Smontare e regolare i motori Tillig

Tutto ciò che è elettricità applicata al fermodellismo.

Moderatori: liftman, roy67

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6351
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Smontare e regolare i motori Tillig

Messaggio da roy67 » ven mag 17, 2013 7:52 pm

Cari amici, come promesso in un altra discussione, eccomi a spiegare come regolare i finecorsa dei motori Tillig.
Normalmente, la confezione contiene un esauriente manuale, in 3 lingue: tedesco, inglese e francese... Appunto.. Non in italiano... Corredato da chiari schemi per ingegneri. :razz:

Prima di regolare i fine corsa dobbiamo valutare, quanta corsa serve per muovere gli aghi dei nostri deviatoi, avendo la certezza che questi vengano premuti correttamente sulla rotaia laterale. Se si tratta di deviatoi semplici, normalmente la corsa va già bene. Ma se si tratta di doppi inglesi, dovremo ridurla.

Questo è un motore Tiilig:

Immagine:
Immagine
153,85 KB

Parti principali:
Immagine:
Immagine
808,17 KB

Iniziamo con lo smontare la vite che serra il cursore dei contatti:
Immagine:
Immagine
801,43 KB

Svitando tale vite libereremo il cursore dalla vite di movimento.
Ora dobbiamo estrarre il cursore, facendolo girare su se stesso, solevandolo sul lato posteriore ed estraendo per ultimo il lato contatti, come evidenziato dalla freccia verde della foto successiva:

Immagine:
Immagine
754,19 KB


A questo punto, girando il cursore avremo i contatti a vista, serrati da una vite, registrati al centro della corsa:

Immagine:
Immagine
95,34 KB

Per aumentare la corsa dovremo regolarli come segue:

Immagine:
Immagine
96,9 KB

Per diminuire la corsa dovremo regolarli in modo inverso:

Immagine:
Immagine
96,37 KB


L'ultima linguetta in basso serve per "centrare" l'alimentazione del cuore, quindi invertire la polarità a circa metà corsa. E' comunque registrabile in caso di montaggi.... non perfetti.

I contatti striscianti lavorano su piste del PCB interno.

Queste sono le loro funzioni e fili di alimentazione:
Immagine:
Immagine
149,92 KB

E questo è un breve video: Forse il genere musicale di sottofondo non sarà di vostro gradimento, ma sottolinea quanto "sia giusto sbagliare".... "Sbagliando s'impara"... "Wrong is Right"... :wink:

Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » ven mag 17, 2013 8:42 pm

Grazie infinite Roberto per l'esauriente tutorial.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6351
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » ven mag 17, 2013 9:49 pm

Ma figurati Doc. ovviamente ho omesso (volontariamente) lo schema elettrico di connessione.

Il tuo è già più che chiaro.. :wink:
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
fabio
Messaggi: 1164
Iscritto il: lun dic 17, 2012 2:16 pm
Nome: fabio
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da fabio » ven mag 17, 2013 10:04 pm

dopo averne montato una decina,con relativi smadonnamenti....
posso dire che la guida di Roberto è impeccabile !
bravo
Fabio - plastico H0 epoca II-III -
GFRS Gruppo Fermodellistico Romano Sogliola

Avatar utente
aborotto
Messaggi: 434
Iscritto il: dom dic 16, 2012 9:58 pm
Nome: Andrea
Regione: Veneto
Città: Sona
Età: 46
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da aborotto » ven mag 17, 2013 10:16 pm

Ottima guida Roberto. Ne ho montati anche io una trentina e la tua guida risulta essere davvero utile ed esauriente.
Andrea Borotto - Il mio canale Youtube

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6351
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » ven mag 17, 2013 11:09 pm

He he... Grazie ragazzi.
Per chi ne ha già montato più di una decina... La guida non serve più. :razz:
Neanche il calendario. Per sapere quale Santo si è scordato di "nominare invano". [:I]

Però c'è sempre l'amico che è titubante neofita. Con questa guida ho pensato proprio a lui/loro. Gli amici che vorrebbero installare un buon sistema di comando, ma hanno problemi a capire le complicazioni che ne seguono.
Questa è una delle sequenze tillig del mio plastico (5 motori/deviatoi in serie)

Piano binari (foto scattata quando ancora mancava nello "Stellwerk"il banco ACEI funzionante):
Immagine:
Immagine
323,02 KB

Sequenza motori (uno è coperto dal supporto in legno):
Immagine:
Immagine
344,86 KB
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4115
Iscritto il: mer mag 02, 2012 9:07 pm
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Età: 48
Stato: Non connesso

Messaggio da saverD445 » ven mag 17, 2013 11:13 pm

Grazie Roberto, ne ho montati solo due e non ho mai regolato nulla, cioè a dire il vero muovevo tutto il motore e facevo le prove.

Grazie per a guida.

