Il sogno di un bambino

Discussioni relative alla scala H0 1:87

Moderatori: cararci, MrMassy86, adobel55, lorelay49

Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 723
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da FrancoV »

Beh. così la stazione assume un'altra importanza (e non è un problema) ma credo che si debba rivedere il disegno della zona merci perchè così, oltre a essere irrealistico è anche poco funzionale :D


Franco -Etroit, quoi qu'il soit!
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5710
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da Docdelburg »

FrancoV ha scritto: lunedì 25 gennaio 2021, 15:47 Beh. così la stazione assume un'altra importanza (e non è un problema) ma credo che si debba rivedere il disegno della zona merci perchè così, oltre a essere irrealistico è anche poco funzionale :D
Concordo, la zona merci è da studiare meglio cercando qualche spunto dalla realtà. :wink:
Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 723
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da FrancoV »

Fra l'altro mi è venuta una considerazione che sottopongo anche al nostro amico, volendolo ambientare in epoca moderna bisogna tenere conto che anche la, così come in Italia, il traffico merci è ridotto al minimo e quello passeggeri è fatto, per la maggior parte, con materiale reversibile. :D
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!
Avatar utente
Koploper
Messaggi: 29
Iscritto il: lunedì 29 giugno 2020, 17:05
Nome: Diego
Regione: Lazio
Città: Roma
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da Koploper »

Buongiorno a tutti.

Esatto Franco, il traffico passeggeri è per gran parte fatto con materiale reversibile, tranne che per gli IC che arrivano da Berlino, che fanno il cambio loco nella stazione di Bad Bentheim.
Il traffico merci non è limitatissimo ma scali di quella portata si trovano in altre zone e non a ridosso di stazioni passeggeri.

Sto valutando esattamente gli spazi a disposizione per avere un piano definitivo ma dovrò sicuramente abbandonare l'idea dello scalo merci.
Diego
Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 723
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da FrancoV »

Infatti la questione è che con il materiale moderno, in sostanza è come vedere sempre lo stesso treno (che, almeno personalmente, è la principale ragione per cui la fotografia ferroviaria non mi attrae più come una volta). Dai un'occhiata qui, le superfici sono, per quel che ho capito, più o meno analoghe e i risultati sono interessanti ...
https://forum.e-train.fr/viewtopic.php?f=34&t=86200
https://forum.e-train.fr/viewtopic.php?f=34&t=91322

:D
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5710
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da Docdelburg »

Non avevo considerato l'epoca e l'amministrazione, quindi i miei progetti sono in effetti tutti da rivedere. :(
A questo punto lascerei sicuramente la doppia linea sull'elicoidale, metterei almeno 4 binari con marciapiedi senza più i deviatoi a fine binario, e metterei alcuni binari di sosta con un paio di aste di manovra. Niente zona merci, e deposito locomotive ridotto all'osso.
Svilupperei bene il piano a doppio binario di accesso alla stazione, così da permettere il transito contemporaneo di due convogli.
Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 723
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da FrancoV »

Un' ulteriore riflessione, visto che il nostro amico sembra avere le idee abbastanza chiare, il mio suggerimento sarebbe di andare con la visione satellitare sulla zona che ha in mente (o quella che più gli somiglia), vedere come sono fatte le stazioni (anche dal punto di vista dell'architettura) e a quel punto adattare alla superficie di cui dispone quella che più gli piace o mescolare elementi presi da due o tre posti diversi. :D
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!
Avatar utente
Koploper
Messaggi: 29
Iscritto il: lunedì 29 giugno 2020, 17:05
Nome: Diego
Regione: Lazio
Città: Roma
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da Koploper »

Cia Franco

Prendere spunto dalla realtà credo sia alla base per poter realizzare un qualcosa di realistico appunto, lo abbiamo fatto tutti per i nostri progetti e anche io ho passato ore a "studiare" su maps.

Nei paesi bassi non ci sono molte stazioni di testa, mi pare sia cinque o sei, tutte al termine di una linea singola tranne che per la stazione di Den Haag a L'Aia, ma improponibile da prendere come esempio. Quella che più si avvicina al mio caso é la stazione di Den Helder, anch'essa al termine di una linea singola (se la vedi sembra che ci sia una doppia linea ma in realtà uno dei due binari é una lunghissima asta).
Un'altra che potrebbe fare al caso potrebbe essere la stazione di Enschede. Si trova al confine ed ha una doppia linea in ingresso (se cosi si può dire) e una linea singola che prosegue verso Gronau in Germania.

