Ferrovia "Adriatica" - lavori di potenziamento

Ferrovie in esercizio e dismesse, stazioni, impianti, segnalamento e infrastrutture.

Moderatori: Fabrizio, MrMassy86

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10340
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Ferrovia "Adriatica" - lavori di potenziamento

Messaggio da Fabrizio »

Sulla direttrice "adriatica" Bologna - Lecce, sono in corso di ultimazione i lavori per eliminare uno degli ultimi due "colli di bottiglia" ancora presenti sulla ferrovia che attraversa l'Italia lungo la dorsale adriatica.

Nel 2003 è stata aperta la tratta in variante tra Apricena e Lesina, (Puglia) eliminando così la vecchia tratta a binario unico, seguita poi nel 2005 dalla apertura della variante tra Ortona e Vasto-San Salvo, che ha permesso di eliminare un tratto di linea a singolo binario tortuoso e soggetto a frequenti mareggiate. Nel 2007 sono state aperte le nuove tratte in variante tra Apricena e San Severo, che hanno permesso di eliminare la ferrovia a singolo binario che si snodava sul Tavoliere delle Puglie.
Rimangono ancora a binario unico le tratte tra Termoli e Lesina e un breve tratto a nord di Ortona.

Proprio nel breve tratto a nord di Ortona sta per essere ultimata una breve ma impegnativa galleria a semplice binario, mista fra "naturale" e artificiale. Questa galleria costituirà il secondo binario da affiancare a quello esistente, che sarà mantenuto.

Le difficoltà maggiori incontrate nella costruzione dell’opera sono di origine ambientale, dato che la nuova galleria verrà scavata all’interno di un ammasso franoso sopra il quale si trovano numerose strutture, come una scuola e l’antico castello aragonese.
La nuova galleria prenderà il nome di "Galleria dei Frentani", lunga circa 500 m è costituita da due tratti iniziale e finale realizzati come galleria artificiale, mentre la tratta centrale di 388 metri costituisce la "vera" galleria. I due tratti di galleria artificiale sono costruiti a cielo aperto e poi ricoperti e sono realizzati in cemento armato, lunghi rispettivamente 47 metri lato Nord e 88 metri lato Sud, mentre nel tratto centrale la perforazione avviene su un unico fronte di scavo per 388 metri con metodo tradizionale.
Data l’instabilità del materiale escavato, il fronte in avanzamento, viene stabilizzato mediante metodi particolari che prevedono l'iniezione di miscele cementizie particolari alla pressione di 400 bar al fine di stabilizzare i terreni. Successivamente, una volta stabilizzato il fronte di scavo, avviene la rimozione del terreno tramite l’ausilio di frese ed escavatori idraulici. Si passa poi alla realizzazione della volta definitiva con rivestimento in cemento armato.
Durante l’intero ciclo dei lavori il cantiere, i terreni circostanti e le strutture adiacenti vengono monitorate in remoto per rilevare eventuali movimenti sospetti.
Tutte queste modalità costruttive specifiche ed i monitoraggi si sono resi necessari per il particolare tipo di terreno in cui la galleria ha dovuto essere scavata. In particolare servono per la salvaguardia, sia in fase costruttiva che in fase di esercizio, di tutte le strutture e delle persone che sono presenti nella zona d'intervento. Al di sopra del promontorio, infatti ci sono la fortezza Aragonese, insieme con tutte le altre strutture storiche, pubbliche e private.
I problemi hanno riguardato anche la messa in sicurezza dei terreni e delle strutture che si trovano nei pressi dell'imbocco nord della nuova galleria, dove si sono rilevate difficili condizioni idro-geologiche.


Immagine:
Immagine
92,25 KB


L'unico tratto ancora a singolo binario della adriatica rimane quindi quello tra Termoli e Lesina, dove la ferrovia transita in un ambiente delicato e l'impatto sull'ambiente dei lavori di raddoppio deve essere attentamente valutato


Fabrizio Borca
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12348
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio »

Conosco bene la problematica di questo tratto di ferrovia, in quanto abito in una frazione del comune di Ortona. Ed ho
anche visto e seguito lo stato di avanzamento dei lavori....... Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10340
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Ottimo Egidio, confermi che la galleria nuova è proprio li dove ho indicato? Guardano Google Maps non ho ben compreso la natura della zona. Venendo da Nord, poco prima di entrare a Ortona, mi sembra di aver visto una galleria a doppio binario nuova, poi un tratto a cielo aperto e poi una galleria che sembra iniziare a doppio binario ma poi sbuca in stazione a Ortona a singolo binario. Ho immaginato che il raddoppio sia stato eseguito recentemente fino a nord di Ortona, poi all'uscita della galleria a doppio binario nuova la linea diventa a singolo binario e c'è la galleria della linea vecchia, a singolo binario, che si immette in stazione ad Ortona. Da quanto ho capito questa nuova galleria, sempre a singolo binario, dovrebbe mettersi in parallelo alla vecchia galleria, che sarà mantenuta, ottenendo così il singolo binario.
Ci potresti illustrare, se puoi, meglio la situazione? Sono curioso :wink:

Ciao

Fabrizio
Fabrizio Borca
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12348
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio »

Allora Fabrizio, ti illustro la situazione. Intanto ti confermo che la localizzazione della nuova tratta evidenziata dalla cartina e' giusta, come
pure altrettanto giuste sono il resto delle informazioni che hai dato. Ma per dover di cronaca e perche' tu me l' hai chiesto ti daro' altri dettagli
in merito. All' originaria galleria denominata Castello, che serviva il tratto a singolo binario, all'uscita della stazione di Ortona, in direzione Nord (verso Pescara per intenderci)
e' stata affiancata una galleria nuova a singolo binario denominata appunto galleria dei Frentani. I tecnici della ditta che hanno in appalto i lavori
hanno dovuto procedere ad uno sbancamento e creare un tunnel artificiale da addossare alla galleria gia' esistente. In questa maniera per un tratto di circa 600
metri si e' potuta ricreare un pezzo di linea a doppio binario, la quale continua poco dopo in un' altra galleria denominata del Cimitero. Tale galleria,
molti anni fa era stata ristrutturate ed allargata in previsione di poter effettuare il raddoppio di binario. Una curiosita' ulteriore sul nome delle gallerie.
In quel tratto, non ci dimentichiamo che la linea ferroviarea quasi tocca la costa e quindi il mare, purtroppo deve viaggiare per forza in galleria. Il
territorio del comune di Ortona in quel punto presenta delle impervita'. E quindi le gallerie nominate prendono appunto il nome, la prima Castello, perche' scavalca appunto il castello Aragonese ultima baluardo della citta' in quel punto. Mentre la seconda, detta del cimitero, perche' i treni corrono sotto la collina sul cui fianco di affaccia la struttura del cimitero comunale. Spero di esserti stato di aiuto nelle delucidazioni. :wink: Saluti. Egidio.
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10340
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Grazie Egidio, ora mi è più chiaro. Soprattutto sono sicuro che il punto è quello e che, solo in quel breve tratto, rimaneva ancora l'unico binario nella galleria "Castello", mentre quella "del cimitero" è a doppio binario. Questo perché la prossima volta che passo da quelle parti, darò un occhiata.

Ciao

Fabrizio
Fabrizio Borca
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12348
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio »

Prego, Fabrizio. Mi fa piacere d'esserti stato di aiuto nella
spiegazione. :wink: Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano
Avatar utente
Edo Mazzo
Messaggi: 1680
Iscritto il: martedì 16 luglio 2013, 21:34
Nome: Edoardo
Regione: Veneto
Città: Treviso
Stato: Non connesso

Messaggio da Edo Mazzo »

Grazie per l'informazione :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin:
Edoardo Mazzonetto - Il mio profilo Facebook https://www.facebook.com/edoardo.mazzonetto
Avatar utente
Christian-E.656
Messaggi: 485
Iscritto il: lunedì 10 settembre 2012, 11:36
Nome: Christian
Regione: Abruzzo
Città: Pescara
Stato: Non connesso

Messaggio da Christian-E.656 »

Immagine:
Immagine
247,79 KB

Immagine:
Immagine
243,08 KB

Fabrizio questa è la nuova galleria ad Ortona...vista lato porto.
Amiternus
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10340
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Grazie Christian. Hai fatto tu queste foto? Erano al lavoro? Vedo che questa galleria sbocca proprio nei pressi del centra abitato.
Dalle foto desumo che il binario che si scorge in primo piano sia quello originale (che diventerà quello per Bari), mentre il singolo binario nella nuova galleria costituirà il raddoppio. E' così?
Fabrizio Borca
Avatar utente
Christian-E.656
Messaggi: 485
Iscritto il: lunedì 10 settembre 2012, 11:36
Nome: Christian
Regione: Abruzzo
Città: Pescara
Stato: Non connesso

Messaggio da Christian-E.656 »

sisi..è cosi. Non c'era nessuno a lavoro,almeno non fuori. Due secondi prima era passato un lupetto della sangritana,ma non ho fatto in tempo. La galleria sbuca a pochi metri dalle case dei pescatori..è una zona d ortona davvero suggestiva...addirittura è rimasto il binario ke dalla stazione arriva fino al molo in mezzo al mare...con un passaggio a livello senza barriere.
Amiternus
Avatar utente
Christian-E.656
Messaggi: 485
Iscritto il: lunedì 10 settembre 2012, 11:36
Nome: Christian
Regione: Abruzzo
Città: Pescara
Stato: Non connesso

