Viaggio: Torino-Cuneo

Recensioni di viaggi in treno, esperienze relative ai treni, libri ed articoli tecnici riguardanti il mondo delle ferrovie reali.

Moderatore: Fabrizio

Rispondi
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9749
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Connesso

Viaggio: Torino-Cuneo

Messaggio da Fabrizio » sab feb 04, 2017 7:21 pm

Breve resoconto di un viaggio, da Torino a Cuneo.

Immagine

Il giorno sabato 4 febbraio 2017, utilizzo il treno per raggiungere, da Torino, Cuneo. Le città sono collegate da treni Regionali Veloci e Regionali, con cadenza oraria tra le 4:21 e le 23:25. I treni Regionali veloci, con frequenza bioraria, collegano direttamente Cuneo con Torino, mentre i treni Regionali prevedono il cambio a Fossano. Nel complesso, un treno ogni ora, collega le due città.

Per raggiungere Cuneo utilizzo il treno Regionale Veloce 10205, previsto in partenza da Torino Porta Nuova alle 9:25. Acquisto il biglietto, sette minuti prima della partenza, tramite la applicazione per smartphone.

Il treno è una composizione di 5 vetture Medie Distanze e sempilota tipo X, il tutto trainato da una E 464, che si presenta in testa al treno a Torino. Il treno è in ordine e pulito, la temperatura a bordo delle carrozze variabile a seconda della vettura. Prendo posto in una vettura tipo Medie Distanze a vestiboli d'estremità, la cui temperatura interna è lievemente elevata. Il treno è composto da vetture tipo MDVE e MDVC, quasi tutte le tipo ristrutturato ad eccezione di una carrozza a vestiboli centrali MDVC. La vettura semipilota è una tipo X.

Interni carrozza tipo MDVE ristrutturata
Immagine
108,23 KB

Interni vettura tipo MDVC non ristrutturata
Immagine
95,67 KB


Interni vettura semipilota tipo X. Queste vetture sempilota sono state costruite sulla base di carrozze tipo X nei primi anni 2000.
Immagine
112,73 KB


Il treno parte in orario alle 9:25, quindi usciamo dalla stazione di Torino Porta Nuova e ci dirigiamo verso la stazione di smistamento, per arrivare quindi a Torino Lingotto, unica fermata prevista dell'area metropolitana.


La E 403.007, giunta a Torino Porta Nuova in testa al treno Intercity Notte da Salerno
Immagine
129,29 KB

Ripartiamo da Torino Lingotto e quindi ci dirigiamo verso Trofarello, dove le linee Torino-Genova e Torino-Savona si separano. Il nostro treno si immette sulla linea per Savona e viaggia ad una velocità sempre compresa tra 130 e 140 km/h. A differenza dei treni del Servizio Ferroviario Metropolitano, i treni Regionali Veloci, non effettuano fermate nell'area metropolitana, quindi attraversiamo senza fermate le stazioni di Moncalieri, Trofarello e Villastellone, per giungere quindi a Carmagnola dopo circa 20 minuti di viaggio. Questi treni sono anche utili per connettere direttamente ed in breve tempo Carmagnola, un importante centro della provincia, con il capoluogo.

La giornata è umida e nebbiosa, piove a tratti e la temperatura esterna è di circa 6°C. A bordo del treno sono disponibili prese elettriche ai posti e sono diffusi annunci audio riguardo le prossime fermate, i treni in coincidenza e la regolarizzazione dei biglietti a bordo.Non sono disponibili monitor informativi. La frequentazione, nella giornata di Sabato mattina, è scarsa.


Frazione Rivera di Trofarello
Immagine

Poco prima di Racconigi si notano gli stabilimenti della Monfer, azienda del commercio di cereali che ha qui uno stabilimento raccordato alla rete, che movimenta un certo numero di carri tramoggia, abbastanza noti e diffusi per via della vistosa scritta presente sulle fiancate.

Attraversiamo senza fermata la stazione di Racconigi, quindi arriviamo a Cavallermaggiore, dove il treno effettua fermata essendo prevista la coincidenza con i treni per Bra.

