Il mio plastico "boh 2"

Discussioni relative alla scala H0 1:87

Moderatori: cararci, MrMassy86, adobel55, lorelay49

Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Messaggio da Roberto Fainelli »

Le tue spiegazioni ,Mauro,su questo forum sono preziosissime e aiutano a capire bene il manuale del programma. Ci sono altre cose che devo capire ma pian pianino ci arriveremo. Ho messo due blocchi per direzione sugli itinerari di arrivo e partenza perché mi servono per eventuali manovre da un binario all'altro.Non so se c'é un'altra soluzione.La stazione,P.M. VILLA D.P. avrà molto probabilmente i sensori pilotati da reed perché non intendo sezionare il binario in curva,per lo meno al momento.Tutto il resto avrà sensori ad assorbimento.


Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5804
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg »

Grazie Roberto, non è il caso. [:I]
Venendo alla tua stazione P.M.Villa facciamo due ragionamenti.
Il binario 1, per forza di cose (e disposizione dei deviatoi), può essere percorso solo in una direzione, da sx a dx, salvo banalizzare l'intero tracciato, può avere effettivamente 2 sensori.
Gli altri binari, bidirezionali, dovrebbero avere invece 3 sensori per meglio gestire i punti di arresto a seconda che si tratti di convogli lunghi o corti.
Quello che mi convince poco è la posizione dei blocchi appena fuori la stazione. Tutto può essere diverso a seconda di dove si trovano detti deviatoi, ma se, come sembra, sono in prossimità dell'ingresso in stazione, devi considerare che la lunghezza dei tuoi usuali convogli potrebbe creare un problema. Tu infatti hai messo i blocchi tra le coppie di deviatoi di cambio binario e i binari di stazione. Così facendo limiti le possibilità di manovra; se un convoglio si ferma in corrispondenza di detti blocchi può forse occupare e rendere di fatto inutilizzabili i deviatoi di cambio binario. Dovresti quindi riportare detti blocchi prima dei deviatoi, dove li avevo messi io, a meno che non siano così distanti dalla stazione da rendere inutile il mio ragionamenti. Nel vecchio schema detti blocchi sono cerchiati in rosso, i deviatoi di cambio binario in giallo. Come sempre la schematizzazione dell'impianto su Rocrail può ingenerare dubbi come questo che ti ho esplicitato.
Cose ne pensi?

Immagine:
Immagine
225,53 KB
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5804
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg »

Riguardando più attentamente lo schema, credo servirebbero appunto dei blocchi in corrispondenza delle entrate nelle stazioni, secondo il senso di marcia, con tutti i deviatoi liberi di essere impegnati da convogli in uscita o in manovra. In pratica sarebbero blocchi in corrispondenza dei segnali di protezione.
In questo vecchio schema, a mio parere, ho cerchiato in rosso i blocchi che non dovrebbero mancare a protezione delle stazioni e i punti reali in cui andrebbero collocati.

Immagine:
Immagine
228,81 KB

Nel tuo schema ultimo ho provato ad inserire questi blocchi con i rettangoli rossi, barrando i blocchi che ritengo superflui.

Immagine:
Immagine
213,17 KB

Spero di aver dato un contributo positivo..... :wink:
Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Messaggio da Roberto Fainelli »

Purtroppo la deformazione professionale mi porta a pensare oltre quello che é possibile. Ho gia previsto altri sensori nei binari di ricevimento "pre2in",se ho interpretato bene le istruzioni.Come vanno settati non lo so.Ma tanto siamo nel virtuale. Al vero quando un treno occupa i circuiti tutto quello vincolato é inutilizzabile. Se vedi a Roma come sono messi scambi e segnali c'é da mettersi paura.I blocchi IAD,IPD,IAP e IPP,stando su tratte corte vanno pure bene perché se il treno é lungo mi impegna le sezioni attigue e i binari di ricevimento VDP vari e quindi anche i blocchi menzionati.Come al vero. Il problema é che quando il treno é nei blocchi VDP ,i blocchi IAD IPD ecc ,ecc, liberi farebbero entrare il treno dentro la loro sezione e si fermerebbe prima dei deviatoi;è la cosa é irreale.Occorre trovare una soluzione che mi permetta di rendere i blocchi IAD IPD ecc.,ecc. atti solo a qualche movimento e non al distanziamento. Cioé che il treno vada dalle sezioni "SEZ" alle VDP direttamente ma che le IAD IPD ecc.,ecc.possano essere utilizzate per movimenti senza impegnare le "SEZ".Fantascienza o devo dare fuoco a tutto?
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Messaggio da Roberto Fainelli »

Gli scambi a ridosso dei rettangoli rossi possono anche non essere utilizzati per le manovre. Mi é sufficiente muovere qualche loc. nei blocchi IAD,IPD ecc.,ecc..
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5804
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg »

Roberto Fainelli ha scritto:

Gli scambi a ridosso dei rettangoli rossi possono anche non essere utilizzati per le manovre. Mi é sufficiente muovere qualche loc. nei blocchi IAD,IPD ecc.,ecc..


Ok, credo di aver capito, ma a mio parere, ribadisco, che se i deviatoi a ridosso dei rettangoli rossi sono impegnati, manovre a parte, non possono uscire di stazione e instradarsi sul corretto binario alcuni convogli fermi in stazione.
Quindi lascia i blocchi che io ho barrato, ma considera di poter fermare il convoglio in arrivo in un punto (blocco rosso) che possa far transitare un convoglio in uscita sui deviatoi di cambio binario.

