Ben arrivato! Fate login o registratevi per fruire di tutte le funzionalità del forum e del sito.
Se eri già registrato e non ti ricordi la password usa questo link per recuperare l'accesso
Sito e forum dedicati al fermodellismo, il nostro hobby viene praticato in molte maniere diverse, tutte ugualmente valide: hai un plastico? oppure sei un collezionista? oppure un semplice appassionato? Non esitare a scrivere nel forum, tutti gli interventi sono benvenuti ... Postate foto e video del vostro plastico e chiedete aiuto per ogni problema o curiosità inerente al nostro hobby.

Uniformità di scenario nelle congiunzioni moduli

Ambietazioni - edifici - strutture - scenari - paesaggi - vegetazione.
Messaggio
Autore
Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5590
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 11
Stato: Non connesso

Uniformità di scenario nelle congiunzioni moduli

#1 Messaggio da Riccardo »

Marshall61 ha scritto:

Caro Riccardo la questione che hai posto in evidenza è sacrosanta, bisogna standanrdizzare il ballast per la massicciata, così come il tipo di erba proprio per non avere questi stacchi "pesanti" e mascherare anche bene la giuntura dei moduli (ovviamente nella parte ai lati del piano dei binari).
Per esperienza, il materiale della Ditta Heky, lo indicherei come il migliore, bisogna stabilire che codici usare.
Questo si può verificare però solo con visione dal vivo del materiale....stabilito questo si comunica al resto del gruppo la marca ed il numero di codice degli accessori in questione; da tenere presente che esistono le confezioni più grandi e più piccole dell'erba con lo stesso codice, spesso, cambiando la dimensione della confezione, non si ottiene la stessa gradazione di colore.
Più semplice è l'invecchiamento della massicciata e del binario, la terra di Siena bruciata è a mio giudizio il colore migliore, ovviamente nelle sue gradazioni (con aggiunta di bianco o di nero a seconda della tipologia del modulo)..... :smile:

Ciao, Carlo



ottime considerazioni Carlo,
tu sei proprio l'esperto di scenari e vegetazione,
magari se fai una sorta di lista con le sigle di erba, ghiaino, colore sporcatura binari, ecc. così da ragionarci sopra e discuterne.
Ovviamente sarebbe un'indicazione quantomeno per avvicinarsi uniformemente al modulo successivo (in particolar modo nella vicinanza delle testate), poi ogni modulo avrà un suo scenary.


Riccardo

Avatar utente
federico
Messaggi: 695
Iscritto il: venerdì 9 dicembre 2011, 18:34
Nome: Federico
Regione: Piemonte
Città: torino
Stato: Non connesso

#2 Messaggio da federico »

nel caso qualcuno volesse fare un campo di grano(non io) si potrebbe far finire sul bordo del modulo....o no??
Federico

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22646
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

#3 Messaggio da Andrea »

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">Messaggio di <font color="red">rbk250</font id="red">
...magari se fai una sorta di lista con le sigle di erba, ghiaino, colore sporcatura binari, ecc. così da ragionarci sopra e discuterne.
Ovviamente sarebbe un'indicazione quantomeno per avvicinarsi uniformemente al modulo successivo (in particolar modo nella vicinanza delle testate), poi ogni modulo avrà un suo scenary.[/quote]
Giuste osservazioni ragazzi.
Io ho parecchio materiale noch come fioccaggio, ma non è un problema, il fioccaggio incide marginalmente sul costo della realizzzione di un modulo.
Anche per il ballast è giusto uniformarsi.
Sarebbe bello avere anche una "guida sui prodotti", giusto per agevolare i meno esperti di scenery.
E' un'idea. :wink:
federico ha scritto:

nel caso qualcuno volesse fare un campo di grano(non io) si potrebbe far finire sul bordo del modulo....o no??