Ripartiamo da Cavallermaggiore e giungiamo quindi a Savigliano, dove giungiamo in orario alle 10:03. A Savigliano hanno sede gli stabilimenti della Alstom, dove sono prodotti i treni "Pendolino" e Coradia. Lo stabilimento è raccordato alla rete nella stazione di Savigliano. In stazione, a Savigliano, è anche ricoverato lo spazzaneve a turbina S 244.003 del deposito di Torino Smistamento.

Ripartiti da Savigliano costeggiamo la sede del Museo Ferroviario Piemontese, dove si trovano accantonati diversi materiali storici, tra cui due locomotive D 341 e l'autortreno sperimentale FIAT ATR 410, che è ben in vista a lato della ferrovia.

Paesaggio tra Savigliano e Fossano.
Immagine

Cascina tipica della pianura cuneese. La zona rurale attraversata è ricca di attività agricole, allevamenti e industrie alimentari
Immagine

Poco prima di giungere a Fossano, si nota sulla destra il raccordo merci verso la zona industriale di Cussanio, dove diverse aziende hanno dei raccordi con la ferrovia. Una di queste è la Mangimi Veronesi, altra azienda che movimenta carri tramoggia, abbastanza diffusi in queste zone.

A Fossano, principale centro che tocchiamo lungo il viaggio, inizia la linea ferroviaria Fossano-Cuneo, su cui ci immettiamo subito dopo essere ripartiti. Qui la ferrovia è a binario unico è ammette velocità massime inferiori alla ferrovia Torino-Savona. L'unica stazione fra Fossano e Cuneo è Centallo, dove giungiamo alle 10:26, con 5 minuti di ritardo.

Ripartiamo da Centallo e arriviamo quindi nei pressi di Cuneo, che raggiungiamo attraversando il Viadotto Soleri. Questo viadotto, realizzato tra il 1913 e il 1937, è percorso sia dalla ferrovia che dalla strada statale e consente di superare il fiume Stura di Demonte, per giungere sull'altipiano dove sorge la città. Il treno giunge a Cuneo alle 10:38, con due minuti di ritardo.

Fiume Stura di Demonte dal viadotto Soleri
Immagine
48,97 KB

La stazione di Cuneo è dotata di diversi binari passanti per il servizio passeggeri, nonché di uno scalo merci, attivo sopratutto per la gestione dei treni merci verso il mulino di Busca, la cartiera di Verzuolo e i traffici di acqua in bottiglia dallo stabilimento di Vinadio. Lo scalo merci ha la particolarità di essere elettrificato con mensole del tipo "ex-trifase", derivanti dalla trasformazione da corrente alternata trifase a continua avvenuto nel 1973. Un tempo Cuneo era sede di Deposito Locomotive e qui giungevano le linee da Fossano (Torino), Mondovì , Saluzzo e Limone Piemonte/Ventimiglia. Ad oggi rimangono operative le linee verso Fossano/Torino e Limone, la tratta verso Saluzzo, in trazione termica, è utilizzata solo per il traffico merci, mentre la linea per Mondovì è sospesa dall'esercizio. Un tempo, la stazione di Cuneo, era quella di Cuneo Gesso, stazione che si trova sul fondovalle e lungo la linea per Mondovì. Anche la stazione di Cuneo Gesso è sospesa all'esercizio, così come tutti i raccordi verso la stazione di Cuneo altipiano (Cuneo).

Linee e stazioni di Cuneo. La linea Cuneo-Mondovì e la stazione di Cuneo Gesso sono sospese all'esercizio. La Cuneo-Saluzzo è interessata dal solo traffico merci.
Immagine
59,21 KB

Nello scalo merci di Cuneo sono presenti diversi carri, tra i quali numerosi carri chiusi, carri tramoggia e carri a per il trasporto legname. Lo scalo di Cuneo movimenta anche alcuni treni di carri chiusi che trasportano acqua, proveniente via camion dagli stabilimenti di imbottigliamento di Vinadio (acque Lurisia e San'Anna).

