Modulare in Z?

Discussioni relative alla scala Z 1:220

Moderatori: v200, sal727

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Modulare in Z?

Messaggio da v200 » ven set 16, 2016 10:06 pm

Ciao a Tutti,
come forse sapete sono un ennista imprestato alla Z, con il mio girovagare su siti stranieri in cerca di notizie sulla Z ( Tedeschi, Americani e Giapponesi specie gli ultimi due) mi sono imbattuto nel idea di fare il modulare in Z sia per un uso prettamente casalingo o conviviale nelle riunioni di club.
Il modulare di cui ho iniziato ad interessarmi si può dire chi sia semplificato confronto a quelli canonici della HO ed ENNE ( anche se è nato proprio per l' ENNE) stiamo parlando del T-TRAK ( tracciato da tavolo), un formato minimalista che occupa pochissimo spazio costo ragionevole e con poca elettronica ( analogico).
Molto utile nei casi che in casa non si possa costruire un plastico classico o un modulare a norme Fremo in ENNE o HO.


Immagine:
Immagine
22,82 KB

Come vedete già su una scrivania si riesce a fare un tracciato ragionevole, ma vediamo come si costruisce iniziamo dal modulo rettilineo,
il modulo rettilineo nasce sul utilizzo di due tratti rettilinei di binari KATO N o quattro per la doppia linea



Immagine:
Immagine
20,89 KB
Linea singola



Immagine:
Immagine
32,67 KB
Curva a linea singola



Immagine:
Immagine
46,93 KB
Come vedete la struttura del modulare rettilineo rimane semplicissima



Immagine:
Immagine
34,89 KB
Un po più complicato quello curvo



Immagine:
Immagine
70,15 KB
Modulo terminato
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » ven set 16, 2016 10:09 pm

La costruzione del modulo t-trak ha un bel vantaggio velocità di esecuzione grazie alle sue ridotte dimensioni



Immagine:
Immagine
13,48 KB

L310 mm / La 280 mm / h 100 mm.
Ovio che anche il paesaggio rimane assai veloce da fare sempre grazie alla ridotta superficie del piano che non permette elaborate lavorazioni paesaggistiche( ma c'e anche chi ci riesce) però hanno il loro fascino minimalista :wink:




Immagine:
Immagine
16,85 KB

Immagine:
Immagine
16,54 KB

Per questa sera vi lascio qui a digerire questa anticipazione con due link di approfondimento.
http://japanrailmodelers.org/pages/mode ... dules.html
http://space.geocities.jp/popoya2008/b.html
Spero di interessarvi a una nuova idea di layout
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 3875
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » sab set 17, 2016 9:26 am

Ottima idea!!!
Concetto molto interessante!!!
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8160
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » sab set 17, 2016 2:17 pm

Mi piace, in questo modo si può montare e smontare il tracciato e trasportarlo con facilità.
Inoltre si può amplire e formare vari tracciati, secondo l'umore del momento.
Ottimo.
Ciao.
Adolfo

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » sab set 17, 2016 2:22 pm

Esatto Adolfo,
un altro pregio del T-Trak e proprio la flessibilità,
ti stufi cambi disposizione non ti piace più un modulo lo rifai, grazia alle dimensioni contenute puoi variare continuamente mantenendo costi accettabili :wink:
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13496
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 32
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » sab set 17, 2016 5:33 pm

Molto interessante :cool: Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » sab set 17, 2016 6:11 pm

