Viaggio: sfm3 Torino-Bardonecchia

Recensioni di viaggi in treno, esperienze relative ai treni, libri ed articoli tecnici riguardanti il mondo delle ferrovie reali.

Moderatore: Fabrizio

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10341
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Viaggio: sfm3 Torino-Bardonecchia

Messaggio da Fabrizio »

Ciao a tutti, vi espongo un breve resoconto di un corto viaggio in treno da Torino e Bardonecchia e ritorno.

Il giorno 3 Gennaio 2017, utilizzo il treno per andare da Torino a Bardonecchia, una località sciistica della alta Valle di Susa, ai confini con la Francia.

http://www.openrailwaymap.org/?lang=&la ... e=standard

Immagine

Bardonecchia è collegata a Torino tramite la ferrovia Torino-Bardonecchia-Modane (ferrovia del Frejus) e su questa relazione vi operano in treni del Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM), linea 3 Torino-Bardonecchia/Susa http://www.sfmtorino.it/le-linee-sfm/sf ... donecchia/

La linea è percorsa anche dai TGV che collegano Milano e Torino a Parigi, ma è possibile utilizzare questi treni solo per le tratte internazionali. La ferrovia Torino-Bardonecchia è una linea internazionale, interessata anche da un discreto traffico merci e attraverso il traforo del Frejus è possibile giungere a Modane, quindi in Francia.

Per raggiungere Bardonecchia utilizzo il treno sfm 10308 per Bardonecchia, in partenza dalla stazione di Torino Porta Nuova alle 9:15. Il mezzo è una composizione di quattro vetture Vivalto di seconda serie e locomotiva E 464. Il treno si presenta in ordine e pulito, salvo alcuni danni dovuti ad atti di vandalismo, come ad esempio la rottura e asportazione dei coperchi dei cestini portarifiuti e l'asportazione di alcune rifiniture attorno ai finestrini. Tutte le vetture di questo treno sono entrate in servizio nel 2014. La temperatura a bordo è gradevole, quella esterna è di 4°C.

Partiamo in orario dalla stazione di Torino Porta Nuova, quindi ci dirigiamo verso il quadrivio Zappata e lo scalo di Torino San Paolo, dopo il quale confluisce il raccordo verso lo scalo merci di Torino Orbassano. Giungiamo in orario alla prima fermata prevista, quella di Grugliasco. Ripartiamo da Grugliasco per fermare poi a Collegno, quindi uscire dalla area metropolitana di Torino ed entrare in Val di Susa.

Interni piano superiore treno Vivalto
Immagine
108,02 KB

La marcia prosegue regolare, il treno è silenzioso e stabile. A bordo sono disponibili monitor informativi, annunci sulle fermate e prese elettriche ad ogni posto. Superate le fermate di Alpignano, Rosta e Avigliana, usciamo dalla zona di servizio metropolitano con fermate ravvicinate, quindi il treno mantiene delle velocità comprese fra i 100 e i 130 km/h per tratte abbastanza lunghe, fino a raggiungere la stazione di Bussoleno, che raggiungiamo alle 9:55, con tre minuti di anticipo.

A Bussoleno troviamo la diramazione per Susa e la linea del Servizio Ferroviario Metropolitano di dirama fra Bardonecchia e Susa. Nella tratta bassa la frequenza dei treni è ogni trenta minuti, mentre nella parte alta un treno ogni ora collega Bardonecchia a Torino e Susa a Torino.

Da Bussoleno inizia la tratta montana della linea del Frejus e qui la ferrovia è costituita da due tracciati indipendenti. L'itinerario storico, più vecchio e acclive, è usato per i treni discendenti, mentre l'itinerario più nuovo, realizzato tra il 1977 e il 1985, prevede minori pendenze, un maggior numero di viadotti, gallerie e un tracciato meno tortuoso. Il tracciato moderno, meno acclive, è più lungo e prevede anche diverse gallerie ad "S" per contenere la pendenza. Per via della minore acclività, di regola, la tratta più nuova è usata dai treni ascendenti. Essendo il nostro treno un treno ascendente, percorriamo l'itinerario moderno.

