Volare su Boeing 737 MAX 8

Quando non sai dove mettere una discussione ovvero non è fermodellismo.

Moderatori: Fabrizio, liftman

Rispondi
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Volare su Boeing 737 MAX 8

Messaggio da Fabrizio » dom mag 05, 2019 6:51 pm

Introduzione

Il 23 Febbraio 2019 decido di voler provare l'ultimo aeroplano per il corto/medio raggio prodotto da Boeing, ovvero il 737 MAX 8, che costituisce l'evoluzione del B737 NG, già in servizio da molti anni e uno dei più diffusi velivoli per il medio/corto raggio.

Mi informo relativamente alle compagnie aeree che hanno in flotta questi velivoli, quindi decido di utilizzare il volo Air Italy IG153 Olbia-Milano Malpensa, previsto proprio con questi tipo di velivolo. Organizzo l'itinerario con partenza da Torino Caselle, arrivo ad Olbia e successiva ripartenza verso Milano Malpensa con il volo Air Italy IG153, previsto in partenza da Olbia alle 13:05.


Da Torino ad Olbia


Per raggiungere Olbia utilizzo il volo V7 1717 di Volotea, previsto in partenza da Torino Caselle alle 9:40. Il 23 Febbraio avevo acquistato il biglietto online al prezzo di 35 euro, quindi oggi, 4 Maggio 2019, mi reco in aeroporto e alle 9:00 iniziano le operazioni di imbarco. Il volo è al completo, non rimangono posti liberi sull'aereo. Il velivolo è un Airbus A319 del 2004, mosso da due motori CFM56-5B5/P. Il velivolo si presenta in buone condizioni, in ordine e pulito, mentre i sedili sono abbastanza distanti tra loro e relativamente comodi. Abbastanza minimale l'arredamento interno e un po' rumoroso, l'aereo garantisce comunque buoni livelli di confort, anche se sopratutto l'affollamento ed alcuni passeggeri chiassosi rendono il viaggio abbastanza faticoso. Terminate le operazioni di imbarco, decolliamo da Torino Caselle e ci dirigiamo al di sopra del Colle di Cadibona, quindi sopra il Mare Ligure. Il volo dura circa un ora, quindi iniziamo la discesa verso Olbia, dove atterriamo alle 10:39 con 15 minuti di anticipo.


to_ot.JPG
Itinerario del volo da Torino ad Olbia

.....continua
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Volare su Boeing 737 MAX 8

Messaggio da Fabrizio » sab mag 11, 2019 7:21 pm

Da Olbia a Milano

Una volta giunto ad Olbia, il successivo step del viaggio prevede l'uso del Boeing 737 MAX 8 per raggiungere Milano. Già prima della partenza mi ero informato sul fatto che, questo volo, non sarà effettivamente espletato con il Boeing 737 MAX 8. Tutti i velivoli di questi tipo, infatti, sono stati messi a terra dalle agenzie per la sicurezza a causa di un sospetto problema ai sistemi elettronici di controllo della stabilità. Il volo sarà espletato con un Boeing 737 NG, ovvero quelli della serie precedente.

Il volo per Milano, di Air Italy, è previsto in partenza alle 13:05, mentre le operazioni di imbarco inizieranno alle 12:30. Torno in aeroporto alle 12:40 circa e i monitor informativi indicano un ritardo nella partenza di oltre 4 ore. Il volo IG135 per Milano Malpensa è infatti previsto alle 17:55, ovvero 4 ore e 50 minuti di ritardo. Scartata l'ipotesi da attendere così a lungo, consulto così gli orari di partenza degli altri voli, ma non sono previste partenze a breve per Milano. C'è un volo Alitalia per Roma e uno EasyJet per Milano alle 17:30, ma sono entrambi al completo. L'unico altro volo Air Italy previsto in giornata è quello per Bologna, anch'esso in ritardo e previsto in partenza alle 14:25 anziché 9:15. Mi reco al gate di partenza del volo per Bologna, dove chiedo agli operatori addetti di potermi imbarcare su questo volo anziché su quello per Milano. La hostess di terra della compagnia fa alcune telefonate, quindi la mia richiesta viene accettata e mi viene fornita una nuova carta di imbarco per il volo per Bologna.

