Ben arrivato! Fate login o registratevi per fruire di tutte le funzionalità del forum e del sito.
Se eri già registrato e non ti ricordi la password usa questo link per recuperare l'accesso
Sito e forum dedicati al fermodellismo, il nostro hobby viene praticato in molte maniere diverse, tutte ugualmente valide: hai un plastico? oppure sei un collezionista? oppure un semplice appassionato? Non esitare a scrivere nel forum, tutti gli interventi sono benvenuti ... Postate foto e video del vostro plastico e chiedete aiuto per ogni problema o curiosità inerente al nostro hobby.

Costruzione moduli / testate

Loro caratteristiche e come realizzarli.
Messaggio
Autore
Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22646
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

#401 Messaggio da Andrea »

Ma tu Riccardo padroneggi l'autocad che è un piacere... :cool:
L'idea di dimezzare la curva in due moduli da 45 gradi non mi sembra malvagia. :wink:


Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7572
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

#402 Messaggio da giuseppe_risso »

Si intendevo 439 :cool:
Riccardo, anche io trovo interessante il modulo curvo in due pezzi.

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5590
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 11
Stato: Non connesso

#403 Messaggio da Riccardo »

ciao a tutti :cool:

questa notte ho avuto in sogno i pannelli curvi :cool: :cool:

Giuseppe, probabilmente le partenze con binario diritto dovranno avere la famosa lunghezza di 124,5mm. (per via della catenaria)?
:cool: :cool:
Riccardo

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 22646
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2011, 19:42
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Stato: Non connesso

#404 Messaggio da Andrea »

rbk250 ha scritto:
questa notte ho avuto in sogno i pannelli curvi :cool: :cool:

Fossi tua moglie incomincerei a preoccuparmi...
:cool: :cool: :cool:
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5590
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 11
Stato: Non connesso

#405 Messaggio da Riccardo »

Andrea ha scritto:
Fossi tua moglie incomincerei a preoccuparmi...
:cool: :cool: :cool:

...già, sarà il caso di farmi visitare da qualcuno ??? :cool: :cool:
Riccardo

Avatar utente
federico
Messaggi: 695
Iscritto il: venerdì 9 dicembre 2011, 18:34
Nome: Federico
Regione: Piemonte
Città: torino
Stato: Non connesso

#406 Messaggio da federico »

Andrea ha scritto:
L'idea di dimezzare la curva in due moduli da 45 gradi non mi sembra malvagia. :wink:

anche per me...
Federico

Avatar utente
federico
Messaggi: 695
Iscritto il: venerdì 9 dicembre 2011, 18:34
Nome: Federico
Regione: Piemonte
Città: torino
Stato: Non connesso

#407 Messaggio da federico »

rbk250 ha scritto:
...già, sarà il caso di farmi visitare da qualcuno ??? :cool: :cool:

andrea, fagli visita tu, sotto le vesti di un medico che sa tuTTo!!!!!
Federico

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7572
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

#408 Messaggio da giuseppe_risso »

rbk250 ha scritto:

ciao a tutti :cool:

questa notte ho avuto in sogno i pannelli curvi :cool: :cool:

Giuseppe, probabilmente le partenze con binario diritto dovranno avere la famosa lunghezza di 124,5mm. (per via della catenaria)?
:cool: :cool:


La partenza nel pannello curvo con 1/2 o 1 binario era per non doverli tagliare.
Non credo sarà un problema se l'inizio del tratto di catenaria che segue la curva non coinciderà perfettamente con l'inizio del tratto curvo del binario.
In curva la catenaria sarà formata da pezzi dritti più corti della campata rettilinea.
Comunque, il binario da 166 avvicina di più il palo alla curva e forse va meglio.
Faremo delle prove.

