Come inserire una nuova loco col Multimaus

Il sistema digitale (DCC) applicato al modellismo ferroviario.

Moderatori: roy67, marioscd

Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5203
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 62
Stato: Non connesso

Come inserire una nuova loco col Multimaus

Messaggio da Docdelburg » dom nov 04, 2012 4:46 pm

Riporto qui una mini guida che avevo fatto tempo fa e che credo possa essere utile ai nuovi adepti del digitale.

<font color="red">Come inserire una nuova locomotiva nel Multimaus con relative verifiche di funzionamento e variazione della CV1.</font id="red">

Iniziamo dall'ABC e facciamo delle rapide prove di funzionamento.

Il Multimaus, come tutte le centrali digitali, invia dei comandi ad un certo indirizzo, così come col telefono cellulare chiamiamo un certo numero e solo quello risponde. Il numero (o indirizzo) della locomotiva è dato dal valore della CV1 (Configurazione Variabile 1) impostata nel decoder della locomotiva. Di qui la necessità di dare ad ogni loco un indirizzo diverso per poter comandare quella e solo quella loco.

Poniamo la locomotiva già munita di decoder sul binario collegato al Multimaus. Sul binario ci deve essere solo quella loco e nessun'altra.

Di default, cioè di fabbrica, la loco ha come indirizzo CV1=3, quindi se si vuole immediatamente provare a farla muovere dobbiamo mandare comandi all'indirizzo CV1=3. Procedere in questo senso:
A) premiamo e tieniamo premuto il tasto "SHIFT" (in basso a sinistra con freccia verso l'alto) e quindi il tasto con il simbolo "SCAMBIO/LOCO" (a destra sotto la manopola rotonda, a sinistra del tasto OK).
B) dovrebbe comparire al display "LXXXX" cioè L e quattro cifre; se non ci siamo già, portiamoci fino a "L0003" usando i tasti freccia in alto a destra e sinistra del tasto "STOP" sotto il display.
Quando al display avremo "L0003" proviamo a ruotare la manopola rotonda in uno dei due sensi e la loco dovrebbe muoversi.

In questo modo abbiamo predisposto il Multimaus a comandare una qualsiasi loco che abbia semplicemente l'indirizzo CV1=3. Proviamo anche ad accendere/spegnere le luci con il tasto "OK".

Nel caso non fosse successo nulla, riprogrammiamo la CV1 con questa procedura rapida:
1) premiamo e tieniamo premuto il tasto "MENU" e quindi il tasto "1".
- dovrebbe comparire al display "V 3" con il numero 3 che lampeggia, segno che stiamo per programmare la CV1.
2) digitiamo il numero "3" e quindi "OK".
- dovrebbe per un attimo comparire la scritta "PROG" e quindi sparire e contemporaneamente la loco dovrebbe fare un piccolo movimento o accendere momentaneamente le luci.
Se eseguita correttamente, la procedura ha dato valore "3" alla CV1.

Proviamo a ripetere quindi i punti A) e B) per verificare che la loco funzioni e risponda ai comandi.

Queste procedure, variando il numero "3" da dare alla CV1 con un valore a vostro piacimento, permettono una rapida variazione dell'indirizzo della loco e conseguente verifica del funzionamento.

Segue....
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po

"La prossima volta che nasco ateo, lo faccio in un paese dove quelli che credono in Dio credono in un Dio felice" Hubert Reeves

Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5203
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 62
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » dom nov 04, 2012 4:49 pm

Veniamo ora alla memorizzazione di una loco nel Multimaus così da poterla comodamente e facilmente richiamare durante l'esercizio.

Immaginiamo di memorizzare una locomotiva FS E444R a cui vogliamo dare indirizzo 7.

Di nuovo porre la loco (e solo quella) sul binario collegato al Multimaus.

A display posizioniamoci sulla scritta "NUOV?". Se siamo ancora su "L0003" (o altro valore) pigiamo contemporaneamente "Shift" e il tasto "deviatoi/loco". Se a display ci sono altre voci, spostarsi con i tasti freccia (a lato del tasto STOP) fino alla dicitura "NUOV?"

