MODULO "la vecchia Brianza" (stazione secondaria)

Se pensi di realizzare un modulo o lo stai facendo, inserisci qui la tua discussione.

Moderatore: Andrea

Rispondi
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11640
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » lun nov 16, 2015 9:36 am

Mi associo anch' io al pensiero espresso dell' amico Massimiliano.... Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5559
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » lun nov 16, 2015 12:40 pm

bene Edgardo, direi perfeTTo !!!
Riccardo

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » mar nov 17, 2015 10:40 pm

Grazie :grin: :grin: :grin:

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » mer nov 25, 2015 12:51 am

Piccolo aggiornamento elettrico:

Ho iniziato a cablare i commutatori interni ai motori Tillig per polarizzare i cuori dei deviatoi (esterni) con aghi elastici e fin qui tutto bene; il sistema mi alimenta anche gli aghi e mi permette di avere una buona continuità elettrica sull'armamento.

I deviatoi con aghi su cerniera sono comandati da motori elettromagnetici Roco (interni) e anche qui non ho avuto problemi.

Purtroppo, se collego insieme un motore Tillig con uno Roco ho qualche problema, in quanto per avere il comando simultaneo degli interscambi, i 2 motori collegati in parallelo vanno in conflitto.

Questo problema andrebbe approfondito meglio, magari in una discussione nella sezione tecnica del forum, in quanto è interessante. Per ora ho risolto differenziando l'alimentazione dei motori con un relè che alimenta i motori in modo indipendente e con 2 sorgenti; una in CC e una in CA.
Ricordo che l'impianto sarà gestito con un Arduino Mega 2360, quindi con relè gestiti da impulsi e da sensori per il rilevamento delle occupazioni.
Su questo fronte sono ancora in fase sperimentale.

Ho appena acquistato una serie di sensori IR molto compatti proprio per il rilevamento ottico delle occupazioni.
Ogni sensore dispone di 2 sonde e di una mini centralina di gestione:

Sensore IR:
Immagine
223,17 KB

Nell'immagine è possibile vedere la centralina ed il sensore IR (doppio).
I sensori sono colegati alla centralina con regolazione della sensibilità:

Sonda:
Immagine
322,27 KB

La sonda è formata da un diodo led in grado di emettere luce infrarossa (non visibile dall'occhio umano ma percepibile da una fotocamera) e da un fotodiodo in grado di leggere tale luce infrarossa.
L'accoppiamento led e fotodiodo, ci permette di rilevare un ostacolo che si interpone sul sensore fino a 20 cm dallo stesso. L'ostacolo è rappresentato dal convoglio che transita su un binario.
Tale sensore andrà installato al piano ferro proprio per rilevare il passaggio dei treni in punti strategici del tracciato. Ne serviarà uno ogni 20/25 cm.

Anche qui il sistema funziona e spero presto di postare qualcosa in merito sullevoluzione della costruzione.

Edgardo

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » dom dic 20, 2015 12:14 am

Nuovo progrmma di gestione:

Software:
Immagine
53,16 KB

Mancano ancora molti comandi, ma sta venendo bene.

[pre]
// LA VECCHIA BRIANZA (c)2012-2015 Edgardo Rosatti GAS TT Lab
// Stazione con binario di precedenza promiscuo
// Versione 0.4 beta

// Variabili globali
PImage gastt; // Immagini
PImage arduino;
PImage gasttlab;
int sec,min,hour,day,month,year; // Dati ora e data
int life=0; // Segnale di vita
int cdb1,cdb2,cdb3,cdb4,cdb5,cdb6,cdb7,cdb8,cdb9; // Stato dei circuiti di binario
int dev1a,dev1b,dev2a,dev2b,dev3a,dev3b,dev4a,dev4b; // Stato deviatoi

void setup() { // Generazione del display
// fullScreen(); Switch to fullscreen
size(1200,650); // Switch to window
background(0); // Colore dello sfondo nero
gastt = loadImage("Logo_gastt_finale_piccolo.png"); //Carico il file del logo GAS TT
arduino = loadImage("Arduino.jpg"); // Caricol il file del logo GAS TT Lab
gasttlab = loadImage("logo_Scalatt_Lab.gif"); // Carico il file del logo Arduino
smooth(0); // Colore nero delle linee degli oggetti disegnati
}