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5590
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 11
Stato: Non connesso

#409 Messaggio da Riccardo »

federico ha scritto:
andrea, fagli visita tu, sotto le vesti di un medico che sa tuTTo!!!!!


preferirei una simpatica<font color="red"> infermiera</font id="red"> :cool:
Riccardo

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5590
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 11
Stato: Non connesso

#410 Messaggio da Riccardo »

giuseppe_risso ha scritto:
La partenza nel pannello curvo con 1/2 o 1 binario era per non doverli tagliare.
Non credo sarà un problema se l'inizio del tratto di catenaria che segue la curva non coinciderà perfettamente con l'inizio del tratto curvo del binario.
In curva la catenaria sarà formata da pezzi dritti più corti della campata rettilinea.
Comunque, il binario da 166 avvicina di più il palo alla curva e forse va meglio.
Faremo delle prove.


faremo sicuramente delle prove,
appena riesco metto insieme dei disegni per capirci meglio :wink:
Riccardo

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5590
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 11
Stato: Non connesso

#411 Messaggio da Riccardo »

ciao,
da Verona spunto per connessione meccanica moduli:
le famose "farfalle" le ho trovate molto utilizzate

Immagine:
Immagine
111,21 KB

Immagine:
Immagine
208,27 KB
Riccardo

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7598
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2012, 14:40
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#412 Messaggio da liftman »

rbk250 ha scritto:

ciao,
da Verona spunto per connessione meccanica moduli:
le famose "farfalle" le ho trovate molto utilizzate


e perchè non chiusure come queste?


Immagine:
Immagine
8,13 KB

non si rischia di perdere le "farfalline", e le chiudi in un attimo.
Ciao! Rolando

Avatar utente
maurice
Messaggi: 29
Iscritto il: sabato 19 novembre 2011, 16:54
Nome: Maurizio
Regione: Lombardia
Città: Trescore Balneario
Stato: Non connesso

#413 Messaggio da maurice »

liftman ha scritto:
rbk250 ha scritto:

ciao,
da Verona spunto per connessione meccanica moduli:
le famose "farfalle" le ho trovate molto utilizzate


e perchè non chiusure come queste?


Immagine:
Immagine
8,13 KB

non si rischia di perdere le "farfalline", e le chiudi in un attimo.


Mi scusi, ma ha già provato questo sistema di chiusura??????
Non mi sembra adatto a una connessione tra pannelli modulari, forse può servire per chiudere dei coperchi o delle scatole, ma per i moduli è un sistema improponibile.....
Vite e bullone con rondelle sono i migliori in assoluto, altri sistemi sono solo dei pagliativi che non servono a nulla.
Maurizio
Maurice - Maurizio

Avatar utente
federico
Messaggi: 695
Iscritto il: venerdì 9 dicembre 2011, 18:34
Nome: Federico
Regione: Piemonte
Città: torino
Stato: Non connesso

#414 Messaggio da federico »

maurice ha scritto:

Vite e bullone con rondelle sono i migliori in assoluto
Maurizio
esatto!!!vai con i bulloni e le viti
Federico

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7598
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2012, 14:40
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#415 Messaggio da liftman »

maurice ha scritto:
Mi scusi, ma ha già provato questo sistema di chiusura??????


ovviamente no, era un'idea.....

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">
Non mi sembra adatto a una connessione tra pannelli modulari, forse può servire per chiudere dei coperchi o delle scatole, ma per i moduli è un sistema improponibile.....
[/quote]

sono completamente daccordo a metà.... [:o)] magari con degli accorgimenti potrebbero essere delle valide alternative, comunque la mia era un'idea e non pretendo che debba essere presa per "unica soluzione valida"

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">
Vite e bullone con rondelle sono i migliori in assoluto, altri sistemi sono solo dei pagliativi che non servono a nulla.
[/quote]

il lavoro mi ha insegnato che non sempre quello che sembra migliore lo è, e quasi mai la prima soluzione è quella giusta|valida|sicura al 100%

io in genere ho un approccio alle cose che tende a semplificare, migliorare o semplicemente velocizzare i compiti noiosi e/o ripetitivi; pensare di starmene ripiegato sotto a dei moduli per stringere dadi o farfalle, quando magari esistono dei sistemi "diversi", è semplicemente contro la mia natura.

