PLASTICO MODULARE GAS TT

MODULO: KarTTodromo Capotreno Models

di Andrea Altrocchi (collaborazione A. Robassa - R. Trecca - F. Cuccia - C. Gavinelli)

PAGINA 1

PAGINA 2 PAGINA 3 PAGINA 4  

 

Vi presento in questa pagina il mio costruendo modulo GAS TT relativo ad un kartodromo che occuperà quasi le metà del modulo stesso.

 

Il Kartodromo, prende il nome del negozio on-line degli amici Monica e Giovanni di Capotreno Models che lo hanno interamente finanziato. Inizialmente ero indeciso se realizzare un "Modulo Country Club", ma ho poi optato per questo poiché mi permette di rivivere quei tanti momenti della mia infanzia trascorsi a divertirmi con le piste delle macchinine.

 
L’idea mi ha anche affascinato per la sua originalità, non mi è infatti mai capitato di vedere in un plastico, una pista di go-kart.

 

La prima perplessità riguarda la realizzazione dei kart in scala 1:120, ma, grazie al Forum GAS TT, sono emersi i primi volontari che si sono proposti per una autocostruzione. Di seguito potete vedere un prototipo realizzato da Diego Massasso. Il telaio è in rame Ø 0.025 mm.

 

 

L'aspetto quasi definitivo ancora da verniciare.

 

 

Le ruote, realizzate con un bastoncino di un cottonfioc, sono in scala, mentre la carrozzeria ed il sedile sono realizzati con forex opportunamente "scolpito" con strumenti vari. Il "motore" è una vite d'ottone opportunamente limata e la marmitta è un pezzetto di guaina infilato sul filo di rame, lo stesso usato per lo chassis.

 

Anche l'amico Roberto Alinovi si è proposto per la realizzazione dei Kart con filo di ottone da 0,3 mm, tubi di ottone da 1,5 e 2 mm per le ruote, pezzi di barra filettata da 2 mm per il cilindro, filo di rame con pezzo di guaina per il tubo di scarico.

 

Abbiamo anche ragionato, sulla possibilità di realizzarli stampandoli con una stampante 3D.

 

 

Tutte queste riflessioni le potete leggere nelle pagine del Forum GAS TT, dedicate a questo modulo.

 

Il punto di partenza, è stato chiaramente la realizzazione del progetto, in modo particolare della pista. Lo studio al computer è stato realizzato dall'amico Fabio Cuccia che ha realizzato il tutto con il software SCARM.

 

Per la realizzazione del circuito, abbiamo preso spunto da piste realmente esistenti. Questi tracciati, facevano al caso nostro.

 

 

 

Chiaramente abbiamo dovuto adattare il tutto alle misure del modulare, riproporlo con analoghe dimensioni non era infatti possibile. Abbiamo così deciso di allargarlo.

 

 

Si sono così succedute diverse versioni con alberi, lampioni, recinzioni posteriori... fino ad arrivare alla versione definitiva con l'inserimento dei box e delle tribune in cemento.

 

 

Vista del progetto in 3D. Nel Forum GAS TT, è possibile scaricare il file di SCARM.

 

 

Veduta area del modulo.

 

Stampa in scala 1:1 del modulo: ciò consentirà una fedele riproduzione della pista direttamente sul compensato.

 

 

Prima di iniziare con la realizzazione vera e propria, si ragiona anche su alcuni accessori, come ad esempio i pneumatici di protezione.

 

 

Anche in questo caso viene in aiuto l'amico Diego che mi spedisce questi:

 

 

 

Non riusciamo ad essere troppo precisi sull'origine dei pneumatici ed il loro reperimento non è semplice. Provengono infatti dall'interno di apparecchi fotografici che vengono forzatamente demoliti e dove assolvono il compito di fissaggi elastici. Il kartodromo ha dato loro la possibilità di essere riutilizzati.


Tutto ciò premesso, arriva il giorno fatidico dell'"inizio lavori": è il giorno 11 ottobre 2014 e viene realizzato il telaio con il prezioso contributo di Edgardo Rosatti.

 

 

La posa del sughero.