void draw() {
// Generazione display; titolo e loghi
fill(#FFFFFF);
rect(0,0,1200,60);
textSize(30);
fill(#000000);
text("LA VECCHIA BRIANZA",430,40);
image(gastt, 10, 17);
image(arduino, 1160,13,width/34,height/18);
image(gasttlab,100,10,width/13,height/16);
// Generazione dispaly; orologio
fill(#000000);
rect(890,20,148,21);
textSize(11);
fill(#FF0000);
sec=second();
min=minute();
hour=hour();
day=day();
month=month();
year=year();
text(hour,900,35);
text(":",915,35);
text(min,920,35);
text(":",935,35);
text(sec,940,35);
text("-",955,35);
text(day,962,35);
text("/",977,35);
text(month,982,35);
text("/",997,35);
text(year,1002,35);
// Generazione display; segnale di vita
fill(life,0,0);
rect(278,20,20,20);
fill(0,life,0);
rect(300,20,20,20);
fill(0,0,life);
rect(322,20,20,20);
life=life+4;
if (life==256) {
life=0;
}
// Generazione display; finestra dei log
fill(127);
rect(0,560,1200,90);
fill(#0E3D55);
rect(80,570,1040,70);
// Generazione display; numerazione circuiti di binario in verde
textSize(11);
fill(#00FF00);
text("1",190,167); // CDB1
text("3",400,167); // CDB3
text("5",790,167); // CDB5
text("7",175,260); // CDB7
text("8",400,260); // CDB8
text("9",800,260); // CDB9
text("2",175,352); // CDB2
text("4",400,352); // CDB4
text("6",800,352); // CDB6
//Generazione display; numerazione deviatoi in lilla
fill(#FF00F3);
text("D1A",180,197); // Deviatoio 1A
text("D1B",215,257); // Deviatoio 2A
text("D2A",780,197); // Deviatoio 2A
text("D2B",747,257); // Deviatoio 2B
text("D3A",250,292); // Deviatoio 3A
text("D3B",220,351); // Deviatoio 3B
text("D4A",710,292); // Deviatoio 4A
text("D4B",740,351); // Deviatoio 4B
// Generazione display; disegno stazionamenti in arancione
fill(#FF6F00);
rect(430,167,150,5); // Stazionamento binario 1 dispari
rect(430,179,150,5);
rect(430,260,150,5); // Stazionamento binario promiscuo
rect(430,272,150,5);
rect(430,353,150,5); // Stazionamento binario 2 pari
rect(430,365,150,5);
// Generazione display; disegno frecce di direzione in azzurro
fill(#56CDDB);
beginShape(); // Freccia destra, binario dispari
vertex(500,130);
vertex(510,130);
vertex(510,125);
vertex(520,135);
vertex(510,145);
vertex(510,140);
vertex(500,140);
endShape();
beginShape(); // Freccia sinistra, binario pari
vertex(500,405);
vertex(510,395);
vertex(510,400);
vertex(520,400);
vertex(520,410);
vertex(510,410);
vertex(510,415);
endShape();
// Generazione display; disegno postazione Dirigente Locale di riferimento in bianco ed banco di manovra
fill(255);
rect(490,430,30,5);
ellipse(505,445,8,8);
// Generazione display; disegno paracarri in grigio sul binario di precedenza promiscuo
fill(100);
rect(141,253,5,31);
rect(833,253,5,31);

// Generazione display; segnali alti e cicuiti di binario del quadro sinottico
// Queste routine verranno iterate per visualizzare lo stato dei segnali e dei CDB in base alla lettura dei sensori e dei comandi tramite mouse
fill(#0000FF); // CDB1
beginShape();
vertex(58,172);
vertex(275,172);
vertex(275,179);
vertex(160,179);
vertex(180,214);
vertex(172,214);
vertex(152,179);
vertex(58,179);
vertex(58,172);
endShape();
fill(255); // S1
text("S1",130,139);
ellipse(135,157,22,22);
fill(220,0,0);
ellipse(135,157,16,16);
fill(255);
stroke(255);
line(89,157,124,157);
rect(85,147,3,20);
stroke(0);

