Plastico modulare F.I.M.F.

Tutto ciò che riguarda la Federazione Italiana Modellisti Ferroviari e Amici della Ferrovia, associazione che ha lo scopo di promuovere, sostenere e diffondere in Italia l'interesse per le Ferrovie ed ogni altro mezzo di trasporto su rotaia, sia nel campo modellistico che reale, nonché la conoscenza dei loro più svariati aspetti.

Moderatori: MrMassy86, sal727

Avatar utente
trenini
Messaggi: 1273
Iscritto il: martedì 21 agosto 2012, 19:27
Nome: Loris
Regione: Toscana
Città: Seravezza
Stato: Non connesso

Plastico modulare F.I.M.F.

Messaggio da trenini »

Buona sera a tutti, forse questa sera scriverò delle cavolate o forse a qualcun altro è già venuta in mente, comunque io la butto lì.
Dunque, frequentando da molto il forum del GassTT ho notato che molti modellisti che si conoscono o si conoscevano solo virtualmente sono riusciti a conoscersi realmente e instaurare un rapporto di amicizia non indifferente, molti si domanderanno: "Ma come hanno fatto?" La risposta secondo il mio parere è che sono riusciti a fare un plastico modulare e questo è il legame di molte persone dislocate in tutta Italia, pertanto perché non copiare quello che hanno fatto i soci del GassTT ed invitare tutti i soci F.I.M.F. a fare dei moduli e quindi un grande plastico non di singoli gruppi ma un plastico F.I.M.F. da poter mostrare nelle varie manifestazioni nazionali. Il plastico, per mio personale parere, è un qualcosa che oltre ad unire e a far fare nuove amicizie e di conseguenza nuove esperienze è anche un modo per far conoscere la F.I.M.F. perché un tavolo con qualche bollettino, qualche modello anche se realizzati come fossero capolavori non attirano l'attenzione dei visitatori, mentre un plastico attira di più e se poi spieghiamo che se entri nella Federazione potrai costruire un modulo e contribuirai ad ingrandire sempre più il plastico penso che molti si potranno avvicinare di più alla Federazione.
Ciao Loris
Navari Loris
Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4515
Iscritto il: lunedì 23 luglio 2012, 12:56
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Stato: Non connesso

Messaggio da marioscd »

Loris, quello che proponi tu è stato fatto, in passato, dal "Gruppo 656". Questo è un gruppo nato in seno al forum Duegi, qualche anno fa, e raccoglieva soci virtuali da un po' tutta Italia anche se il nucleo forte era qua tra Milano e Monza. Il loro plastico ha raggiunto la massima espansione con più di 50 moduli a norma FIMF.
Il gruppo si è recentemente scisso in due (è rimasto l'originale 656 e si è aggiunto il "Binari d'Italia") ma, paradossalmente, entrambi i gruppi... non sono affiliati FIMF!

ciao
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...
Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7479
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

Messaggio da giuseppe_risso »

Hai sicuramente ragione, se ne sta parlando qui: topic.asp?TOPIC_ID=12726
sarebbe utile riprendere la discussione e cominciare a fare proposte concrete :grin: .
Avatar utente
Alessandro Giglio
Messaggi: 290
Iscritto il: martedì 16 giugno 2015, 23:52
Nome: Alessandro
Regione: Campania
Città: Volla
Stato: Non connesso

Messaggio da Alessandro Giglio »

E no! Adesso ci rubate anche le idee!
Quello del plastico modulare "FIMF" fatto dai Soici FIMF è un'idea partorita a Novegro durante l' incontro che abbiamo avuto con diversi appassionati responsabili di gruppi.
Ora staimo mettendo a fuoco la strategia migliore per arrivare al progetto, che non verrà calato dall' alto, ma saranno interessati gli appassionati con esperienza nel campo.
Rispondendo a Giuseppe in altra argomentazione di non avere fretta ma stiamo lavorando.
Comunque fa molto piacere leggere di tanti interventi tutti costruttivi.
Quindi come vedi Loris non hai scritto cavolate.
Alessandro
Alessandro Giglio
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14654
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da MrMassy86 »