I due tracciati si incontrano nelle stazioni di Meana, Chiomonte, Exilles e Salbertrand, per poi riunirsi definitivamente a costituire un unico tracciato verso Bardonecchia e il traforo del Frejus.

Il tracciato è questi tutto in galleria e le velocità abbastanza contenute. Giungiamo in orario alle fermate di Meana, Chiomonte, Salbertrand, Olux e Beaulard, per giungere quindi a Bardonecchia alle 10:38 con tre minuti di anticipo. Il viaggio richiede 1 ora e 26 minuti, per percorrere una distanza di 87 km, con fermate a Grugliasco, Collegno, Alpignano, Rosta, Bussoleno, Meana, Chiomonte, Salbertrand, Olux e Beaulard. Dalla stazione di Olux sono disponibili collegamenti bus con Sestriere.

A Bardonecchia la temperatura è di -2°C, la qualità dell'aria è data come buona. La stazione si trova in centro al paese, a poca distanza dalla via principale.

Stazione di Bardonecchia, piazzale lato Torino
Immagine
131,78 KB


A Bardonecchia sbrigo alcune commissioni, quindi utilizzo il treno sfm 10313 per rientrare a Torino. Il treno è previsto in partenza alle 11:21 ed è lo stesso mezzo del viaggio di andata. Il treno è pronto alla partenza al binario 1 e durante l'attesa arriva in stazione il treno TGV 9244 da Milano per Paris Gare de Lyon. Il TGV effettua una breve sosta per poi ripartire verso la Francia, mentre il nostro treno lascia Bardonecchia alle 11:30 con 9 minuti di ritardo.

Dettaglio di un isolatore del treno TGV "Réseau" tricorrente in stazione a Bardonecchia
Immagine
113,27 KB

Il treno, con motrice in coda, scende verso valle, per fermare a Beaulard e Olux-Cesana-Claviere-Sestriere, dove diversi viaggiatori provenienti dalle stazioni sciistiche del comprensorio della Via Lattea salgono a bordo. Superata la fermata a Salbertrand il treno si avvia verso Bussoleno utilizzando la tratta storica, quella più corta e acclive, più tortuosa e meno ricca di gallerie, dalla quale però si apprezza maggiormente il paesaggio.

La città di Susa vista dalla ferrovia, tratta storica, nei pressi di Meana.
Immagine
150,14 KB

la tratta storica, aperta nel 1871, è quella più acclive ed quindi utilizzata dai treni in discesa, ma se entrambe le tratte possono essere percorse nelle due direzioni. La linea è elettrificata a 3000 Vcc ed è dotata di sistema di distanziamento e ripetizione segnali con Blocco Automatico e Correnti Codificate e Sistema Controllo Marcia Treni.

Stazione di Meana
Immagine
132,97 KB

Nel percorso in alta valle, i due rami della ferrovia, si portano allo stesso livello nelle stazioni e a Meana è previsto un posto di comunicazione per premettere il passaggio dei treni da una tratta all'altra in caso di necessità. Nella stazione di Exilles, oggi non più utilizzata per il servizio viaggiatori, le due ferrovie si incrociano a livelli differenti.

Immagine
110,37 KB


La tratta di valico termina a Bussoleno, dove giungiamo in orario alle 12:06, con 6 minuti di ritardo.



Ripartiamo da Bussoleno e ci dirigiamo quindi verso la tratta di valle, dove le velocità sono maggiori e i treni da/per Bardonecchia non effettuano fermate intermedie. Le località intermedie della bassa valle sono invece servite dai treni da/per Susa, che hanno la stessa frequenza di quelli per Bardonecchia, ma sfalsati di 30 minuti.
La frequenza dei treni è di un treno ogni ora tra Torino e Bardonecchia/Susa, mentre nelle stazioni di Bussoleno e in tutte quelle dell'area metropolitana, i servizi si sovrappongono facendo salire la frequenza ad un treno ogni 30 minuti.

In circa 14 minuti percorriamo tutta la tratta della bassa valle, senza fermate intermedia, per giungere quindi ad Avigliana, prima fermata dell'area metropolitana. Da Avigliana ripartiamo con 4 minuti di ritardo ed effettuiamo le fermate di Rosta, Alpignano, Collegno e Grugliasco, per giungere quindi a Torino Porta Nuova alle 12:42, con tre minuti di anticipo.