Non vedo grossi problemi... :wink:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

#4 Messaggio da Marshall61 »

Come avevo accennato nell'altro thread, la cosa migliore è poter vedere la tonalità ed i riflessi dell'erba dal vero; c'è da tenere in considerazione anche un'altra cosa, spesso l'iiluminazione artificiale dà dei riflessi poco veritieri all'erba cosa che ad esempio non succede con la luce solare. Bisognerebbe quindi testare almeno con 3 diverse temperature di colore (luci) l'erba in questione ossia a 5.500°Kelvin (luce solare) a 3.600°K (luce continua ad incandescenza) e 2.800°K (luce al neon e ad incandescenza fredda), non tanto per testarne il colore vero e proprio come ovviamente cambia a seconda della fonte di illuminazione, ma che non prenda degli antiestetici riflessi lucidi e plasticosi.
Io mi sono trovato a provare, la Heky, ma questo non significa che debba essere lo standard, potrebbe essere la Noch oppure la linea secondaria.....
Trovare la giusta gradazione attraverso le foto di un catalogo cartaceo o informatico è ardua come impresa......
Altra cosa da tenere in considerazione è la reperibilità sul mercato, sicuramente il materiale Noch è di più ampia diffusione e reperibilità rispetto ad altre marche Heky, Polack etc....
Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

#5 Messaggio da Marshall61 »

federico ha scritto:

nel caso qualcuno volesse fare un campo di grano(non io) si potrebbe far finire sul bordo del modulo....o no??


Per fare un campo di grano normalmente si una un tappetino, posizionarlo esattamente sul bordo del modulo si potrebbe "ammaccare" nel montaggio/smontaggio del modulo e non è di immediato e facile riposizionamento, secondo la mia opinione sarebbe opportuno posizionarlo almeno ad 1 cm dal bordo modulo......
La giunzione dei moduli andrebbe opportunamente mascherata, una volta effettuato il montaggio, semplicemente versando con la boccetta spargi erba della Noch una quantità tale da coprirne la giunzione.....

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
federico
Messaggi: 695
Iscritto il: venerdì 9 dicembre 2011, 18:34
Nome: Federico
Regione: Piemonte
Città: torino
Stato: Non connesso

#6 Messaggio da federico »

ok.....COMUNQUE IL CAMPO DI GRANO È LIBERO, E PUÒ FARLO CHIUNQUE!!!
Federico

Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

#7 Messaggio da Marshall61 »

federico ha scritto:

ok.....COMUNQUE IL CAMPO DI GRANO È LIBERO, E PUÒ FARLO CHIUNQUE!!!


Ci mancherebbe Federico! :grin: , poi ci sono anche i campi di colza, di segale, di erba medica.....c'è l'imbarazzo della scelta :wink:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5590
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 11
Stato: Non connesso

#8 Messaggio da Riccardo »

Marshall61 ha scritto:

Come avevo accennato nell'altro thread, la cosa migliore è poter vedere la tonalità ed i riflessi dell'erba dal vero; c'è da tenere in considerazione anche un'altra cosa, spesso l'iiluminazione artificiale dà dei riflessi poco veritieri all'erba cosa che ad esempio non succede con la luce solare. Bisognerebbe quindi testare almeno con 3 diverse temperature di colore (luci) l'erba in questione ossia a 5.500°Kelvin (luce solare) a 3.600°K (luce continua ad incandescenza) e 2.800°K (luce al neon e ad incandescenza fredda), non tanto per testarne il colore vero e proprio come ovviamente cambia a seconda della fonte di illuminazione, ma che non prenda degli antiestetici riflessi lucidi e plasticosi.
Io mi sono trovato a provare, la Heky, ma questo non significa che debba essere lo standard, potrebbe essere la Noch oppure la linea secondaria.....
Trovare la giusta gradazione attraverso le foto di un catalogo cartaceo o informatico è ardua come impresa......
Altra cosa da tenere in considerazione è la reperibilità sul mercato, sicuramente il materiale Noch è di più ampia diffusione e reperibilità rispetto ad altre marche Heky, Polack etc....
Ciao, Carlo


