Schede modulari

Schemi elettrici - interconnessioni elettriche - sezioni di blocco.
Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5571
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » ven nov 02, 2012 6:31 am

è proprio così Rolando :cool: :cool: :cool:
se uno ha il cavo già finito, lo taglia a mezzo e collega secondo le specifiche,
Se poi vi è una colorazione unificata tanto meglio per trovare prima il filo/fili giusti,

per fare in economia, il cavo https://www.distrelec.it/cavo-d-sub-db1 ... daechj011u preso ad esempio, costa 3 euro ed hai già tutto cablato. :cool:
Riccardo

Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1846
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Età: 48
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da gavinca » ven nov 02, 2012 9:58 am

Secondo me la corrispindenza dei pin è mandatoria, lo schema colori è una "raccomandazione".

Io però prenoto il "kit Plus" !!
:cool: :cool: :cool:

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7306
Iscritto il: dom gen 29, 2012 2:40 pm
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da liftman » ven nov 02, 2012 10:57 am

rbk250 ha scritto:
per fare in economia, il cavo https://www.distrelec.it/cavo-d-sub-db1 ... daechj011u preso ad esempio, costa 3 euro ed hai già tutto cablato. :cool:


io mi riferivo ovviamente ala parte a monte dell'eventuale scheda di interfaccia, anche se è una bestialità :sad: nesssuno vieta di cablare tutto col medesimo colore, certo che se nel trasporto si staccano un paio di fili, sono "piselli senza zucchero" :wink:
Ciao! Rolando

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4437
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » gio dic 06, 2012 2:49 pm

Ne approfitto per parlare delle schede anche se per ora è un po' prematuro, in quanto le lavorazioni attuali vertono
principalmente sullla struttura meccanica dei moduli.

Come noto, sabato prossimo ci incontriamo per iniziare a mettere a punto il supermodulo che è composto da due
moduli di blocco alternati a due moduli di piena linea con alimentazioni.
In questa sessione avremo tanto lavoro da fare per sostituire le 8 testate provvisorie con quelle in betulla, posizionare la sede
ferroviaria ed i binari. In questo modo possiamo ragionare meglio sull'impianto elettrico.

Attualmente ho 3 schede (prototipi) già pronte e collaudate sul banco + altre 2 in lavorazione che completeranno questo test.
Appena avremo dei risultati positivi, sarà possibile realizzare le suddette schede per chi ne fosse interessato coi prezzi postati
da Andrea.

U'ultima nota; attualmente, oltre ai nostri 2 moduli con blocco elettrico, ho notato che solo Fabrizio ha mostrato interesse per
questo tipo di circuito.
Lo dico perchè ne servirebbero almeno altri 2 o 3. In questo modo si riuscirà ad avere un discreto numero di treni sul tracciato.
Tenete presente che con 5 blocchi si riesce a far circolare 4 treni (numero treni = numero blocchi -1).
Trasformare un modulo di piena linea in un modulo di blocco non è difficile, c'è solo da cambiare scheda e inserire 2 scarpette
isolanti in più.

Comunque per ora non c'è fretta e fino a quando non avremo collaudato sul campo l'impianto c'è tempo per riflettere.

Ciao
Edgardo

PS: per i cappi di ritorno il dicorso è a parte, in quanto gli schemi sono dedicati; Fabrizio ha aggiornato la guida con tutti i
dettagli.
ED

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7392
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » gio dic 06, 2012 3:05 pm

Per la gestione del deposito, con mio figlio, stiamo studiando le possibili soluzioni, ma sarà completamente autonomo e svincolato dal resto dell'impianto.
Poi, naturalmente, c'é il doppio binario di piena linea e qui mi dovete dire voi cosa é meglio fare.

Avatar utente
Marshall61
Socio GAS TT
Messaggi: 7197
Iscritto il: mar nov 01, 2011 8:50 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 » gio dic 06, 2012 3:10 pm

....hai ragione Edgardo la tua affermazione non fa una grinza, un'altro blocco, potrebbe essere inserito nei miei due moduli....per me non ci sono problemi posso anche prevederlo fin da subito :wink: :grin:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10074
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » gio dic 06, 2012 3:10 pm

Ciao Edgardo. In merito al blocco elettrico, siccome molti vanno per la scelta del modulo in piena linea senza blocco e per predisporre il blocco elettrico serve poi solo aggiungere 4 scarpette e portare nel sottoplancia 8 fili... non è che sarebbe un buon "consiglio" predisporre in questa maniera tutti i moduli di piena linea? Se poi il blocco non si usa, basta cortocircuitare i fili. Realizzare dopo il blocco sarebbe un po' complicato, una volta posati i binari mettere le scarpette isolanti è un po' problematico. Una volta che valutate bene le distanze, uno schemino tipo quello che hai fatto a me, si potrebbe mettere nella sezione norme del modulare.