fill(#0000FF); // CDB3
rect(286,172,407,7);
fill(255); // S3
text("S3",677,139);
ellipse(683,157,22,22);
fill(220,0,0);
ellipse(683,157,16,16);
fill(255);
stroke(255);
line(635,157,674,157);
rect(635,147,3,20);
stroke(0);

fill(#0000FF); // CDB5
beginShape();
vertex(704,172);
vertex(921,172);
vertex(921,179);
vertex(828,179);
vertex(808,214);
vertex(800,214);
vertex(820,179);
vertex(704,179);
vertex(704,172);
endShape();

fill(#0000FF); // CDB7
beginShape();
vertex(179,225);
vertex(186,225);
vertex(209,265);
vertex(276,265);
vertex(276,272);
vertex(248,272);
vertex(228,307);
vertex(220,307);
vertex(240,272);
vertex(148,272);
vertex(148,265);
vertex(201,265);
vertex(178,225);
endShape();

fill(#0000FF); // CDB8
rect(287,265,406,7);
fill(255); // S6
text("S6",292,313);
ellipse(299,287,22,22);
fill(220,0,0);
ellipse(299,287,16,16);
fill(255);
stroke(255);
line(309,287,345,287);
rect(345,277,3,20);
stroke(0);

fill(255); // S5
text("S5",677,233);
ellipse(683,250,22,22);
fill(220,0,0);
ellipse(683,250,16,16);
fill(255);
stroke(255);
line(635,250,674,250);
rect(635,240,3,20);
stroke(0);

fill(#0000FF); // CDB9
beginShape();
vertex(704,265);
vertex(771,265);
vertex(794,225);
vertex(802,225);
vertex(779,265);
vertex(830,265);
vertex(830,272);
vertex(739,272);
vertex(759,307);
vertex(751,307);
vertex(731,272);
vertex(704,272);
vertex(704,265);
endShape();

fill(#0000FF); // CDB2
beginShape();
vertex(58,358);
vertex(192,358);
vertex(215,318);
vertex(223,318);
vertex(200,358);
vertex(275,358);
vertex(275,365);
vertex(58,365);
vertex(58,358);
endShape();

fill(#0000FF); // CDB4
rect(286,358,407,7);
fill(255); // S2
text("S2",292,407);
ellipse(298,380,22,22);
fill(220,0,0);
ellipse(298,380,16,16);
fill(255);
stroke(255);
line(309,380,345,380);
rect(345,370,3,20);
stroke(0);

fill(#0000FF); // CDB6
beginShape();
vertex(704,358);
vertex(780,358);
vertex(757,318);
vertex(765,318);
vertex(788,358);
vertex(921,358);
vertex(921,365);
vertex(704,365);
vertex(704,358);
endShape();
fill(255); // S4
text("S4",799,407);
ellipse(805,380,22,22);
fill(220,0,0);
ellipse(805,380,16,16);
fill(255);
stroke(255);
line(815,380,851,380);
rect(851,370,3,20);
stroke(0);

sensors(); // Chiamata della procedura di lettura dei sensori
logout(); // Chiamata della procedura di visualizzazione e registrazione del log
}

void sensors() { // Lettura sensori; deviatoi e CDB
// Qui verranno inseriti i comandi per la lettura dei sensori
}

void logout() { // LOG di esempio...
fill(255); //Qui verranno inseriti i comandi di visualizzazione e registrazione dei log du file
text("READY",82,640);
}
[/pre]

Edgardo.

PS: qui il file del sorgente..
Vecchia_Brianza.zip (50,3 KB)

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9192
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » dom dic 20, 2015 5:56 pm

Ciao Edgardo,
complimenti per il lavoro che stai facendo :wink:
per caso ai pensato di fare due moduli con cappi per un utilizzo autonomo del doppio modulo stazione " La vecchia Brianza" ?
Roby
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11640
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » lun dic 21, 2015 10:40 am

Woow notevole...... Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » lun dic 21, 2015 9:38 pm

v200 ha scritto:

Ciao Edgardo,
complimenti per il lavoro che stai facendo :wink:
per caso ai pensato di fare due moduli con cappi per un utilizzo autonomo del doppio modulo stazione " La vecchia Brianza" ?
Roby


Grazie a tutti!