In effetti ho provato (i test con l'elettrostatico) l'erba della heky e della noch (entrambe abbastanza reperibili on-line), e devo dire che sono entrambe ottime, forse noch riflette leggermente alla luce artificiale...
si tratterebbe di uniformare la tonalità (o almeno di avvicinarsi) per le zone vicine alle testate... :grin:
Riccardo

Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

#9 Messaggio da Marshall61 »

Certo Riccardo, solamente la zona delle testate, poi si può sfumare e mettere all'inteno ciò che si vuole....

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
federico
Messaggi: 695
Iscritto il: venerdì 9 dicembre 2011, 18:34
Nome: Federico
Regione: Piemonte
Città: torino
Stato: Non connesso

#10 Messaggio da federico »

secondo me bisognerebbe usare la noch, in quanto è molto reperibile sui mercati, on line o no, ci sono vari prodotti, c'è il giusto compromesso, qualità-prezzo.....e poi sinceramente non credo che le persone andranno a vedere i minimi riflessi dell'erba..[:o)]
Federico

Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

#11 Messaggio da Marshall61 »

federico ha scritto:

......e poi sinceramente non credo che le persone andranno a vedere i minimi riflessi dell'erba..[:o)]


Caro Federico ti posso garantire che agli "addetti ai lavori" queste cose non sfuggono.....per la Noch va bene, l'unica cosa da verificare che non sia proprio quella che dà questo inconveniente, visto che a me è successo con del fioccaggio per gli alberi e ti posso assicurare che è un vero pugno negli occhi....[xx(]
Vedi sembra tutto molto semplice e scontato, ma poi a lavoro fatto togliere le "magagne" è dura.... :wink:
Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22646
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

#12 Messaggio da Andrea »

Marshall61 ha scritto:
Vedi sembra tutto molto semplice e scontato, ma poi a lavoro fatto togliere le "magagne" è dura.... :wink:

Carlo, dopo il NOTAIO e l'ELETTRICISTA, tu sei nominato GIARDINIERE del modulate GAS TT e pertanto RESPONSABILE del fioccaggio e similari.
Una responsabilità di non poco conto. :wink:
Poi ci manderai la parcella.
Mandala pure a Riccardo (il notaio) che provvederà al pagamento con assegno circolare.
:cool: :cool: :cool: :cool:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

#13 Messaggio da Marshall61 »

...... :cool: :cool: :cool: .....troppo forte!
Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5590
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 11
Stato: Non connesso

#14 Messaggio da Riccardo »

mi spiace..... ,

solo cash..!!! :cool: :cool: :cool:
Riccardo

Avatar utente
federico
Messaggi: 695
Iscritto il: venerdì 9 dicembre 2011, 18:34
Nome: Federico
Regione: Piemonte
Città: torino
Stato: Non connesso

#15 Messaggio da federico »

Marshall61 ha scritto:
"addetti ai lavori"

e chi sarebbero??
Federico

Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

#16 Messaggio da Marshall61 »

Sono i responsabili delle riviste specializzate nel settore, che sono poi quelli che pubblicizzano le opere modellistiche, ed i modellisti comunemente chiamati "contachiodi" proprio per la loro prodigalità nell'andare a cercare il classico pelo nell'uovo e guarda caso si possono definire addetti ai lavori poichè sono a capo di associazioni che hanno fatto la storia del modellismo nel nostro Paese.
Non ti voglio spaventare Federico, ma quando si va a mettere in mostra dal semplice diorama ad un plastico bisogna curarlo nei minimi particolari, questo anche per amor proprio e rispetto del proprio lavoro di quello degli altri che cooperano nel progetto per dare per primi un alto gradiente di valore all'opera stessa, se a tutto questo ci mettiamo che si stà parlando del primo plastico e primo modulare in scala TT in assoluto in Italia, bhè non c'è molto da scherzarci su e, come diceva Totò: "....è la somma che fa il totale"....più gli addendi sono pertinenti e di valore più alta sarà la somma quindi l'impatto sul pubblico.
Fermo restando che la perfezione non è di questo mondo e che la natura stessa non è perfetta ma per questo non deve essere rappresentata con la plastica..... :wink: :grin:
Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
federico
Messaggi: 695
Iscritto il: venerdì 9 dicembre 2011, 18:34
Nome: Federico
Regione: Piemonte
Città: torino
Stato: Non connesso

