linea aerea

Il "sistema binari" da utilizzare.
Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22149
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Andrea »

Marshall61 ha scritto:
Il costo se non uguale è di poco superiore, credo!

Grazie Carlo, però se mi avessi detto che il costo era inferiore.... mannaggia!
:cool: :cool: :cool:


Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

.....vado in OT, faccio i "conti della massaia".....con i dodici binari G1 + 2 binari click, siamo a circa 18 euro, sommati ai 66,85 di palificazione e catenaria, andiamo ad una cifra che si aggira sui cento euro, abbondando con le spese di spedizione, questo per un modulo da 996 mm. per armento, palificazione e catenaria
...chiudo OT :wink: :grin:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5585
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 52
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo »

Ciao Carlo,
la butto li come opportunità:
ma noi possiamo piantare i pali e autocostruirci la catenaria?
ho visto alcune realizzazioni di catenaria e non mi sembrano impossibili...(bhè per i "maestri" :cool: :cool: )
comunque partendo dalla definizione del modulo standard di 996 mm. (6 tillig da 166) risultava 249mm l'interasse (ovviamente sulle testate -testa/coda - 124,5mm) poi si deciderà se inserirla o meno (quando ne saremo tutti convinti :geek: )
Riccardo
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

rbk250 ha scritto:

Ciao Carlo,
la butto li come opportunità:
ma noi possiamo piantare i pali e autocostruirci la catenaria?
ho visto alcune realizzazioni di catenaria e non mi sembrano impossibili...(bhè per i "maestri" :cool: :cool: )
comunque partendo dalla definizione del modulo standard di 996 mm. (6 tillig da 166) risultava 249mm l'interasse (ovviamente sulle testate -testa/coda - 124,5mm) poi si deciderà se inserirla o meno (quando ne saremo tutti convinti :geek: )


Nulla è impossibile....ma chi realizza il modulo è anche in grado di fare le saldature in maniera corretta e su di una superficie piccola?, siamo sicuri che tutti i pezzi di catenaria siano rigidi e non si inarchino verso l'alto nel bel mezzo della campata al passaggio del pantografo?, tutte le saldature saranno perfette, o bisogna aspettarsi dei grumi risultanza delle saldature fredde?...il rischio è quello di lasciarci il pantografo.....anche io alle mostre ho visto fior fior di catenaria autocostruita, bella da togliere il fiato, ma nessuno dei locomotori che circolava aveva i pantografi in presa....venivano bloccati con il filo da pesca a pochi millimetri dal filo, oppure giravano con i pantografi abbassati....
Per i pali, bisogna necessariamente avere le dime per le varie saldature ed avere la sicurezza che tutti vengano uguali (questo è già difficoltoso se è una sola persona che li costruisce), nè più e meno come avviene per la messa in opera dei i binari, ricordo, anche se si usa la palificazione italiana, il palo è poggiato sul plinto e non è a conficcato direttamente nel terreno, poi si può anche fare il foro passante e fermarlo con un dato da sotto il piano..... :geek:
A dirla tutta e non per vanto (visto che sono Marklinista), ma gli unici alle mostre ad avere i pantografi in presa è solamente il Marklinfan ( con materiale commerciale della stessa Marklin o alla male parata della Viessmann, parlo per esperienza personale). :wink:
Morale: se non si mettono i pantografi in presa, va bene quella autocostruita, al contrario è necessaria quella commerciale, ma che sia Viessmann, poichè di altri produttori è meglio autocostruirsela, si otterrebbe lo stesso risultato e sicuramente si risparmierebbe.....
Spero di non aver usato un tono troppo perentorio, ma questa purtroppo è la realtà, e le mie parole vogliono essere solamente di consiglio, e non devono essere la "regola"...... :smile:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22149
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Andrea »

Grazie mille Carlo per la spiegazione esaustiva.
Ci ragioniamo sopra... sono un pò indeciso...
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata
Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5585
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 52
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo »

Marshall61 ha scritto:
[red].....Spero di non aver usato un tono troppo perentorio, ma questa purtroppo è la realtà, e le mie parole vogliono essere solamente di consiglio, e non devono essere la "regola"...... :smile:

Ciao, Carlo



Carlo, per il tono perentorio, devi scrivere in MAIUSCOLO :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool:
a parte gli scherzi, effettivamente ci può essere il pericolo di rovinare il pantografo altrui :cool: :cool:
Diventa un po complessa la situazione della linea aerea....
vediamo cosa ne pensano tutti :cool:
Riccardo
Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22149
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Andrea »

rbk250 ha scritto:
Diventa un po complessa la situazione della linea aerea....
vediamo cosa ne pensano tutti :cool:

Vorrei sentire il parere di Giuseppe.
La linea aerea è bellissima ma... un gran casino!
Pensiamo anche ai meno esperti, si rischia di avere moduli con linea aerea ed altri senza o mal fatta. :cool:
Sia ben chiaro che non sto dicendo di rinunciarci ma vorrei rifletterci ancora un pò... [?]
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

.... :grin: ...buono a sapersi Riccardo!
Capisco le tue perlessità Andrea, con la linea aerea l'impianto è più completo e appagherebbe molto di più l'occhio, ma ovviamente ci sono più difficoltà e più spesa, nè so qualcosa con i moduli in H0,.....credo comunque che la decisione finale spetti a chi ha avuto l'idea del progetto ed a quelli che più sono coinvolti....[8]

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7479
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

Messaggio da giuseppe_risso »

Parafrasando Ford che diceva che tutto quello che in un'auto non c'é non si può rompere... direi che tutto quello che non mettiamo non ci creerà problemi. :cool:
Leggendo di tutti i problemi che si possono avere con la catenaria mi verrebbe da dire... lasciamo perdere.
Però, prima di rinunciare pensiamoci ancora un po.
Allora, la catenaria pronta è comoda e collaudata, io sarei per quella.
Non ne ho mai avuta tra le mani, e prima di esprimermi mi piacerebbe vederla.
Si potrebbe anche iniziare a fare moduli senza catenaria, e poi, eventualmente, aggiungerla, ma si dovrebbe comunque decidere quale scegliere, per la sua misura e quindi la modularità.
Carlo consiglia la Viessmann, ma non possiamo usare i suoi pali e allora? Sarà adattabile ai nostri pali?
Forse una soluzione potrebbe essere quella di approfittare del fatto che volevo ordinare un po' di binari e farmi mandare qualche pezzo di catenaria, vederla, studiarla e decidere cosa fare.
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

Saggia decisione Giuseppe, avendola nelle mani si può capire meglio! :wink: :grin:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22149
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Andrea »

giuseppe_risso ha scritto:
Forse una soluzione potrebbe essere quella di approfittare del fatto che volevo ordinare un po' di binari e farmi mandare qualche pezzo di catenaria, vederla, studiarla e decidere cosa fare.

Giuseppe, mi pare la scelta migliore.
Diciamo che tu fai da cavia...
Anch'io preferirei inserirla, ma non vorrei diventare matto...
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata
Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 0:59
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 56
Stato: Non connesso

Messaggio da Edgardo_Rosatti »

Ciao a tutti, dico la mia in merito alla catenaria :grin:
Innanzitutto concordo pienamente con tutto quello che è stato detto fino ad ora; che non è certo semplice e cha va valutata con molta attenzione.
Mi permetto solo di portarvi l'esperienza che ho avuto nel mio plastico dove ho usato dei semplici fili prodotti dalla Sommerfield del diametro 0,9 e 0,6 mm
montati uno per uno realizzando tutti gli elementi della catenaria pendini compresi. Vengono venduti in buste da 10 pezzi lunghi circa 50 cm.
I suddetti fili sono realizzati in modo ingegnoso e sono composti da un'anima di acciaio morbido rivestita in rame e hanno la particolarità che che visti in sezione
hanno un lato con più rame. In questo modo la struttura finale risulta molto rigida e compatta e si riesce a saldarli molto bene.
Inoltre risultano ottimi per una eventuale elettrificazione, cosa che ho sperimentato con successo.

Qui sotto potete vedere un esempio di catenaria che utilizza i suddetti fili, i pali fanno pena.... lo so[8] ma è funzionante e i pantografi non si inceppano.

Catenaria:
Immagine
109,81 KB

Il filo Sommerfield visto in sezione:

Sezione filo:
Immagine
13,88 KB

Ciao
ED
237
11101101
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

Ciao Edgardo, premetto di non conoscere la catenaria Sommerfield, visto che hai verificato praticamente la messa in opera ed ha dato esito positivo, questa può essere l'uovo di Colombo.... :wink: , quindi, per la catenaria si hanno già due opzioni....per i pali, credo che l'unica via a questo punto, sarà l'autocostruzione, la palificazione in TT è sempre di tipo tedesco, la catenaria è simile (meglio verificare però), a quella Viessmann.
A differenza della H0 i fili hanno il diametro diverso, 0,5 mm la parte a contatto del pantografo e 0,4 mm il filo portante, a similitudine di quella Viessmann è dotata di occhiello di aggancio, mentre la parte superiore è dritta quindi saldabile.