Rondelle e dadi sono LA soluzione? per me va benissimo per carità.
Ciao! Rolando

Avatar utente
maurice
Messaggi: 29
Iscritto il: sabato 19 novembre 2011, 16:54
Nome: Maurizio
Regione: Lombardia
Città: Trescore Balneario
Stato: Non connesso

#416 Messaggio da maurice »

@ liftman
Dopo qualche esposizione, molti montaggi e smontaggi dei moduli, penso di avere una discreta esperienza, certi sistemi di fissaggio non possono garantire la necessaria tenuta dei moduli, basta un nulla che i moduli non si accostano bene, creando dei salti che sono pericolosi per i treni in corsa.
Quella chiusura proposta sarebbe da montare sul frontale e retro dei moduli, creando un vuoto nelle testate nella parte centrale, io dò solo consigli dati dalla mia esperienza sia personale che di amici molto più esperti di mè.
Un'altra considerazione dovuta al modello di chiusura " rapido " sta nella scelta dei bulloni, per garantire un minimo di centraggio dei moduli, cosa che con altri sistemi è difficile da ottenere..
Durante le mostre, non bisogna ragionare sulla comodità di un sistema, ma sul suo reale funzionamento, qualsiasi sia l'utilizzo, collegamenti, spinette, cavi, luci, gambe, supporti, ecc. ecc. ..................
Semplicità, sicurezza, affidabilità, stabilità sono cose fondamentali per non passare delle ore a trovare cosa non funziona. Purtroppo a casa funziona sempre tutto, poi quando si è in mostra non sembra vero ma spesso si hanno problemi [:(!]
Maurizio
Maurice - Maurizio

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7598
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2012, 14:40
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#417 Messaggio da liftman »

maurice ha scritto:

Dopo qualche esposizione, molti montaggi e smontaggi dei moduli, penso di avere una discreta esperienza, certi sistemi di fissaggio non possono garantire la necessaria tenuta dei moduli, basta un nulla che i moduli non si accostano bene, creando dei salti che sono pericolosi per i treni in corsa.
Quella chiusura proposta sarebbe da montare sul frontale e retro dei moduli, creando un vuoto nelle testate nella parte centrale, io dò solo consigli dati dalla mia esperienza sia personale che di amici molto più esperti di mè.
Un'altra considerazione dovuta al modello di chiusura " rapido " sta nella scelta dei bulloni, per garantire un minimo di centraggio dei moduli, cosa che con altri sistemi è difficile da ottenere..


quindi vorresti dire che dopo aver provato N sistemi di fissaggio, si è stabilito che il miglior compromesso "semplicità, rapidità di montaggio/smontaggio, costo, stabilita, ecc. ecc." è l'uso di bulloni , rondelle e dadi o farfalle (in verità si chiamano galletti)? Se è così bastava dirlo:

"è una soluzione che abbiamo sperimentato, ma per questo e quello non l'abbiamo ritenuta efficiente"

invece di uscire con "Mi scusi, ma ha già provato questo sistema di chiusura??????" e "Non mi sembra adatto a una connessione tra pannelli modulari, forse può servire per chiudere dei coperchi o delle scatole, ma per i moduli è un sistema improponibile....."

ripeto, se non si prova un metodo, il "non mi sembra adatto" lascia il tempo che trova....

per inciso, nel caso specifico bastava un "esistono N moduli giò fatti che usano questo sistema e non sarebbe logico ne pratico avere sistemi "misti".

in ogni caso per l'allineamento e/o la stabilità dei moduli, bastano 2 volgari spine in legno (tanto i fori per le viti in ogni caso devono esser fatti e devono pure essere allineati tra loro....).

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">
Durante le mostre, non bisogna ragionare sulla comodità di un sistema, ma sul suo reale funzionamento, qualsiasi sia l'utilizzo, collegamenti, spinette, cavi, luci, gambe, supporti, ecc. ecc. ..................
Semplicità, sicurezza, affidabilità, stabilità sono cose fondamentali per non passare delle ore a trovare cosa non funziona. Purtroppo a casa funziona sempre tutto, poi quando si è in mostra non sembra vero ma spesso si hanno problemi [:(!]

[/quote]

già, tutto vero e sacrosanto, come lo è il fatto che se si perde meno tempo per montare i moduli, c'è più tempo per risolvere eventuali problemi che si dovessero manifestare.

Non vorrei rendermi antipatico ulteriormente, o passare per saputello. Di fatto in questo settore sono un principiante e mi inchino davanti alla bravura dimostrata da tutti i componenti del forum con le loro realizzazioni, con la speranza di riuscire nel tempo a realizzare qualcosa pure io.

