Turbine e servizi spazzaneve

Locomotive, carri, carrozze, servizi ferroviari e treni in generale.

Moderatori: Fabrizio, MrMassy86

Avatar utente
Giampypampy
Messaggi: 304
Iscritto il: venerdì 17 maggio 2013, 8:36
Nome: Giampaolo
Regione: Marche
Città: Appignano (MC)
Stato: Non connesso

Turbine e servizi spazzaneve

Messaggio da Giampypampy »

Ciao a tutti, in attesa del Burian, mi viene da chiedervi, non avendo trovato argomenti, se riusciamo a sapere quante turbine o servizi spazzaneve sono stati allertati o già in servizio per mantenere la circolazione ferroviaria più possibile regolare, da quali rotabili vengono espletati, quindi su quale linee o si provvederà come purtroppo spesso accade negli ultimi anni alla... soppressione preventiva? [99]
Grazie!
[100]


Giampaolo - HO analogico, FS ep. III-IV - Pista prove in pre-esercizio - O.G.R. Appignano operativa - Progetto plastico modulare in fase di... abbandono! - Il mio canale Youtube
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10428
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Turbine e servizi spazzaneve

Messaggio da Fabrizio »

Ciao Giampaolo, non so quale sia la situazione aggiornata dei mezzi spazzaneve a turbina operativi, ma non sono molti. Mi risultano un mezzo S 224 (S 224.001) in servizio a Udine e tre S 244 assegnati a Sulmona, Bolzano e Torino. Questi sono attualmente gli unici mezzi spazzaneve a turbina che mi risultano, poi ci sono diversi altri mezzi più piccoli e di diversa tipologia presenti in diverse parti d' Italia, tipo questo
2016102102351_grillo.jpg
che ha uno spalaneve, una piccola turbina e un pantografo raschiaghiaccio. Per la formazione di ghiaccio si usa far circolare alcune locomotive dotate di apposito pantografo con strisciante in acciaio e di solito si impiegano allo scopo normali locomotive non più utilizzate per i servizi ordinari. Per esempio sono frequenti le E 632/633 e E 656, che possono servire anche per il recupero di materiali guasti o i trasferimenti. Per saperne di più sul ghiaccio sulla linea aerea, puoi leggere questa discussione viewtopic.php?f=107&t=14092&p=233733#p233733

Lungo le linee sono poi utilizzate apposite scaldiglie per evitare la formazione di ghiaccio sugli scambi. Le scaldiglie possono essere elettriche o a gas e sono attivate quando le condizioni meteo sono tali da far presupporre la formazione di ghiaccio. Non tutti gli scambi sono dotati di scaldiglie, sia per motivi economici che di gestione, essendo problematico fornire energia contemporaneamente a tutti gli apparati, soprattutto per gli impianti più grandi. Si usa quindi installare le scaldiglie nei punti critici.
Scaldiglie elettriche in azione
Scaldiglie elettriche in azione
Cassa per trasformatore scaldiglia. Ciascuna scaldiglia ha una potenza di circa 15 kW
Cassa per trasformatore scaldiglia. Ciascuna scaldiglia ha una potenza di circa 15 kW
Particolare scaldiglie a gas in opera a Santhià
Particolare scaldiglie a gas in opera a Santhià
Scaldiglie a gas
Scaldiglie a gas
Non so quali siano le procedure che si attivano in caso di neve e maltempo, di seguito il comunicato del Gestore della Rete in previsione di condizioni climatiche avverse per i prossimi giorni

In seguito al bollettino diramato dalla Protezione Civile, che segnala un peggioramento delle condizioni meteorologiche con precipitazioni nevose e abbassamento delle temperature su gran parte dell’Italia, le società del Gruppo FS Italiane, Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia, hanno attivato i “Piani neve e Gelo”.

Al momento, è confermata la piena disponibilità di tutte le linee ferroviarie.

I servizi commerciali potranno subire modifiche in base al peggioramento delle condizioni meteo.

Queste le azioni messe in campo da RFI:

presidiati con tecnici gli impianti nevralgici, con particolare attenzione ai nodi ferroviari urbani;

per le linee ferroviarie, predisposto il piano di lubrificazione dei cavi elettrici e di corse raschiaghiaccio, per mantenere in efficienza i sistemi di alimentazione elettrica dei treni;

nelle stazioni, attivati sistemi di snevamento e riscaldamento degli scambi;

approntati i mezzi spazzaneve per la pulizia dei binari nei punti nevralgici della rete;

incrementata la presenza del personale ferroviario con turni articolati nelle 24 ore, per l’intero periodo dell’emergenza. Il personale sarà supportato anche dagli addetti delle ditte appaltatrici;

attivati i Centri operativi regionali per il monitoraggio in tempo reale del traffico ferroviario in coordinamento con la Sala Operativa nazionale di Roma.

