Ben arrivato! Fate login o registratevi per fruire di tutte le funzionalità del forum e del sito.
Se eri già registrato e non ti ricordi la password usa questo link per recuperare l'accesso
Sito e forum dedicati al fermodellismo, il nostro hobby viene praticato in molte maniere diverse, tutte ugualmente valide: hai un plastico? oppure sei un collezionista? oppure un semplice appassionato? Non esitare a scrivere nel forum, tutti gli interventi sono benvenuti ... Postate foto e video del vostro plastico e chiedete aiuto per ogni problema o curiosità inerente al nostro hobby.

Dubbio sui cablaggi di piena linea

Schemi elettrici - interconnessioni elettriche - sezioni di blocco.
Messaggio
Autore
Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4546
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Dubbio sui cablaggi di piena linea

#1 Messaggio da cararci »

Analizzando lo schema della scheda di piena linea, vedo che nei connettori a 15 poli, al contrario dei punti 3 e 6, i quali sono direttamente connessi da maschio a femmina, i punti 2 e 5 non hanno connessione diretta, presumo in vista di sezionamento.
Ne deduco perciò che, nel caso di assenza di sezionamento, debbano essere collegati i punti 2 e 5 tramite cavallotti ai morsetti SE-SE e SI-SI. Sbaglio?



Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10576
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

#2 Messaggio da Fabrizio »

Ciao Carlo. Su tuo modulo dovresti aver cablato anche i due sezionatori SE ed SI. Se lo hai fatto, chiudendo quei due interruttori tutti i binari del tuo modulo saranno alimentati.

Se non li hai installati, allora metti un cavallotto tra i morsetti 9-10 e 3-4 e ottieni lo stesso effetto.

Edit:

Aggiungo schema :wink:







Immagine:
Immagine
100,17 KB
Fabrizio

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4546
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#3 Messaggio da cararci »

Allora avevo visto giusto, grazie Fabrizio.

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10576
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

#4 Messaggio da Fabrizio »

Prego Carlo. Occhio che sul SI c'è il filo rosa :cool: :cool: Magari il ponticello fallo con un filo di altro colore, non si sa mai :cool:
Fabrizio

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 0:59
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 57
Stato: Non connesso

#5 Messaggio da Edgardo_Rosatti »

Il doppio interruttore per realizzare SE ed SI è presente nel kit :wink: e ricordo che nelle nuove schede tutti i componenti DEVONO essere inseriti nel modulo, quindi niente cavallotti.
Ricordarsi anche delle boccole di alimentazione.

Ma cosa ci sto a fare qua?

Ciao neh! :grin:
ED
237
11101101

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4546
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#6 Messaggio da cararci »

Allora, per favore, spiegami cosa fare con questi e quali sono le boccole di alimentazione


Immagine:
Immagine
170,32 KB


Comunque con i cavallotti funziona tutto.

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6456
Iscritto il: domenica 27 gennaio 2013, 8:13
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#7 Messaggio da roy67 »

Fabrizio Borca ha scritto:

Immagine:
Immagine
100,17 KB


Le due boccole blu vogliono collegate come da schema "alimentazione rotaie" morsetti 10-8 e 9-7
Le boccole rosso e nero voglio collegate come da schema "alimentazione servizi". Boccola rossa morsetto 4 e boccola nera morsetto 3.
Relativamente alla morsettiera di sinistra.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 0:59
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 57
Stato: Non connesso

#8 Messaggio da Edgardo_Rosatti »

L'interruttore a sinistra va collegato ad SE ed SI tramite 4 fili che è l'interruttore fornito nel kit, mentre le boccole vanno collegate ai morsetti di alimentazione della scheda come indicato nelle istruzioni:
http://www.scalatt.it/MODULARE%20GASTT/ ... nnello.pdf

Devi inserire dei fili da collegare tra la scheda e una plancia da realizzare artigianalmente sul lato operatore dove verranno installati tutti i componenti della foto che hai pubblicato.

Carlo, eventualmente chiamami in privato che risolviamo :smile: mi spiace per l'inconveniente.
In effetti la plancia l'ho lasciata un po' all'interpretazione individuale e capisco che possa causare delle incomprensioni.