Mi scuso con tutti per la lungaggine e per il tono, e considero chiusa la questione.
Ciao! Rolando

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7572
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

#418 Messaggio da giuseppe_risso »

Nessun problema, Rolando.
Qualche battuta un po' più "vivace" non guasta specialmente in un forum come questo che brilla per la serenità. :wink:
Sul sistema di fissaggio si era già dibattuto e, seguendo l'esempio della maggior parte dei plastici modulari, si é optato per vite, rondella e galletto.
Una volta ottenuto il perfetto allineamento serve un sistema che blocchi vigorosamente le testate tra di loro.
Non so se hai visto che abbiamo scelto di fare i fori decisamente più larghi delle viti e un sistema che non blocchi con forza consentirebbe movimenti che potrebbero avere esiti disastrosi al passaggio dei treni.
Il sistema da te proposto é pratico e consentirebbe un bloccaggio veloce, ma queste chiusure (io le uso per altri scopi) non hanno una tenuta rigida e robusta come i galletti.
Comunque ogni proposta é utile e ogni risposta lo é altrettanto.
:cool: :cool: :cool: :cool: :cool:

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7598
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2012, 14:40
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#419 Messaggio da liftman »

diciamo che se è facile anche per un bambino tirare un gancio, è altrettanto difficoltoso piegarsi sotto al modulo per svitare viti... :cool: :cool:
Ciao! Rolando

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5590
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2011, 9:26
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Lombardia
Età: 11
Stato: Non connesso

#420 Messaggio da Riccardo »

Giusto,
ogni proposta viene valutata dai "GURU"... :cool: :cool:

Pensa che a suo tempo avevo pure io proposto una connessione rivoluzionaria:

Immagine:
Immagine
33,57 KB


.... volevano cacciarmi :cool: :cool: :cool:
Riccardo

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7598
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2012, 14:40
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

#421 Messaggio da liftman »

Bella [:o)] un misto tra i ganci e i bulloni..... magari un pelo costosa..... :sad:

a questo punto meglio questi :twisted: :

Immagine:
Immagine
53,61 KB

vabbè... la smetto [:o)][:o)][:o)][:o)]
Ciao! Rolando

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10524
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

#422 Messaggio da Fabrizio »

Ciao a tutti, avrei una domanda a proposito dell'altezza del piano del ferro. Sulle testate il piano del ferro dovrà essere posizionato secondo le misure stabilite. Mantenendo un percorso orizzontale della ferrovia per tutto il modulo (senza salite/discese del binario), all'interno del modulo poi, tutti gli altri piani possono essere scelti liberamente dal costruttore? (raccordandosi ovviamente al piano previsto in testata). Ovvero, all'interno de modulo l'andamento altimetrico del paesaggio è libero? (cioè si può scendere ad esempio a -20cm dal piano del ferro e poi salire ad esempio a +30cm?). Spero di essermi spiegato, se non si capisce cercherò di illustrare con un disegno.

Ciao

Fabrizio
Fabrizio

Avatar utente
Marshall61
Messaggi: 7196
Iscritto il: martedì 1 novembre 2011, 20:50
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Stato: Non connesso

#423 Messaggio da Marshall61 »

Ti sei spiegato correttamente Fabrizio, sì è esattamente come pensi tu; per esempio se devi riprodurre un avvallamento con un ponte i cui pilastri scendano a quota -20 lo puoi fare, così come un rilievo che raggiunga quota +30, l'importante è rispettare l'altezza della testata all'inizio/fine modulo.

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10524
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

#424 Messaggio da Fabrizio »

Grazie Carlo, allora avevo capito bene. Giusto per iniziare a pensare a grandi linee a cosa sarebbe possibile fare.

Ciao

Fabrizio
Fabrizio

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7572
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2011, 22:44
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Stato: Non connesso

#425 Messaggio da giuseppe_risso »

Lo stesso discorso vale per tutto il resto.
All'interno del modulo puoi fare quello che vuoi.
Per il deposito locomotive, partendo dalla posizione corretta dei binari, li sposterò sul lato esterno, quasi a filo del pannello, e probabilmente inserirò un modulo tutto con il binario in quella posizione.
Quindi dovrò fare tre moduli che saranno inseparabili (come se fosse un unico modulo molto lungo) e solo alle estremità ci saranno le corrette posizioni dei binari.

Torna a “PANNELLI”