forare vetro acrilico

Fotoincisioni - ottone - metalli - motorizzazioni - plastica - resina - sporcature.

Moderatori: Fabrizio, v200

Rispondi
Avatar utente
claudioredaelli
Messaggi: 378
Iscritto il: mar gen 03, 2012 4:42 pm
Nome: Claudio
Regione: Lombardia
Città: Usmate Velate
Età: 66
Stato: Non connesso

forare vetro acrilico

Messaggio da claudioredaelli » ven mar 23, 2018 6:46 pm

buongiorno,
sono alle prese con il rifacimento del pannello di comando; pensavo di utilizzare un pannello incollarci la stampa del sinottico ricoprendolo poi con del vetro acrilico spessore 2,5mm. Ho provato a forare il vetro acrilico ma i fori non vengono bene e a volte il vetro si crepa. qualcuno di voi ha provato a forare pannelli di acrilico? quali punte è meglio usare?
grazie
Claudio

Avatar utente
robiravasi62
Messaggi: 913
Iscritto il: mar dic 30, 2014 11:49 am
Nome: roberto
Regione: Lombardia
Città: belgioioso
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: forare vetro acrilico

Messaggio da robiravasi62 » ven mar 23, 2018 9:44 pm

Io ho fatto dei fori partendo da punte piccole e allargando il foro conpunte via via piu' grandi. Bisognerebbe forare a mano per evitare che si fonda. (io ho usato il trapano elettrico, perchè non mi interessava avere una buona finitura. Ma i fori son venuti bene lo stesso, togliendo con le dita le sbavature risolidificate. Non si è mai crepato. Io lo appoggio su un pezzo di legno piano. (la punta si cristallizza, ma forando il pezzo di legno, la si ripulisce.
Roberto

Avatar utente
cf69
Messaggi: 2002
Iscritto il: ven gen 20, 2012 1:37 pm
Nome: Fabio
Regione: Sicilia
Città: Palermo
Età: 50
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: forare vetro acrilico

Messaggio da cf69 » dom mar 25, 2018 8:34 pm

Attenzione al tipo di vetro acrilico o plexiglass che si utilizza, quello più... morbido e facile da forare è il "colato", l'altro tipo è "l'estruso" che, proprio a causa del tipo di processo produttivo utilizzato, è più duro, compatto e si comporta come da te descritto con crepe e nel peggiore dei casi con lesioni/spaccature della lastra.
Altro consiglio è quello di utilizzare sempre punte molto ben affilate, meglio se nuove, iniziando la foratura con una punta di piccolo diametro, come foro guida.
Punte piccole vogliono un numero di giri del mandrino elevato, inversamente le punte grosse bisognano un numero di giri piu basso.
Ottimo il consiglio di eseguire il foro poggiando la lastra su di un pezzo di legno, nel caso di forature multiple, è importante eseguire i fori sempre su di una parte del legno piana e non già forata o rovinata dalle precedenti forature.
Spero di essere stato di aiuto.
Buon Lavoro
Fabio Cuccia - La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché! (Albert Einstein)
La Mia “Sottostazione Elettrica F.S.” - La Mia "PACIFIC 6001 P.L.M." - Il Mio Canale Youtube

Avatar utente
claudioredaelli
Messaggi: 378
Iscritto il: mar gen 03, 2012 4:42 pm
Nome: Claudio
Regione: Lombardia
Città: Usmate Velate
Età: 66
Stato: Non connesso

Re: forare vetro acrilico

Messaggio da claudioredaelli » dom mar 25, 2018 11:22 pm

grazie
Claudio

Avatar utente
matteob
Messaggi: 895
Iscritto il: ven giu 12, 2015 12:06 pm
Nome: matteo
Regione: Veneto
Città: San Bonifacio
Età: 40
Stato: Non connesso

Re: forare vetro acrilico

Messaggio da matteob » lun mar 26, 2018 11:35 am

Meglio il policarbonato che il plexiglass. Il secondo si secca, diventa fragile e ingiallisce con il tempo, il primo è eterno e robusto, addirittura lo puoi riscaldare e piegare (però e più costoso).
Matteo

Avatar utente
Pierluigi1954
Socio GAS TT
Messaggi: 1964
Iscritto il: lun gen 28, 2013 8:42 am
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: forare vetro acrilico

Messaggio da Pierluigi1954 » mar mar 27, 2018 3:06 am

matteob ha scritto:
lun mar 26, 2018 11:35 am
Meglio il policarbonato che il plexiglass. Il secondo si secca, diventa fragile e ingiallisce con il tempo, il primo è eterno e robusto, addirittura lo puoi riscaldare e piegare (però e più costoso).
E aggiungo: lo puoi anche filettare.

Ciao

Rispondi

Torna a “TECNICHE”