Messaggio da Christian-E.656 »

Ho saputo dalla mia associazione (ACAF) che sono in corso modifiche agli scambi sulla linea...installando scambi a 60º...con l'entrata in servizio degli etr 1000, i 500 torneranno da noi? Magari in servizio frecciabianca. Infine la ferrovia adriatico sangritana ha riscattato da treniitalia lo scalo merci di pescara portanuova restituendo vita al massiccio impianto.
Amiternus
Avatar utente
Andreacaimano656
Messaggi: 1914
Iscritto il: lunedì 4 marzo 2013, 19:23
Nome: Andrea
Regione: Lazio
Città: Roma
Stato: Non connesso

Messaggio da Andreacaimano656 »

Grazie per le informazioni Christian, spero proprio che gli ETR 500 tornino sull'adriatica :grin: mi ricordo che gli vedevo passare a San Benedetto del Tronto quando erano ancora nella loro bellissima livrea verde Eurostar con la scritta "ETR 500" :geek: :geek:
Ciao
Andrea
Andrea Ferreri
Avatar utente
Christian-E.656
Messaggi: 485
Iscritto il: lunedì 10 settembre 2012, 11:36
Nome: Christian
Regione: Abruzzo
Città: Pescara
Stato: Non connesso

Messaggio da Christian-E.656 »

una livrea indimenticabile :wink:
Amiternus
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10340
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Grazie della info Christian. Sai dove stanno installando i nuovi deviatoi?

So che lungo l'adriatica sono in corso alcuni lavori di adeguamento e velocizzazione, come per esempio presso Ortona, dove è in corso di ultimazione una piccola variante dei raddoppio, segnalata qualche mese fa.
Christian-E.656 ha scritto:...con l'entrata in servizio degli etr 1000, i 500 torneranno da noi? ....
Secondo me potrebbe essere una cosa plausibile. Ma potrebbero anche finire sulla Roma - Venezia o sulla dorsale padana.

Avevo anche pensato al fatto che se gli ETR 500 tornassero a Venezia, sarebbero disponibili diversi treni ad assetto variabile che potrebbero così percorrere le linee AV fino a Bologna e poi guadagnare qualche minuto di percorrenza sfruttando l'assetto variabile lungo la linea tradizionale. Tuttavia da quanto ne so, in alcuni tratti, ci sono limiti di velocità imposti dal tipo di segnalamento e sistema di blocco (blocco conta assi), il che non farebbe guadagnare nulla usando treni ad assetto variabile.
Forse è questo il motivo per cui, finora, non si sono mai visti lungo l'adriatica treni ad assetto variabile (almeno che io ricordi), mentre gli ETR 500 ci sono andati.
Quindi potrebbe anche essere che sulla adriatica tornino gli ETR 500, facendo rimanere i treni ad assetto variabile sulla Roma - Venezia, per guadagnare qualche minuto di percorrenza nella tratta tra Bologna e Padova, dove l'assetto variabile consente effettivamente di guadagnare qualcosa.

Tenete però presente che tutto questo è solo un mio ragionamento basato su supposizioni, nulla di più :wink: Per dirla con un linguaggio colorito "fantaferrovia" :cool: :cool: :cool: diciamo che adesso era un discorso tanto così per dire :wink:

Per ora nessun ETR 400 ha ancora solcato i binari della penisola in esercizio commerciale :cool: :cool: :cool: , non resta che attendere.
Fabrizio Borca
Avatar utente
Christian-E.656
Messaggi: 485
Iscritto il: lunedì 10 settembre 2012, 11:36
Nome: Christian
Regione: Abruzzo
Città: Pescara
Stato: Non connesso

Messaggio da Christian-E.656 »

nella stazione di montesilvano sicuramente, hanno appena terminato... per quello ho pensato agli etr500 qui.
Amiternus
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10340
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Sono in corso nella stazione di Ancona i lavori per la sostituzione degli apparati di comando e controllo. La stazione riceverà un nuovo apparato di comando e controllo (ACC) di tipo computerizzato, in sostituzione di quello esistente di tipo elettromeccanico.

I lavori dureranno fino al 27 Aprile

http://www.fsnews.it/cms/v/index.jsp?vg ... 16f90aRCRD
Fabrizio Borca
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10340
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

E' stata attivata il 9 Dicembre 2014 la nuova galleria "Cattolica" lungo la ferrovia adriatica Bologna-Lecce.

Le nuova galleria, lunga circa 1100 metri, consente l'inoltro di treni merci trasportanti container di grandi dimensioni "high cube".

Nei pressi di Cattolica è stato realizzato un nuovo tracciato, lungo circa due chilometri, in parte in variante e in parte in affiancamento all'esistente che consentirà, una volta terminati i lavori, di disporre di due gallerie a semplice binario gabarit C, in modo da poter inoltrare treni merci che trasportano container high cube.