Grazie Massy :smile:
Per le misure dei moduli T-Trak esistono delle norme ma girovagando ho notato che sono molto elastiche, in linea di massima ci si attene allo schema di base per la lunghezza di due binari uniti Kato N mentre larghezza e alteza sono molto variabili.
T-TRAK Standards for each Scale
T-TRAK-Z T-TRAK-N T-TRAK-HO T-TRAK-S T-TRAK-O
Single Module Track Length 330 mm 310 mm
12.2 " 492 mm
19.37 " 30 " 40 "
Single Module Length 328 mm
12.9375 " 308 mm
12.125 " 486 mm
19.125 " 29.875 " 39.875 "
Maximum Module Depth 286 mm
11.25 " 355 mm
14 " 711 mm
28 " 24 " 24 "
Common Corner Module Track Radii 195 mm | 220 mm 282 mm | 315 mm 550 mm | 610 mm 20 " | 25 " 18 " | 24 "
Corner Module Dimensions 295 x 295 mm
11.625 x 11.625 " 365 x 365 mm
14.375 x 14.375 " 711 x 711 mm
28 x 28 " 28 x 28 " 28 x 28 "
Height (all modules) 70-100 mm
2.75 - 4.0 " 70-100 mm
2.75 - 4.0 " 70-100 mm
2.75 - 4.0 " 2.75 - 4.0 " 2.75 - 4.0 "
Track Interface Micro Trains Kato Unitrack Kato Unitrack MTH S-Trax Lionel Fastrack
Outer Line Track Offset 76 mm
3 " 38 mm
1.5 " 83 mm
3.25 " 5 " 4 "
Track Spacing 25 mm 33 mm 60 mm 5 " 6 "
Electrical Connections ? BWWB
Kato Connectors BWWB
Kato Connectors ? ?



Immagine:
Immagine
177,46 KB

L'unione tra i moduli avviene tramite le scarpette dei binari senza nessun elemento di connessione meccanico quali bulloni o viti.Viene lasciato uno spazio di 2 mm per permettere di inserire un cacciavite tra i moduli per facilitarne il distacco
La continuità elettrica viene stabilita tramite gli appositi cavetti di alimentazione dei binari prodotti da Kato



Immagine:
Immagine
11,74 KB

Immagine:
Immagine
30,5 KB

Immagine:
Immagine
25,93 KB

Immagine:
Immagine
45,59 KB
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » sab set 17, 2016 6:45 pm

Come abbiamo visto i moduli qui sopra si riferiscono per le misure alla scala ENNE, ma in teoria fatte le dovute verifiche dovrebbero essere compatibili con la scala Z.
Tanto per la cronaca alcuni layout sono stati fatti in HO, TT, HOe ma questa tipologia di modulare nasce per sessioni in enne prediligendo il fattore trasportabilità e velocità di montaggio mantenendo al minimo la parte elettronica, infatti rimane quasi sempre in analogico anche se ora il digitale ha iniziato a comparire nel T-Trak.
Ora alcuni coraggiosi fermodellisti Tedeschi e Americani hanno iniziato a sperimentare moduli T-Trak in scala Z, proprio per le ridotte dimensioni compatibili con i rotabili Z anche se in Germania plastici modulari in Z con le classiche regole Fremo sono operativi da alcuni anni.
La scelta del T-Trak e avvenuta per la esigua richiesta di spazio nelle sedute sociali per assemblare un plastico operativo basta un locale abbastanza ampio e qualche tavolo da campeggio senza dover costruire strutture per sorreggere i moduli o affittare locali enormi.
Un altro fattore poter montare alcuni moduli in casa per giocarci visto la loro dimensione ragionevole e trasportarli dove serve sempre grazie alle loro dimensioni


Immagine:
Immagine
148,69 KB

Immagine:
Immagine
80,07 KB

Immagine:
Immagine
409,37 KB

Immagine:
Immagine
97,74 KB

Come potete vedere la richiesta di spazio per montare il plastico e veramente ridotta, pertanto basta una stanza vedi oratori o associazioni culturali che affittano degli spazi.
Inoltre con 4 o 5 amici già si riesce a fare un modulare divertente per passare una serata insieme.
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » sab set 17, 2016 6:56 pm

ora il mio intento di divulgare questa realtà non è per costituire un club modulare in Z ( sarebbe anche divertente riuscirvi a crearlo) ma lanciare una idea alternativa per costruire un plastico dove molti appassionati dicono di non aver spazio in casa.
Molte volte basta pensare in modo alternativo e apprendere le realtà esistenti in altri paesi dove questo sistema viene già utilizzato.
Con la scusa della scala Z e le sue dimensioni mi è venuta l'idea di fare un paio di moduli di prova in modo di far conoscere questa scala qui da noi poco conosciuta e l'utilizzo di un sistema alternativo di layout per plastici.
Alla prossima puntata :wink:
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » sab set 17, 2016 11:14 pm