Il “Piano neve e Gelo” di Trenitalia prevede il potenziamento dei servizi di assistenza ai clienti e, in caso di peggioramento delle condizioni meteo e di fenomeni di particolare intensità, la riprogrammazione dei servizi di trasporto con riduzione progressiva dei treni e cadenzamento orario, oltre a specifiche misure tecniche e organizzative per garantire la regolarità del servizio ripianificato.

Inoltre, sono previste azioni per preservare l’efficienza di locomotori e automotrici e il regolare funzionamento dei sistemi di sicurezza, delle porte delle vetture, degli impianti di riscaldamento.

Il Gruppo FS Italiane invita i viaggiatori ad aggiornarsi e informarsi sulla situazione traffico ferroviario, in relazione all’evolversi delle condizioni meteorologiche, anche attraverso questo sito, FSNewsRadio, l’account twitter @FSnews_it e la sezione infomobilità del sito di RFI.


http://www.fsnews.it/fsn/Gruppo-FS-Ital ... evi-e-gelo

Purtroppo spesso, in caso di maltempo anche non eccezionale, si verificano diversi disservizi. Sarebbe interessante capire come vengono gestite queste situazioni e capire se ci sono possibili margini di miglioramento. Se ci sono, sarebbe interessante capire come fare. Sembra che il problema, comunque, non riguardi solo l'Italia. Alcune settimane fa ci sono stati grossi problemi anche in Germania, dove addirittura la circolazione è stata completamente sospesa per alcuni giorni. http://www.ferrovie.info/index.php/it/1 ... n-germania
Fabrizio
Avatar utente
benigni99
Socio GAS TT
Messaggi: 1130
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 14:42
Nome: Filippo
Regione: Toscana
Città: Firenze
Stato: Non connesso

Re: Turbine e servizi spazzaneve

Messaggio da benigni99 »

Grazie mille Fabrizio per le esaurienti spiegazioni!

Filippo [253]
Filippo Benigni - Il mio canale YouTube - Il mio profilo Instagram

"Imparare a vedere è il tirocinio più lungo in tutte le arti." Edmond De Goncourt
Avatar utente
Giampypampy
Messaggi: 304
Iscritto il: venerdì 17 maggio 2013, 8:36
Nome: Giampaolo
Regione: Marche
Città: Appignano (MC)
Stato: Non connesso

Re: Turbine e servizi spazzaneve

Messaggio da Giampypampy »

Grazie mille delle info!! [99]
Sai che non avevo capito che quelle erano le scaldiglie? In Ancona una volta li ho visti passare con il "lancia fiamme" nonostante quegli apparati... allora pensavo non fossero quelle le scaldiglie!!! [99]
[100]
Giampaolo - HO analogico, FS ep. III-IV - Pista prove in pre-esercizio - O.G.R. Appignano operativa - Progetto plastico modulare in fase di... abbandono! - Il mio canale Youtube
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10428
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Turbine e servizi spazzaneve

Messaggio da Fabrizio »

Prego Giampaolo. Solitamente si usa una torcia come quella per stendere le guaine di catrame per accendere le scaldiglie a gas, per sghiacciare eventuali deviatoi non dotati di scaldiglie o anche nel caso che il sistema principale abbia un guasto. Probabilmente era uno di questi casi quello che hai visto.
Non tutti gli scambi, infatti, sono necessariamente dotati di scaldiglie. Sopratutto se l'impianto è grande, solo i deviatoi principali ne sono dotati, perché diversamente la potenza elettrica richiesta potrebbe essere troppo elevata. In quel caso, quindi, eventuali scambi non dotati di scaldiglia che rimangono bloccati, possono essere sghiacciati con una torcia a gas. Poi può anche essere che qualche impianto di riscaldamento sia guasto, quindi si procede in quel modo.
Fabrizio
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10428
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Turbine e servizi spazzaneve

Messaggio da Fabrizio »