Attivata la nuova galleria, quella attualmente esistente a doppio binario, sarà oggetto di lavori di ristrutturazione terminati i quali diventerà anch'essa a semplice binario gabarit c.

In questo modo i container di grosse dimensioni potranno essere trasportati dai porti del basso adriatico fino alla Pianura Padana e viceversa.

Immagine
126,51 KB

http://www.fsnews.it/fsn/Notizie/Linea- ... -Cattolica
Fabrizio Borca
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12348
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio »

Bene, grazie per la pronta informazione Fabrizio. :wink: Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano
Avatar utente
Josefloco61
Messaggi: 675
Iscritto il: sabato 2 febbraio 2013, 22:30
Nome: Giuseppe
Regione: Sicilia
Città: Palermo
Stato: Non connesso

Messaggio da Josefloco61 »

Bene, vedo che sull'Adriatica i lavori proseguono..... questa linea credo che rivesta un'importanza notevole, per il fatto che collega il basso adriatico al nord, soprattutto per il trasporto merci pesante, grazie Fabrizio per le preziose informazioni, ciao.
Josef
Josef. Modellista - plasticista scala H0 solo FS, epoche III, IV,V e poco XMPR, plastico modulare in Progress, Trazione DCC.
Avatar utente
schunt
Messaggi: 533
Iscritto il: giovedì 3 aprile 2014, 8:19
Nome: Enzo
Regione: Toscana
Città: cascina
Stato: Non connesso

Messaggio da schunt »

fa sempre molto piacere sapere che il libro delle opere incompiute mano a mano va ricucendosi, specialmente se quete sono linee ferroviarie come l'Adriatica, dove tutto comincio' tantissimi anni orsono, con la nuova stazione di Perscara.

Ora speriamo che si diano una mossa sulla riviera di ponente !

Buon proseguimento a tutti
Enzo
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10340
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Lavori di potenziamento lungo la linea adriatica tra Bologna e Rimini

http://www.fsnews.it/fsn/Sala-stampa/Co ... erroviaria

I lavori riguardano la modifica del piano dei binari nelle stazioni di Forlì, Cesena, Imola, Castelbolognese e Castel San Pietro Terme, con la velocizzazione degli itinerari e la creazione di nuovi binari per il traffico regionale, rialzamento dei marciapiedi, ristrutturazione di 10 ponti, sostituzione e potenziamento linea elettrica, rifacimento sistemi informativi delle stazioni. La velocità massima raggiungibile dai treni sarà portata a 200 km/h.

Sarà potenziato anche il terminale intermodale di Villaselva, con la realizzazione di nuove aree per il carico e lo scarico dei container.

Il lavori sono previsti nell'arco temporale tra il 2015 e il 2018.
Fabrizio Borca
Avatar utente
Andreacaimano656
Messaggi: 1914
Iscritto il: lunedì 4 marzo 2013, 19:23
Nome: Andrea
Regione: Lazio
Città: Roma
Stato: Non connesso

Messaggio da Andreacaimano656 »

Grazie per la notizia Farbrizio :wink:
Ciao
Andrea
Andrea Ferreri
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12348
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio »

Ti ringrazio anch'io Fabrizio. Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10340
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Alcuni dettagli sui lavori.

Sarà modificato il tipo di segnalamento, implementando i codici della attuale ripetizione segnali. Sarà attivata una ripetizione segnali a 8 codici (sarà inserito il codice "270), che consente di conoscere lo stato dei segnali per un estesa minima di 4 km, distanza sufficiente ad arrestare un treno a 200 km/h (a seconda della massa frenante e peso ci possono essere limitazioni). Qualora tutti i segnali delle sezioni di blocco successive, per 4 km, siano disposti a verde, il treno può marciare a 200 km/h.

Verrà rifatta, in alcuni tratti, la geometria del binario modificando sopraelevazione e raccordo parabolico. Modificate le curve in ingresso e uscita delle stazioni di Forlì, Cesena, Gambettola, Savignano sul Rubicone e Sant'Arcangelo di Romagna.
Rettifiche di tracciato, in sede, lungo tutta la tratta.

La velocità massima di 200 km/h sarà raggiungibile tra San Lazzaro di Savena e Savignano sul Rubicone, per un totale di circa 95 km sui circa 112 che separano Bologna da Rimini

Immagine:
Immagine
129 KB
Fabrizio Borca
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10340
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Lavori di ristrutturazione alla stazione di Riccione

http://www.riminitoday.it/cronaca/riqua ... avori.html

intanto proseguono il lavori sulla tratta Bologna-Rimini, per innalzare la massima velocità a 200 km/h
Fabrizio Borca

Torna a “LINEE ED IMPIANTI”