#17 Messaggio da federico »

hai ragione.......comunque non sapevo di quelli delle riviste....molto simpatici[:(!][:(!]...non scherzo...fanno solo il loro dovere :cool: :cool:
Federico

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22646
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

#18 Messaggio da Andrea »

Marshall61 ha scritto:
...se a tutto questo ci mettiamo che si stà parlando del primo plastico e primo modulare in scala TT in assoluto in Italia, bhè non c'è molto da scherzarci su...

Vero Carlo, ce la metteremo tutta... una responsabilità non da poco... :grin:
rbk250 ha scritto:

mi spiace.....solo cash..!!! :cool: :cool: :cool:

OK, per stavolta faremo un'eccezione.
:cool: :cool: :cool:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7572
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

#19 Messaggio da giuseppe_risso »

Andrea ha scritto:
...Carlo, dopo il NOTAIO e l'ELETTRICISTA, tu sei nominato GIARDINIERE del modulate GAS TT e pertanto RESPONSABILE del fioccaggio e similari...

Ottima decisione.
Carlo ci stupirà e ci... istruirà. :wink:

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22646
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

#20 Messaggio da Andrea »

giuseppe_risso ha scritto:
Ottima decisione...

Mi ero scordato di dirti che tu sei il RESPONSABILE DELLA LINEA AEREA.
Votato a furor di popolo.
:cool: :cool:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7572
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

#21 Messaggio da giuseppe_risso »

Benissimo, penso che decideremo di non metterla :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool:

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22646
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

#22 Messaggio da Andrea »

giuseppe_risso ha scritto:

Benissimo, penso che decideremo di non metterla

Allora vuoi la guerra... :cool:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

#23 Messaggio da Marshall61 »

giuseppe_risso ha scritto:
[red]
Ottima decisione.
Carlo ci stupirà e ci... istruirà. :wink:

Grazie Giuseppe per la fiducia che riponi in me[:I], io parlo solamente per mie esperienze personalidirette pregresse, attuali e vissute in gruppo con persone molto più preparate di me, spero di poter contribuire con l'esperianza acquisita a contribuire alla riuscita del progetto nonostante ci separino parecchi chilometri.... :smile:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5590
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 11
Stato: Non connesso

#24 Messaggio da Riccardo »

Bene Carlo,
vedo che sei stato "nominato" Giardiniere / botanico GasTT :cool:
:cool: :cool: :cool:

ottima scelta

Certo che qui le parcelle si fanno serie :cool: :cool:
Riccardo

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7572
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

#25 Messaggio da giuseppe_risso »

Riprendo questo argomento per sottolineare l'importanza di uniformare le giunzioni tra moduli.
A Novegro, girando con Riccardo abbiamo visto che tra modulo e modulo c'erano differenze enormi di colorazione dell'erba.
Assolutamente da evitare.
Io metterei nelle norme, come fatto per i binari, un tipo solo di erba che deve essere messa sul bordo di collegamento, poi all'interno liberi tutti.
Oppure stabilire che se si vuole usare, per motivi scenici, erba diversa, alla giunzione dovrà esserci un muretto o una siepe.
Se siamo d'accordo, sarebbe bene che Carlo decidesse quale usare e metterlo nelle regole stabilite.

Torna a “SCENERY - IDEE TEMATICHE”