La proposta di Loris la trovo molto interessante, un plastico FIMF sicuramente aumenterebbe la visibilità e il rapporto di amicizia tra i soci :wink: e sono d'accordo anche con il pensiero di Alessandro, non bisogna avere fretta e progettare bene la cosa per far si che abbia poi successo :wink: Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
Alex Corsico
Messaggi: 176
Iscritto il: lunedì 24 settembre 2012, 14:22
Nome: Alessandro
Regione: Lombardia
Città: Pavia
Stato: Non connesso

Messaggio da Alex Corsico »

Io sono basito!
La FIMF propone le norme modulari da decenni, e parlate di nuova idea?
Al massimo c'è da tirare le orecchie ai soci FIMF che non son riusciti negli anni ad "incontrarsi" con i propri moduli.
Le norme c'earno.
Alex Corsico. Ferrovie e Tranvie Locali - Direzione d'Esercizio - PAVIA
--------------------------------
FTL We move your mind
Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7479
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

Messaggio da giuseppe_risso »

Alex Corsico ha scritto:

Io sono basito!
La FIMF propone le norme modulari da decenni, e parlate di nuova idea?
Al massimo c'è da tirare le orecchie ai soci FIMF che non son riusciti negli anni ad "incontrarsi" con i propri moduli.
Le norme c'earno.

Infatti:

Immagine:
Immagine

Questa è la home del sito FIMF.
Avatar utente
sma835_47
Messaggi: 683
Iscritto il: lunedì 27 agosto 2012, 0:25
Nome: Saverio
Regione: Lombardia
Città: Pavia
Stato: Non connesso

Messaggio da sma835_47 »

L'idea di un plastico modulare FIMF era nata quando si è iniziato a parlare delle nuove norme FIMF per i plastici modulari, come esempio pratico di applicazione. Poi l'idea è stata via via modificata e fatta diventare come un mezzo di pubblicità per la nuova FIMF da portare in giro per le varie mostre. A mio avviso, l'idea iniziale aveva una sua validità quale esempio e spinta all'uso delle nuove norme che usciranno entro un certo periodo (si spera non molto lungo). L'uso di un plastico modulare con le attuali norme, solo per pubblicità FIMF ha meno senso: basterebbe un bel striscione che dichiari a lettere cubitale che il plastico segue le norme FIMF (più o meno modificate).
Un'altra idea sarebbe, ma qui si va sul difficile per certe particolarità tecniche, che i plastici dei vari gruppi FIMF che partecipano ad una certa mostra siano uniti tramite moduli ad hoc.
Forse sto volando troppo in là......
Ciao
Saverio
Saverio - C.M.P. Club Modellismo Pavese
Avatar utente
ho_master
Messaggi: 601
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 6:58
Nome: Antonello
Regione: Abruzzo
Città: Pescara
Stato: Non connesso

Messaggio da ho_master »

Un paio di precisazioni :

- le norme FIMF ultima edizione vanno per i 20 e piu' anni e sono state importanti per la nascita di tanti Gruppi che si sono votati alla costruzione ed esposizione di moduli in Sede e alle manifestazioni. Nel tempo la parte elettrica si e' evoluta in base alle varie necessita' e oggi difficilmente i moduli di diverse associazioni sarebbero compatibili.

La mia idea sarebbe di riprendere le NEM 900 e seguenti e rendere Norma FIMF la parte meccanica ( stessa geometria delle testate, posizione dei binari etc ) e di riscrivere delle 'raccomandazioni' per la parte elettrica prendendo il meglio dell'esperienza dei Gruppi. Sarebbe possibile ipotizzare delle interfacce per far colloquiare moduli di Gruppi diversi ? Esiste questa esigenza ?

E' qui che e' nata l'idea di un modulare FIMF 'intergruppo' per far 'giocare' insieme Soci non affiliati a Gruppi o desiderosi di cimentarsi in una attivita' al di fuori del prorio gruppo.


- E' tempo di inventare qualcosa di nuovo in Italia, al di fuori delle stringhe di moduli 60x60cm dove i convogli si rincorrono in eterno.

