Treni GTT

Locomotive, carri, carrozze, servizi ferroviari e treni in generale.

Moderatori: Fabrizio, MrMassy86

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14936
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da MrMassy86 »

Grazie Fabrizio per le preziose informazioni aggiuntive :wink: Massimiliano :cool:


Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Aggiungo qualche nota sui treni ETR Y0530.

I treni ETR Y0530 sono degli elettrotreni costruiti da Fiat Ferroviaria Savigliano negli anni 1996-97, alimentabili a 3kVcc e costituiti ciascuno da due unità. Ogni treno dispone di quattro motori asincroni trifase da 360kW cadauno, per un totale di 1440kW di potenza continuativa. Il rodiggio del treno è 2'B'o+B'o2', quindi i due carrelli motorizzati si trovano a centro treno. L'azionamento è del tipo ad inverter GTO, i treni raggiungono la velocità massima di 140 km/h. I treni, costruiti in sette unità, sono dotati di pianale parzialmente ribassato per agevolare l'accesso ai passeggeri nel servizio urbano e sono dotati di postazione per diversamente abili. Ogni treno dispone di 136 posti a sedere, ridotti a 133 dopo l'installazione di dispositivi SCMT. Non sono dotati di aria condizionata nel vano passeggeri, mentre è stata installata in retrofit una unità di climatizzazione in cabina.

Elettrotreno Y0530 n°4 di GTT a Torino Lingotto
Immagine
412,39 KB
Foto:http://www.trainsimsicilia.net/galleria ... =274&pos=2

I mezzi, consegnati nel 1997, hanno vissuto una lunga fase di pre-esercizio, durata fino al 2000, anno della loro immissione in servizio sulla linea Torino-Ceres. I mezzi, studiati per l'esercizio in aree urbane, hanno buone doti di accelerazione e durante la fase di pre-esercizio hanno avuto molti problemi dovuti alla eccessiva tendenza agli slittamenti. Per ovviare al problema sono state eliminate le zavorre originali, pensate per aumentare la massa aderente ed è stato installato un sistema di antipattinamento elettronico. In concomitanza la massima velocità è stata ridotta da 130 a 120 km/h. I mezzi sono dotati di Sistema Controllo Marcia Treno e sono omologati per circolare su rete RFI. In concomitanza con la installazione del Sistema Controllo Marcia Treno sono stati eliminati 3 posti a sedere per far posto alle apparecchiature.

La parte meccanica di questi mezzi è derivata dalle ALe 642.

Treno ETR Y050 n°6 a Rivarolo Canavese
Immagine
233,96 KB

I treni sono accoppiabili in comando multiplo fino a 3 unità e sono oggi utilizzati sulle linee del Servizio Ferroviario Metropolitano (sfm) smf1 e smfA di Torino


Fabrizio
Avatar utente
schunt
Messaggi: 533
Iscritto il: giovedì 3 aprile 2014, 8:19
Nome: Enzo
Regione: Toscana
Città: cascina
Stato: Non connesso

Messaggio da schunt »

La gestione della ferrovia Pisa Tirrenia Calambrone Livorno, nel 1956 passo' dalla SAIET alla ACIT - azienda controllata dalla Provincia di Pisa e di Livorno - Azienda Consortile Interprovinciale Trasporti - ed inizio' il degrado finalizzato alla chiusura che avvenne il 15.09.1960, dopo essere avvenuto il risanamento totale del binario tra Calambrone e Tirrenia; con la parte restante degli stanziamenti vennero acquistati gli autobus!
Enzo
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14936
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da MrMassy86 »

Enzo è molto interessante la storia di questa breve tratta, Se hai tempo perché non apri una discussione dedicata? [:I]
qui si rischia di andare fuori discussione ma personalmente mi piacerebbe approfondire l'argomento e vedo che te la sua storia la conosci bene :wink: tra l'altro pur essendo una linea ormai chiusa da 56 anni ci sono ancora tantissime testimonianze, addirittura per buona parte il tracciato, risulta abbandonato, ma ancora armato :cool:
Fabrizio grazie per le note tecniche sempre molto interessanti :cool:
Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9870
Iscritto il: domenica 3 maggio 2015, 18:31
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 »

Ciao Fabrizio,
hai notizie sulla Torino _ Ceres dopo i due incidenti che avevano interrotto il servizio?
Se non ricordo male una stazione non presenziata incendiate e pochi mesi dopo un T.I.R aveva danneggiato pesantemente un passaggio a livello.
Grazie Roby
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Ciao Roby, il problema era nato a un passaggio a livello. Un autocarro aveva travolto la sbarra, che cadendo sulla linea elettrica aveva portato l'alta tensione dentro le apparecchiature di stazione, attraverso i collegamenti elettrici del passaggio a livello. Tutto l'ACEI della stazione di Ciriè è stato danneggiato ed è necessario ricostruirlo.