Anche questa volta, una nevicata a Roma e dintorni, ha creato notevoli disagi alla circolazione ferroviaria. Oggi molti treni afferenti alla capitale, sia ad alta velocità che regionali, hanno accumulato ritardi fino a 5 ore o sono stati soppressi. Sono previste soppressioni anche domani e il 27 Febbraio

http://www.trenitalia.com/tcom/Informaz ... -clientela
http://www.fsnews.it/fsn/Gruppo-FS-Ital ... evi-e-gelo
https://www.italotreno.it/it/contatti-supporto
Fabrizio
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14816
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Turbine e servizi spazzaneve

Messaggio da MrMassy86 »

Ho visto i servizi al Tg ieri sera, è bastata un po' di neve per mandare tutto in tilt, la cosa che non riesco a capire è che la cosa si sapeva già e non era improvvisa, a livello preventivo cosa si è fatto? da quello che è successo niente, in Italia sembra si viva alla giornata in queste situazioni, boh [105]
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
Giampypampy
Messaggi: 304
Iscritto il: venerdì 17 maggio 2013, 8:36
Nome: Giampaolo
Regione: Marche
Città: Appignano (MC)
Stato: Non connesso

Re: Turbine e servizi spazzaneve

Messaggio da Giampypampy »

Infatti... A questo punto sopprimo i treni, specie i regionali, non tanto per la neve quanto per non far muovere le persone... per questione di responsabilità ed evitare che se i treni naturalmente subiscano ritardi, il passeggero faccia rivalsa sul gestore della linea... ergo si concentrano sulle lunghe tratte frecciarosse ecc...
Giampaolo - HO analogico, FS ep. III-IV - Pista prove in pre-esercizio - O.G.R. Appignano operativa - Progetto plastico modulare in fase di... abbandono! - Il mio canale Youtube
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10428
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Turbine e servizi spazzaneve

Messaggio da Fabrizio »

Da più parti si dice che, in alcuni contesti dove alcuni tipi di eventi si susseguono non troppo ravvicinati nel tempo, alle aziende convenga di più pagare le penali e avere qualche giorno di caos anziché mantenere in esercizio dei sistemi atti allo scopo di fronteggiare alcuni tipi di situazione.

Per i disagi di ieri, oggi e domani, sia Trenitalia che Italo hanno disposto il rimborso integrale dei biglietti sia dei treni che hanno viaggiato in ritardo e sia ai passeggeri che abbiano rinunciato volontariamente al viaggio. Per i treni soppressi, in assenza di alternativa proposta dalla azienda, è sempre previsto il rimborso integrale. Per i treni Regionali, invece, l'azienda paga al Committente (la Regione) alcune penali previste in sede di stipula del contratto di servizio. Probabilmente, diversi di questi costi, saranno poi addebitati dalle imprese al gestore della rete (RFI), poiché immagino esistano clausole in tal senso, ovvero quando per colpa del gestore sia impossibile far circolare i treni per cui l'azienda di trasporto aveva pagato le tracce.

Probabilmente, ai soggetti coinvolti, talvolta conviene pagare le penali e accettare il fatto che ci sia qualche giorno di caos, anziché mettere in piedi e mantenere opportune strutture :?

La cosa può essere più o meno piacevole e condivisibile, ma purtroppo pare funzioni così. Le alternative sicuramente potrebbero esserci, anche perché gli esempi non mancano. Ma alla fine pare si vada sempre a finire su questioni di tipo economico.

Credo che, in buona parte, la cosa possa essere addebitata ad un certo disinteresse e mala organizzazione, ma si sa che volere è potere...e qui mi ricollego a quanto detto sopra :?
Fabrizio
Avatar utente
Giampypampy
Messaggi: 304
Iscritto il: venerdì 17 maggio 2013, 8:36
Nome: Giampaolo
Regione: Marche
Città: Appignano (MC)
Stato: Non connesso

Re: Turbine e servizi spazzaneve

Messaggio da Giampypampy »

Ecco cosa possiamo fare noi appassionati in caso di neve, nel caso ci trovassimo ad avere una ferrovia da giardino...

sfido a dire che non è una vera ferrovia! :P
Giampaolo - HO analogico, FS ep. III-IV - Pista prove in pre-esercizio - O.G.R. Appignano operativa - Progetto plastico modulare in fase di... abbandono! - Il mio canale Youtube
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14816
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Turbine e servizi spazzaneve

Messaggio da MrMassy86 »

Spettacolare!!!!
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Torna a “MATERIALE ROTABILE E CIRCOLAZIONE FERROVIARIA”