Vi giro il link per scraricare il catalogo Sommerfield, da pagina 40 è presente il materiale in TT:

http://www.sommerfeldt.de/index4.html

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

....pensandoci sù, la catenaria Viessmann, non necessita di saldature, quindi il montaggio risulta semplice e veloce soprattutto per quanto concerne l'elemento di raccordo tra i moduli, mentre lo stesso raccordo Sommerfield, và necessariamente saldato e dissaldato, sulla parte superiore, ogni qualvolta si montano e smontano i moduli...... :cool:
Dimenticavo di dirvi che a pagina 43 del catalogo menzionato nell'altro post, ci sono le dimensioni del palo della catenaria....la richiesta di Giuseppe fatta qualche post fà, è almeno soddisfatta!!!...... :wink: :grin:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5585
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 52
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo »

Marshall61 ha scritto:

....pensandoci sù, la catenaria Viessmann, non necessita di saldature, quindi il montaggio risulta semplice e veloce soprattutto per quanto concerne l'elemento di raccordo tra i moduli, mentre lo stesso raccordo Sommerfield, và necessariamente saldato e dissaldato, sulla parte superiore, ogni qualvolta si montano e smontano i moduli...... :cool:
Dimenticavo di dirvi che a pagina 43 del catalogo menzionato nell'altro post, ci sono le dimensioni del palo della catenaria....la richiesta di Giuseppe fatta qualche post fà, è almeno soddisfatta!!!...... :wink: :grin:

Ciao, Carlo


Ciao Carlo,
ho dato un'occhiata al catalogo Sommerfield ed a pag. 43 ho visto le misure (340 ma credo si possano tagliare i segmenti per ottenere una misura propria);
ho cercato info anche sulla catenaria Viessmann e precisamente la nr. 4257 ( http://www.modellbahnshop-lippe.com/pro ... odukt.html ) quindi mi sembra realizzabile la misura di 249mm. per il nostro scopo :grin:
Certo serve che sia semplice l'assemblaggio soprattutto per quando si abbinano i vari moduli :cool: ; altra considerazione è la possibilità di elettrificare o meno la linea (all'inizio si pensava di posare la linea solo per estetica, senza elettricità) ma vedendo anche la soluzione postata da Edgardo ..... :cool: ....
Riccardo
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">[red]rbk250 ha scritto:

Ciao Carlo,
ho dato un'occhiata al catalogo Sommerfield ed a pag. 43 ho visto le misure (340 ma credo si possano tagliare i segmenti per ottenere una misura propria);
ho cercato info anche sulla catenaria Viessmann e precisamente la nr. 4257 ( http://www.modellbahnshop-lippe.com/pro ... odukt.html ) quindi mi sembra realizzabile la misura di 249mm. per il nostro scopo :grin:
Certo serve che sia semplice l'assemblaggio soprattutto per quando si abbinano i vari moduli :cool: ; altra considerazione è la possibilità di elettrificare o meno la linea (all'inizio si pensava di posare la linea solo per estetica, senza elettricità) ma vedendo anche la soluzione postata da Edgardo ..... :cool: ....

[/quote]

Ciao Riccardo, è di sicura realizzazione usando Viessmann o Sommerfield, e si può rendere anche funzionante considerato che si parla di analogico, per il digitale la presa di corrente dalla linea aerea è vivamente sconsigliata, e dotandola di un suo trasformatore, si avrebbe il controllo indipendentente e contemporaneo di due locomotive anche su di uno stesso binario.....ora bisogna vedere Giuseppe con i pali che cosa ha in mente di realizzare....

Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7479
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

Messaggio da giuseppe_risso »

Più ragiono sulla catenaria, più mi si aggroviglia il cervello e più mi viene voglia di lasciar perdere e farla senza.
E stiamo solo parlando di piena linea, figuriamoci quando dovremo affrontare scambi, incroci, depositi... :cool:
Comunque, per non dovercene pentire in seguito cerchiamo ancora di trovare una soluzione che ci consenta di posizionarla, anche se in un secondo tempo.
Mi sono scaricato e stampato le pagine dei cataloghi e le studierò un po'.
Una cosa non ho ancora chiara, la catenaria Viessmann, fissata al palo ha dello spazio tra gli spezzoni? o si accavallano scattando sul tubetto? o é lungo esattamente come l'interpalo?
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

giuseppe_risso ha scritto:
....Una cosa non ho ancora chiara, la catenaria Viessmann, fissata al palo ha dello spazio tra gli spezzoni? o si accavallano scattando sul tubetto? o é lungo esattamente come l'interpalo?