Edgardo

PS: ringrazio Fabrizio che è sempre attento a queste problematiche. :smile:
ED
237
11101101

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 0:59
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 57
Stato: Non connesso

#9 Messaggio da Edgardo_Rosatti »

Grazie anche a te Roberto per la collaborazione :grin:
ED
237
11101101

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4546
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#10 Messaggio da cararci »

Come sapete, non insegnavo elettrotecnica e nemmeno elettronica, ma qualcosa riesco a capirla più facilmente, magari con i miei tempi, se mi si spiega lo scopo delle cose da fare. Vediamo se, nonostante tutto, ho capito qualcosa: a) le boccole per i binari servono nel caso di alimentazione supplementare del modulo; b) l'interruttore serve ad aprire o chiudere i circuiti 2 e 5 in presenza di sezionamento o per connettere i punti 2-2 e 5-5 delle condotte maschio e femmina.
Domande:
- perché nello schema riportato da Fabrizio e Roberto ci sono due interruttori?
- l'interruttore che ho ricevuto ha due posizioni on e una off, ma se metto in on da una parte che succede dall'altra?
- avrei dovuto sezionare i binari? In tal caso il problema è notevole, perché i cavetti saldati ai binari sono sotto la galleria.

Spero che le mie perplessità possano aiutare eventuali altri amici dubbiosi.

P.S. per Roberto: mi permetto un contributo grammaticale: quando scrivi espressioni come "vogliono collegate" devi inserire "essere" nel mezzo, "vogliono essere collegate" oppure, meglio, "devono essere collegate". È una tua strana particolarità che ho sempre notato, non ho più resistito a fartela notare, non t'arrabbiare :grin:

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6456
Iscritto il: domenica 27 gennaio 2013, 8:13
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#11 Messaggio da roy67 »

Ma figurati Carlo.
E' una tipica espressione parmigiana (o meglio, emiliana), che deriva dall'italianizzazione del dialetto.
A Parma (ma anche a Reggio e Modena) si dice "vuole collegato". Inteso come "deve essere collegato".

Grazie per avermelo fatto notare. Essendo, per me, normale esprimermi così (purtroppo, per abitudine), non ci faccio caso.

Tale particolare modo di dire (vuole) viene inserito sempre al posto di "deve essere".
Quindi Vuole aperto, vuole stretto, vuole collegato, vuole pulito, etc...
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4546
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#12 Messaggio da cararci »

Non si finisce mai di imparare, per fortuna! Grazie della spiegazione. Ognuno di noi ha delle influenze dialettali che cozzano con l'italiano ufficiale; noi meridionali, ad esempio, usiamo il verbo uscire in modo transitivo, "esci l'auto dal garage", che è un madornale errore in italiano.
Ma per colpa mia siamo andati fuori tema, mi scuso con gli altri amici.

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4546
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#13 Messaggio da cararci »

Vediamo se ho capito il cablaggio dell'interruttore:



Immagine:
Immagine
88,05 KB


Se è corretto, i contatti liberi a sinistra non vanno utilizzati.

Mi resta il dubbio del sezionamento dei binari: dev'essere fatto o no?

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10576
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

#14 Messaggio da Fabrizio »

Ciao Carlo, vediamo se riesco a rispondere alla tue domande.

Il sezionamento sui binari andava fatto (non lo hai fatto?) per permettere di alimentare il circuito di trazione (rotaie) con più alimentatori qualora, circolando molti treni o essendo l'impianto molto esteso, non sia possibile usare un solo alimentatore (problemi di insufficiente potenza e/o cadute di tensione).

La stessa cosa vale per il circuito dei servizi (quelli che alimentano luci, segnali luminosi e sistema di blocco). In questo caso, non occorrono sezionamenti sui binari.

Le boccole servono appunto per permettre di inserire nel modulare un alimentatore per la trazione e/o un alimentatoe per i servizi.

Quando ciò sia necessario si procede ad aprire l'interruttore SE/SE (uno per il binario esterno e uno per quello interno) e inserire i poli + e - degli alimentatori nelle boccole

Nel caso di inserimento alimentatore per ausiliari (servizi), si procede a eliminare uno dei ponticelli sulla morsettiera inferiore della scheda e connettere alle boccole un alimentatore 12V cc.

L'interruttore che hai è un deviatore bipolare, ovvero contiene al suo interno i due deviatori bipolari unipolari indicati nello schema di cablaggio della scheda. Così in un unico dispositivo comandi simultaneamente gli interruttori SE ed SI.

Il dispositivo può essere usato per sostituire i due interruttori SE ed SI.

Immagina di sovrapporre l'uno sull'altro i due deviatori che ci sono nello schema di collegamento della scheda. Avrai sei poli.

