E.424 TT in fotoincisione

Autocostruzioni ed elaborazioni realizzate in scala TT

Moderatore: Andrea

Rispondi
Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5577
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » sab lug 19, 2014 11:47 pm

giuseppe_risso ha scritto:
.....
Bene, invece che solo seguirci, vediamo di coinvolgerti :cool: :cool: :cool: .
....

agli ordini Giuseppe, sarà un piacere essere utile in quest'avventura Epica !!! :grin: :grin: :grin:
Riccardo

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7411
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » dom lug 20, 2014 11:15 am

Grazie Riccardo, ora però dovrò ripensare la motorizzazione in toto.
Quella fatta aveva solo lo scopo di capire se ci sarei riuscito e soddisfare la voglia di vedere la E424 camminare.
Per fare questo ho usato quello che ho trovato nei cassetti, se vogliamo fare una cosa seria, prima di tutto, dobbiamo decidere se motorizzare uno (come adesso) o due carrelli e poi scegliere quello che serve da una ditta dove lo si possa trovare sempre.
Sarebbero utili i consigli di chi già ha fatto motorizzazioni, ma se non vengono faremo le nostre esperienze.
Quella di prova aveva il motore posizionato su un carrello e la cascata di ingranaggi perpendicolare all'asse esterno.
Per fare questo ho dovuto fresare il telaio sotto alla cabina e invece si dovrebbe evitare.
Le cabine devono restare integre con la loro parete di fondo.
Immagine:
Immagine
356,5 KB
Se non ci sono controindicazioni, penserei di spostare il motore al centro del telaio (per fare questo dovrò cambiare il sistema di fissaggio alla cassa) metterne uno con il doppio perno e due viti senza fine in modo da trasmettere il movimento a entrambe i carrelli.
Una cosa del genere:
Immagine:
Immagine
327,54 KB

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7350
Iscritto il: dom gen 29, 2012 2:40 pm
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da liftman » dom lug 20, 2014 12:48 pm

giuseppe_risso ha scritto:
Immagine:
Immagine
327,54 KB


Così non può funzionare, o meglio... per fare in modo che i carrelli possano "curvare" serve un giunto cardanico tra l'alberino del motore e vite senza fine/ingranaggi
Ciao! Rolando

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4166
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 44
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » dom lug 20, 2014 12:50 pm

Assolutamente d'accordo Giuseppe!!
Ottima l'idea di avere due carrelli azionati tramite cardano.
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4166
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 44
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » dom lug 20, 2014 12:51 pm

Prova a dare un occhiata su Linea mode: ha una scelta di motori ed ingranaggi che possono essere utili...
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21604
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 56
Stato: Connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » dom lug 20, 2014 2:15 pm

Riccardo, lascia perdere... vedo che Giuseppe se la cava alla grande con autocad!

:cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool:

Immagine
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6362
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » dom lug 20, 2014 3:02 pm

Per motorizzazioni su modelli ho pochissima esperienza, ma concordo con Rolando.
Bisogna inserire due alberi cardanici fra i carrelli, altrimenti s'irrigidiscono e non curvano.

Così facendo si avrà anche una lieve "ammortizzazione" fra i carrelli, che porterà il telaio a rimanere indipendente e non rigido.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Giacomo
Messaggi: 1185
Iscritto il: dom lug 28, 2013 7:40 pm
Nome: Giacomo
Regione: Toscana
Città: Siena
Età: 61
Stato: Non connesso

Messaggio da Giacomo » dom lug 20, 2014 3:30 pm

Se non si trovano i cardani si può sempre usare il vecchio caro sistema del tubetto in gomma..... lo so è un sistema vecchiotto ma secondo me ancora ampiamente utilizzabile..............
Giacomo - free climber modellista, attore, motociclista ecc ecc...

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7411
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » dom lug 20, 2014 4:27 pm

Andrea ha scritto:

Riccardo, lascia perdere... vedo che Giuseppe se la cava alla grande con autocad!