Preso conoscenza del modulo T-Trak ora il passo successivo sarà replicare un modulo adattandolo alla Z
Per le misure manterro quelle standard per l' N 310 mm/280 mm/ 100 mm, ovviamente ci sarà da adattare i binari a queste misure e quindi quale armamento selezionare Marklin o Rokuan uniche due case facilmente reperibili on line esiste anche Peco ma per un esperimento non trovo logico sprecare un buon Peco infine Minitrain ma quasi introvabile.
La scelta dei binari cadrà sul classico spezzone o il flessibile lavorato a misura, ma vorrei rimanere sullo spezzone per utilizzare il sistema di scarpette per la connessione visti i famosi 2 mm da mantenere per agevolarne il distacco e quel poco di binario inserito nella scarpetta permette di avere la misura pronta.
Sempre nella logica del esperimento invece di legno multistrato utilizzerei della balsa grazie alla sua alta lavorazione fare gli aggiustamenti rimane assai facile.
Adesso sotto con matita e righello per fare la struttura poi alla valutazione del armamento.
Sarà un progetto lento fatto nei ritagli di tempo mentre finisco l' altro in corso sempre in Z che è quasi a buon punto.
Alla prossima puntata :wink:
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » dom set 18, 2016 7:12 pm

Più giro sul web per avere info sulle misure standard dei moduli da usarsi in Z più mi viene mal di testa :cool:
Comunque dopo vari giri fino in Australia ho trovato le misure :cool:
Lunghezza modulo mm 328
Larghezza modulo mm 286
Altezza modulo mm 100( questa misura forse e proprio l' unica standard)
Misure modulo angolo mm 295 X 295
Per maggiori info. http://ttrak.org/standards.html
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » dom set 18, 2016 7:43 pm

Ah, dimenticavo devo ancora capire le sigle ( lunghezza) per i binari Rokuan Z in modo da fare poi l' armamento.
Alla luce delle letture per il T- TRAK conviene utilizzare i binari Kato N o per la Z i Rokuan, questi particolari binari grazie al loro sistema di incastro permettono di unire anche i moduli.
Ambedue le case utilizzano la medesima tipologia di costruzione, ricordiamoci che il T- TRAK per l' appunto è nato in Giappone.
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 3875
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » dom set 18, 2016 7:52 pm

Ti sconsiglio la balsa per costruire i moduli....troppo morbido e fragile anche solo per fare un esperimento...
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » dom set 18, 2016 8:41 pm

Solo per valutare gli ingombri,
In alternativa polistirolo estruso.
Mi occorre solo fare le sagome per capire le geometrie degli accostamenti tra i due moduli ( il dritto e il modulo d' angolo)quindi non serve molta resistenza ma facilità di taglio per variare alcune misure :wink:
Ora sono anche riuscito a reperire alcune misure che prima mi mancavano permettendomi di aver maggior precisione :smile:
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » ven set 23, 2016 12:13 pm

Video modulare T-Trak in Z su YouTube
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Andrea C
Messaggi: 54
Iscritto il: mer dic 07, 2016 1:57 pm
Nome: Andrea
Regione: Liguria
Città: Genova
Età: 45
Stato: Non connesso

