Locomotive da manovra

Locomotive, carri, carrozze, servizi ferroviari e treni in generale.

Moderatori: Fabrizio, MrMassy86

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Egidio »

Si e' davvero accattivante. Piace anche a me. Saluti. Egidio. [51]


Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Quello che mi incuriosisce è l'applicazione di una nuova livrea su questo tipo di macchine, che sono in circolazione da oltre 50 anni. Nella fattispecie, l'automotore su cui è stata applicata la livrea, è stato costruito da CNR nel 1967.
Fabrizio
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Egidio »

Fabrizio ha scritto: venerdì 31 gennaio 2020, 22:18 Quello che mi incuriosisce è l'applicazione di una nuova livrea su questo tipo di macchine, che sono in circolazione da oltre 50 anni. Nella fattispecie, l'automotore su cui è stata applicata la livrea, è stato costruito da CNR nel 1967.
Si vede Fabrizio che TRENITALIA non intende svecchiare il suo parco rotabili. E nella fattispecie le loco da manovra. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Ciao Egidio, a quel che so Trenitalia si occuperà sempre meno di manovre (forse nemmeno se ne occupa più, ma non sono sicuro) e concentrerà la sua attività sul trasporto passeggeri, che dovrebbe essere il core business della azienda. Da qui che già da ormai molti anni era stato dismesso il settore merci con la creazione di Trenitalia Cargo prima e Mercitalia Rail ora, aziende che comunque non si occupano di manovre. Probabilmente è per questo che Trenitalia non acquista locomotive da manovra, non essendo questo il suo settore operativo.

Le manovre negli scali sono in carico ad altre aziende che si occupano esclusivamente di manovra, come era Serfer e oggi Mercitalia Shunting & Terminal. In ogni impianto ferroviario dove ci sono da fare manovre operano una o più aziende che manovrano i mezzi ed i carri di tutte le aziende di trasporto che operano in esso, fornendo così un servizio alle stesse ed ottimizzando le procedure. In questo modo le aziende di trasporto possono concentrarsi sul loro settore di attività, ovvero quella di trasposto, evitando di dover dislocare ciascuna, negli impianti dove operano, dei propri mezzi e personale di manovra, che risulterebbe una cosa alquanto poco efficiente. Avendo una sola azienda (o più aziende a seconda delle dimensioni dell'impianto) specializzata in manovre, questa offrirà il suo servizio a tutte le aziende che operano in questo scalo rendendo più efficiente il tutto (se una determinata azienda, per esempio, vuole operare un solo treno a settimana, chiederà è pagherà la manovra solo per quel treno, evitando di dislocare presso l'impianto mezzi e persone in pianta stabile.

Credo Trenitalia, ma anche molte altre aziende che si occupano di trasporto passeggeri, non acquistino più locomotive da manovra proprio per questi motivi ed utilizzino solo più alcuni mezzi di manovra per poche operazioni all'interno dei loro impianti. Le macchine da manovra sono invece molto utilizzate da aziende che si occupano di questo, come DPO (che è un azienda che si occupa di trasporti e manovre), Terminali Italia (oggi Mercitalia Shunting & Terminal) ed anche alcuni operatori del settore merci che mantengono il proprio ramo di attività sul trasporto merci e manovre, che invece hanno recentemente introdotto diverse locomotive da manovra nel loro parco, come si può vedere in questa discussione. In Italia molte locomotive da manovra sono arrivate dalla industria Ceca CZ Loko, che ha piazzato diverse locomotive sia nuove che rigenerate.
Fabrizio
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Egidio »

Bene Fabrizio, grazie per le utile ed ampie spiegazioni a riguardo. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Prego Egidio.

Riguardo le manovre ci sarebbe molto da dire, perché spesso si creano situazioni molto particolari e che sembrano strane, ma tutto è dovuto a determinati fattori. In generale le grandi aziende di trasporto, come Rail Traction Company, DB Cargo e simili possono provvedere loro stesse alle manovre negli scali maggiori, dove magari offrono il loro servizio anche alle altre aziende che non hanno la manovra, mentre in alcuni scali meno frequentati c'è solo una azienda che si occupa di manovre offrendo il servizio a tutte le imprese di trasporto che vi operano. Ci sono poi situazioni miste con alcune aziende che operano le manovre in proprio ed altre che si affidano ad esterni. Da un po' di tempo a questa parte si sono poi diffuse le locomotive con modulo ultimo miglio, che servono proprio ad evitare di dislocare personale e mezzi di manovra in piccoli scali dove economicamente non sarebbe sostenibile mantenere un servizio di manovra.