Immagine


Torna sotto l'ombrellone... o oggi devo dire sotto l'ombrello? :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool:

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7411
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » dom lug 20, 2014 4:41 pm

liftman ha scritto:
giuseppe_risso ha scritto:
Immagine:
Immagine
327,54 KB


Così non può funzionare, o meglio... per fare in modo che i carrelli possano "curvare" serve un giunto cardanico tra l'alberino del motore e vite senza fine/ingranaggi


Certamente, oppure servirsi della traslazione delle ruote, ma è un sistema complesso e non da garanzie nelle curve troppo strette anche se darebbe il vantaggio di non avere il carrello che ruotando va ad urtare le scalette di salita in cabina.
Questo problema esiste e permette rotazioni limitate oppure si deve portare la scaletta più in fuori (brutta) o fissarla al carrello (bruttissima) o stringere i carrelli (la soluzione per me più praticabile).
Se escludiamo la soluzione "rigida" direi che ci troviamo di fronte tre possibilità:
- un solo motore con trasmissione su un solo asse (la soluzione del prototipo)
- un solo motore con trasmissione sui due assi di un solo carrello
- due motori che trasmettano separatamente il moto ai due carrelli.
Questa dovrebbe essere la più efficace, ma, logicamente la più costosa.
Usare gli alberi cardanici ho paura che sia un po' complicato, se non ci aiuta qualche esperto.
Se qualcuno ha altre idee... :grin: .
Esclusi quelli sulla spiaggia con l'ombrello :cool: .

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6362
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » dom lug 20, 2014 11:12 pm

In effetti lo spazio è poco per creare uno snodo cardanico. Si smonterebbe ad ogni curva, oppure si deteriorerebbe in breve tempo.

Io opterei per il motore su un carrello legato ad entrambi gli assi (opzione 2).
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7411
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » dom lug 20, 2014 11:29 pm

Oggi ho lavorato su questa ipotesi e mi sembra di essere sulla buona strada.
Devo chiedere alcune conferme a Lineamodel poi ne parliamo.

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6362
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » lun lug 21, 2014 12:43 am

Mi sembra la migliore. E' vero che sul modulare non ci sono livellette. Ma nel plastico di casa potrebbero essercene tante.
Due ruote trazione daranno più affidabilità e forza traino.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5577
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » lun lug 21, 2014 6:29 am

Andrea ha scritto:

Riccardo, lascia perdere... vedo che Giuseppe se la cava alla grande con autocad!

:cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool:

Immagine


quoto,
ed è anche disegnato in scala .... (TT) .... :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool:
Riccardo

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10114
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Connesso

Messaggio da Fabrizio » lun lug 21, 2014 10:38 pm

Non me ne intendo, ma dovessi farlo io, credo che la soluzione due (unico motore che trasmette il moto a due assi dello stesso carrello) sia quella che da il migliore rapporto difficoltà-prezzo/prestazioni.

Anche dotare la loco di due carrelli motorizzati identici potrebbe essere una buona soluzione. Ma oltre al costo forse potrebbero esserci problemi. Forse, se i due carrelli hanno qualcosina di diverso tra loro, potrebbero interagire negativamente.

Ad ogni modo, se con un solo carrello dovesse andare, poi provare ad aggiungerne un altro uguale si è sempre in tempo.

Credo quindi che la soluzione ottimale sia proprio quella di un carrello motorizzato con entrambi gli assi motori.
Fabrizio Borca

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6362
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » mar lug 22, 2014 9:08 am

Proprio oggi andrò presso l'azienda che produrrà i telai motorizzati.

Inizio a chiedere qualche prezzo su differenti quantità.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7411
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » mar lug 22, 2014 3:26 pm

Bene, intanto ho individuato il motore che potrebbe andare bene

Immagine:
Immagine
103,99 KB

Pisano mi ha detto che può eliminare una vite senza fine e sostituirla con un volano.
Abbiamo anche parlato della cascata di ingranaggi e mi ha dato alcune dritte che saranno sicuramente utili.