1) digitare "OK"
2)a display comparirà il cursore lampeggiante alla base del primo di 5 caratteri per denominare quella loco; pigiare due volte il tasto 3 (E) e attendere che il cursore si sposti sul secondo carattere, digitare quattro volte il tasto 4 (4) e così via fino a scrivere E444R e quindi digitare "OK"
3)a display comparirà la scritta "L....3", digitare l'indirizzo scelto, cioè 7 e digitare "OK"
4)a display comparirà FS 128 che indica gli steps di regolazione della velocità (con i tasti freccia si possono scegliere i valori 14, 28 e 128). Lasciare la scritta FS 128 e confermare sempre con "OK"

Alla fine della procedura la loco non darà nessun segno (scatto o accensione delle luci). A questo punto, anche muovendo la manopola rotonda la loco non risponderà ai comandi, in quanto avete solo memorizzato quella loco nel Multimaus e nulla più. Occorre ora configurare la CV1 con valore 7 e quindi:

- premiamo e tieniamo premuto il tasto "MENU" e quindi il tasto "1" (dovrebbe comparire al display "V 3" con il numero 3 che lampeggia, segno che stiamo per programmare la CV1)
- digitiamo il numero "7" e quindi "OK" (dovrebbe per un attimo comparire la scritta "PROG" e quindi sparire e contemporaneamente la loco dovrebbe fare un piccolo movimento o accendere momentaneamente le luci)

Se eseguita correttamente, la procedura ha dato valore "7" alla CV1

A questo punto, con la scritta E444R a display, muovendo la manopola rotonda, la loco dovrebbe regolarmente avviarsi.
Per passare da una loco memorizzata ad un'altra, spostarsi tra le sigle con i tasti freccia (a lato del tasto STOP).

Per passare dalla sigla della loco (in questo caso E444R) al relativo numero di indirizzo (in questo caso L0007) premere "Shift" e "tasto deviatoi/loco" e viceversa.
Quindi se avete sul binario una loco non memorizzata di cui conoscete la CV1 usate il sistema "L0000", analogamente se avete una loco memorizzata e non vi ricordate la CV1, posizionatevi sulla sigla della loco e passate alla modalità indirizzo.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po

"La prossima volta che nasco ateo, lo faccio in un paese dove quelli che credono in Dio credono in un Dio felice" Hubert Reeves

Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5203
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 62
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » dom nov 04, 2012 4:53 pm

<center></center><font color="red">VARIANTE</font id="red">

Quando si programmano i decoder di automotrici che abbiano delle rimorchiate procedere in questo senso:

- dotare anche le unità folli (non motorizzate) di decoder, magari di tipo economico (Hornby) o di tipo "funzioni".

- eseguire le procedure di programmazione ponendo sul binario tutte le unità che andranno a comporre quel convoglio bloccato.

- per una corretta accensione delle luci dei fanali a seconda del senso di marcia (in modo che non siano o tutte bianche o tutte rosse) porre, prima della programmazione, le due unità di testa affrontate, in modo che le due cabine di guida siano una di fronte all'altra.

- nel caso ancora il funzionamento delle luci dei fanali non fosse corretto, agire sulla CV29 della sola rimorchiata (programmando la CV29=15 anzichè 14).
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po

"La prossima volta che nasco ateo, lo faccio in un paese dove quelli che credono in Dio credono in un Dio felice" Hubert Reeves

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 20404
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » dom nov 04, 2012 7:40 pm

Caspita Mauro, mastichi la materia che è un piacere.
Oltre a wintrack (ricevuto tutto :grin: ) sei ferratissimo anche sul DCC.
Sei un uomo dalle mille risorse.
Un sistema analogico può avere comunque il suo fascino, ma con il digitale si fanno cose pazzesche.
La mia valle incantata la comando con il Multimaus e devo dire che mi diverto.
Con un esperto come te, il forum si arricchisce di una nuova sezione.
Evvai!!
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
JackTrain
Messaggi: 708
Iscritto il: mer gen 16, 2013 9:22 pm
Nome: jacopo
Regione: Lombardia
Città: milano
Età: 29
Stato: Non connesso

Messaggio da JackTrain » gio ott 17, 2013 12:54 am

Grazie mille Mauro, mi sembra tutto chiaro (per il momento ma devo applicarmici)..nel caso volessi cancellare una loco dal multi maus? poi com'è che prima si accendevano le luci rosse di coda della loco e ora non più? che devo programmare? grazie mille [:I][:I][:I] :grin: :grin: :grin: :grin: mitico Doc!!!