P.S. due sono anche andati a friggere :sad:
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » ven mag 17, 2013 11:35 pm

saverD445 ha scritto:

............
P.S. due sono anche andati a friggere :sad:


Come hai fatto? .....li hai messi in padella!
Perchè mi sembrano piuttosto solidi e resistenti agli strapazzi! :wink:
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4115
Iscritto il: mer mag 02, 2012 9:07 pm
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Età: 48
Stato: Non connesso

Messaggio da saverD445 » ven mag 17, 2013 11:40 pm

Non lo so Mauro, gli ho fatto fare un paio di giri di prova e si sono fermati.

:sad:
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6351
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » sab mag 18, 2013 12:10 am

Caspita. Probabilmente non avevi centrato bene la corsa sulle asole del telaio rispetto la corsa degli aghi.

Quando li installo, per prima cosa metto la vite nell'asola lunga, una sola vite. La stringo e provo.

Se il motore, da un lato o dall'altro, sento che forza (il rumore di sforzo si sente) allento la vite e centro meglio il motore. Quando sento che va bene (altrimenti lo smonto e regolo i finecorsa), e solo quando va bene a 100%, metto le altre viti.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6351
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » sab mag 18, 2013 9:35 am

saverD445 ha scritto:

Non lo so Mauro, gli ho fatto fare un paio di giri di prova e si sono fermati.

:sad:


Sai cosa m'è venuto in mente?

Era successo anche a me. Dopo averlo installato, ha fatto una corsa e si è fermato. C'era una delle linguette dei finecorsa che non faceva bene contatto. Era leggermente piegata.
Smontato il cursore, con una pinzetta l'ho ripristinata all'angolo giusto, verificando che "spingesse" bene contro il PCB, Una spruzzata di spray per contatti elettrici, ed ora va che è una favola.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
EbenEzer
Messaggi: 86
Iscritto il: mar ott 16, 2012 9:03 am
Nome: Mariano
Regione: Trentino - Alto Adige
Città: Pergine Valsugana
Età: 59
Stato: Non connesso

Messaggio da EbenEzer » lun mag 20, 2013 11:45 am

Complimenti Roy per la guida, ben fatta :smile:

Grazie per gli aiuti ... [:I]
Mariano - Plastico H0 "Altenstein" - Epoca III - IV

Avatar utente
aborotto
Messaggi: 434
Iscritto il: dom dic 16, 2012 9:58 pm
Nome: Andrea
Regione: Veneto
Città: Sona
Età: 46
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da aborotto » lun mag 20, 2013 11:57 am

Valerio, sono motori indistruttubili. Fallo funzionare e quando arriva al punto di fermo, prova a toccare con uno stuzzicadenti le varie lamelle e verifica quale è che non fa correttamente contatto. Sottoscrivo quanto detto da Roberto perchè anche a me è accaduto anche in fase di post montaggio quando i motori già funzionavano correttamente durante la prima installazione. Con la Guida di roberto non avrei problemi. Vanno tarati molto bene.
Ciao
Andrea
Andrea Borotto - Il mio canale Youtube

Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4115
Iscritto il: mer mag 02, 2012 9:07 pm
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Età: 48
Stato: Non connesso

Messaggio da saverD445 » lun mag 20, 2013 12:05 pm

Roberto, questa guida è ottima, adesso con calma vedrò di rivedere i due motori che non vanno e farò come detto .

Andrea, grazie anche te, vedrò di metterci mano, il fatto è che proprio non partono piu', sembra quasi che si siano brucciati, anche se non ho mai sentito odori strani.
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Avatar utente
fabio
Messaggi: 1164
Iscritto il: lun dic 17, 2012 2:16 pm
Nome: fabio
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da fabio » lun mag 20, 2013 5:10 pm

aborotto ha scritto:

Valerio, sono motori indistruttubili.

mi consenta di dissentire!
Io ne ho bruciati ben 3 !


gli ho dato la 24 V...... [:I]
Fabio - plastico H0 epoca II-III -
GFRS Gruppo Fermodellistico Romano Sogliola

Avatar utente
aborotto
Messaggi: 434
Iscritto il: dom dic 16, 2012 9:58 pm
Nome: Andrea
Regione: Veneto
Città: Sona
Età: 46
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da aborotto » lun mag 20, 2013 6:11 pm

aaaaaa...si sono "svampati signò"........
Andrea Borotto - Il mio canale Youtube

Avatar utente
fabio
Messaggi: 1164
Iscritto il: lun dic 17, 2012 2:16 pm
Nome: fabio
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da fabio » lun mag 20, 2013 6:46 pm

aborotto ha scritto:

aaaaaa...si sono "svampati signò"........
:cool: :cool:
per fortuna il mio fornitore tedesco li ha cambiati senza colpo ferire !
Fabio - plastico H0 epoca II-III -
GFRS Gruppo Fermodellistico Romano Sogliola

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6351
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » lun mag 20, 2013 7:32 pm