Dal punto di vista del traffico passeggeri, invece, si vedono talvolta situazioni che potrebbero apparire paradossali, come l'uso di doppie trazioni (vedere alcune composizioni di due E 464 con poche vetture) , la grande diffusione degli elettrotreni al posto delle composizioni ordinarie e l'uso sempre più diffuso di vetture semipilota, tutte situazioni che derivano anche dal fatto che si vogliono evitare le manovre nelle stazioni.
Fabrizio
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Egidio »

Questo significa che da tempo, Fabrizio, Trenitalia ha sdoganato praticamente tutto ciò che riguarda la logistica negli scali......Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Esatto Egidio. Trattandosi di una azienda che si occupa di trasporto passeggeri, l'attività è stata concentrata su quel settore. Per il settore logistica negli scali, negli ultimi anni (ma direi anche da circa una 15ina di anni a questa parte) si è sviluppata tutta una serie di attività esercite da diverse aziende, che è andata dietro soprattutto al grande sviluppo del traffico intermodale e la nascita delle tante imprese che oggi operano nel settore merci. Sul lato passeggeri non si è assistito ad una così numerosa crescita nel numero di imprese, anche se qualcuna nuova ne è nata.

Il settore delle manovre e della logistica negli scali è molto interessante e vario e sarebbe sicuramente interessante conoscerne meglio i vari aspetti. Da quel che so, tempo fa, era stato introdotto un regolamento che obbligava ad avere un operatore (o forse più operatori in caso di grossi scali) del servizio di manovra per ogni scalo, ma poi non ho più seguito la cosa.
Fabrizio
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Egidio »

Bene grazie per le ampie delucidazioni Fabrizio. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Giungeranno in Italia, per l'impresa CLF di Bologna, 3 locomotive diesel Vossloh G1206. Si tratta di locomotive diesel-idrauliche della potenza di 1500 kW costruite da Vossloh/MaK e che saranno utilizzate dalla impresa di costruzioni italiana per operazioni di manutenzione e costruzione di linee ferroviarie.

Le locomotive, costruite in Germania dal 2007 sono dotate di un motore diesel turbocompresso ad iniezione diretta Caterpillar CAT 3512 B DITA-SC da 12 cilindri e trasmissione idraulica Voith L5r4zU2. Precedentemente attive presso Strukton Rail, le locomotive saranno trasferite in Italia e dotate di apparecchiature necessarie alla circolazione come locomotive diesel da treno.

Foto: https://treinposities.nl/foto/26046
Una delle locomotive G1206 che sarà trasferita in Italia.
Una delle locomotive G1206 che sarà trasferita in Italia.
Fabrizio
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Egidio »

Grazie per l' aggiornamento Fabrizio. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14936
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da MrMassy86 »

Grazie per gli aggiornamenti Fabrizio, di questa macchina ho il modello in scala TT che gira sul modulare, doveva per forza prima o poi arrivare in Italia :D
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Sono pronte per essere inviate in Italia due locomotive CZ Loko Effishunter 1000 per Sangritana (FAS)

Foto: https://railcolornews.com/2020/05/27/it ... tyhLNl-KG0
CZ-Loko-EffiShunter-1000_Sangritana-744-116_SZ-744-126_Railcolor-News_Daniel-Brabanec_6094-1536x1022.jpg
Si tratta di locomotive nuove, atte alla manovra e anche alla trazione di treni in linea.
Fabrizio
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Egidio »

Grazie per l' aggiornamento Fabrizio. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Nel mese di Luglio sono giunte in Italia 5 locomotive diesel CZ Loko Effishunter 1000. Si tratta di locomotive diesel adatte alla manovra pesante e per la trazione di treni in linea e sono costruite ex novo dalla azienda ceca Cz Loko. Si tratta di mezzi diesel a trasmissione elettrica della potenza di 895 kW.

Le cinque macchine giunte in Italia sono state consegnate a Sangritana, TPER Trenitalia e TPER Dinazzano, mentre un ulteriore locomotiva è in arrivo per il nuovo vettore che si occupa di traffico merci EVM Rail.

Foto: https://www.ferrovie.info/index.php/it/ ... r-evm-rail
Una locomotiva Effishunter 1000 consegnata a Trenitalia TPER
Una locomotiva Effishunter 1000 consegnata a Trenitalia TPER

Negli ultimi anni sono giunte in Italia numerose locomotive da manovra di Cz Loko, in maggior parte si tratta di modelli Effishunter 1000 e 741, queste ultime derivate dalla trasformazione di locomotive diesel-idrauliche Ceche serie 740, 741, 742 e altre simili.
Fabrizio
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Egidio »

Bene Fabrizio. Delle loco assegnate a Sangritana sapevo già. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Sono operative le due locomotive Effishunter 1000 di Sangritana