EDIT:
spero di far cosa gradita aggiungendo (visto che anche io ne ho avuto bisogno è mi è stato gentilmente linkato) il manuale completo del multimaus!

http://www.roco.cc/uploads/documents/pd ... aus_it.pdf
Ciao Jacopo

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 20404
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » sab ott 11, 2014 9:38 pm

Bene Mauro, ho inserito nelle fotoguide il link di collegamento a questa pagina del forum.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5203
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 62
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » dom ott 12, 2014 11:15 am

Ottimo Andrea, grazie! Speriamo sia d'aiuto per qualcuno e faccia aumentare la famiglia degli amici qui sul forum. :smile:
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po

"La prossima volta che nasco ateo, lo faccio in un paese dove quelli che credono in Dio credono in un Dio felice" Hubert Reeves

Avatar utente
Sange
Messaggi: 465
Iscritto il: lun mar 02, 2015 5:39 pm
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Codogno
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Sange » sab mag 02, 2015 3:24 pm

Ottima Guida....
davvero molto utile, finalmente ho programmato la mia nuova BR229

BR229:
Immagine
109,17 KB
Pierluigi - Non è mai troppo tardi

Avatar utente
Sange
Messaggi: 465
Iscritto il: lun mar 02, 2015 5:39 pm
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Codogno
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Sange » sab mag 09, 2015 12:28 am

Scusate la domanda da nabbo..
Ma come faccio a "rinominare" una loco ?
Pierluigi - Non è mai troppo tardi

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 5972
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 51
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » sab mag 09, 2015 9:40 am

Sange ha scritto:

Scusate la domanda da nabbo..
Ma come faccio a "rinominare" una loco ?


richiami la locomotiva da modificare, cercandola con i tasti freccia.
- freccia su (caps) assieme a Menù (oppure menù per 5 secondi)
- Tasto freccia (dx o sx) finché compare locom
-Ok
- tasto freccia (dx o sx) fino a "Modif"
- Ok
A questo punto puoi modificare tutti i dati: indirizzo, step veloctà, nome, etc.
per terminare premi in tasto "stop".
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Sange
Messaggi: 465
Iscritto il: lun mar 02, 2015 5:39 pm
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Codogno
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Sange » sab mag 09, 2015 1:41 pm

Grazie 1000 Roberto....

nel contempo mi sono fatto un scheda (prendendo spunto da quanto già descritto sul forum) per la memorizzazione dei vari CV

Immagine:
Immagine
85,49 KB
Pierluigi - Non è mai troppo tardi

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 5972
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 51
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » sab mag 09, 2015 2:21 pm

Io mi sono fatto una scheda per ogni loco, con i settaggi più importanti, prima di acquistare il "Lokprogrammer". Ora ho i file direttamente su Pc.

Immagine:
Immagine
85,75 KB
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Sange
Messaggi: 465
Iscritto il: lun mar 02, 2015 5:39 pm
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Codogno
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Sange » sab mag 09, 2015 3:03 pm

Si Roberto, non ti nascondo che preso spunto dalla tua...

ma quante CV hai ???
con il MultiMAUS si possono programmare anche le CV chi nel tuo elenco ??
Pierluigi - Non è mai troppo tardi

Avatar utente
Sange
Messaggi: 465
Iscritto il: lun mar 02, 2015 5:39 pm
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Codogno
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Sange » sab mag 09, 2015 4:02 pm

Si Roberto, non ti nascondo che ho preso spunto dalla tua...

ma quante CV hai ???
Con il MultiMAUS si possono programmare anche le CV che hai nel tuo elenco ??
Pierluigi - Non è mai troppo tardi

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 5972
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 51
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » sab mag 09, 2015 8:28 pm

Sange ha scritto:

Si Roberto, non ti nascondo che ho preso spunto dalla tua...

ma quante CV hai ???
Con il MultiMAUS si possono programmare anche le CV che hai nel tuo elenco ??


