MODULO (doppio) "Galleria dell'orso"

I moduli del "Plastico Modulare Gruppo Appassionati Scala TT"

Moderatore: Andrea

Rispondi
Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

MODULO (doppio) "Galleria dell'orso"

Messaggio da Docdelburg » sab nov 17, 2012 7:52 pm

Con l'apertura di questa discussione passo dalla fase progettuale, presentata in altro topic, a quella realizzativa di un doppio modulo terminale contenente l'anello di ritorno.
Ho previsto curve di media ampiezza con angolo di 353° e tratto rettilineo di 126 mm tra i due versi di curvatura del tracciato.
L'anello poggerà su un modulo base di 55x120 cm e su un modulo parallelo di 55x85 cm; ho previsto la stessa profondità anche per un più facile assemblamento in fase di trasporto.
La scenografia è stata pensata per mascherare un pò l'antiestetico anello di binari e, per movimentare un pò il paesaggio, è stato previsto un piccolo viadotto a scavalcare una vecchia linea termica sottostante.
Due immagini per meglio rappresentare quanto esposto:

Immagine:
Immagine
142,14 KB

Immagine:
Immagine
119,32 KB
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21048
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » sab nov 17, 2012 8:17 pm

Fantastico Mauro, seguirti nel work in progress sarà un piacere. :cool:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Marshall61
Socio GAS TT
Messaggi: 7197
Iscritto il: mar nov 01, 2011 8:50 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 » sab nov 17, 2012 8:31 pm

..... :cool: molto bello Mauro, complimenti, sicuramente l'anello così è sapientemente mascherato e la linea secondaria armonizza e giustifica il rilievo....anche io come Andrea seguirò con molta attenzione il tuo lavoro..... :wink: :grin:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9788
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » sab nov 17, 2012 8:38 pm

Ciao Mauro, interessante progetto.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » sab nov 17, 2012 8:57 pm

Grazie a tutti! :wink:

Passando al sodo, avrò bisogno di una testata e una dima; sono già disponibili? Ritirabili eventualmente dove?

Penso di ordinare i binari Tillig presso Modelbhanshop Lippe; serve qualcosa a qualcuno?
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » sab nov 17, 2012 10:33 pm

Domanda (credo) per Edgardo: come dev'essere lo schema elettrico di un anello di ritorno?
Sulla guida appena postata si rimanda al team GasTT.
In effetti c'è il problema che ci dev'essere un passaggio di alimentazione tra il binario interno e quello esterno.
Come minimo ci dovrà essere un sezionamento a metà dell'anello; ma tutti gli altri poli terminano lì o servono altri accorgimenti?
Le spine a 15 poli le sto già usando per il cablaggio dei moduli Fimf ma in questo caso ci dovrà essere uno schema particolare.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21048
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » sab nov 17, 2012 11:08 pm

Docdelburg ha scritto:
Passando al sodo, avrò bisogno di una testata e una dima; sono già disponibili? Ritirabili eventualmente dove?

Nei prossimi giorni ci confermeranno il preventivo.
Poi eseguirò il pagamento e nel giro di circa 10 gg dovrebbero arrivare.
Io sto a Segrate, però ci possiamo incontrare da qualche parte.
Devi pazientare ancora un po', ma facciamo le cose con calma. :wink:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4306
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » sab nov 17, 2012 11:50 pm

Docdelburg ha scritto:

Domanda (credo) per Edgardo: come dev'essere lo schema elettrico di un anello di ritorno?
Sulla guida appena postata si rimanda al team GasTT.
In effetti c'è il problema che ci dev'essere un passaggio di alimentazione tra il binario interno e quello esterno.
Come minimo ci dovrà essere un sezionamento a metà dell'anello; ma tutti gli altri poli terminano lì o servono altri accorgimenti?
Le spine a 15 poli le sto già usando per il cablaggio dei moduli Fimf ma in questo caso ci dovrà essere uno schema particolare.


Ciao,
per gli anelli di ritorno attualmente non abbiamno molte opzioni.
Nel senso che avendo pochi moduli, ci conviene usarli come semplici collegamenti tra le due linee per ottenere un circuito ad osso.
In questo modo, per ora, evitiamo i fastidiosi problemi legati ai circuititi racchetta.

In futuro, quando avremo un esercizio ferroviario su due linee indipendenti, possiamo implementare le racchette.

I sezionamenti di una racchetta vanno fatti sempre in entrata ed in uscita dalla stessa. Questo per avere il tratto di ritorno isolato.
Sia che si tratti di singolo o doppio binario.
Questo può essere fatto da subito, così avremo più possibilità in futuro per eventuali modifiche.
Con questa predisposizione, non ci sono problemi nel adattare i collegamenti delle rotaie e saremmo avvantaggiati nel momento in cui viene modificato il circuito.