Ho quasi terminato le varie misurazione degli spazi, presto vi posterò il piano definitivo.

Grazie ancora per l'interesse.
Diego
Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 723
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da FrancoV »

Sono andato a vedere le due località, diciamo che a questo punto deve intervenire "l'artista" e interpretarle in modo che alla fine venga fuori qualcosa di piacevole. Io comunque punterei su Den Helder :D
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!
Avatar utente
Koploper
Messaggi: 29
Iscritto il: lunedì 29 giugno 2020, 17:05
Nome: Diego
Regione: Lazio
Città: Roma
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da Koploper »

Buonasera a tutti..
Prendendo le misure esatte degli spazi ho avuto un'idea. Non so come non averci pensato prima.
elicoidale.jpg
Dalla parte opposta dell'elicoidale
fondo1.jpg
fondo2.jpg

sulla destra dell'anello di ritorno ho una scrivania. Sopra c'é una libreria che potrei alzare di circa 15/20 cm e recuperare quella parete per poter inserire un'appendice dove realizzare un'altra stazione nascosta.
In questo modo, forse, potrei fare qualcosa di diverso da una stazione di testa.
variante.jpg

Vi allego anche il file di scarm..
Diego
Avatar utente
Koploper
Messaggi: 29
Iscritto il: lunedì 29 giugno 2020, 17:05
Nome: Diego
Regione: Lazio
Città: Roma
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da Koploper »

Eccolo scusatemi..
Variante.zip
(19.56 KiB) Scaricato 3 volte
In questo caso ho anche invertito l'elicoidale.. ora sono esatte tutte le misure e le pendenze.
Diego
Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 723
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da FrancoV »

Come diceva quel tale " se vuoi nascondere qualcosa fai in modo che tutti lo vedano" ;-)
Una cosa non mi è chiara; stante l'apparente larghezza dell'appendice come fai a farci stare un ritorno :D
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!
Avatar utente
Koploper
Messaggi: 29
Iscritto il: lunedì 29 giugno 2020, 17:05
Nome: Diego
Regione: Lazio
Città: Roma
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da Koploper »

Non ci va nessun anello di ritorno.. diventerebbe una seconda stazione nascosta di testa.
la parete in totale misura 280 cm.
Diego
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5710
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da Docdelburg »

Koploper ha scritto: mercoledì 27 gennaio 2021, 20:45 Non ci va nessun anello di ritorno.. diventerebbe una seconda stazione nascosta di testa.
la parete in totale misura 280 cm.
Nel senso che ci possono andare dei convogli reversibili da richiamare secondo una certa sequenza.....direi che così può funzionare.
La stazione principale potrebbe allora essere di testa per una certa linea e di transito per un'altra.
A maggior ragione quindi serve la doppia linea sull'elicoidale.
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5710
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da Docdelburg »

Per dare un'idea di quello che intendo, posto le foto di una mia stazione fatta con moduli a norme Fremo, che è di testa per alcuni convogli e di transito per altri. Credo che il concetto potrebbe essere sviluppato e ampliato visto lo spazio a disposizione.
VSP1.png
VSP2.png
VSP3.png
Avatar utente
Koploper
Messaggi: 29
Iscritto il: lunedì 29 giugno 2020, 17:05
Nome: Diego
Regione: Lazio
Città: Roma
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da Koploper »

Docdelburg ha scritto: mercoledì 27 gennaio 2021, 21:01
Koploper ha scritto: mercoledì 27 gennaio 2021, 20:45 Non ci va nessun anello di ritorno.. diventerebbe una seconda stazione nascosta di testa.
la parete in totale misura 280 cm.
Nel senso che ci possono andare dei convogli reversibili da richiamare secondo una certa sequenza.....direi che così può funzionare.
La stazione principale potrebbe allora essere di testa per una certa linea e di transito per un'altra.
A maggior ragione quindi serve la doppia linea sull'elicoidale.
E' esattamente quello che intendo Mauro.

Molto bella la stazione prenderò spunto anche da questa..
Diego
Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 723
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Il sogno di un bambino

Messaggio da FrancoV »

Dopo che mi spiegano una cosa per mezz'ora la capisco subito ;-).... non male come idea anche se, personalmente, ritengo che la scelta di un'epoca "contemporanea" limiti molto la varietà del materiale in circolazione col rischio che dopo un po' l' aspetto "ludico" venga a mancare :|
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!

Torna a “SCALA H0”