Il collegamento è però analogo.

Immagine:
Immagine
105,9 KB

Se non hai fatto i sezionamenti sui binari, non è una cosa grave, ma il tuo modulo non potrà essere usato per inserire un alimentatore per i binari. A questo punto non mettere il deviatore bipolare e le boccole per l'alimentazione dei binari.

Immagine:
Immagine
124,66 KB


Immagine:
Immagine
111,33 KB
Fabrizio

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10576
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

#15 Messaggio da Fabrizio »

P.S

Mentre preparvao lo scritto, vedo che avevi già capito come collegare il deviatore :wink:

Ottimo :wink:
Fabrizio

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4546
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#16 Messaggio da cararci »

Grazie Fabrizio! A questo punto, non potendo più sezionare i binari, non inserisco interruttore e boccole di alimentazione. Nel precedente modulo, Il guizzo della trota, non c'era niente di tutto questo, perciò anche nel nuovo, essendo di piena linea, ho pensato che potevo comportarmi allo stesso modo. Pazienza.

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6456
Iscritto il: domenica 27 gennaio 2013, 8:13
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#17 Messaggio da roy67 »

Va bene Carlo. Il sezionamento con alimentazione è stato inserito ufficialmente in ogni modulo per poter "bilanciare" i gruppi di moduli per ogni alimentazione. In questo modo si potrà ripartire meglio la suddivisione dei vari gruppi, per non avere uno dei gruppi sovraccarico.
Essendoci, ora, un cospiquo numero di moduli, questo influirebbe troppo spesso sulla disposizione del layout. Con il sezionamento si potrà bilanciare elettricamente meglio la suddivisione.

Io sto pensando di applicare tale sistema al mio modulo, modificandolo. I sezionamenti e interruttori ci sono già. Devo applicare solo un nuovo quadretto elettrico con gli spinotti di presa e collegarli al PCB.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 0:59
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 57
Stato: Non connesso

#18 Messaggio da Edgardo_Rosatti »

Scusate ma in realtà su tutte le schede di piena linea, cioè anche quelle vecchie, sono presenti i morsetti di alimentazione. L'unica cosa che manca è il sezionamento per i servizi. Mancano solo su vecchia torre, cascina vecia e segheria.
Il problema è che nessuno tranne me ha inserito le boccole.
Secondo, le boccole funzionano anche senza sezionamenti, eventualmente si aprono SE ed SI sul modulo adiacente.
Per ultimo realizzare un sezionamento è ancora possibile, basta usare un disco da taglio in pietra col dremel. Lo si può fare anche a 5 cm dalle testate e fare un piccolo foro sul lato esterno della rotaia per far passare il filo. Poi si ritocca con ballast e ruggine rotaie.
Non mi sembra un'impresa impossibile.
ED
237
11101101

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4546
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#19 Messaggio da cararci »

Edgardo, non t'arrabbiare, non tutti hanno la tua dimestichezza con circuiti, sezionamenti e così via.
Tu dici che allora posso fare un sezionamento nei punti rossi della foto?
Avevo pensato che si potesse fare, tagliando i binari, ma non sapevo se i sezionamenti dovessero essere equidistanti dalle testate.



Immagine:
Immagine
228,22 KB

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6456
Iscritto il: domenica 27 gennaio 2013, 8:13
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#20 Messaggio da roy67 »

Non importa ove vengono fatti i sezionamenti. l'importante è che ci siano e che entrambe le rotaie (a valle e a monte del sezionamento) siano alimentate, tramite SE ed SI.

Edgardo. Il mio PCB è autocostruito, quindi non so se nelle vecchiem schede fosse già previsto il collegamento agli spinotti di presa.

Inoltre: Non sarebbe meglio inserire un sezionamento al positivo dell'alimentazione servizi?
Se un alimentatore va in corto, porta il corto a tutti gli alimentatori. Avendo il positivo sezionato, il corto sarà isolato solo a quella tratta.. Che basterà bypassare con un altro alimentatore o chiudere il sezionamento.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 0:59
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 57
Stato: Non connesso

#21 Messaggio da Edgardo_Rosatti »

Mi scuso se sono sembrato arrabbiato, ma non era così. Il fatto è che queste cose sono già state dette più volte, come per esempio fare subito i collegamenti ed i sezionamenti prima di ogni altra cosa proprio per evitare problemi. Solo così si fugano i dubbi e si lavora anche meglio.
Io lo capisco che non abbiamo tutti dimestichezza con queste cose e l'argomento è sempre un po' ostico. Ma purtroppo è uno sporco lavoro (passatemi il termine) che deve essere fatto bene.