Questo era successo perché sembra mancassero le trecce di collegamento a terra delle casse di manovra del passaggio a livello, forse sottratte da ladri di rame. Inoltre non erano presenti protezioni da sovratensione. Si dice poi che la corda di protezione del passaggio a livello, dal lato della sbarra colpita, era installata al di fuori dello stesso, così che la sbarra, cadendo, ha colpito la catenaria e non la corda di protezione. Le corde di protezione dovrebbero sempre essere installate dietro le sbarre, in modo che se le sbarre sono colpite, queste cadono sulla corda e non sulla linea aerea.

Particolare posizionamento corretto della corda
Immagine
170,96 KB

Particolare collegamento scorretto della corda
Immagine
210,33 KB


Attualmente il servizio ferroviario è limitato alla tratta Chieri-San Maurizio Canavese, mentre bus sostitutivi viaggiano tra San Maurizio e Germagnano e tra Germagnano e Ceres. Si parlava di eseguire i lavori nel periodo estivo e riaprire la linea con l'inizio delle scuole, ma pare che sia necessario ancora del tempo.
Fabrizio
Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9870
Iscritto il: domenica 3 maggio 2015, 18:31
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 »

Grazie Fabrizio,
come al solito tempi biblici :sad:
Non sapevo più nulla.
Tra parentesi questa linea ha un numero di passaggi a livello esagerato per il traffico odierno su gomma, qualcuno mi sembra che sia stato interrato.
Ma come sempre mancano i finanziamenti per completare il progetto di interramento definitivo, addirittura alcuni sono all' interno dei paesi dove coesistono strada statale e linea ferroviaria.
Va da sé che questa situazione crea non pochi problemi al traffico di entrambi i sistemi
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.
Avatar utente
schunt
Messaggi: 533
Iscritto il: giovedì 3 aprile 2014, 8:19
Nome: Enzo
Regione: Toscana
Città: cascina
Stato: Non connesso

Messaggio da schunt »

@mr Massy 86 - sulla storia di quella linea ci sono stati scritti almeno tre libri, il primo a firma di Betti Carboncini e Bedini, gli altri due da tale Ing, Vasarelli, personalmente non ne ho copia di nessuno dei tre, ho preferito utilizzare quelli dati in prestito della Bliblioteca Comunale, anche perche' avevano un prezzo di acquisto che non rientrava nei miei canoni.

Comunque se vai su internet trovi tantissimi siti che riguardono le vicissitudini di quella ferrovia, ancora all'80% armata, ma sono ancora presenti le tracce della tramvia Pisa Navacchio Calci Pontedera dismessa una diecina di anni prima.
Enzo
Avatar utente
schunt
Messaggi: 533
Iscritto il: giovedì 3 aprile 2014, 8:19
Nome: Enzo
Regione: Toscana
Città: cascina
Stato: Non connesso

Messaggio da schunt »

mr Massy 86 - Dimenticavo - una delle locomotive a vapore della ex tramvia Pisa Navacchio Calci Pontedera, la Dante Alighieri, la puoi vedere, e' conservata a Bologna, credo presso il DL della Casalecchio Vignola.

Quella locomotiva negli anni 40 fu venduta dalla Saiet alla Piaggio e C. di Pontedera, perche' essa aveva acquistato uno zuccherificio in provincia di Bologna raccordato con le ferrovie provinciali, per cui ad ella fu demandato la movimentazione dei carri; dopo la GM servi' anche per espletare il servizio viaggiatori, poi venne accantonata per scadenza caldaia.