Il velivolo, un Boeing 737-800, giunge da Milano Malpensa con oltre 4 ore di ritardo, quindi si attesta alla piazzola ed iniziano le operazioni di sbarco dei passeggeri a bordo ed imbarco di quelli a terra. Le operazioni di imbarco si concludono alle 14:35, quindi il volo per Bologna decolla alle 14:51, con 5 ore e 40 minuti di ritardo. il velivolo su cui viaggio è un Boeing 737-800 del 2001, mosso da due motori CFM56-7B26. L'arredamento interno è curato, con colori caldi, sedili comodi e rivestiti in finta pelle. lo spazio tra i sedili, invece, non è molto e si viaggia abbastanza stretti. Il volo non è molto affollato ed i passeggeri sono tutti abbastanza tranquilli, il che contribuisce a rendere il viaggio rilassante e piacevole. L'aereo si porta in corrispondenza della pista di decollo, quindi accelera e decolla in direzione della valle del fiume Enas, quindi compie una virata di 180° e si porta sopra il Mare Tirreno in direzione delle coste della Toscana. Il mezzo non è eccezionalmente silenzioso ed a bordo si percepisce un discreto rumore di fondo. Procediamo in direzione nord-est per circa 20 minuti, quindi giungiamo in corrispondenza dell'isola d'Elba, che sorvoliamo per poi portarci sugli Appennini Tosco-Emiliani ed iniziare la discesa verso Bologna. Durante il sorvolo degli Appennini e nella discesa verso Bologna incontriamo alcune turbolenze che fanno sobbalzare l'aereo e inducono sul corpo alcune forze abbastanza fastidiose, senza comunque creare alcun problema.


20190504_110249.jpg
Aeroporto di Olbia Costa Smeralda
20190504_151725.jpg
Winglet Boeing 737-800 NG
20190504_153202 (2).jpg
Panorama nei pressi di Castelfranco Emilia


Terminata la fase di avvicinamento l'aereo atterra all'aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna alle 15:25, con 5 ore e 5 minuti di ritardo. Raggiunta la piazzola di sosta, il Primo Ufficiale, annuncia che dovremo rimanere a bordo ancora alcuni minuti, poiché non è possibile spegnere i motori dell'aereo a causa del guasto della unità di potenza ausiliaria del velivolo, che dovrebbe servire ad alimentare l'impianto elettrico del mezzo a motori spenti. Non essendo possibile sbarcare i passeggeri con i motori accesi, attendiamo che il personale di terra connetta l'aereo alla rete elettrica di aeroporto, quindi vengono spenti i motori ed iniziamo lo sbarco, che avviene con due bus che ci conducono al terminal arrivi.

Non essendo possibile usare la connessione internet in volo, accendo ora lo smartphone per organizzare il rientro a Torino. Decido di utilizzare il servizio Aerobus di Tper per raggiungere la stazione ferroviaria di Bologna Centrale, da dove, con un treno Frecciarossa, raggiungerò Torino. Tramite smartphone acquisto il biglietto per il bus verso la stazione ferroviaria, mentre a bordo del bus stesso acquisto il biglietto per il successivo treno Frecciarossa. La deviazione costerà 96 euro in totale, 6 euro per il biglietto del bus e 90 per il biglietto del treno tra Bologna e Torino.

All'interno della aerostazione individuo la fermata del bus, che è chiaramente indicata, quindi salgo a bordo e mostro all'autista il barcode inviatomi via mail. Il mezzo è un bus urbano abbastanza affollato, che raggiunge la stazione ferroviaria in circa 30 minuti di viaggio. La disponibilità di posti a sedere è limitata e quasi tutti i viaggiatori viaggiano in piedi. Il bus non effettua servizio urbano, ma è possibile scendere in più punti del percorso tra l'aeroporto e la stazione ferroviaria.


......continua
Fabrizio Borca

Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1757
Iscritto il: lun mar 04, 2013 1:41 pm
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Età: 65
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Volare su Boeing 737 MAX 8

Messaggio da marione » sab mag 11, 2019 8:01 pm

Bell'avventura, dunque!

