tecniche per realizzare una parete rocciosa

Edifici - strutture ferroviarie - segnali - binari - paesaggi - vegetazione

Moderatori: Andrea, adobel55, cararci

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21892
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

tecniche per realizzare una parete rocciosa

Messaggio da Andrea » gio nov 17, 2011 6:40 pm

Diverse le tecniche per realizzare una parte rocciosa.
Prima o poi Hobbymassimo ci darà la sua "pozione magica", nel frattempo io vi allego la mia ricetta preferita.
Solitamente utilizzo una base di cartone, lo ricopro di polistilene, (eventualmente qualche benda gessata) e copro il tutto con carta da cucina o carta igienica.
La colorazione fa il resto...
Propongo un eloquente prima e dopo del "deposito di Kirchbach",
plastico in rigorosa scala 1:120.


Immagine

Immagine
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
hobbimassimo
Socio GAS TT
Messaggi: 128
Iscritto il: gio nov 10, 2011 11:23 pm
Nome: massimo
Regione: Lombardia
Città: capralba
Età: 54
Stato: Non connesso

Messaggio da hobbimassimo » gio nov 17, 2011 11:00 pm

:smile:
noi come base usiamo il polistirolo nelle zone a vista e nelle zone senza binari all'interno della struttura, mentre dove passano i binari usiamo la rete metallica, risulta essere più robusta a lavori finiti e lascia lo spazio all'interno per poter lavorare in caso di problemi sui binari.
il polistirolo viene prima sagomato a caldo e poi ricoperto con fogli di giornale e colla vinilica, la rete metallica viene sagomata a mano e ricoperta striscia per striscia con la carta di giornale e colla vinilica. In tutti e due i casi il tutto viene poi ricoperto con la solita pozione che viene sagomata in base al tipo di roccia da riprodurre e colorato successivamente con l'aerografo o con le polveri
vi allego 2 foto delle rocce in lavorazione ed una foto della .....pozione segreta..

Immagine:
Immagine
404,09 KB

Immagine:
Immagine
443,56 KB

Immagine:
Immagine
427,52 KB

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21892
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » gio nov 17, 2011 11:30 pm

hobbimassimo ha scritto:

:smile:
...il polistirolo viene prima sagomato a caldo e...

Cosa utilizzate?
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
simone.lippi
Messaggi: 188
Iscritto il: lun nov 14, 2011 3:53 pm
Nome: Simone
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da simone.lippi » ven nov 18, 2011 11:33 am

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">Messaggio di <font color="red">Andrea</font id="red">

Diverse le tecniche per realizzare una parte rocciosa.
Prima o poi Hobbymassimo ci darà la sua "pozione magica", nel frattempo io vi allego la mia ricetta preferita.
Solitamente utilizzo una base di cartone, lo ricopro di polistilene, (eventualmente qualche benda gessata) e copro il tutto con carta da cucina o carta igienica.
La colorazione fa il resto...
[...]
[/quote]

Personalmente, uso un sistema molto semplice: pezzi di polistirolo incollati, "sagomati" a mano e poi ricoperti di carta da cucina o, preferibilmente, di carta igienica.
Semplice, a costo zero, e, dopo la verniciatura, di notevole effetto estetico.

Ciao.

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21892
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » ven nov 18, 2011 12:11 pm

simone.lippi ha scritto:
Personalmente, uso un sistema molto semplice: pezzi di polistirolo incollati, "sagomati" a mano e poi ricoperti di carta da cucina o, preferibilmente, di carta igienica.

Quindi molto simile al mio metodo.
Se hai una foto del "prima e dopo", postala.
:cool:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10215
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Connesso

Messaggio da Fabrizio » ven nov 18, 2011 10:12 pm

Per la realizzazione delle pareti rocciose, ho utilizzato la pietra reale. Ho usato le pietre normalmente usate per la costruzione dei giardini rocciosi. Le rocce sono vendute nei centri che vendono articoli per giardini, ho scelto dal commerciante le pietre più friabili e quelle del colore che più mi piaceva. Successivamente con l'uso di un flessibile con disco da taglio per marmo ho tagliato le rocce a blocchi più o meno grossi, cercando di isolare le parti più interesati. Di detti blocchi ho poi eliminato, sempre con l'uso del flessibile la parte interna, cercando di lasciare solamente le "crosta" esterna, successivamente si rifinisce con uno scalpello. I rilievi li ho realizzati con fogli di polistirolo incollati con colla vinilica. Per collocare le rocce ho scavato la nicchia nel polistirolo e ho usato una miscela di gesso acqua e colla vinilica, la miscela molto ricca in colla vinilica permette di incollare la roccia al polistirolo. Collocate più rocce nelle loro posizioni gli intersitizi sono stati riempiti con carta igienica e sopra ho passato una miscela di gesso acqua e colla vinilica, questa volta meno ricca in colla. Su tutta la parte in gesso ho poi posato la vegetazione.
Per la scala TT dovrete evitare di scegliere le rocce molto porose (come una di quelle in foto) e andranno preferite quelle con una superficie più regolare, essendo la scala di riduzione abbastanza piccola.