Per i cappi alternativi se ne parlava qui Roby:
topic.asp?TOPIC_ID=13042
Ma serviranno per sostituire quelli attuali solo in caso di bisogno e saranno di proprietà dell'associazione.

Attualmente ho esaurito lo spazio a disposizione..

Edgardo

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » mer gen 27, 2016 12:16 am

Ho trovato in rete qualche sito che parla della nuova stazione di Desio e che dovrebbe comprendere anche Lissone e Muggiò, quest'ultima è la città in cui abito.
Inserisco qui questa informazione, in quanto il modulo vuole riprodurre in parte la vecchia stazione di Desio.
Mi sembrava opportuno segnalarlo per la cronaca.

Questa per me è una casualità e l'attuale post vuole essere solo di tipo informativo.
L'idea riprende il concetto di "stazione a ponte", come sono appunto quelle attuali di Desio e di Lissone/Muggiò.
https://it.wikipedia.org/wiki/Stazione_di_Desio
https://it.wikipedia.org/wiki/Stazione_ ... uggi%C3%B2

La nuova stazione, se mai verrà realizzata, avrà un carattere socio culturale notevole (o almeno è quello che tale idea architettonica vorrebbe essere) e sarà posizionata sul ponte cha attualmente attraversa la statale Nuova Valassina, quindi più a sud della stazione attuale di Desio e più a nord di quella di Lissone/Muggiò.
I servizi che tale stazione dovrebbe in teoria offrire sono quelli tradizionali, nodo di interscambio con servizi pubblici, strutture alberghiere più una biblioteca pubblica.
Anche l'aspetto architettonico sembrerebbe essere notevole, ma vi rimando ai siti che ho trovato per ulteriori informazioni e che contengono immagini in 3d del progetto:
http://ec2.it/patricioenriquezloor/proj ... one-muggio
https://books.google.it/books?id=kfdTCw ... ne&f=false
http://ilcittadinomb.it/stories/Homepag ... e_e_muggi/

Altre fonti non ne ho trovate, quindi mi rimetto ai vari "lurker" esperti di ferrovie reali per ulteriori info in merito [:I]

Edgardo

Avatar utente
NASDAQ
Messaggi: 5
Iscritto il: dom gen 06, 2013 11:43 am
Nome: Rosario
Regione: Toscana
Città: Ponsacco
Età: 54
Stato: Non connesso

Messaggio da NASDAQ » sab mar 11, 2017 5:42 pm

Ciao Edgardo,
innanzitutto complimenti per la realizzazione del PANNELLO PUBBLICITARIO ANIMATO IN SCALA TT.

Desideravo sapere se puoi aiutarmi su come programmare il pannellino.

Io ho tutto, anche i software scaricati dal sito, oltre al pannellino uOLED-96 G2 4D SISTEMS naturalmente.

Volevo sapere se puoi spiegarmi su un file come programmare con Arduino e che scheda utilizzare oltre a uno schema di collegamenti ed il materiale che mi occorre.
Ti ringrazio anticipatamente, rispondimi direttamente sulla mia email se devi inviarmi qualcosa.

La mia email è nasdaq_rosm@yahoo.it

Ciao MARINO Rosario
Rosario

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21302
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » sab mar 11, 2017 8:41 pm

Ciao Rosario,
ti chiederei di presentarti nell'apposita sezione del Forum.
Serve per conoscersi meglio e per darti il benvenuto.
Grazie.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » ven giu 30, 2017 12:58 am

Aggiornamento; sensori a raggi infrarossi di tipo a riflessione QRE1113GR.

In questi giorni ho acquistato dei sensori di tipo SMD per realizzare la sezione CDB del modulo.
Cioè quella parte destinala al rilevamento del transito dei convogli; in particolare dello stato di occupazione dei Circuiti Di Binario.

Questo tipo di sensore contiene al suo interno un led a luce infrarossa ed un fototransistor ricevitore:

Sensore SMD:
Immagine
236,7 KB

Il suo funzionamento è molto semplice; si accende il led a luce infrarossa e quando un oggetto viene posto davanti al sensore riflette la luce che
viene captata dal fototransistor che a sua volta emette un segnale elettrico.