Marione
Mario Mancastroppa

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Volare su Boeing 737 MAX 8

Messaggio da Fabrizio » sab mag 11, 2019 8:43 pm

A volte capitano gli inconvenienti, infatti nella programmazione ne tengo sempre conto. Diciamo che fino ad ora è andata molto bene, l'unico inconveniente di una certa portata risaliva ormai a qualche anno fa. In ogni caso, con questo evento, il record di ritardo per i viaggi che ho fatto ora lo detiene l'aereo, nonostante abbia fatto molti meno viaggi in aereo che treno.

Avessi atteso il volo per Milano avrei fatto oltre 5 ore di ritardo, rischiando anche di dover dormire fuori la notte. Se arrivo a Torino oltre la mezzanotte, poi non ci sono più bus per rientrare a casa. Con questa deviazione sono riuscito a limitare il tutto a 2 ore e mezza nell'arrivo a casa.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Volare su Boeing 737 MAX 8

Messaggio da Fabrizio » dom mag 26, 2019 3:44 pm

Da Milano a Torino

Diversamente dal percorso originario previsto, da Milano a Torino, è ora necessario percorrere la tratta da Bologna a Torino. Una volta giunto alla stazione di Bologna Centrale con il bus, consulto l'applicazione Trenitalia per trovare il primo treno utile per Torino. Il primo treno utile è alle 16:38, ma mancano pochi minuti e preferisco fermarmi in stazione per la merenda, così decido di utilizzare il treno Frecciarossa delle 17:38, che mi consentirà di avere un ora di tempo per fare merenda.

Il tempo a Bologna è brutto, piove e la temperatura è attorno ai 12°C. In stazione attendo il treno per Torino, che però è previsto in arrivo al binario 17, che si trova nella stazione sotterranea. Rimango quindo in attesa ai binari di superficie, per poi recarmi a quelli sotterranei solo alcuni minuti prima. La stazione è abbastanza movimentata, con un discreto numero di treni in arrivo e partenza. I binari di superficie sono utilizzati da tutti i treni Regionali e quelli a lunga percorrenza verso e dalla linea Adriatica, nonché alcuni treni Intercity della relazione Milano-Napoli. Mentre attendo, al binario 5, giunge un treno in prova che manovra all'interno del nodo di Bologna. Si tratta del treno ETR 521 "Rock", un elettrotreno a due piani prodotto da Hitachi Rail Italy e destinato ad entrare in servizio a breve nella flotta regionale di Trenitalia.

20190504_164903 (2).jpg
Elettrotreno ETR 521
20190504_165645 (2).jpg
20190504_165117 (2).jpg
Locomotiva elettrica E 401.012 in coda al treno Intercity Milano-Napoli.


Attendo circa 40 minuti, quindi mi reco ai binari sotterranei della stazione di Bologna Centrale, dove attendo il treno Frecciarossa per Torino. Il biglietto mi viene inviato via mail, ma comunque è reperibile anche direttamente sulla applicazione per smartphone Trenitalia. Il treno giunge al binario 17 con tre minuti di anticipo ed è un ETR 400. Nonostante sul biglietto sia indicato che ho il posto riservato nella vettura 3A, il mezzo che giunge in banchina non è formato da due treni ETR 400 accoppiati, come indicato sul biglietto, ma è un singolo treno. Prendo quindi posto nella carrozza 3, dove ho riservato il posto 2A. Salgo a bordo ed il treno si presenta in discrete condizioni di ordine e pulizia, con i posti quasi tutti occupati. Poco dopo la partenza il personale di bordo serve snack dolci e salati con relative bevande, quindi procediamo in direzione di Milano, viaggiando sempre a velocità comprese tra i 280 ed i 300 km/h. La tratta tra Bologna e Milano richiede circa un ora, quindi giungiamo a Milano Centrale e ripartiamo poi verso Torino, dove giungiamo in orario alle 19:48.