Immagine:
Immagine
132,13 KB
Fabrizio Borca

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21892
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » ven nov 18, 2011 10:18 pm

Grazie Fabrizio per le dritte.
La tua tecnica non è di certo tra le più comuni, ma ha un effetto scenico eccellente.
In effetti più che dire che SEMBRANO vero, SONO vere!!
Come queste posizionate nella parte alta del plastcio, giusto?

Immagine
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10215
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Connesso

Messaggio da Fabrizio » ven nov 18, 2011 10:29 pm

Si Andrea, nel mio plastico le rocce le ho realizzate tutte con la medesima tecnica, ovvero sono tutte rocce vere. Inizialmente ero dubbioso sulla riuscita della tecnica, soprattutto per i problemi relativi alla lavorazione e all'incollaggio. Ho testato le resistenza della miscela di gesso e colla vinilica dapprima provando a incollare su un supporto in legno e polistirolo un campione di roccia per verificare l'effettiva tenuta, e visti gli ottimi risultati ho deciso di usare la miscela. La lavorazione con flessibile e scalpello e lunga, ma alla fine il risultato si ottiene. Ho realizzato le rocce per la scala H0, per la TT sicuramente si dovranno lavorare le rocce per renderele a pezzi più piccoli,credo che rocce delle dimensioni di quelle posizionate nella parte alta del plastico potrebbero andare bene (ma ne ho ottenute molte anche molto più piccole e dalla forma interessante, che però ho scartato per motivi di "scala"). In questo caso consiglierei di ottenere dalle rocce iniziali dei pezzi più piccoli tagliando in più punti con il flessibile ed usare poi lo scalpello per separare i pezzi. Tutta la parte interna del sasso andrà scartata, in quanto l'effetto scenico si ottiene dalla "crosta" esterna del sasso iniziale.
Al limite credo che si possano anche ricercare in natura delle rocce già delle dimiensioni accettabili.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21892
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » ven nov 18, 2011 11:19 pm

In effetti l'aspetto è eccellente.
Forse l'unica controindicazione potrebbe essere il peso?
Le rocce VERE pesano di più di quelle FINTE...
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7449
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » ven nov 18, 2011 11:27 pm

Per il plastico, che poi ho demolito, dovevo realizzare delle rocce e per non renderlo troppo pesante ho fatto dei calchi di gomma di rocce vere, che ho ancora, era in N ma non erano piccole e potrebbero anche andare bene.

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10215
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Connesso

Messaggio da Fabrizio » sab nov 19, 2011 2:47 am

Andrea ha scritto:

In effetti l'aspetto è eccellente.
Forse l'unica controindicazione potrebbe essere il peso?
Le rocce VERE pesano di più di quelle FINTE...


Si, anche quello è un problema che ho preso in considarazione. In effetti il peso è maggiore, ma se l'estensione delle pareti rocciose non è poi così grande la quantità di roccia da usare è piccola e non andrà ad aumentare notevolmente la massa totale del plastico. Questo è ancora più vero per le piccole scale. Nel mio plastico il peso totale delle rocce è di circa 15kg in totale.
Avevo adottato questa soluzione perchè mi preoccupava molto non tanto la forma della roccia, ma il colore. Trovavo difficile riuscire ad ottenere tutte le varie sfumature delle roccia vera usando i colori.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: mar nov 01, 2011 8:50 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 » sab nov 19, 2011 8:43 am

Altri due metodi, sono il sughero, rivestito con miscela di gesso, sabbia setacciata e vinilica, applicando la miscela sul sugero stesso rispettando le sue venature.....ad esempio la "roccia" su cui si aggrappa questo ginepro è sughero, "spolverato" con pigmenti colorati o "terre da spolvero" e poi fissati con lacca per capelli....:

Immagine:
Immagine
247,34 KB[/size=


...oppure con questa prova di un fico d'india:

Immagine:
Immagine
304,31 KB

Altro metodo, è quello di usare gli stampi, Woodland o Noch, usando la miscela dedicata che ogni casa vende oppure, molto più economico, usando del gesso d'alabastro (si trova presso negozi di belle arti o presso i grossi Brico) che ha la caratteristica di non soffrire l'umidità e la sua struttura consente di lavorare le pietre anche con un semplice cacciavite o la punta di un bulino senza che si spacchi dove non si vuole....ovviamente usando tutte le cautele del caso.