Ciao Giuseppe, gli spezzoni di cateria, si bloccano sul supporto del palo scattando sul tubetto e gli agganci sono affiancati l'uno all'altro.....

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7479
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

Messaggio da giuseppe_risso »

Quindi, i due riccioli finali, si affiancano e si sovrappongono in lunghezza.
Di conseguenza la lunghezza di un tratto di catenaria é superiore alla misura dell'interpalo?
Se é così, l'interpalo dovrebbe coincidere con il centro dei riccioli della catenaria.
Per il post precedente riguardante i pali, non dovrebbero essere assolutamente un problema.
Risolto quello della catenaria il palo si farà con il solito sistema dei tubicini infilati uno nell'altro e il braccio lo farei fotinciso.
Sarà facilissimo montarlo.
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

giuseppe_risso ha scritto:

Quindi, i due riccioli finali, si affiancano e si sovrappongono in lunghezza.
Di conseguenza la lunghezza di un tratto di catenaria é superiore alla misura dell'interpalo?
Se é così, l'interpalo dovrebbe coincidere con il centro dei riccioli della catenaria.
Per il post precedente riguardante i pali, non dovrebbero essere assolutamente un problema.
Risolto quello della catenaria il palo si farà con il solito sistema dei tubicini infilati uno nell'altro e il braccio lo farei fotinciso.
Sarà facilissimo montarlo.


Praticamente sì, il palo coincide con il centro dei riccioli che sono affiancati e non necessita di saldatura, per lo zig, zag si alterna i pezzi di catenaria alla messa sul palo....
Io ho presente i pali della Linea Model in H0, ho preso la confezione da 10 e non ho trovato nessuna difficoltà nel montaggio e nella saldatura....magari con lente ed occhiali, ma la riuscita è assicurata..... :wink: :grin:
Per i pali di tipo Mannesmann FS, l'accorgimento per l'attacco veloce da un modulo all'altro si potrebbe fare così, il "brevetto" è di mio figlio Valerio:

Immagine:
Immagine
421,15 KB

la foto risulta mossa ma si percepisce ugualmente lo spessone di filo messo a T per consentire l'aggancio degli anelli della catenaria:

Immagine:
Immagine
456,51 KB

L'immagine precedente è l'escamotage che garantisce il collegamento rapido della catenaria a cavallo dei due moduli, per i pali inseriti nel modulo è sufficiente tagliare l'anello superiore e saldare la catenaria (gli isolatori della LM sono in ottone e non in plastica), mentre per quella inferiore per bloccarlo è sufficiente il ricciolo.
I pali a cui faccio riferimento sono in H0 ma credo che si possano applicare anche sulla scala TT.....

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

...dimenticavo l'immagine di una campata:

Immagine:
Immagine
324,94 KB
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7479
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

Messaggio da giuseppe_risso »

Scusami Carlo, mi era sfuggito questo aggiornamento.
Molto interessante, adesso é tutto chiaro e i pali che ho in mente si adatterebbero benissimo.
Sai quanto sarebbe spesso il filo della catenaria in scala TT?
Stamattina ho chiamato Assalto al treno (il negozio di Milano) per vedere se avevano pezzi di catenaria TT da provare, ma ha solo una confezione completa di pali per un ovale e costa 140 euro.
Per una prova sono un po' tanti :cool: .
Però dovrò procurarmeli per avere le misure esatte dei riccioli in 1:120.
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

Ciao Giuseppe, scusa ma non mi era venuto in mente di postare prima le foto della catenaria con l'adattamento della catenaria Marklin ai pali LM, per lo spessore della catenaria Viessmann non ho riferimenti, mentre per la Sommerfield è 0,5 la parte a contatto con lo strisciante e 0,4 per la parte superiore come descritto nel catalogo.....credo che la Viessmann sia uguale.... :grin:


Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)
Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7479
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

Messaggio da giuseppe_risso »

Non so se era già stato scritto, ma non l'ho trovato: quando sul catalogo c'é scritto che un pezzo di catenaria misura mm 139 si intende la sua lunghezza totale, o l'interpalo, ossia dal centro di un ricciolo all'altro centro del ricciolo?
Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 »

giuseppe_risso ha scritto:

Non so se era già stato scritto, ma non l'ho trovato: quando sul catalogo c'é scritto che un pezzo di catenaria misura mm 139 si intende la sua lunghezza totale, o l'interpalo, ossia dal centro di un ricciolo all'altro centro del ricciolo?


Dovrebbe essere l'interpalo, uso il condizionale poichè magari ci può essere +/- 1 mm., è per questo moditvo che si usa la dima per il posizionamento dei pali.....

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Torna a “SCELTA DELL'ARMAMENTO”