Da Torino utilizzo l'autobus della linea extraurbana 1510 per Cumiana e giungo a Piossasco alle 21:00, con due ore e mezza di ritardo rispetto alla programmazione. L'aver utilizzato il volo per Bologna anziché attendere quello per Milano mi ha consentito di recuperare circa due ore e 40 minuti di ritardo. Se avessi atteso il volo per Milano, sarei giunto a Piossasco alle 23:40 circa.
Fabrizio Borca

Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1757
Iscritto il: lun mar 04, 2013 1:41 pm
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Età: 65
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Volare su Boeing 737 MAX 8

Messaggio da marione » dom mag 26, 2019 8:08 pm

Ben 15 giorni di distacco ... tutto bene,vero?

Marione
Mario Mancastroppa

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Volare su Boeing 737 MAX 8

Messaggio da Fabrizio » dom mag 26, 2019 8:59 pm

Ciao Mario. Purtroppo il tempo libero è quello che è.... :( Inoltre, se devo essere sincero, le domande e le riflessioni relative alle recensioni che faccio sono sempre poche, il che non incentiva gran che lo sviluppo della discussione. Con poco tempo libero e poche domande, la priorità passa alla pianificazione dei successivi viaggi, che richiede anch'essa molto tempo. Per adesso sono stati pianificati ulteriori due viaggi, ognuno dei quali richiede una gran quantità di tempo per la pianificazione. Non è sempre facile scovare dei nuovi itinerari, trovare qualcosa di interessante, far tornare i tempi e le condizioni economiche. Chiaramente la pianificazione dei nuovi viaggi ha la priorità sulla stesura delle recensioni, a maggior ragione se le domande e sopratutto le riflessioni scarseggiano.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Volare su Boeing 737 MAX 8

Messaggio da Fabrizio » dom lug 28, 2019 9:47 pm

Volo "ferry" per un Boeing 737 MAX 8 di TUI.

Il velivolo, non ancora riabilitato al volo commerciale, è rientrato vuoto alla base di Amsterdam dove sarà accantonato in attesa di disposizioni.

7371.JPG
737.JPG



Lo stop dei Boeing 737 MAX perdura ormai da alcuni mesi, con grandi danni sia per Boeing che per le compagnie aeree.
Fabrizio Borca

Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1757
Iscritto il: lun mar 04, 2013 1:41 pm
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Età: 65
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Volare su Boeing 737 MAX 8

Messaggio da marione » lun lug 29, 2019 7:50 am

Mi piacerebbe sapere perchè l'hanno fatto girare intorno alla Gemania ....

Marione
Mario Mancastroppa

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Volare su Boeing 737 MAX 8

Messaggio da Fabrizio » lun lug 29, 2019 7:59 am

Sulla Germania vige il divieto di sorvolo per quel tipo di aereo, anche se vuoto.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Volare su Boeing 737 MAX 8

Messaggio da Fabrizio » lun set 09, 2019 7:26 pm

Uno dei tre Boeing 737 MAX 8 di Air Italy ha fatto ritorno in Italia dopo una lunga permanenza presso l'aeroporto internazionale di Il Cairo, dove era fermo a causa del blocco imposto a questo tipo di aereo.

Il velivolo ha potuto riprendere il volo per tornare a Milano Malpensa questa mattina verso le 8:45 ora locale ed è giunto a destinazione senza problemi alle 13:41. Per poter far rientrare l'aereo in Italia, Air Italy, ha dovuto ottenere dei permessi particolari ed il volo ha seguito particolari procedure. Il mezzo era bloccato al Cairo da Marzo 2019.
Cattura.JPG
Gli altri due Boeing 737 MAX 8 di Air Italy sono già a Milano Malpensa e con l'arrivo di EI-GFY tutta la flotta è ora a terra presso l'aeroporto lombardo, in attesa che il costruttore completi le pratiche per la ri-ammissione in volo di questo tipo di aereo. Si prevedono però tempi lunghi. I velivoli non potranno entrare in servizio prima del 2020 e potranno volare solo dopo le opportune modifiche ai sistemi di volo.


Foto: https://www.planespotters.net/photo/915 ... -737-8-max
ei-gfy-air-italy-boeing-737-8-max_PlanespottersNet_915898_d7031476b8.jpg
Boeing 737 MAX 8 EI-GFY a Milano Malpensa nei pochi mesi di servizio tra la consegna e la messa a terra.
Fabrizio Borca

Rispondi

Torna a “OFF TOPIC”