Fabio... Se gli davi il 380 V si sentiva anche a Parma che svampavano..... :cool: :cool: :cool: :cool:
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4115
Iscritto il: mer mag 02, 2012 9:07 pm
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Età: 48
Stato: Non connesso

Messaggio da saverD445 » lun mag 20, 2013 7:50 pm

Roberto, grazie alla tua guida un motore sono appena riuscito a riportarlo in vita :cool:

Erano i contati scorrevoli che una volta arrivati a fine corsa d una parte non riusciva a dare il consenso per ripartire
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » mer giu 25, 2014 1:14 pm

Riprendo questa discussione per chiedere a Roberto un parere sui collegamenti elettrici che ho in mente di realizzare.
Intendo usare i motori Tillig alimentandoli con corrente continua a 12-14V e per fare questo inverto la polarità tramite un interruttore a levetta a due vie collegate una al filo rosso di massa e l'altra alla coppia di fili giallo e rosa. Fin qui tutto ok, cose già fatte e rifatte.
Nessun problema con la polarizzazione del cuore con i tre fili appositi a disposizione.
Per avere un ritorno con led sul sinottico userei i due fili rimanenti ma il problema è che a seconda di come sposto gli aghi il filo rosso può essere il polo positivo o quello negativo.
Pensavo quindi di orientare di conseguenza i due led in modo che si accenda di volta in volta quello con il flusso di corrente corretto, mentre quello che ha flusso invertito rimane spento.
Allego uno schema che dovrebbe rendere l'idea.

Immagine:
Immagine
34,03 KB

La domanda è: si può fare? serve qualche altro elemento elettronico per dare maggiore stabilità?
Grazie
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6351
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » mer lug 02, 2014 4:36 pm

E' corretto Mauro.
Considera che il finecorsa altro non è che un sezionamento del PCB sulla pista. Quindi. Il filo rosa (ad esempio) dopo aver alimentato il motore, passa il sezionamento alimentando il led. Stessa cosa, nel movimento inverso, con il filo giallo.

Quindi, il filo verde è il proseguimento del rosa, ed il filo grigio è il proseguio del giallo (o viceversa.. non ricordo). [:I]
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Tomcat13
Socio GAS TT
Messaggi: 529
Iscritto il: mer apr 30, 2014 6:34 pm
Nome: Andrea
Regione: Toscana
Città: Pisa
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da Tomcat13 » mer lug 02, 2014 7:40 pm

Ciao Roberto,
ho visto solo oggi questa discussione, avevo giusto la necessità di regolare un paio di scambi ........... adesso lo posso fare con più tranquillità :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin:

Grazie di averlo condiviso, saluti Andrea
Andrea

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6351
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » mer lug 02, 2014 8:51 pm

Ma figurati Andrea. I forum servono proprio a questo: Scambiarsi informazioni, facendo crescere il nostro bagaglio di cultura tecnica.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » mer lug 02, 2014 9:58 pm

roy67 ha scritto:

E' corretto Mauro.
Considera che il finecorsa altro non è che un sezionamento del PCB sulla pista. Quindi. Il filo rosa (ad esempio) dopo aver alimentato il motore, passa il sezionamento alimentando il led. Stessa cosa, nel movimento inverso, con il filo giallo.

Quindi, il filo verde è il proseguimento del rosa, ed il filo grigio è il proseguio del giallo (o viceversa.. non ricordo). [:I]


Bene Roberto; in effetti i collegamenti che avevo già provato funzionano correttamente.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4344
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » mer lug 02, 2014 10:49 pm

Grande Roberto per il tutorial, so che questi motori hanno regolazioni molto "manuali" da fare in base al tipo di deviatoio che si usa.
Per il pastico di Carnate ne abbiamo usati 3 che abbiamo modificato per adattarli ai deviatoi ad aghi elastici RW2 della Tillig; Andrea e Massimo si ricorderanno bene delle fatiche iniziali che abbiamo avuto per tararli, ma ai tempi nessuno di noi ne sapeva nulla in merito :cool:

Il video evidenzia molto bene come estrarre il pezzo con le linguette di contatto, che in fondo è la fase più critica. Poi per regolare le linguette basta seguire le istruzioni che come effettivamente citi non sono mai in italiano.

Solo una mia personale considerazione; il prezzo non è essessivamente elevato, ma sono un po' troppo rumorosi, forse per via del tipo di motore. Se non sbaglio le istruzioni dicono che sono consentiti solo un tot di azionamenti per minuto.
Però ha anche tutta una serie di commutazioni molto interessanti che consentono di inserire il motore in circuiti analogici.

Siccome devo ancora decidere quali motori usare per 4 deviatoi del futuro modulo Brianza, sono molto indeciso se usare questi o i Conrad,
ma questa è un'altra storia.

Giusto per la cronaca, il plastico di Carnate con questi motori funziona ancora benissimo anche a distanza di 3 anni dalla sua realizzazione.

Ciao
Edgardo

Rispondi

Torna a “COLLEGAMENTI ELETTRICI”