Da un sommario prospetto del parco macchine essa risulterebbe costruita dalla Heschel e Son nel 1894, apparterrebbe alla prima dotazione con il n° 4

Per maggior precisione dovrei infilarmi in soffitta, rufolare tra i faldoni polverosi, cosa che con questo caldo non faccio e poi in questo momento sono almeno tremila km distante da casa.
Enzo
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14936
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da MrMassy86 »

Fabrizio ha scritto:

Ciao Roby, il problema era nato a un passaggio a livello. Un autocarro aveva travolto la sbarra, che cadendo sulla linea elettrica aveva portato l'alta tensione dentro le apparecchiature di stazione, attraverso i collegamenti elettrici del passaggio a livello. Tutto l'ACEI della stazione di Ciriè è stato danneggiato ed è necessario ricostruirlo.

Questo era successo perché sembra mancassero le trecce di collegamento a terra delle casse di manovra del passaggio a livello, forse sottratte da ladri di rame. Inoltre non erano presenti protezioni da sovratensione. Si dice poi che la corda di protezione del passaggio a livello, dal lato della sbarra colpita, era installata al di fuori dello stesso, così che la sbarra, cadendo, ha colpito la catenaria e non la corda di protezione. Le corde di protezione dovrebbero sempre essere installate dietro le sbarre, in modo che se le sbarre sono colpite, queste cadono sulla corda e non sulla linea aerea.

Particolare posizionamento corretto della corda
Immagine
170,96 KB

Particolare collegamento scorretto della corda
Immagine
210,33 KB


Attualmente il servizio ferroviario è limitato alla tratta Chieri-San Maurizio Canavese, mentre bus sostitutivi viaggiano tra San Maurizio e Germagnano e tra Germagnano e Ceres. Si parlava di eseguire i lavori nel periodo estivo e riaprire la linea con l'inizio delle scuole, ma pare che sia necessario ancora del tempo.


Il problema al PL è stato risolto e a breve la circolazione può riprendere regolarmente :wink:
http://www.lastampa.it/2016/09/02/crona ... agina.html
Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Riprenderà Lunedì 12 Settembre la circolazione dei treni sulla linea sfmA Torino-Aeroporto-Ceres nel tratto compreso tra Germagnano e Ceres, ma non sarà una apertura al servizio passeggeri. A partire dal 12 Settembre verranno eseguite le prove necessarie a verificare il corretto funzionamento di tutti gli apparati e certificare i nuovi apparati. Terminate le prove potrà essere ripreso il servizio passeggeri. La data di riapertura sarà decisa di concerto dagli enti competenti al termine di tali prove. GTT farà il possibile per riuscire a svolgere le prove e i collaudi necessari durante la settimana da 12 al 18 Settembre.

L' apparato ACEI della stazione di Ciriè è stato ricostruito ex-novo, compresi tutti gli enti periferici ad esso collegati, per un raggio di alcune centinaia di metri.
Fabrizio
Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9870
Iscritto il: domenica 3 maggio 2015, 18:31
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 »

Grazie per gli aggiornamenti Massy e fabrizio :wink: :smile:
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12603
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio »

Mi associo anch' io........ Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano
Avatar utente
SteaMarco
Messaggi: 831
Iscritto il: domenica 6 dicembre 2015, 8:30
Nome: Marco
Regione: Piemonte
Città: Moncalieri
Stato: Non connesso

Messaggio da SteaMarco »

Ciao Fabrizo,

pensavo che dal titolo fossero i treni che ogni mezz'ora passavo anche da Moncalieri e vanno fino a Porta Nuova... Che treni sono? li vedo sempre dal basso ma non riesco a leggere la sigla c'è solo la scritta enorme GTT sono grigi e blu...

Molto belli!!! Marco
Marco - Non è il mezzo che fà la differenza ma l'uomo
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14936
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da MrMassy86 »

SteaMarco ha scritto:

Ciao Fabrizo,

pensavo che dal titolo fossero i treni che ogni mezz'ora passavo anche da Moncalieri e vanno fino a Porta Nuova... Che treni sono? li vedo sempre dal basso ma non riesco a leggere la sigla c'è solo la scritta enorme GTT sono grigi e blu...

