica di Varzo (VB).

Esteticamente mi piace ed ho deciso di realizzarlo, con costruzione in latta.
Non disponendo di libri e/o riviste, ho dovuto arrangiarmi con quanto ho trovato sul web: alcune fotografie d’epoca e la scheda tecnica.
Ho anche cercato nei vari forum, alla ricerca di prodotti artigianali od autocostruzioni, ma non sono stato capace di trovare nulla.
Ho realizzato un disegno “ragionato” delle sole parti visibili nelle foto d’epoca, nella consapevolezza che molti elementi avevano dimensioni simili a quelle dell’E321.
Ovviamente il risultato è da ritenersi “di fantasia” perché le incertezze sono una quantità impressionante, in molti punti ho dovuto “addomesticare” le misure con criterio di proporzionalità, riferendomi ad una fotografia presa di lato, in modo quasi perpendicolare.
lato 1.jpg
lato 2.jpg
fronte 1.jpg
fronte 2.jpg
tetto.jpg
Anche per questo modellino ho “pescato” a piene mani dalla scatola dei pezzi accantonati.
Ruote grandi, alberi, bussole, blocchi di calettatura, perni di biella, respingenti e fanali li avevo già.

Delle 5 macchine esistite, ho scelto la 002 per la particolare forma delle scalette di accesso, con le lastre di protezione ripiegate verso l’esterno e non piatte, utilissime per introdurre un rinforzo strutturale senza doverne aumentare lo spessore.
Ciò mi è utile per renderle mobili con richiamo a molla, per agevolare la circolazione su curve strette.
scaletta.jpg
I carrelli di estremità sono… modellistici, del tipo bissel, con assali a razze da Gr 691 RR vintage e molla pressoria.
carrello.jpg
I pattini sono… così così, usando latta tagliata e ripiegata non riesco a realizzarli meglio.
pattini.jpg
Per utilizzare un motore un po’ grosso che già avevo, ho scelto la scala 1 : 80, limitandomi a riprodurre gli elementi… alla mia portata!
Balestre, sistema frenante e tubazioni sotto la cassa sono rimasti sul disegno (parzialmente disegnati, perché poco visibili sulle foto).
Ho solo riprodotto un serbatoio ed una finzione del sistema di presa di moto dall’asse laterale (purtroppo l’ho saldato in posizione errata, ma mi sono accorto… facendo le foto!).
serbatoio.jpg
presa moto.jpg
L’ingranaggio di trazione è calettato sull’asse cieco sotto il motore e la trasmissione del moto avviene tramite le bielle di accoppiamento, volutamente surdimensionate per non renderle troppo fragili.
Le prese di corrente sono le solite finzioni dei tubi lanciasabbia.
Il cerchione delle ruote è di rame ed il contatto è migliore sulla superfice di rotolamento perché resta pulita con l’uso.
telaio.jpg
bielle.jpg
Per lo schema di verniciatura ho usato il rosso anche per tutti gli elementi posti sopra il tetto, perché non asportabili (personalmente ignoro il colore dei serbatoi e delle pareti verticali della struttura centrale, erano rossi o neri? Boh!).
Inoltre, i contrappesi del biellismo li ho lasciati al naturale, in alluminio senza pittura (si notano meglio così).

Nel complesso, seppure riprodotto in modo parziale, senza vetri (devo recuperare l’acetato), con misure un po’ abbondanti (alto per le dimensioni del motore), con qualche “pecca” di montaggio e con qualche elemento… in scala 0, pur realizzato con qualità mediocre e con una pittura “da panico”, somiglia alla macchina ritratta nelle fotografie.
Personalmente sono molto soddisfatto, sopra tutto per avere terminato il lavoro senza troppi intoppi.


Claudio
Claudio

Avatar utente
fabio
Messaggi: 1168
Iscritto il: lun dic 17, 2012 2:16 pm
Nome: fabio
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Messaggio da fabio » sab ago 18, 2018 11:56 pm

non conosco la locomotiva in questione,però mi sembra ben proporzionata e ben realizzata.

e poi un lavoro del genere :shock: merita comunque un 10 e lode .
bravo
Fabio - plastico H0 epoca II-III -
GFRS Gruppo Fermodellistico Romano Sogliola

Avatar utente
robiravasi62
Messaggi: 912
Iscritto il: mar dic 30, 2014 11:49 am
Nome: roberto
Regione: Lombardia
Città: belgioioso
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Messaggio da robiravasi62 » dom ago 19, 2018 7:53 am

Sempre bravo
Roberto

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13772
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Messaggio da MrMassy86 » dom ago 19, 2018 10:06 am

Complimenti, anche questo è un bel modello!!!
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
claudio_62
Messaggi: 31
Iscritto il: lun dic 11, 2017 10:46 pm
Nome: Claudio
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Messaggio da claudio_62 » lun ago 20, 2018 11:34 pm

Vi ringrazio Tutti!

Claudio
Claudio

Avatar utente
red
Messaggi: 434
Iscritto il: gio nov 21, 2013 7:34 am
Nome: rosati
Regione: Lazio
Città: vetralla
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Messaggio da red » mar ago 21, 2018 2:28 pm

E' il genere di autocostruzioni che mi piacciono...... disegno , taglio della lamiera fantasia per la motorizzazione.... complimenti.
Pietro

Avatar utente
claudio_62
Messaggi: 31
Iscritto il: lun dic 11, 2017 10:46 pm
Nome: Claudio
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Messaggio da claudio_62 » mar ago 21, 2018 11:07 pm

Pietro, grazie anche a te e complimenti per il tuo bellissimo lavoro dedicato alle ferrovie vicinali!

Claudio
Claudio

Avatar utente
trissa
Messaggi: 175
Iscritto il: sab dic 22, 2012 3:14 pm
Nome: antonio
Regione: Lazio
Città: tivoli
Età: 69
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Messaggio da trissa » lun ago 27, 2018 10:26 pm

Bellissimo , Claudio questi sono i lavori che mi piacciono di più.
Anch'io stavo osservando questa macchina con l'intento di riprodurla.
Sei stato davvero molto bravo il lavoro non era affatto semplice.
Saluti Antonio

Avatar utente
claudio_62
Messaggi: 31
Iscritto il: lun dic 11, 2017 10:46 pm
Nome: Claudio
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Messaggio da claudio_62 » mar ago 28, 2018 10:06 pm

Antonio, ringrazio anche tu.

Claudio
Claudio

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11614
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Messaggio da Egidio » mer ago 29, 2018 10:01 am

Letto solo ora. Bel post. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano

Avatar utente
claudio_62
Messaggi: 31
Iscritto il: lun dic 11, 2017 10:46 pm
Nome: Claudio
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: E320 002 quasi di fantasia, scala 1 : 80

Messaggio da claudio_62 » gio ago 30, 2018 12:26 am

Grazie anche a te, Egidio.
Alla prossima.

Claudio
Claudio

Rispondi

Torna a “AUTOCOSTRUZIONI ED ELABORAZIONI ROTABILI”