Il collegamento tra i connettori DB15 nella parte terminale di un modulo di ritorno effettivamente non è stato ancora preso in considerazione. E' un problema che fino ad ora non era stato previsto. In realtà non è l'unico a non essere trattato nella guida, c'è anche la deviata che in un certo senso crea un po' lo stesso conflitto.

Per ora consiglio di tenere isolato l'anello di ritorno in entrata e in uscita dal modulo sezionando semplicemente le rotaie e predisponendo dei contatti, così da poter adattare il circuito di volta in volta.

Uno schema di anello di ritorno potrebbe essere questo:
Cappio semplice:
Immagine
20,56 KB

I riferimenti dei poli da collegare sono relativi al circuito di piena linea, quello più semplice.
In pratica, un cappio del genere è come un modulo di piena linea senza gli interruttori SE ed SI con dei sexionamenti aggiuntivi.

Spero di non aver creato troppa confusione.

Ciao

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21048
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » sab nov 17, 2012 11:58 pm

Tutto chiaro.
In realtà noi abbiamo un "falso doppio binario" e quindi non un vero e proprio cappio.
Almeno per ora. :wink:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5533
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » dom nov 18, 2012 12:06 am

bene Mauro,
il tuo è un bellissimo progetto, scenograficamente affascinante.
Con tutta la tua esperienza, sarà un piacere seguirti... :cool: :cool: :cool:
Riccardo

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21048
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » dom nov 18, 2012 9:15 am

Docdelburg ha scritto:
Penso di ordinare i binari Tillig presso Modelbhanshop Lippe; serve qualcosa a qualcuno?

Certo che anche questa è una cosa sulla quale riflettere.
Abbiamo pensato alle testate ma non ai binari.
Ho curiosato in questo sito e mi pare che i prezzi siano olto competitivi.
Però, se ho capito bene, la spedizione in Italia ammonta a 9,5 euro, tanto rispetto al costo di un dritto 83101 (1,39) o di un flex 83125 (4,26).
Dovremmo riflettere anche su questa questione....
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » dom nov 18, 2012 11:01 am

Edgardo_Rosatti ha scritto:


Per ora consiglio di tenere isolato l'anello di ritorno in entrata e in uscita dal modulo sezionando semplicemente le rotaie e predisponendo dei contatti, così da poter adattare il circuito di volta in volta.


Perfetto, come pensavo. Potrei quindi semplicemente sfruttare il sezionamento naturale tra i miei due moduli come indicato nell'immagine seguente.

Immagine:
Immagine
123,92 KB

Il tratto in giallo, isolato, è lungo 140 cm, quindi sufficiente anche a contenere un discreto convoglio. Predispongo tutta una serie di collegamenti elettrici alle rotaie portandoli a tre coppie di mammut, una per sezione di binario, così in ogni momento si potrà intervenire con le modifiche del caso.
Così può andar bene?
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » dom nov 18, 2012 11:07 am

Andrea ha scritto:
Docdelburg ha scritto:
Penso di ordinare i binari Tillig presso Modelbhanshop Lippe; serve qualcosa a qualcuno?

Certo che anche questa è una cosa sulla quale riflettere.
Abbiamo pensato alle testate ma non ai binari.
Ho curiosato in questo sito e mi pare che i prezzi siano olto competitivi.
Però, se ho capito bene, la spedizione in Italia ammonta a 9,5 euro, tanto rispetto al costo di un dritto 83101 (1,39) o di un flex 83125 (4,26).
Dovremmo riflettere anche su questa questione....


Il negozio di modelbahnshoplippe (http://www.modellbahnshop-lippe.com/index.asp?l=it) è uno dei più frequentati anche da noi italiani perchè ha dei buoni prezzi e ogni tot euro spesi ti dà un buono spendibile o scontabile per gli ordini successivi. Cosa non trascurabile ha diverse parti in lingua italiana. Hanno un'assistenza impeccabile e per ogni problema si adoperano celermente per una sostituzione dell'articolo difettoso o difettato in corso di garanzia.
Capisco quindi che acquistare 40 euro di binari non sia granchè, ma quando si fanno ordini più importanti, magari di loco o decoder o altro il discorso cambia di molto.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » dom nov 18, 2012 11:48 am

Scusate ma ho un'altra domanda: quanto è alta la sagoma limite in scala TT?
Mi serve per calcolare l'altezza da tenere tra il piano del ferro della linea termica rispetto al margine inferiore del ponte.