Una foto del sensore originale che usa led e fototransistor da 5mm di diametro.
Sensore originale e centralina:
Immagine
Usare questi sensori è risultato essere un po' critico e troppo ingombrante, quindi userò il tipo SMD citato sopra sperando di riuscire a camuffarlo tra le traversine di binari.

In questo schema teorico è possibile vedere come verranno montati i sensori.
Schema a blocchi dei sensori CDB:
Immagine
13,91 KB

in particolare sono visualizzati 2 CDB, in quanto le centraline gestiscono 2 serie di sensori alla volta.

La logica è quella di usare un sensore ogni 8/10 centimetri per "leggere" lo stato di occupazione del CDB interessato.
Tutti i sensori di un CDB saranno collegati in parallelo.

Il vantaggio di questo sistema è quello di poter utilizzare qualsiasi materiale rotabile senza l'ausilio di magneti.
Lo svantaggio; tanti cablaggi e l'uso un microcontrollore (in questo caso un Arduino) per leggere i sensori.
Ma qui vi sarà la sezione "software" ancora in fase di sviluppo, che provvederà alla gestione del tutto..

Appena possibile pubblicherò ulteriori info.

ED

Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4115
Iscritto il: mer mag 02, 2012 9:07 pm
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Età: 48
Stato: Non connesso

Messaggio da saverD445 » ven giu 30, 2017 11:24 am

Ciao Ed, molto interessante questo tipo di sensore .

Attendo con ansia il tuo magnifico lavoro :cool:
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » ven giu 30, 2017 11:01 pm

Grazie Valerio :grin:

A parziale integrazione del sistema appena esposto, pubblico lo schema elettrico da adottare per l'utilizzo del sensore QRE1113GR

Schema sensore IR:
Immagine
5,12 KB

I pin 1 e 2 sono rispettivamente anodo e catodo del led infrarosso che qui viene alimentato a 5 Volt tramite una resistenza da 220 ohm R1.

I pin 3 e 4 sono rispettivamente collettore ed emettitore del fototransistor.
La base non esiste, in quanto è rappresentata dalla parte sensibile alla luce infrarossa del fototransistor stesso.
In pratica, quando il fototransistor capta una luce infrarossa riflessa dal treno in transito mette in conduzione collettore ed emettitore generando un segnale elettrico in uscita.

Il collettore è collegato direttamente ai 5 Volt di alimentazione, mentre l'emettitore è collegato al negativo GND tramite una resistenza da 47000 ohm.

Il segnale in uscita viene prelevato tramite un semplice diodo al silicio 1N4148 (D 1) collegato tra emettitore (pin 4) e resistenza R2 che viene inviato alla centralina.

Se si usa questo schema per leggere un solo sensore, il diodo può essere omesso. Se invece si collegano più sensori in parallelo è meglio usarlo per evitare eventuali interferenze tra i sensori.

Spero presto di postare qualche test pratico.

ED

Avatar utente
sal727
Messaggi: 3187
Iscritto il: dom apr 26, 2015 5:22 pm
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Non connesso

Messaggio da sal727 » sab lug 01, 2017 12:49 am

Interessante prodotto, praticamente è uguale a quello che uso in versione molto ridotta,

Immagine

cercando informazioni ho trovato questo link dove c'è la versione della SparkFun sia in analogico che in digitale, ci sono anche gli schemi elettrici delle due versioni, le resistenze hanno valori differenti e la versione digitale ha un condensatore in più
http://wearableelectronicsforfashion.co ... 13-analog/
qui i collegamenti e relativi sketch per Arduino usati singolarmente
http://bildr.org/2011/06/qre1113-arduino/
Ciao, Salvatore

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » lun lug 03, 2017 10:09 pm

Grazie per i link Salvatore [:I] poi alla fine gli schemi si adattano...
Ma mi sa che dovrò cambiare sensore, perchè il QRE1113GR ha una distanza massima di rilevamento di 5 mm. La Sparkfun lo da per 3 mm, ma fornendo 50 mA al led infrarosso
(max corrente supportata), non riesco comunque ad usarlo per rilevare il sottocassa dei convogli.