Messaggio da Andrea C » mer dic 14, 2016 3:07 pm

Seguo con interesse !
Sto pensando che questo discorso dei moduli potrebbe essere integrato con i micro-layouts; ovvero si può realizzare un micro-layout che rispetti lo standard dei moduli per dimensioni, uscita dei binari, connessioni etc... e può stare in un singolo modulo, in due, tre, etc... a seconda delle esigenze. Questo modulo/layout "sta in piedi" già da solo.
Dopodiché, siccome quasi tutti i microlayouts sono concepiti (mi pare) come delle "quinte", il problema che si pone è di "accostarli" al resto dei moduli in maniera realistica, sul fronte e sul retro non ci sono problemi, ma sui lati ? se da una parte ho un deposito ed il modulo successivo ha un prato ?
Si può ricorrere a due mezzi moduli di "transizione" da affiancare a ciascun lato in modo da armonizzare il tutto, il totale sarebbe comunque la lunghezza di 2 moduli (0,5+1+0,5), o tre, quattro etc... e potrebbero essere integrati con gli altri moduli; naturalmente nulla vieta di creare altri due moduli interi "laterali" ma qui andiamo a "sprecare" due interi moduli per fare la transizione ad un layout il che mi sembra troppo (per avere 3 layouts, sono necessari 7 moduli, invece così ne bastano 5 !)
Così facendo ho un un microlayouts che "sta in piedi da solo" (da 1, 2, 3 moduli) e se del caso lo posso integrare con altri moduli usando - se necessario - i due mezzi moduli come transizione.
Spero di essermi spiegato [:I] (e spero di non aver scritto troppe stupidaggini...).
A.

p.s. un'aggiunta: ho notato che spesso lo sviluppo dei plastici a moduli è "in lunghezza" ... perché non realizzare un "braccio" proprio attraverso l'uso del layout ? Esempio: nel mio modulo di fronte allo spettatore c'è una finta galleria che scompare sul retro con un tronco di binario; quando sta da solo la galleria è chiusa, magari da cespugli cataste di materiali etc... quando unisco il modulo ad altri, la galleria diventa operativa ed "apre" un nuovo ramo del plastico...[:I]

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » mer dic 14, 2016 4:10 pm

Di solito per i modulari si definisce uno standard per il paesaggio in modo che la transizione non sia troppo netta tra un modulo e l' altro vedi per esempio il " modulare GasTT".
Ma volendo si possono fare i moduli all' interno di " Box Art "


Immagine:
Immagine
76,52 KB

Dove le pareti laterali permettono la divisione scenica tra un modulo e quello contiguo.
Le entrate ed uscite sono semplici rettangoli la cui vista viene occultata da alberi,rocce caseggiato.


Immagine:
Immagine
57,93 KB

Immagine:
Immagine
187,29 KB

Immagine:
Immagine
59,89 KB

Immagine:
Immagine
204,41 KB

Immagine:
Immagine
62,75 KB

Poi nulla vieta per un modulare casalingo trovare la propria soluzione che si adatti alle esigenze del caso
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » mer dic 14, 2016 4:21 pm

Le foto postate qui sopra sono di varie scale a titolo di esempio per capire cosa intendo come Box Art.
Sarà tua cura in base alle tue esigenze in base allo spazio trovare le idonee misure per la costruzione, fortunatamente in Z non occorre molto :wink: mantenendo le misure base del T-Trak per la pianta dovrai trovare quelle più adatte per l' altezza e spessore delle pareti.
Costruendo una scatola il tutto rimarrà più riparato con la possibilità di una illuminazione dedicata tramite led, ma nulla vieda solo l' uso di tre pareti fondo e lati.


Immagine:
Immagine
46,65 KB

Immagine:
Immagine
80,71 KB

Immagine:
Immagine
64,41 KB
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11400
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 54
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » mer dic 14, 2016 5:53 pm

Gran bel progetto. Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
benigni99
Socio GAS TT
Messaggi: 1128
Iscritto il: dom ago 10, 2014 2:42 pm
Nome: Filippo
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 15
Stato: Non connesso

Messaggio da benigni99 » mer dic 14, 2016 7:16 pm

Bene!! :grin:
attendo sviluppi!!
Filippo Benigni - Il mio canale YouTube - Il mio profilo Instagram

"Imparare a vedere è il tirocinio più lungo in tutte le arti." Edmond De Goncourt