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21892
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » sab nov 19, 2011 10:32 am

Carlo... addirittura il fico d'india... :grin:
Il sughero in effetti è un'altra tecnica interessante.
Forse è un pò costoso?
Quello degli stampi è un altro metodo tutto sommato economico.
Io li riempio con il gesso fine che si trova nei brico.
Alcune rocce della valle incantata sono realizzate così :wink:

Immagine
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: mar nov 01, 2011 8:50 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 » sab nov 19, 2011 11:56 am

Io ho acquistato delle bustine della Krea, se non ricordo male dovrebbero costare intorno ai 3/4 euro, e sono sufficienti almeno per 4/5 roccie "affioranti" dal terrreno; la medesima Ditta li produce anche in scala H0 per piccoli sassi, al vero sarebbero di circa un paio di metri di diametro, ed anche come pietrisco, allo stesso prezzo.
Di recente un collega sardo, mi ha portato alcuni "scampoli" e li tengo proprio per quando mi possono servire, il mare comunque alle volte regala dei pezzi di corteccia di sughero, in fondo nelle belle giornate si vedono i rilievi della Corsica e la Sardegna è comunque vicina..... " il mare unisce ciò che separa "una passeggiata lungo le spiaggie di Marina di Bibbona alle volte fà, oltre che bene, anche dei bei regali! :wink: :grin:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
GiovanniS
Messaggi: 25
Iscritto il: mer nov 09, 2011 7:23 pm
Nome: Giovanni
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 69
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da GiovanniS » mar nov 22, 2011 2:18 am

una volta, su una rivista vidi rocce mi pare in polistirolo, ma rivestito alla fine con carta alluminio per i cibi, raggrinzita e dipinta a spruzzo, impressionante... devo recuperare le riviste dai figli poi magari mostro... ma val la pena di provare
vapore e castano isabella for ever - la mia collezione F.S. in scala N

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21892
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » mar nov 22, 2011 8:45 am

Giovanni ha scritto:

...in polistirolo, ma rivestito alla fine con carta alluminio per i cibi, raggrinzita e dipinta a spruzzo, impressionante...

Questa proprio non la sapevo...
Se hai qualcosa che documenta il lavoro, postala che sono curioso. :wink:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
simone.lippi
Messaggi: 188
Iscritto il: lun nov 14, 2011 3:53 pm
Nome: Simone
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da simone.lippi » mar nov 22, 2011 12:01 pm

Andrea ha scritto:
Quindi molto simile al mio metodo.
Se hai una foto del "prima e dopo", postala.
:cool:


Ho finito la prima fase di pittura della scogliera giusto un paio di giorni fa...appena possibile vi faccio vedere qualche foto!
Premetto che a me il risultato finale piace molto!

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21892
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » mar nov 22, 2011 4:48 pm

simone.lippi ha scritto:
...Ho finito la prima fase di pittura della scogliera...

Moto bene Simone, sono curioso. :wink:
Anche se qui abbiamo l'esperto delle scogliere (e dei fari)... non sarà semplice superarlo...
Vero Carlo?
:grin:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
simone.lippi
Messaggi: 188
Iscritto il: lun nov 14, 2011 3:53 pm
Nome: Simone
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da simone.lippi » ven dic 02, 2011 10:38 am

Come promesso, ecco l'anterpima della mia scogliera.
Sullo sfondo, La Stazione di Prato Nord!

:grin: :grin: :grin: :grin: :grin:

Immagine:
Immagine
15,93 KB

Ciao.

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21892
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » ven dic 02, 2011 12:28 pm

Vista così pare un super-scogliera ed anche ben fatta. :wink:
Però è una miniatura e si vede davvero poco... :sad:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
simone.lippi
Messaggi: 188
Iscritto il: lun nov 14, 2011 3:53 pm
Nome: Simone
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da simone.lippi » ven dic 02, 2011 12:36 pm

Mi spiace per la foto...l'ho fatta questa mattina, al volo, prima di uscire di casa! [:I]
Appena possibile, faccio qualche altra foto un po' migliore di questa!

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21892
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » ven dic 02, 2011 1:45 pm

Nessunissimo problema Simone...
Per questa volta sei perdonato!

:cool: :cool: :cool: :cool:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
simone.lippi
Messaggi: 188
Iscritto il: lun nov 14, 2011 3:53 pm
Nome: Simone
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da simone.lippi » dom dic 04, 2011 4:44 pm

Ecco le foto!!!!!!!!!! :grin: :grin: :grin:

Immagine:
Immagine
318,46 KB

Immagine:
Immagine
266,72 KB

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21892
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » dom dic 04, 2011 5:59 pm

Bello Simone.
Per rendere la parete meno "pesante", hai pensato di inserire della vegetazione?
A mio avviso ci starebbe bene. :wink:
Come questo (plastico in TT - Kirchbach)

Immagine
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
simone.lippi
Messaggi: 188
Iscritto il: lun nov 14, 2011 3:53 pm
Nome: Simone
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da simone.lippi » lun dic 05, 2011 10:24 am

Certo!
La vegetazione, come l'acqua del mio "mare", seguirà appena possibile.
Ora come ora, è pronta solo la struttura!

Rispondi

Torna a “EDIFICI & SCENERY”