Dipende dal decoder che installi, quindi quanto puoi usufruire dalla sua tecnologia, il multimaus può regolare le CV fino alla 255 per tutti i decoder.
Con gli ESU lokpilot V4, con firmware aggiornato al 2013, sempre col multimaus, hai la possibilità di regolarle tutte... fino alla 509... :wink:

Ora non mi pongo più il problema. Con il "Lokprogrammer" leggo e scrivo le Cv direttamente da Pc.

Immagine:
Immagine
98,87 KB
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
STEFANO T
Messaggi: 404
Iscritto il: mar gen 22, 2013 7:15 pm
Nome: STEFANO
Regione: Umbria
Città: TERNI (TR)
Età: 54
Stato: Non connesso

Messaggio da STEFANO T » sab set 19, 2015 8:29 pm

Salve a tutti, ho acquistato da pochissimi giorni il set Big Models delle Ale 803, art.91403, digitalizzato.
Potete spiegarmi come fare per cancellare il vecchio indirizzo per metterne uno nuovo, con il multitopo Roco, per favore.
Devo mettere sui binari anche la rimorchiata che ha solamente un decoder funzioni?
Come sempre, grazie in anticipo per l'aiuto che mi vorrete dare.

<font color="red">Discussione accorpata.</font id="red">
STEFANO -C'è solo la TERNANA!

Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5203
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 62
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » sab set 19, 2015 9:41 pm

Qui credo di averlo spiegato in modo sufficientemente chiaro:

topic.asp?rand=100076&TOPIC_ID=7249
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po

"La prossima volta che nasco ateo, lo faccio in un paese dove quelli che credono in Dio credono in un Dio felice" Hubert Reeves

Avatar utente
claudio47
Messaggi: 31
Iscritto il: mer ott 21, 2015 9:41 pm
Nome: Claudio
Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Remanzacco
Età: 71
Stato: Non connesso

Messaggio da claudio47 » lun mar 28, 2016 4:20 pm

Ciao!
come sempre sei chiarissimo, ma come dilettante ingenuo ho bisogno di chiarimenti.
Ho acquistato due locomotive Fleischmann (serie T3 in Italia) ed un multimaus. Ho dei grossi problemi, nonostante le tue precise istruzioni.
Dopo aver seguito passo passo le istruzioni, mi trovo con la loco che la loco mantiene le luci accese ed emette un ronzio e ma non parte. Stessa cosa con la seconda, con indirizzo diverso
A questo punto mi vengono dei dubbi:
1) il multimaus è malfunzionante (l'ho preso usato su e-bay) ed ho anche provveduto a resettarlo con le impostazioni di base.
2) le due loco sono predisposte per il digitale ma mancano del modulo (o come si chiama...) che dovrebbe contenere l'indirizzo e le altre variabili.
Ti mando la foto per chiarezza.

Immagine:
Immagine
58,5 KB
Claudio Cargnello

Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5203
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 62
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » lun mar 28, 2016 5:08 pm

Claudio credo che sia verosimile la seconda ipotesi e manchi il decoder a bordo delle loco.
Non mettere più, per precauzione, le due loco su binari alimentati in digitale (pena un loro danneggiamento) e fai invece una prova con la normale alimentazione in corrente continua. Se non hai un trasformatore prova piuttosto a collegare i poli di una batteria da 9 V alle due ruote elettricamente captanti delle loco e vedi se il motore si muove.
L'immagine che hai postato mostra, credo, un attacco a 6 pin su cui è inserito un collegamento a 3 pin per le funzioni in DC, ma non conoscendo il tipo di collegamenti della Fleischmann preferirei si pronunciasse qualcun'altro.
Stiamo parlando della scala H0 o N?
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po

"La prossima volta che nasco ateo, lo faccio in un paese dove quelli che credono in Dio credono in un Dio felice" Hubert Reeves

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8442
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » lun mar 28, 2016 7:44 pm