La frequentazione dei treni è buona, sopratutto nell'area metropolitana, ad eccezione della fermata di Rosta, mentre l'interscambio è minore in alta valle, ad accezione delle fermate di Bussoleno e Olux, che hanno invece una buona frequentazione.

Diversi sono i passeggeri che raggiungono o rientrano dalle località sciistiche, ma lo spazio per i bagagli di grosse dimensioni, su questo tipo di mezzi è ridotto. I convogli a due piani sono ideali nella tratta ad alta affluenza pendolare dell'area metropolitana, mentre sono meno adeguati per coloro che viaggiano con molti bagagli di grosse dimensioni. Non si sono comunque registrati problemi, vista l'affluenza non eccessiva che permetteva di disporre i bagagli nei posti liberi rimasti.

Il tempo di percorrenza, tra Bardonecchia e Torino è di un ora e 24 minuti, il costo del biglietto è di 7 euro e la distanza percorsa 87 km con fermate a Beaulard, Oulx-Cesana-Claviere-Sestriere, Salbertrand, Chiomonte, Meana, Bussoleno, Avigliana, Rosta, Collegno e Grugliasco.


Fabrizio Borca
Avatar utente
robiravasi62
Messaggi: 947
Iscritto il: martedì 30 dicembre 2014, 11:49
Nome: roberto
Regione: Lombardia
Città: belgioioso
Stato: Non connesso

Messaggio da robiravasi62 »

Bello
Grande Fabrizio
Roberto
Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1884
Iscritto il: lunedì 4 marzo 2013, 13:41
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Stato: Non connesso

Messaggio da marione »

Sempre graditissimi i tuoi resoconti, Fabrizio !
Grazie

Marione
Mario Mancastroppa
Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7479
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

Messaggio da giuseppe_risso »

Bel resoconto di viaggio.
Grazie Fabrizio.
Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9677
Iscritto il: domenica 3 maggio 2015, 18:31
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 »

Piacevolissimo leggere i tuoi resoconti di viaggio :cool:
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.
Avatar utente
giovanni1971
Messaggi: 50
Iscritto il: martedì 15 novembre 2016, 15:26
Nome: Giovanni
Regione: Piemonte
Città: Alessandria
Stato: Non connesso

Messaggio da giovanni1971 »

Aggiungo dei dettagli:
I TGV sono gestiti dall'impresa ferroviaria SNCF Voyages Italia S.r.l. da Modane fino a Milano p. Garibaldi, con proprio personale di condotta e personale di bordo (capotreno) no trenitalia;
La linea ferroviaria è attrezzata si col blocco automatico a cc, ma con segnalamento a due aspetti con avvisi isolati.
Il traffico merci discreto espletato da sole tre imprese ferroviarie la nazionale quella francese Captrain succursale italiana utilizza le E436 come locomotive e dalle DB Cargo Italia che utilizza le E483 serie F, ovvero macchine modificate per funzionare sotto la rete francese a 1500 v cc.
Giovanni Grasso macchinista DB Cargo Italia
Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22154
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Connesso

Messaggio da Andrea »

Bellissimo racconto Fabrizio. :cool:
Ho inserito il link in home page...
Immagine
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12349
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio »

Bel resoconto Fabrizio. Preciso come sempre !! :wink: Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14658
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da MrMassy86 »

Ottimo resoconto di viaggio Fabrizio, letto con piacere :grin: Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10341
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Grazie a tutti.
Fabrizio Borca
Avatar utente
benigni99
Socio GAS TT
Messaggi: 1130
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 14:42
Nome: Filippo
Regione: Toscana
Città: Firenze
Stato: Non connesso

Messaggio da benigni99 »

Davvero Bello...
Grazie per la condivisione!!
Filippo Benigni - Il mio canale YouTube - Il mio profilo Instagram

"Imparare a vedere è il tirocinio più lungo in tutte le arti." Edmond De Goncourt

Torna a “RECENSIONI DI FERROVIE REALI”