Molto belli!!! Marco


Marco se vai nella pagina precedente trovi una situazione aggiornata del materiale GTT, quella da te descritta è la livrea adotatta dai mezzi GTT, e quelli che hai visto dovrebbeto essere Coradia, svolgono la maggior parte dei servizi GTT, o di prima generazione( in trenitalia sarebbero minuetti) o di seconda( quelli che in trenitalia sono i Jazz) :wink:
Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
SteaMarco
Messaggi: 831
Iscritto il: domenica 6 dicembre 2015, 8:30
Nome: Marco
Regione: Piemonte
Città: Moncalieri
Stato: Non connesso

Messaggio da SteaMarco »

Rieccomi!

E' un Jazz!!! A proposito... Ma si possono fotografare i treni??? :grin:

Ciao Marco
Marco - Non è il mezzo che fà la differenza ma l'uomo
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Mi sembrava, Marco. Perché i treni GTT di grigio non ne hanno, hanno il bianco. Quelli che vedi sono quindi gli ETR 425 di Trenitalia, molti dei quali sono quelli che svolgono sevizio sulle varie linee del Servizio Ferroviario Metropolitano (sfm) di Torino http://www.sfmtorino.it/
Fabrizio
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Dal 25 Settembre 2016 è ripreso il regolare traffico sulla intera linea ferroviaria Torino-Aeroporto-Ceres (smfA) http://www.gtt.to.it/cms/avvisi-e-infor ... tera-linea

Dal 10 Ottobre 2016 variano invece gli orari della linea sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri, per adeguarsi a quanto richiesto da ANSF e dal Decreto 5 Agosto 2016. Le tratte interessate dai rallentamenti sono quelle tra Pont e Rivarolo Canavese e tra Rivarolo Canavese e Settimo Torinese (linea Canavesana). Non interessata la tratta tra Settimo Torinese e Chieri. I tempi di percorrenza si allungano di 4 minuti. Nessuna ripercussione sui treni circolanti nella tratta Pont-Rivarolo (in gran parte già servita con autobus). http://www.gtt.to.it/cms/avvisi-e-infor ... a-rivarolo

Non interessata la tratta Torino Dora-Aeroporto-Ceres (sfmA) poiché non soggetta alle disposizioni in quanto tratta isolata dalla rete nazionale.
Fabrizio
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio »

Questa mattina, un treno TTR di GTT, ha subito un incidente senza passeggeri a bordo nella stazione di Ciriè (linea GTT Torino-Ceres).

Il mezzo, per un disguido nelle operazioni di manovra, ha colpito una costruzione adibita a rimessa per mezzi di servizio, entrandovi e facendo crollare parte dei muri. Coinvolti anche i carrelli per la manutenzione linea che erano ricoverati all'interno della costruzione.

L'edificio coinvolto
Immagine

Il treno, arrivato da Torino poco prima, era vuoto e doveva essere manovrato, ma per un errore è finito contro la rimessa. Sono ancora in corso le inchieste per stabilire la causa dell'incidente.

Il treno TTR coinvolto nell'incidente
Immagine
Foto:http://www.lastampa.it/2017/07/06/crona ... agina.html

Carrello di servizio coinvolto
Immagine
Foto:http://www.lastampa.it/2017/07/06/crona ... agina.html

La circolazione è stata interrotta e sostituita da bus tra San Maurizio Canavese e Ciriè. Dal 7 Luglio 2017 al 10 Luglio era comunque prevista la sostituzione dei treni con bus tra San Maurizio Canavese e Ciriè, per previsti lavori agli impianti di sicurezza e segnalamento della stazione di Ciriè, che ora potrebbe protrarsi per alcuni giorni extra. Sulla tratta tra Ciriè e Germagnano/Ceres, la circolazione è sostituita da bus dal 1°Luglio.
Fabrizio
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14936
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da MrMassy86 »

Grazie della notizia Fabrizio :wink:
Che botto!!!
Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Treni GTT

Messaggio da Fabrizio »

Con il passaggio a Trenitalia della gestione del servizio sulla linea SFM 1 Rivarolo-Chieri, sono stati accantonati gli elettrotreni ETR Y530 e le rimanenti automotrici ALn 668.