( Esiste Fremo, ma ha una filosofia tutta diversa )

Vorrei qualcosa che abbia l' accuratezza di riproduzione di un diorama, ampie possibilita' di manovra e faccia 'giocare' insieme piccoli gruppi di appassionati, magari a livello locale, non solo alle grandi manifestazioni.

La soluzione penso di averla trovata insieme con alcuni Soci e stiamo testando i primi campioni per poi mettere a disposizione la nostra esperienza.

A breve su questi schermi, magari con il logo FIMF

Antonello Lato

PS qualcuno mi ha proposto di introdurre anche da noi delle Norme FIMF per giovani studenti, come in Francia e Germania, per incoraggiare a basso costo il lavoro di gruppo attraverso la passione per i treni.

Esisteranno i 'docenti' per un esperimento del genere ?
Avatar utente
massimo raimondi
Messaggi: 835
Iscritto il: venerdì 24 agosto 2012, 1:06
Nome: Massimo
Regione: Lazio
Città: Roma
Stato: Non connesso

Messaggio da massimo raimondi »

sma835_47 ha scritto:

L'idea di un plastico modulare FIMF era nata quando si è iniziato a parlare delle nuove norme FIMF per i plastici modulari, come esempio pratico di applicazione. Poi l'idea è stata via via modificata e fatta diventare come un mezzo di pubblicità per la nuova FIMF da portare in giro per le varie mostre. A mio avviso, l'idea iniziale aveva una sua validità quale esempio e spinta all'uso delle nuove norme che usciranno entro un certo periodo (si spera non molto lungo). L'uso di un plastico modulare con le attuali norme, solo per pubblicità FIMF ha meno senso: basterebbe un bel striscione che dichiari a lettere cubitale che il plastico segue le norme FIMF (più o meno modificate).
Un'altra idea sarebbe, ma qui si va sul difficile per certe particolarità tecniche, che i plastici dei vari gruppi FIMF che partecipano ad una certa mostra siano uniti tramite moduli ad hoc.
Forse sto volando troppo in là......
Ciao
Saverio

... perché dici così ... volere è potere ... il nostro plastico modulare è nato a norma Fimf proprio con questo obiettivo . Inizialmente singole entità con il proprio modulo con una idea di massima di progetto,ma con standard costruttivi ed ambientazione concordata . In base alle occasioni si montava unendosi ad altri grazie alla normalizzazione.
Oggi in ottica associazione il plastico è cresciuto in grandezza ma nulla impedirebbe di provare ad unirsi ad altre realtà, almeno in alcuni eventi . In realtà al di là della affiliazione o meno alla federazione quello che ho riscontrato è stata una scarsa propensione dei club/associazioni fimf a ricercare e crearsi momenti di coesione unendo i modulari preferendo la propria individualità (in h0 almeno). Personalmente ci ho provato diverse volte ... per poi ritornare sui miei passi.
Solo una volta - in una manifestazione romana - ci siamo riusciti unendo addirittura, con moduli interfaccia, 3 plastici modulari Fimf, Fremo ed al tempo sperimentale "Nord standard" ... girava tutto ... a testimonianza che ... volendo ...si vola
Avatar utente
trenini
Messaggi: 1273
Iscritto il: martedì 21 agosto 2012, 19:27
Nome: Loris
Regione: Toscana
Città: Seravezza
Stato: Non connesso

Messaggio da trenini »

Mi fa molto piacere che a molti sia piaciuta la mia idea ( anche se leggo che era già venuta in mente a qualcun altro) comunque io avevo in mente un plastico fatto dai soci della federazione con norme nuove come è stato più volte discusso dove ogni singolo socio non può partecipare alla formazione del plastico con più di due moduli ed ogni modulo deve essere corredato da una targhetta con titolo del modulo, nome del costruttore con relativo numero di tessera, le norme F.I.M.F. quelle vecchie lasciamole ai gruppi i quali costruiscono il loro plastico facendo a gara di chi lo fa più grande. Comunque l'idea del plastico non è di come e quando farlo ma è quella di coinvolgere più soci possibili onde poter instaurare nuove amicizie e di dare opportunità anche ai soci singoli che magari perchè lontani da sedi di club o per altri motivi non riescono a essere in contatto con altri modellisti; concludendo facciamo questo benedetto plastico, facciamolo con norme F.I.M.F vecchie o revisionate o con norme ad hoc specifiche, facciamolo come ci pare ma facciamolo perchè sono sicuro che il plastico legherà i soci, di gruppi e non, e darà molta più visibilità a chi la F.I.M.F. non sa neanche dove sta di casa
Ciao Loris
Navari Loris
Avatar utente
Alessandro Giglio
Messaggi: 290
Iscritto il: martedì 16 giugno 2015, 23:52
Nome: Alessandro
Regione: Campania
Città: Volla
Stato: Non connesso