Ciao

Fabrizio
Fabrizio Borca

Avatar utente
gavinca
Socio GAS TT
Messaggi: 1846
Iscritto il: mar mag 22, 2012 1:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Piemonte
Città: Bellinzago
Età: 48
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da gavinca » gio dic 06, 2012 3:15 pm

Ciao Edgardo,
ho seguito la tua discussione con Fabrizio e pensavo di fare lo stesso, cioè predisporre i sezionamenti e decidere in seguito come cablare il modulo.
Però c'è il deviatoio per la sottostazione, Questo crea qualche problema ?



Immagine:
Immagine
42,75 KB

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21461
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » gio dic 06, 2012 5:06 pm

Ragazzi, ho spostato qui la discussione sulle schede. :wink:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4437
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » ven dic 07, 2012 4:11 pm

Molto bene, innazitutto una rettifica; volevo dire Riccardo che cura le norme, invece ho detto Fabrizio, scusate per la confusione.

Per Giuseppe: il tuo modulo con deposito sarà alimentato in modo indipendente dal tracciato del modulare per gestire tutte le manovre dal lato deposito.
Nel tuo tracciato ci rarà un deviatoio che collegherà la linea col deposito regolamentato da un segnale basso (correggimi se sbaglio).
Per la linea, dal momento che hai il deposito, ti suggerisco di adottare lo schema più semplice, cioè la piena linea.
In questo modo il tuo modulo sarà visto dal "sistema" come un modulo passante.
Il segnale ideale sarebbe del tipo basso a tre luci (marmotta); instradamento per il deposito.

Questo discorso vale anche per il modulo di Carlo che ha il tuo stesso schema con deviatoio che porta ad una zona indipendente
un po' più semplice.

Per Carlo (Marshall61), possiamo inserire tutti i moduli con le schede senza problemi e fare le prove, vedremo quello che succede. Per ora ci maca qualche test.

Per Fabrizio, giusta la tua osservazione, posto qui lo schema dei sezionamenti da fare per predisporre un modulo come blocco, poi la inseriremo nelle norme.

Predisposizione del modulo per il blocco elettrico:
Immagine

Eventualmente contattatemi anche in privato così cerchiamo
di fugare qualsiasi dubbio sui singoli moduli.

Ciao
Edgardo

PS: qui sta iniziando a nevicare di brutto.... Buon Natale :cool: :cool: :cool:
ED

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5571
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » ven dic 07, 2012 6:54 pm

Edgardo_Rosatti ha scritto:

........PS: qui sta iniziando a nevicare di brutto.... Buon Natale :cool: :cool: :cool:



NO PROBLEM.... :cool: :cool: :cool: :cool:


Immagine


con questa sono anche risolti tuTTi i problemi di logistica.... [:o)][:o)] :wink:
Riccardo

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7392
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » ven dic 07, 2012 11:42 pm

Edgardo_Rosatti ha scritto:
Per Giuseppe: il tuo modulo con deposito sarà alimentato in modo indipendente dal tracciato del modulare per gestire tutte le manovre dal lato deposito.
Nel tuo tracciato ci rarà un deviatoio che collegherà la linea col deposito regolamentato da un segnale basso (correggimi se sbaglio).
Per la linea, dal momento che hai il deposito, ti suggerisco di adottare lo schema più semplice, cioè la piena linea.
In questo modo il tuo modulo sarà visto dal "sistema" come un modulo passante.
Il segnale ideale sarebbe del tipo basso a tre luci (marmotta); instradamento per il deposito.


Ti metto qui lo schema (mooolto schematico) provvisorio dei moduli.
Come vedi sono due i deviatoi che portano al deposito.
questo per una maggiore aderenza alla realtà, e perché così facendo c'é la possibilità di entrare direttamente dal binario di sinistra incrociando quello di destra e uscire già sul binario giusto.
Per le marmotte, ci saranno, ma saranno con luci non funzionanti.
A meno che , tu, decida di tirare fuori qualche magia... :grin: .