Grazie
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5533
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » dom nov 18, 2012 5:17 pm

ciao Mauro,
puoi vedere la NEM 102 (fonte FIMF)

Immagine:
Immagine
175,23 KB

attenzione anche agli eventuali pantografi NEM 202 (fonte FIMF)

Immagine:
Immagine
119,01 KB

Immagine:
Immagine
164,56 KB
Riccardo

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » dom nov 18, 2012 5:23 pm

Perfetto, grazie Riccardo! :cool:
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4306
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » dom nov 18, 2012 5:53 pm

Il cappio di ritorno così come l'hai predisposto va benissimo Mauro.

Ho acquistato anche io qualcosa da Modelbhanshop Lippe (2 carri FS per trasporto auto in N) e confermo sia i buoni prezzi che un'ottima assistenza.

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » dom nov 18, 2012 6:56 pm

Edgardo_Rosatti ha scritto:

Il cappio di ritorno così come l'hai predisposto va benissimo Mauro.


Molto bene Edgardo!

Allora non mi resta che procedere con gli ordini del legno e dei binari! :cool:
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » dom nov 25, 2012 7:28 pm

Visto che c'è tendenza ad uniformare molti aspetti dei moduli vorrei chiedere, ad Andrea in particolare che ha lo stesso problema col viadotto san carlo, di quanto aumentare l'altezza della fascia laterale dei moduli visto che abbiamo una scenografia in negativo.
Mi spiego meglio: posto che la sagoma massima in TT è di 48 mm, devo prevedere una luce di circa 5 cm tra il piano del ferro del binario che passa di traverso il modulo e il margine inferiore del ponte della linea superiore.

Immagine:
Immagine
92,17 KB

In un modulo standard l'altezza X è 11 cm ma per avere un'altezza in Y che mi garantisca un minimo di solidità strutturale dovrò portare X ad almeno 13-15 cm, posto che il margine inferiore su cui poggiare il binario sarà ad almeno 6-7 cm al di sotto del piano del ferro.

Il senso della mia domanda è dunque: in caso di scenografia in negativo con misure standard quali corsi d'acqua, strade e ferrovie, di quanto facciamo alta la fascia laterale?
Io proporrei almeno 15 cm.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5533
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » dom nov 25, 2012 7:43 pm

ciao Mauro,
sono di passaggio e credo che l'altezza della fascia laterale debba essere quanto serve, in funzione del modulo.
Un modulo "straordinario" come quello di Enrico, in TT, potrebbe essere alto anche 40/50 cm.

Immagine:
Immagine
139,47 KB

Ovviamente resteranno invariete le posizioni di accoppiamento tra i moduli (dall'alto verso il basso)

Immagine:
Immagine
73,04 KB
Riccardo

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » dom nov 25, 2012 7:54 pm

Certamente Riccardo, questo è fuori dubbio.
Ma nella mia domanda avevo specificato se, con avallamenti più o meno simili come strade, ferrovie e corsi d'acqua, assimilabili quindi ad un ingombro entro la sagoma limite, si potesse pensare ad una misura extra standard.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21048
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » dom nov 25, 2012 8:29 pm

Docdelburg ha scritto:
Il senso della mia domanda è dunque: in caso di scenografia in negativo con misure standard quali corsi d'acqua, strade e ferrovie, di quanto facciamo alta la fascia laterale? Io proporrei almeno 15 cm.

Bravo Mauro, sono le stesse considerazioni che facevo stamane mentre abbozzavo il progetto sul benedetto ponte:

topic.asp?rand=7055475&whichpage=3,84&T ... 6320#29454

Immagine

15 cm direi che può essere la misura minima anche se nel mio caso non modificherò l'altezza del pannelo frontale (il disegno è nelle proporzioni corrette) in qanto abbiamo già realizzato il telaio.
Ridurrò al minmo la base che rappresenterà anche il letto del fiume.
Credo che non dovrebbero esserci problemi.
Anche tu a mio avviso potresti starci nei 10 cm, il passaggio del treno potresti farlo "in trincea".
Certo è che con 15 cm avresti più margine.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5533
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » lun nov 26, 2012 6:12 am

giusto Mauro, avevo frainteso la domanda... [:I]
in effetti definire una quota unica per avvallamenti minimi rende tutto più lineare.
Forse nei 10cm si è un pò "tirati" ...
Riccardo

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4515
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 58
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marioscd » lun nov 26, 2012 10:13 am

beh, si possono sempre realizzare moduli con formati differenti, mantenendo invariata l'altezza di cintura delle testate e lavorando in negativo, come da disegno:

Immagine:
Immagine
18,71 KB

ciao
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21048
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » lun nov 26, 2012 6:53 pm

Giusta osservazione Mario.
Così facendo si risparmia anche materiale. :grin:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Rispondi

Torna a “PLASTICO MODULARE GAS TT - MODULI ULTIMATI”