Carlo, i sezionamenti fatti nel punto da te indicato vanno benissimo, tanto alla corrente non gliene frega niente dell'estetica :wink: [:I]
Poi vedi quello che riesci a fare. In occasione di una fiera avremo sempre il tempo di intervenire durante l'allestimento. E' una cosa chè è già stata fatta in passato e che avverrà sempre.
Sapessi la lista che ho in merito :cool: Ma va bene così [:I]

Roy, lo so, nel tuo caso ti sei autocostruito il pcb e va bene, dovrai fare solo qualche modifica. Ti posso assicurare che in tutte le vecchie schede di piena linea i morsetti di alimentazione sono presenti ad eccezione di quelle indicate nel mio precedente post; la presenza dei morsetti sul pcb puoi verificarla sul pdf delle norme, sezione appendice.
Per il sezionamento sul positivo dei servizi, la modifica è stata fatta solo a partire dalla versione 2, cioè l'ultima, quella azzurra, mentre non è presente nella vecchia scheda.
Qui dobbiamo aggiornare le norme.
Purtroppo, da questo lato ci troviamo con 2 tipi di schede, che seppur compatibili tra loro non sono perfettamente identiche.
Modificare una vecchia scheda di piena linea per includere il sezionamento dei servizi non è difficile, basta tranciare la pista 9 del bus sul pcb e saldare un paio di fili. Possiamo discuterne.

Ergo, o sostituiamo tutte le schede di piena linea con la V2 che attualmente ha una disponibilità di 20 pezzi, o ci teniamo così l'impianto e ci regoliamo in base al layout di
volta in volta.
Non so se sono riuscito a spiegarmi bene.
Senza polemiche e un caro saluto a tutti neh!

Edgardo
ED
237
11101101

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4546
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#22 Messaggio da cararci »

Siccome i contatti ai binari, come indicato in foto, sono sotto la montagna e non volendo rifare le connessioni ex novo per attenermi allo schema elettrico standard, posso sezionare nei punti segnati con i pallini rossi? Per quanto ne capisca io di elettricità direi di sì, ma preferisco avere una conferma.

Immagine:
Immagine
535,06 KB

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4537
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 0:59
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 57
Stato: Non connesso

#23 Messaggio da Edgardo_Rosatti »

cararci ha scritto:

Siccome i contatti ai binari, come indicato in foto, sono sotto la montagna e non volendo rifare le connessioni ex novo per attenermi allo schema elettrico standard, posso sezionare nei punti segnati con i pallini rossi? Per quanto ne capisca io di elettricità direi di sì, ma preferisco avere una conferma.


Perfetto Carlo, il sezionamento puoi farlo in quel punto, anzi è l'unico punto disponibile. Ricordati anche di saldare 2 fili da collegare alla scheda come evidenziato in viola.

Sezionamenti e fili:
Immagine
233,78 KB

Nelle istruzioni in PDF (pagina 2), questi fili sono indicati di colore azzurro chiaro e sulla serigrafia della scheda fanno riferimento ai morsetti DPX e DDX con questa definizione:

- DPX, collegamento verso la rotaia destra del binario pari dopo il sezionamento;
- DDX, collegamento verso la rotaia destra del binario dispari dopo il sezionamento.

Edgardo
ED
237
11101101

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4546
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#24 Messaggio da cararci »

Sì, Edgardo, i collegamenti li avevo studiati sul pdf, volevo essere sicuro della possibilità di sezionare in quel modo.
Grazie per la risposta.

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4546
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2012, 14:56
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#25 Messaggio da cararci »

Ho inserito interruttore e boccole, ho collegato tutto come è descritto nel pdf sulla scheda, ho controllato con il tester il corretto passaggio di corrente, ho sezionato i binari come previsto e inserito nella giusta posizione i cavetti affianco dei sezionamenti.
Alla prova dei fatti succede questo: alimentando i binari attraverso la presa femmina a 15 poli e chiudendo il circuito con l'interruttore SE-SI, la loco va; se apro l'interruttore e alimento i binari con altro trafo tramite le boccole apposite, la loco non va. Dov'è l'errore, ribadendo di aver controllato col tester tutti i collegamenti?

Torna a “PARTE ELETTRICA”