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3500
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » mar lug 22, 2014 4:17 pm

giuseppe_risso ha scritto:

Bene, intanto ho individuato il motore che potrebbe andare bene

Immagine:
Immagine
103,99 KB

Pisano mi ha detto che può eliminare una vite senza fine e sostituirla con un volano.
Abbiamo anche parlato della cascata di ingranaggi e mi ha dato alcune dritte che saranno sicuramente utili.


Farla fare direttamente a lui?? Potrebbe interessargli?
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7411
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » mar lug 22, 2014 4:38 pm

No, non con i numeri attuali della TT.
Ha detto che per mettere in produzione una motorizzazione dobbiamo garantirgli minimo 20 pezzi acquistati.

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3500
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » mar lug 22, 2014 4:43 pm

giuseppe_risso ha scritto:

No, non con i numeri attuali della TT.
Ha detto che per mettere in produzione una motorizzazione dobbiamo garantirgli minimo 20 pezzi acquistati.


Beh , pensavo a numeri più grandi....non si arriva a venti interessati? :sad:
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3500
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » mar lug 22, 2014 4:48 pm

Venti motorizzazioni......potrebbe essere l'associazione a ordinarle e poi, una volta avute, unirle alla cassa e vendere il kit completo!!!
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7411
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » mar lug 22, 2014 5:30 pm

Mmmm.. non credo che sia nelle disponibilità dell'associazione fare una cosa del genere.
Siamo realisti, Carlo, quanti Kit si potrebbe pensare di vendere?
Quanti TTisti avranno voglia di mettersi a montare la lastrina della 424?
Personalmente, all'inizio, ipotizzando un costo di 50,00 euro cad. 2 0 3 le comprerei io, in seguito sicuramente qualcun'altra, immagino che un 6 o 7 potrebbero interessare altri, ma poi?
Comunque se si vuole fare un giochino e vedere dove si può arrivare, io per incoraggiamento ne prenoterei 4.
Vediamo se, sempre ipoteticamente, ci sono altre prenotazioni :grin: :grin: :grin: :grin: .

Avatar utente
Massimo Salvadori
Socio GAS TT
Messaggi: 2554
Iscritto il: mar nov 01, 2011 12:01 am
Nome: Massimo
Regione: Lombardia
Città: Peschiera Borromeo
Età: 71
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Massimo Salvadori » mar lug 22, 2014 6:13 pm

Ciao Giuseppe,

un paio di lastrine sono sicure, magari altre per versioni con diverse colorazioni.
Poi dipenderà anche dal prezzo finale della motorizzazione, anche se penso che il piacere di una macchina costruita con le proprie mani sia impagabile.
[:I][:I][:I]
Massimo Salvadori - la mia collezione in scala TT

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7411
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » mar lug 22, 2014 7:01 pm

Non ho specificato che gli ipotetici 50,00 euro sono stati fatti perché motorizzazioni simili di Lineamodel hanno quel prezzo.
A questo, poi, andrebbe aggiunto il costo della lastrina che per i soci GasTT sarà quasi a prezzo di costo e per i non soci un po' maggiorato; comunque da stabilire.

Avatar utente
Massimo Salvadori
Socio GAS TT
Messaggi: 2554
Iscritto il: mar nov 01, 2011 12:01 am
Nome: Massimo
Regione: Lombardia
Città: Peschiera Borromeo
Età: 71
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Massimo Salvadori » mar lug 22, 2014 7:15 pm

Non mi sembra che sommando tutti i costi si arrivi a una cifra proibitiva, credo che potremmo arrivare ai 20 pezzi, anche se Roy, con il suo mini estrattore mi sembra che abbia superato di poco i 20 pezzi prodotti.
Comunque la cosa è interessante.
Massimo Salvadori - la mia collezione in scala TT

Rispondi

Torna a “AUTOCOSTRUZIONI ed ELABORAZIONI IN SCALA 1:120”