Avatar utente
Andrea C
Messaggi: 54
Iscritto il: mer dic 07, 2016 1:57 pm
Nome: Andrea
Regione: Liguria
Città: Genova
Età: 45
Stato: Non connesso

Messaggio da Andrea C » gio mag 11, 2017 2:38 pm

v200 ha scritto:

Ah, dimenticavo devo ancora capire le sigle ( lunghezza) per i binari Rokuan Z in modo da fare poi l' armamento.
Alla luce delle letture per il T- TRAK conviene utilizzare i binari Kato N o per la Z i Rokuan, questi particolari binari grazie al loro sistema di incastro permettono di unire anche i moduli.
Ambedue le case utilizzano la medesima tipologia di costruzione, ricordiamoci che il T- TRAK per l' appunto è nato in Giappone.

Ciao,
hai fatto qualche progresso con il modulo ?
Io sto incontrando non poche difficoltà di progettazione. Dando per scontate le dimensioni (lunghezza 328 mm e larghezza 286 mm), il primo problema è: la distanza del binario dal bordo anteriore (c.d. "blue line track offset"), viene indicato 76mm per la Z, però misurati da bordo modulo a bordo massicciata (ipotizzando l'uso di Kato o Rokuhan) e se uno volesse usare Marklin ??? inoltre i binari con massicciata immagino siano leggermente più alti di qualche mm ...bisognerebbe misurare questa altezza e considerarla per la posa. Si potrebbe anche misurare la larghezza dei binari Kato-Rokuhan inclusa massicciata per creare misure "compatibili" con binari marklin, ovvero una misura centro-centro anche tra primo binario e bordo.
Dico questo perché avrei preferito tenere tutto marklin e non essere "costretto" a prendere rokuhan solo per i moduli - tra l'altro marklin già ne ho...
A.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » gio mag 11, 2017 4:31 pm

No in questo periodo sono impegnato con la recensione di un argomento la ferrovia del Gottardo uscita in edicola scala N , ho iniziato a digitalizzare una loco in Z ( altre sono in arrivo), mentre ora sono partito con la seconda valigetta contenente un secondo mini plastico in Z. Anche un lavoretto in TT mi ha eroso del tempo oltre alcuni acciacchi di salute che mi hanno obbligato a stare fermo con i lavori ma utile per riflettere su alcuni progetti in corso.
Per rialzare i binari Marklin basta mettere del sughero in modo da livellarli con quelli Rokuhan. Guardando alcuni modulari Tedeschi che utilizzano binari Marklin seguono il classico sistema delle testate ovvero i binari collimano testa a testa mentre vengono vincolate le testate del modulo con galletti, i giapponesi con il T-Trak invece sfruttano l'incastro dei binari rokuhan.
Vedo se ritrovo il link dove parlano del modulare con binari Marklin ( spero [8] )
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Andrea C
Messaggi: 54
Iscritto il: mer dic 07, 2016 1:57 pm
Nome: Andrea
Regione: Liguria
Città: Genova
Età: 45
Stato: Non connesso

Messaggio da Andrea C » gio mag 11, 2017 4:41 pm

v200 ha scritto:

...cut
Vedo se ritrovo il link dove parlano del modulare con binari Marklin ( spero [8] )

Gentilissimo come sempre, il tempo - in effetti - non è mai abbastanza... :cool: ignoro come fanno alcune persone ad annoiarsi :grin:
A.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8938
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » gio mag 11, 2017 9:21 pm

Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Stè56
Messaggi: 178
Iscritto il: ven set 08, 2017 1:39 pm
Nome: Stefano
Regione: Marche
Città: Agugliano
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Modulare in Z?

Messaggio da Stè56 » mer mar 13, 2019 10:59 pm

Ho scoperto che lo standard T-TRAK-Z è stato aggiornato.

Immagine

Qui ci sono le specifiche: http://ttrak.wikidot.com/t-trak-z
Questo è il gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/ttrakz/

P.s.: Seguo sempre con interesse il forum, ma in "modalità silenziosa" :)

Rispondi

Torna a “SCALA Z”