Scalo merci di Cuneo con elettrificazione con mensole ex trifase, carri per trasporto legname per Verzuolo e tramogge verso stabilimento Mangimi Veronesi
Immagine

Immagine

Carri tipo Hbbins
Immagine
104,15 KB

D 445 per i traffici verso Saluzzo/Verzuolo
Immagine

Alle ore 11:10 circa, giunge da Torino Orbassano il treno merci MRV 50915 (Merci Rapido Vuoti), trainato da una E 652 e con in composizione diversi carri chiusi vuoti e una D 445 di rimando. I carri vuoti, in maggioranza di tipo a due assi Hbbins ma anche del tipo a carrelli Habils, verranno caricati con acqua in bottiglia proveniente dagli stabilimenti di Vinadio e successivamente saranno nuovamente inoltrati verso Torino Orbassano.

La D 445, invece, serve per i traffici sulla linea non elettrificata per Saluzzo. I principali utilizzatori di questa linea sono i treni merci verso la cartiera di Verzuolo e il mulino di Busca. La linea Cuneo-Saluzzo prosegue poi per Savigliano, ricongiungendosi quindi alla Torino-Savona nella stazione di Savigliano e creando un itinerario alternativo tra Cuneo e Torino.

Immagine

Anche la stazione di Savigliano, che abbiamo attraversato arrivando a Cuneo, è caratterizzata dalla presenza di mezzi diesel per l'esercizio sulla linea verso Saluzzo. Anche la linea Saluzzo-Savigliano è interessata dal solo traffico merci verso la cartiera Burgo di Verzuolo. A Savigliano era presente una locomotiva diesel D 100 della società Captrain, che si occupa di trasporto legname verso la cartiera.

Stazione di Cuneo
Immagine

Immagine

La tratta tra Torino e Cuneo richiede 1 ora e 11 minuti per 90 km di percorrenza. Il treno ha effettuato fermate a Torino Lingotto, Carmagnola, Cavallermaggiore, Savigliano, Fossano, Centallo. Il prezzo del biglietto è di 7 euro. I tempi di percorrenza sono in linea con quelli stradali, mentre l'organizzazione del servizio, prevede treni Regionali con cambio a Fossano e Regionali Veloci diretti. I treni Regionali effettuano, a seconda del tipo, anche tutte le fermate intermedie. I treni Regionali Veloci diretti non effettuano fermate nell'area metropolitana e, al di fuori della stessa, solo le fermate di Carmagnola, Cavallermaggiore (treni per/da Bra), Savigliano, Fossano e Centallo, collegando Torino e Cuneo in un ora e 10 minuti.
Fabrizio Borca

Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1695
Iscritto il: lun mar 04, 2013 1:41 pm
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Età: 65
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marione » sab feb 04, 2017 8:25 pm

Bellissimo e bravissimo:
hai la 'poesia' di rendere un viaggio su un 'semplice'
Regionale .... un viaggio da favola !

Grazie

Marione
Mario Mancastroppa

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9749
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Connesso

Messaggio da Fabrizio » sab feb 04, 2017 8:54 pm

Grazie Marione. Da quando ho dismesso l'auto, uso abbastanza frequentemente il treno anche per gli spostamenti di breve raggio. Da questa esperienza mi è venuto in mente che avrei potuto organizzare brevi gite di una mattinata per "esplorare" anche le linee qui nei dintorni. Quando è per lavoro, fra una cosa e l'altra, non è possibile osservare bene tutto, ma nel tempo libero si. Si tratta di semplici ed economici giretti organizzabili in una mattinata e la cosa mi sta piacendo abbastanza.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 20999
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » dom feb 05, 2017 9:54 am

Nonostante il tempaccio, credo sia stata una bella gita.
Sempre ben fatti questi reportage!
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13536
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 32
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » dom feb 05, 2017 4:43 pm

Ottimo resoconto di viaggio come sempre, letto con piacere :cool:
Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
benigni99
Socio GAS TT
Messaggi: 1129
Iscritto il: dom ago 10, 2014 2:42 pm
Nome: Filippo
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 15
Stato: Non connesso

Messaggio da benigni99 » dom feb 05, 2017 9:02 pm

Davvero un bel Viaggetto!!
Filippo Benigni - Il mio canale YouTube - Il mio profilo Instagram

"Imparare a vedere è il tirocinio più lungo in tutte le arti." Edmond De Goncourt

Rispondi

Torna a “RECENSIONI DI FERROVIE REALI”