Comandare un relè bistabile in contemporanea con DCC e DC: come fare?

Tutto ciò che è elettricità applicata al fermodellismo.

Moderatori: liftman, roy67

Rispondi
Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Comandare un relè bistabile in contemporanea con DCC e DC: come fare?

Messaggio da Docdelburg » gio lug 12, 2018 9:39 pm

Ho una domanda per chi ne sa più di me e vorrà gentilmente dedicarmi un pò di attenzione......

Ho in progetto di motorizzare e digitalizzare i deviatoi (11 in totale) di una stazione di un amico, attualmente tutta manuale, per adattarla all'esercizio Fremo. Ho a disposizione i motori Tortoise per tutti i deviatoi. L'alimentazione accessoria per decoder e motori è 12V DC.
La mia idea sarebbe quella di comandare i deviatoi sia da centrale digitale che da sinottico analogico e vi spiego come:
1) userei per ogni motore un relè bistabile a 2 vie con il quale invertire la polarità; qualsiasi decoder si usi è adatto, con i suoi tre collegamenti, a comandare le due bobine del relè.
2) vorrei però che le stesse due bobine del relè potessero essere comandate, non in contemporanea ovviamente, da un quadro sinottico analogico tramite pulsanti NA, secondo una logica a itinerari con una matrice di diodi di cui ho esperienza.

Il mio problema quindi riguarda il fatto che così facendo sui contatti delle bobine di ciascun relè ci sarebbero due collegamenti: ogni polo positivo al comune positivo del decoder (ad esempio) Esu switchpilot e al positivo del sinottico. Ogni polo negativo a una delle due uscite dell'Esu e ai contatti negativi dei pulsanti NA del sinottico.

Posto delle immagini esemplificative del relè bistabile in uso e dei collegamenti dei soli pulsanti NA usati in un altro sinottico.
relè.JPG
relè2.JPG
relè3.JPG
Come posso fare per evitare interferenze tra i due tipi di collegamento sulle bobine?
Il quadro sinottico sarebbe collegato solo quando in uso con una presa Sub-D 25 poli e quindi durante il funzionamento tutto in digitale i collegamenti sarebbero aperti, come se non ci fossero.
Quando invece il quadro sinottico è collegato, potrei pensare di togliere l'alimentazione accessoria, tramite interruttore, ai decoder.
Secondo voi può funzionare così o devo adottare qualche ulteriore precauzione e/o separazione dei circuiti?
Pensavo a collegamenti optoisolati ma come fare? :?: :?: :?:

Grazie
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7234
Iscritto il: dom gen 29, 2012 2:40 pm
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Comandare un relè bistabile in contemporanea con DCC e DC: come fare?

Messaggio da liftman » gio lug 12, 2018 11:30 pm

Forse non ho capito bene cosa intendi fare, ma visto che colleghi il sinottico con un connettore, tieni 2 contatti per chiudere l'alimentazione ad un relè che disabiliti la gestione digitale.
Ciao! Rolando

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Comandare un relè bistabile in contemporanea con DCC e DC: come fare?

Messaggio da Docdelburg » ven lug 13, 2018 1:27 pm

liftman ha scritto:
gio lug 12, 2018 11:30 pm
Forse non ho capito bene cosa intendi fare, ma visto che colleghi il sinottico con un connettore, tieni 2 contatti per chiudere l'alimentazione ad un relè che disabiliti la gestione digitale.
Mi sembra un buon suggerimento, così l'inserimento della spina del sinottico disabilita i decoder.... :idea:
Infatti nelle mie intenzioni vorrei che il funzionamento di un sistema di comando dei motori, digitale o analogico, disattivi l'altro in modo da evitare interferenze elettriche. Senza spina del sinottico inserita i decoder ricevono sia il segnale DCC che l'alimentazione esterna per funzionare; i contatti del sinottico sono tutti aperti e non alimentati. Inserendo la spina del sinottico i decoder continuano a ricevere il segnale DCC ma sono inattivi perchè non alimentati; funzionano invece i contatti analogici del sinottico.
Penso che così la cosa possa funzionare.

Qualche altro parere o considerazione?

Grazie
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4516
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 58
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Comandare un relè bistabile in contemporanea con DCC e DC: come fare?

Messaggio da marioscd » ven lug 13, 2018 1:35 pm

il comando digitale di una funzione dovrebbe corrispondere ad un livello TTL (ovvero 0V oppure 5V) o qualcosa di simile. Tu puoi ottenere qualcosa di simile in manuale usando un pulsante e una resistenza di limitazione. Per far coesistere entrambi i comandi possibili (quello "elettronico" del decoder e quello "manuale" del pulsante) probabilmente potrebbe bastare un ulteriore diodo di sbarramento per proteggere l'output del decoder. (l'ho buttata giù di getto, ovviamente mi riservo di ragionarci su un po' di più...)

ciao
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Comandare un relè bistabile in contemporanea con DCC e DC: come fare?