Foto: Facebook Fotografia Ferroviaria Digitale
Invio demolendi ETR Y530
Invio demolendi ETR Y530

I primi tre dei sette convogli sono stati trasferiti questa mattina da Torino Lingotto a Fossano, da dove poi saranno trasferiti al demolitore con un trasporto su gomma. Gli elettrotreni ETR Y530 sono complessi formati da due unità cadauno, cha possono viaggire accoppiati fino a tre unità. Sono dotati di azionamenti con motori asincroni trifase ed inverter, sviluppano una potenza di 1440 kW e raggiungono la velocità massima di 130 km/h. I mezzi, costruiti tra il 1996 e il 1997 sono entrati in servizio dal 2000.

Foto: https://www.ferrovie.info/index.php/it/ ... piemontese
Due ALn 668 dismesse da GTT e ricevute al Museo Ferroviario Piemontese
Due ALn 668 dismesse da GTT e ricevute al Museo Ferroviario Piemontese
Le ALn 668, invece, sono state in parte cedute al Museo Ferroviario Piemontese e in parte demolite. Le unità ALn 668.906 e 907 sono state cedute al museo, mentre la ALn 668.905 è stata condotta a Favria, da dove sarà inviata via strada al demolitore.
Fabrizio
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14936
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Treni GTT

Messaggio da MrMassy86 »

Un peccato per gli ETR, alla fine erano mezzi abbastanza recenti, prima di mandare tutto al macero strano non abbiano provato a venderli, magari li comprava qualche altro operatore privato e continuavano la loro esistenze in altre zone d'Italia.
Contento per le due Aln668.
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 740
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 17:45
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Stato: Non connesso

Re: Treni GTT

Messaggio da FrancoV »

Quei mezzi furono messi in servizio dapprima sulla To-Ceres in occasione dei mondiali di calcio del '90 ma, se ricordo bene, non piacquero mai molto al personale, poi in occasione dell'elettrificazione dalla Canavesana furono inviati a rinforzo delle 668 e successivamente affiancati ai TTR (che sono uguali ai Minuetti FS).
Quanto a cederli ad altre linee non vedo a chi potrebbero interessare mezzi vecchi di trent'anni, visto che la Fiat non riuscì a piazzarli quando erano nuovi.
Auguriamoci che le 668 arrivate al MFP abbiano miglior sorte di altri mezzi e che quest'ultimo possa finalmente farsi rivedere sui binari
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10471
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 21:17
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Treni GTT

Messaggio da Fabrizio »

Secondo voci interne GTT, questi treni, hanno sempre avuto problemi congeniti. Si dice che manchino le ridondanze, ovvero ogni treno abbia un solo azionamento, un solo compressore ed un solo gruppo statico. Le porte soffrono di problemi, mentre anche l'abitabilità delle cabine non è il massimo. Un grosso problema che hanno questi mezzi è la mancanza o addirittura l'impossibilità di reperire i ricambi, problema comune a diverse tipologie di mezzi moderni costruiti in poche unità. Diversamente dai mezzi elettromeccanici, che possono essere riparati anche con parti adattate, di solito i mezzi elettronici non possono subire lo stesso adattamento, ma richiedono il ricambio apposito. Il problema è che, quando il mezzo invecchia, se lo stesso è stato costruito in poche unità o le parti di ricambio non sono comuni con altre tipologie di mezzo, per nessun produttore è economicamente conveniente mantenere attive le linee di produzione dei ricambi, così che gli stessi diventano impossibili da trovare. Basta quindi la componente "giusta" guasta, che tutto il mezzo è fermo con l'impossibilità di riparazione. Di solito, per mezzi costruiti in poche unità, si cerca di ovviare con l'uso di componentistica di largo uso comune a diverse serie di mezzi (per esempio azionamenti, inverter e motori), ma sembra non sia questo il caso.

Secondo altre voci, comunque, potrebbe esserci una vendita all'estero. Mi sembra poco probabile, visti i numeri e le condizioni, ma staremo a vedere.

Alcune foto dei mezzi (interno ed esterno) del 2020
20200925_180035 (1).jpg
20190326_175921.jpg
Fabrizio
Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 9505
Iscritto il: venerdì 18 novembre 2011, 15:51
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Treni GTT

Messaggio da adobel55 »

Potremo modificarli in TrenI TT, basta togliere solo una G.
[261]

Torna a “MATERIALE ROTABILE E CIRCOLAZIONE FERROVIARIA”