Si mi sembra una presa NEM a sei pin cablata con i fili ai vari punti di contatto, manca il decoder.
La piastrina verde a fianco al motre potrebbe essere il circuito analogico che lo sostituisce in questo caso devi mettere un decoder al suo posto
Quello che non capisco se e una modifica o un circuito Fleischmann ridotto causa mancanza di spazio, in enne le prese sulle vaporiere sono differenti ben cablate e fissate saldamente al telaio.
Come detto da Mauro non alimentare la loco senza decoder il voltaggio più alto e la corrente alternata ti danneggiano il motore ( 18/22 V CA) la corrente emessa e molto differente da quella di un comune alimentatore (14/16 V CC corrente continua)
Il decoder riporta la corrente per il motore in continua.
Ricordati di fissare il decoder con nastro bi adesivo , se il decoder non ha la guaina di silicone trasparente per isolarlo basta un giro di nastro da elettricista.
Ma le loco te le hanno vendute digitalizzate o da digitalizzare? Nel primo caso sulla scatola viene riportato un simbolo con una barretta a 6 pallini che vulo dire che devi mettere il decoder sfilando il circuito analogico dalla presa e montarvi il decoder al suo posto.
Potresti mettere una foto della scatola e il numero di serie?
Roby
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8442
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » lun mar 28, 2016 8:08 pm

Ah in alto a destra mi sembra che ci sia un condensatore cosino circolare giallo piatto con i refoli argento, molto strano montando un decoder questi elementi vanno tolti altrimenti danno interferenze.
Sinceramente non riesco a capire se è una digitalizzazione fatta artigianalmente da qualcuno, i cablaggi industriali sono molto differenti anche le saldature denotano un lavoro da banco e non da linea di montaggio vedi come le guaine sono state rigonfiare dal calore.
Se è stato fatto un cablaggio amatoriale basta che funzioni, pure io ho montato decoder con fili su vecchie loco analogiche saldando i fili ai vari punti di contatto come da istruzioni della normativa NEM.
Roby
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
claudio47
Messaggi: 31
Iscritto il: mer ott 21, 2015 9:41 pm
Nome: Claudio
Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Remanzacco
Età: 71
Stato: Non connesso

Messaggio da claudio47 » mar mar 29, 2016 12:41 pm

Ciao! veloci, puntuali e precisi come sempre... in effetti anche a me è venuto il dubbio che il "decoder" inserito sia solo per il funzionamento in analogico (ed in effetti in analogico le loco funzionano). In ogni caso vi mando la foto della scatola. Penso quindi che dovrò acquistare il decoder. Avete idea di quale e dove? per ora ho scritto alla Fleischmann ma non hanno ancora risposto.

Immagine:
Immagine
47,83 KB
Claudio Cargnello

Avatar utente
claudio47
Messaggi: 31
Iscritto il: mer ott 21, 2015 9:41 pm
Nome: Claudio
Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Remanzacco
Età: 71
Stato: Non connesso

Messaggio da claudio47 » mar mar 29, 2016 12:42 pm

P.S.: le loco sono nella scala "imperfetta" H0! :smile:
Claudio Cargnello

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8442
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » mar mar 29, 2016 2:01 pm

Si ho visto la scatola ed e una loco dotata di presa NEM 651 e relativo circuito per il funzionamento analogico già installata in fabbrica, visto il poco spazio interno hanno montato la presa NEM tramite cavetti invece di integrarla su una scheda PCB.
Come decoder io mi trovo bene con gli Zimo ottimi i Lenz ed ESU, devono avere 6 pin come la tua presa NEM 651 visto che la locotender ha poco spazio potrebbe andare bene lo zimo 621n e un decoder per la scala enne o piccole locomotive in HO.
Roby

Immagine:
Immagine
190,02 KB

Decoder Zimo


Immagine:
Immagine
172,53 KB
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8442
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » mar mar 29, 2016 2:07 pm

Una volta montato il decoder potresti avere delle interferenze causate dal condensatore( in certi casi ) facci sapere prima di levarlo ma in genere va tolto.
Roby
Ottimo negozio on line tedesco per il decoder. https://www.modellbahnshop-lippe.com/index.asp?l=it
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Rispondi

Torna a “DIGITALE”