Ho provato in tutti i modi, ma il led al suo interno è troppo debole ed il fototransistor non ce la fa a rilevare il treno.

Sensore QRE1113G acceso:
Immagine
177,05 KB
qui si può vedere il led infrarosso; un po' debole purtroppo :sad:

Sensori posizionati sui binari:
Immagine
246,53 KB
Peccato, perchè questi sensori ci stavano proprio bene...

Nel prossimo tentativo proverò con led e fotodiodi da 3 mm...

Ciao

ED

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9954
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » lun lug 03, 2017 10:17 pm

Interessante Ed. Forse, se i led da 3 mm vanno bene, per camuffarli potresti provare a mettere il trasmettitore nello spazio fra due traversine e il ricevitore nello spazio successivo. Non so se si capisce, praticamente mettere la coppia tx/rx sulla mezzeria verticale (sulla mezzeria del binario praticamente) invece che in trasversale. Forse la traversina non fa interferenza....o forse si....
Fabrizio Borca

Avatar utente
sal727
Messaggi: 3187
Iscritto il: dom apr 26, 2015 5:22 pm
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Non connesso

Messaggio da sal727 » lun lug 03, 2017 11:04 pm

Un vero peccato che siano così deboli, se utilizzi quello che uso io il TCRT5000, ha led di 3mm, ha una distanza di rilevamento oltre il cm, puoi sempre posizionarlo al posto di una traversa e si nota molto meno, le dimensioni sono 10x5mm, ecco lo schema

Immagine


Immagine
Ciao, Salvatore

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4049
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » mar lug 04, 2017 10:52 am

Ed hai provato a mettre un pezzetto di nastro rinfrangente sotto un convoglio?
Magari il problema non è che sono poco potenti in fase di emissione, ma che i materiali dei convogli assorbono il fascio emesso invece di rifletterlo (in effetti quasi tutti i vagoni hanno il sottocassa in nero o grigio scuro.....)
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » mar lug 04, 2017 10:11 pm

sal727 ha scritto:

Un vero peccato che siano così deboli, se utilizzi quello che uso io il TCRT5000, ha led di 3mm, ha una distanza di rilevamento oltre il cm, puoi sempre posizionarlo al posto di una traversa e si nota molto meno, le dimensioni sono 10x5mm, ecco lo schema

Immagine


Immagine


Grazie Sal, proverò con questo.

ED

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » mar lug 04, 2017 10:16 pm

Ringrazio Fabrizio e Roberto per i vostri consigli.

Questi sensori non sono critici, ma in base al modello utilizzato, le caratteristiche cambiano anche in modo importante.

La sperimentazione sul campo e la conoscienza (datasheet) è l'unico modo di capire come usare al meglio questi sensori.

Stay tuned!

[:I] :grin:

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11640
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » mer lug 05, 2017 9:23 am

:cool: Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » mer lug 05, 2017 9:26 pm

Egidio ha scritto:

:cool: Saluti. Egidio. :cool:

:cool: Saluti Edgardo.

Avatar utente
wmax53
Socio GAS TT
Messaggi: 453
Iscritto il: ven giu 15, 2012 10:03 pm
Nome: Massimo
Regione: Lombardia
Città: Assago
Età: 66
Stato: Non connesso

Messaggio da wmax53 » ven lug 07, 2017 10:11 am

Ciao Edgardo, quanto mi piacerebbe avere le tue competenze elettroniche ! ...io pur essendo un perito elettrotecnico, in elettronica sono una schiappa !! Vorra' dire che ne approfitterò in caso di problemi :smile: :smile:
Ciao Massimo

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » ven lug 07, 2017 8:58 pm

wmax53 ha scritto:

Ciao Edgardo, quanto mi piacerebbe avere le tue competenze elettroniche ! ...io pur essendo un perito elettrotecnico, in elettronica sono una schiappa !! Vorra' dire che ne approfitterò in caso di problemi :smile: :smile:


Chiedere è lecito e rispondere e cortesia :grin: :grin:

Ciao

Edgardo

Rispondi

Torna a “PLASTICO MODULARE GAS TT - MODULI IN COSTRUZIONE/PROGETTAZIONE”