Messaggio da Alessandro Giglio »

Prendo spunto dall' intervento di Saverio per chiarire forse una cosa fondamentale. Spesso a Novegro ho sentito delle lamentele rivolte ai "modularisti" che non si può toccare nulla, ma solo guardare. E questo è uno degli scopi dei plastici modulari cosiddetti "espositivi". Ben venga l'idea e la sana voglia di costruire un palstico modulare FIMF fatto dai Soci per i Soci. E ci si potrebbe sbizzarrire sulle tante fantasie da mettere in campo.
Ma potrebbe (dovrebbe) esserci anche una terza via: plastico modulare "semplice" da laboratorio, officina per i più giovani. Vengono preparati dei moduli,senza grandi pretese ma a norma FIMF, con cui dare spazio ai dodicenni-quindicenni di poter costruire il loro palstico (in sede a Novegro o in altre manifetsazioni) coadiuvati e coordinati s'intende dai Soci FIMF dando loro possibilità anche di......far deragliare un treno da 50 euro!
Dare spazio alla loro fantasia magari preparando delle costruzioni in cartoncino da assemblare. Purché non si legga più "è vietato toccare"
Ma ci sarebbe una quarta via: e i più piccoli? A Como hanno ben pensato di intrattenere ed istruire i bambini con i treni della Lego, basta un tappeto verde con disegnato un tracciato e farceli giocare.
E' chiaro che per mettere in campo simili progetti ci vuole l' impegno e la dedizione di molte persone magari facendo impegnare tanti genitori che vanno alle fiere anche per curiosità e per portarci i figli e magari trovare uno spazio dove poter giocare insieme. Bisogna trovare gli strumenti per coinvolgere le persone e sono convinto che con la somma delle tante esperienze che emergono anche da questo forum risciremo nell' intento.
Un' anteprima: stiamo organizzando delle riunioni per macroregioni dei Presienti dei Club affiliati anche per affrontare questi argomenti e raccogliere proposte. Bisogna ascoltare la voce dei Soci che sono l'asse portante della Federazione.
Buon lavoro a tutti.
Alessandro
Alessandro Giglio
Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1877
Iscritto il: lunedì 4 marzo 2013, 13:41
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Stato: Non connesso

Messaggio da marione »

Alessandro consentimi di dissentire dalla tua ultima ossevazione.
L'esperienza mi insegna e dice che a Novegro ( Verona e le altri grandi manifestazioni ) la maggior parte di visitatori che acquista modelli in scala N, approfitta dei nostri impianti per provare i modelli acquistati. Ho scritto nostri perchè in scala N, alludo all'ASN per l'impianto in analogico e gli amicoNi dell'NParty per il digitale.
Che io sappia non abbiamo mai respinto nessuno, ma, quasi sempre trovato nuovi amici da avvicinare, conescere ed associare !

Sono sempre più convinto che nei vari tread sulla FIMF ci stiamo ( tutti io per primo sia chiaro!) autoflagellando vedendo solo tutte le negatività .
Certo si è passati in un periodo buio, nessuno lo negherà, ma il continuare a ... farci del male non porta da nessuna parte.
Abbiamo appena eletto un nuovo Presidente ed un nuovo Consiglio di cui tutti abbiamo la massima fiducia. Sappiamo che si sono tirati su le maniche, lasciamoli lavorare ed aiutiamoli con entusiasmo se e quando ce lo chiederanno e/o ne avranno bisogno:
ci guadagneremo tutti !

SalutoNi

Marione
Mario Mancastroppa

Torna a “FIMF”