Nel video sono riprese alla testa del treno Melfi-Foggia per il trasporto di automobili dallo stabilimento FCA di Melfi. Gli autoveicoli vengono caricati direttamente in stabilimento, raccordato alla linea Potenza-Foggia, non elettrificata.
Fabrizio
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Egidio »

Ottimo Fabrizio. Il locomotore sai sei svolgerà anche servizio sulla linea adriatica ? Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Ciao Egidio. Non credo che queste macchine siano previste per la linea Adriatica, almeno non normalmente. Sono state acquistate principalmente per svolgere servizi verso stabilimenti raccordati e operare alcuni treni su linee non elettrificate, ma di solito sono impiegate per il minimo percorso possibile. Prelevano carri merci nei raccordi e li portano alla prima stazione utile, oppure percorrono qualche tratto di linea non elettrificato, ma poi le lunghe tratte vengono percorse con macchine elettriche. Nel caso del video, per esempio, le locomotive trainano il treno da Melfi a Foggia, su un itinerario non elettrificato. Il treno prosegue poi verso nord sulla linea Adriatica con una locomotiva E 483. Ovviamente, nulla esclude che in alcuni casi queste locomotive possano percorrere anche più chilometri e anche lungo la ferrovia Adriatica, ma non dovrebbe essere la regola.
Fabrizio
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Egidio »

Bene grazie. TI ho chiesto questo a riguardo perche' la Sangritana, societa' logistica con sede in Abruzzo, svolge normale servizio, compreso la gestione dei merci (convogli Sevel), sulla linea adriatica. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Si, in quel caso le locomotive diesel dovrebbero trainare i treni dallo stabilimento Sevel di Atessa fino a Fossacesia, dove poi il treno prosegue con trazione elettrica. Su un altro forum dicono che queste Cz Loko Effishunter 1000 sono arrivate per sostituire le D752 (occhialute) che sono ormai inaffidabili. Queste locomotive, infatti, non hanno ricevuto il nuovo motore Carterpillar come le D 753, ma hanno mantenuto l'originale e oggi sono ormai giunte al limite tecnico di vita utile.
Fabrizio
Avatar utente
IpGio
Socio GAS TT
Messaggi: 821
Iscritto il: domenica 20 maggio 2018, 9:22
Nome: Giorgio
Regione: Lombardia
Città: Nerviano
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da IpGio »

Fabrizio è sempre un piacere seguire i tuoi argomenti.
[253]
[36] IpGio
Giorgio - Nihil difficile volenti
H0-Ep.III-Italia
IpGio - I plastici di Gio - https://www.gtg3b.it
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Ulteriori due locomotive Cz Loko Effishunter 1000 giungono in Italia. Si tratta di due delle quattro unità di 744 previste per FNM, che saranno utilizzate per manovra pesante e soccorso in linea da Trenord. Le macchine sono già state consegnate a FNM dal produttore Ceco CzLoko.

Le Effishunter 1000 sono macchine a quattro assi con cabina unica semicentrale, a trazione diesel elettrica e abilitate per la circolazione anche in linea. Il motore diesel è un Caterpillar C32, mentre i motori di trazione sono asincroni trifase pilotati da inverter. E' prevista l'opzione per attrezzare tutte e quattro le macchine previste con sistema di gestione e sicurezza ERTMS/ETCS.

Foto: https://www.ferrovie.it/portale/articoli/9976
09976101 (1).jpg
Fabrizio
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Egidio »

Grazie Fabrizio per l 'informazione. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Locomotive da manovra

Messaggio da Fabrizio »

Alcune locomotive diesel D 145 ricevono la livrea gialla di RFI in luogo di quella arancione tradizionale di queste macchine

Foto: http://www.fotoferrovie.info/displayimage.php?pid=41881
Immagine

Si tratta di locomotive in servizio per Rete Ferroviaria Italiana. Le D 145 sono locomotive diesel-elettriche per servizio pesante costruite in due serie tra il 1982 e il 1995. L'esemplare in foto fa parte della seconda serie ed è stato costruito da TIBB nel 1988. Queste locomotive sono state le prime in Italia ad utilizzare il sistema di azionamento con motori asincroni trifase pilotati da inverter. I motori diesel (Fiat per gli esemplari di pima serie, BRIF per quelli di seconda serie) azionano gli inverter che producono la corrente che poi viene trattata negli inverter per pilotare i motori asincroni trifase di trazione. Data la particolarità della trazione diesel-elettrica con produzione a bordo e le minori tensioni in gioco rispetto a quelle delle linee aeree, già nel 1982 era stato possibile produrre inverter per il pilotaggio dei motori asincroni trifase.
Fabrizio

Torna a “MATERIALE ROTABILE E CIRCOLAZIONE FERROVIARIA”