Esempio: tutti i binari di stazione sono occupati e arriva un convoglio da destra che si ferma in IAP in attesa che si liberi un binario di stazione. A quel punto possono uscire di stazione solo i convogli del binario 1 e 2, quelli dei binari 3 e 4 non possono uscire e instradarsi perche i deviatoi sono occupati dal convoglio appena arrivato.
Se invece il convoglio in arrivo si ferma prima dei deviatoi, sul blocco rosso, c'è via libera per l'uscita di tutti e 4 i binari di stazione.
Ho reso l'idea? :wink:
Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Messaggio da Roberto Fainelli »

I treni già si fermano nelle "SEZ7" o "SEZ8" se i binari sono tutti occupati. Voglio reimpostarlo come me lo avevi mandato TU,Mauro, togliendo gli "IAD" ecc.,ecc., e rimettendo il sensore "occupied" a posto di quello ora "enter e fare qualche prova.
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5804
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg »

Ecco, fare una serie di prove, anche e soprattutto in funzione del tipo di esercizio che hai in mente, è il modo migliore di procedere.
Così ti sarà più facile intervenire poi sul plastico.
Permettimi un'ultima considerazione; ho visto che hai messo blocchi e relativi sensori anche sui tronchini della stazione in vista. Acosa dovrebbero servire?
Solitamente l'automatismo (o il controllo semiautomatico) dovrebbe riguardare il tracciato di corsa e i binari di incrocio/transito. Le manovre si fanno manualmente fermando i convogli in arrivo al blocco di protezione, specie negli scali a vista e nei tronchini di stazione.
A meno che tu non faccia una serie di manovre tutte automatizzate, compreso lo sganciamento della loco, come ad esempio ha fatto in modo molto efficiente e spettacolare questo signor modellista col plastico di Masserona

http://www.marmari.org/modellismo/index2.htm
Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Messaggio da Roberto Fainelli »

Mauro,sto sperimentando poi domani quando torno dal lavoro rimetto la pagina nuova con le modifiche.Sembra,ripeto,sembra che funzioni. I sensori sui tronchini li ho messi per vedere anche il funzionamento. Una cosa vorrei sapere.Le loc nell'ambito del blocco occupato possono essere manovrate in manuale?
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5804
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg »

Si, puoi azionare manualmente una loco arrivata nel blocco anche in automatico. In genere puoi farlo se l'automatismo finisce in quel blocco, nel senso che ha eseguito un itinerario che non deve ripetersi, altrimenti il programma, dopo un pò. cerca di far ripartire la loco per un'altra destinazione.
Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Messaggio da Roberto Fainelli »

Immagine:
Immagine
161,64 KB

Ho messo i sensori enter a ridosso degli scambi "H" ed "I" ed ho configurato ogni singolo itinerario. Sembra che funzioni anche se mi sembra strano. Poi piano piano farò qualche altro esperimento.
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Messaggio da Roberto Fainelli »

Niente di nuovo per l'aere.


Immagine
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12724
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio »

:cool: Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano
Avatar utente
MarcoG
Messaggi: 670
Iscritto il: martedì 30 agosto 2016, 16:54
Nome: Marco
Regione: Toscana
Città: fiesole
Stato: Non connesso

Messaggio da MarcoG »

Mi piace tantissimo la catenaria ,veramente un gran bel lavoro ,pulitissimo e molto realistico
Marco
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 15085
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Messaggio da MrMassy86 »

Sempre stupendo questo scorcio :grin: Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Messaggio da Roberto Fainelli »

La linea aerea é fittizia. Tra l'altro ho scoperto che ho agganciato male la fune sul binario 4, ultimo a sinistra.
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico

Messaggio da Roberto Fainelli »

received_2032197103489166.jpeg
Ci siamo: stiamo cambiando la gestione del mio obbrobrio. Manca l'installazione dei decoder segnali e poi si parte a regime.
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico

Messaggio da Roberto Fainelli »

received_2020196471355896.jpeg
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 15085
Iscritto il: sabato 10 novembre 2012, 15:42
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico

Messaggio da MrMassy86 »

Bel lavoro Roberto!!!
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12724
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico

Messaggio da Egidio »

Ottimo....... Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
Docdelburg
Socio GAS TT
Messaggi: 5804
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 18:16
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico

Messaggio da Docdelburg »

Roberto Fainelli ha scritto: martedì 3 luglio 2018, 22:11 received_2032197103489166.jpeg
Ci siamo: stiamo cambiando la gestione del mio obbrobrio. Manca l'installazione dei decoder segnali e poi si parte a regime.
E bravo Roberto! [264]
Funziona tutto? :wink:
Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico

Messaggio da Roberto Fainelli »

Sembra di si. Devo capire ancora qualcosa e quindi settare qualche impostazione. Pian pianino andiamo avanti.
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 389
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2013, 14:45
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico

Messaggio da Roberto Fainelli »

Stazionamento.
43509392_2219905191385022_2124633094840385536_o.jpg
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.
Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12724
Iscritto il: giovedì 17 maggio 2012, 13:26
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico

Messaggio da Egidio »

[264] Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano
Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4176
Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 21:07
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico

Messaggio da saverD445 »

Roberto Fainelli ha scritto: giovedì 11 ottobre 2018, 10:00 Stazionamento.

43509392_2219905191385022_2124633094840385536_o.jpg
Che spettacolo ... [1] [1]

veramente di effetto ... Complimenti Roberto, è sempre magnifico da guardare .
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Torna a “SCALA H0”