Immagine:
Immagine
54,57 KB

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4437
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » sab dic 08, 2012 3:24 am

Più schematico è e meglio è. Così si capisce benissimo ed è come un quadro sinottico. Per ora le misure effettive non
servono e questo basta per "leggere" il tracciato.

Il lato deposito con carro trasbordatore per la RG mi piace moltissimo ed il fascio dei deviatoi mi sembra perfetto; con due zone
separate. A Precotto e Gallaratese deposito abbiamo una situazione simile ed i fasci dei deviatoi sono chiamati con colori
tipo "zona rossa" o "zona blu" ecc.

Non so se hai già posizionato i binari e non vorrei sconvolgere il tuo lavoro, ma in via del tutto teorica mi sembra che manchi
l'interconnessione tra i due fasci dei deviatoi, sia per l'uscita che per l'entrata dei treni in deposito.
L'ideale in questi casi è inserire altri 4 deviatoi ed un incrocio semplice per formare una "forbice" all'inizio del fascio dei deviatoi.
Scusa il gioco di parole... in questo modo i treni in uscita ed in entrata dal deposito possono essere instradati a piacimento sui due
binari di corsa, sia che provengano da una zona o dall'altra.
In alternativa ci sarebbe una soluzione più economica che prevede una "deviata" sulla linea prima dell'immissione in deposito.
Quest'ultima soluzione, anche se meno costosa, crea alcuni conflitti noti tipo i cappi di ritorno.

Nel disegno che hai postato ti ho evidenziato un po' tutto il discorso con le possibili modifiche che inserisco qui:

Deposito:
Immagine

Mi rendo conto che questo stravolgerebbe il tuo lavoro e che i costi aumentano di conseguenza, ma mi sembrava opportunno parlare di queste problematiche per completezza.
Qualsiasi decisione spetta ovviamente a te. Comunque già così come lo hai ideato è bellissimo. Ti ho messo i sezionemanti base per la linea senza blocco come riferimento ma non sono assolutamente critici come posizione. SE ed SI sono inseriti in tutti i moduli per gestire meglio l'alimentazione dell'intero modulare e possono essere ponticellati in base alle esigenze.

Le marmotte per ora rimarranno senza luci, ma visto che le hai fatte molto bene ( Novegro :wink: ) sarebbe mia intenzione realizzare in
futuro una schedina coi led da inserire nell'involucro. Purtroppo artigianalmente non riesco a farle in TT, ci ho provato ma sono riuscito
a malapena a farle in H0. L'unica soluzione è farsele fare da una ditta specializzata, un po' come per la fotoincisione dove si ordinano
un minimo di pezzi.
In questo modo riusciremo ad averne per tutti i moduli.

Ciao :grin:
Edgardo
ED

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7392
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » sab dic 08, 2012 11:29 am

Lo schema é incompleto.
Pensavo ti interessasse solo l'accesso alla piena linea.
In effetti tra l'ingresso nel deposito e i fasci di binari c'é più spazio e ho collocato 4 scambi che permettono il passaggio da un binario all'altro.
Più o meno così

Immagine:
Immagine
76,17 KB

L'unica cosa é che non ci stavano 4 scambi lunghi e ne ho ordinati 4 di media lunghezza, ma penso che siano accettabili.

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4437
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » dom dic 09, 2012 2:41 pm

Ok Giuseppe, meglio così, almeno la linea rimane più pulita :grin:

L'inserimento dei 4 scambi come hai evidenziato è compatibile con la forbice, quindi va benissimo ed in quel punto i treni
circolano a velocità ridotta.

Per la cronaca, in linea M1 che è alimentata da terza e quarta rotaia, per gli interscambi si usa proprio il metodo che hai visualizzato,
in quanto con una forbice non si riuscirebbe ad alimentare correttamente il tracciato per via dei troppi sezionamenti da inserire.
ED

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4437
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » dom dic 16, 2012 2:20 am

Faccio l'upload dell'archivio zippato contenente tutti i disegni degli schemi pratici di montaggio per le varie schede del modulare completi di master.

L'archivio comprende le schede che fino ad ora sono state trattate nel forum:
- alimentazione;
- piena linea;
- blocco elettrico;
- cappi di ritorno semplici;
- passante (sperimentale "millefori").

Per i dettagli e gli schemi elettrici fare riferimento alla guida sulle norme.

Centraline_TT.zip (562,01 KB)

Ciao
ED

Rispondi

Torna a “PARTE ELETTRICA”