Messaggio da Docdelburg » sab lug 14, 2018 2:17 pm

Cerco di rendere meglio l'idea, con l'uso di schemi ad immagini, dell'idea che ho in testa.
Nel normale uso in digitale, con la gestione dei deviatoi da centrale digitale via decoder Esu SwitchPilot, lo schema è il seguente:
-motori Tortoise collegati a un relè bistabile che inverte la polarità di una alimentazione esterna 12V DC, pilotati dal decoder Esu che ha come input il segnale DCC e una alimentazione accessoria 12V DC.
BASE DCC.jpg
L'immagine postata qui sopra raffigura un decoder Esu SwitchPilot che pilota quattro relè bistabili con cui gestire 4 motori Tortoise.

Ho poi previsto l'uso di un quadro sinottico analogico su cui sono posizionati dei pulsanti NA che selezionano ciascuno un ben definito itinerario; ogni pulsante è accoppiato ad un led la cui accensione segnala quale itinerario è attivo in quel momento.
Nel mio progetto il pulsante attiva per un attimo un relè monostabile che ha due uscite; una attiva l'itinerario tramite una matrice di diodi e l'altra accende, sempre tramite matrice, l'unico led relativo all'itinerario scelto.
Per evitare interferenze, come suggerito in precedenza, prevedo di interrompere l'alimentazione al decoder Esu una volta inserita la spina con i vari collegamenti del sinottico.
COMPLETO.jpg
Tutto questo per permettere di usare la stazione attivando itinerari anche da sinottico senza dover per forza usare programmi tipo Rocrail o centrali digitali particolarmente performanti.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Comandare un relè bistabile in contemporanea con DCC e DC: come fare?

Messaggio da Docdelburg » mar lug 31, 2018 7:19 pm

Dopo varie prove con due tipi di decoder a comandare le mie basette con relè bistabili sembra che tutto funzioni senza problemi.
Alle bobine (set-reset) del relè bistabile ho collegato contemporaneamente le uscite di un decoder (Esu SwitchPilot prima e Digikeijs DR4018 dopo) e i contatti di una alimentazione esterna con due pulsanti NA a simulare un comando analogico da sinottico.
Entrambe i decoder hanno funzionato con alimentazione esterna separata dal segnale DCC e quindi potevano essere alimentati o meno a piacere pur in presenza del segnale DCC.
Entrambe i decoder hanno il comune positivo e anche per il circuito digitale ho adottato il comune positivo e il ritorno ai pulsanti negativo.
Ho quindi fatto in modo di alimentare o solo il decoder o solo il circuito con i pulsanti NA in modo da movimentare il deviatoio da centrale digitale o in alternativa da sinottico mantenendo sempre presente il segnale DCC sui binari.

Non sembrano esserci problemi di sorta ma, come accennato in precedenza, mi chiedevo se non fosse comunque il caso di proteggere l'uscita comune positiva del decoder con un diodo per evitare disturbi futuri all'elettronica interna del decoder.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
fabio
Messaggi: 1163
Iscritto il: lun dic 17, 2012 2:16 pm
Nome: fabio
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Comandare un relè bistabile in contemporanea con DCC e DC: come fare?

Messaggio da fabio » mar lug 31, 2018 11:30 pm

Doc forse sono io che ho dei limiti ma non capisco a cosa serva...
Nel plastico sociale ho cablato tutti gli scambi con switch pilot comandati dal multi sorcio o Z 21.
il nostro plastico ha in dotazione due sezionatori che permettono di passare le linee di parata in analogico e le secondarie in digitale, o naturalmente tutto in digitale.
il comando scambi o itinerari resta sempre in digitale,anche con la Z21 si possono creare degli itinerari basta usare l'app Roco per telefonini.
In digitale puoi sbizzarrirti con sinottici virtuali (pc) o semi analogici ( esu detector extension),pertanto invece di impazzire fai spendere due euro al tuo amico! :lol: :lol: :lol:
Fabio - plastico H0 epoca II-III -

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Comandare un relè bistabile in contemporanea con DCC e DC: come fare?

Messaggio da Docdelburg » mer ago 01, 2018 6:05 pm

Ciao Fabio,
la situazione di partenza è questa:
1) stazione di transito a 5 binari su moduli a norme Fremo con 12 deviatoi comandati attualmente da tiretti che azionano dei Blue point.
2) l'amico ha già in casa i motori Tortoise per sostituire i Blue point e relativi tiretti.
3) vorrebbe comandare il tutto anche da sinottico analogico senza per questo ricorrere a orpelli digitali.

Ora, siccome la maggior parte delle volte uso decoder Esu SwitchPilot, che mi azionano 2 servomotori e 4 Tortoise con interposto il relè bistabile, ho pensato di adottare lo stesso schema anche in questo caso.
Qui l'intenzione è di usare due decoder Digikeijs DR4018, che mi azionano 8 deviatoi ciascuno tramite il solito relè bistabile.
Sempre sul bistabile collego i comandi analogici del sinottico con indicazione led dell'itinerario attivato.
Volevo solo capire che non ci fossero problemi tali da danneggiare il decoder durante l'uso del sinottico analogico.

Sicuramente un sinottico digitale sarebbe più semplice, e infatti ci sarà la stazione riprodotta su Rocrail con attivazione dei vari itinerari anche per un uso in completo automatismo.
Capisci a me :wink: , faccio il medico e gioco al "piccolo elettronico" percorrendo strade un pò tortuose ma conosciute.... [101] se non altro per saper dove mettere le mani se qualcosa non funziona..... [100]
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Rispondi

Torna a “COLLEGAMENTI ELETTRICI”