 

 

Inserite le due scarpette isolanti necessarie per attivare la "scheda di blocco". Ho utilizzato delle scarpette Fleischmann in scala N.

 

 

La posa dei binari con l'aiuto della dima GAS TT.

 

 

I binari sono posati. Il prossimo passo sarà quello di effettuare le saldature sui binari.

Il primo novembre 2014 hanno avuto inizio i lavori di saldatura sui binari. I sei fili andranno collegati alla "scheda di piena linea". Quattro fili di colore rosso per le tratte sezionate e due fili di colore verde per i binari non sezionati.

 

 

Saldature effettuate! Viene provata la circolabilità sulle rotaie con un carro. Successivamente anche la prova di una loco sul percorso.

 

 

Visuale da sotto, sei fili in totale, quattro rossi (tratte sezionate) e due verdi (tratte non sezionate).

 

 

Eseguite le saldature sugli spezzoni terminali di binario.

 

 

Dato l'effetto ruggine ai binari.

Con l'aiuto di mio figlio Matteo, vengono realizzate le basi che sosterranno i plinti della linea aerea.

 

 

Eccole, ne servono otto.

 

 

I plinti misurano 4x8,5 mm come da normativo GAS TT.

 

Ed ecco i plinti realizzati in compensato. Dovranno poi superare il "controllo qualità" (foto a destra).

 

 

Novembre 2014. L'amico Edgardo Rosatti ha realizzato il piano di appoggio verso il lato operatore, attualmente è stuccato e necessita di levigatura. Questo gli ha permesso di montare la nuova scheda di piena linea REV 2 sottoplancia. Ho preferito non realizzare il piano sul lato osservatore in attesa di definire lo scenery.

 

 

La scheda installata. Il particolare evidenzia i 6 fili da collegare tra scheda e binari.

 

 

Manca ancora il pannello di alimentazione che conterrà anche il sezionamento SE + SI che verrà realizzato praticando un foro da 46 mm con una tazza dal lato operatore ed un pannello installato dall'interno che conterrà boccole e interruttore.

 

 

Il pannello di controllo della scheda. TRAZ e SERV sono le boccole per collegare gli alimentatori rispettivamente per la trazione dei treni e l'alimentazione dei sevizi, SE+SI è un interruttore bipolare che, se azionato, consentirà di alimentare il modulare con più trasformatori.

 

 

La scheda di piena linea REV 2 viene collegata al pannello di controllo della scheda.

 

Inquadratura ravvicinata della scheda di piena linea REV 2.

 

 

Il lato spettatori è completamente in piano, per cui si è deciso di darle un po' di movimento. Nella parte destra, viene inserito un piccolo torrente con un ponticello avanzato da una vecchia scatola di montaggio.

 

 

Il ponticello grezzo e la parte del pannello frontale da incidere.

 

 

Matteo al lavoro con seghetto e lima.

 

 

La predisposizione ultimata.

 

La posa del ponticello successiva alla realizzazione del letto in compensato.

 

 

Abbiamo deciso di allargare le sponde pertanto, il terreno circostante il letto del fiume, è meno ripido. Inserite anche le quattro paretine laterali.

 

 

Viene anche chiusa con del cartone la parte destra.

 

 

Sul lato destro ci sarà una strada sterrata mentre il torrente sarà in secca ed il letto realizzato che del ghiaino fine (per acquari).

 

 

Iniziano i lavori di chiusura del terreno con la consueta mescola di acqua, vinavil e carta da cucina.

 

 

L'area di lavoro con tutti gli accessori. Allargato il letto del fiume che è fissato con acqua e vinavil.

 

 

Una volta asciugato il vinavil, viene data una spruzzata di sabbia fine per chiudere le fessure che si formano tra i sassolini.

 

 

Tutto il terreno viene chiuso, successivamente si passerà alla colorazione del sottofondo.

 

 

Ed ecco Matteo all'opera nella colorazione del terreno.

 

 

 

Il fiume scorrerà al di sotto del futuro Kartodromo e Matteo colora lo sbocco della galleria del "torrente Sansone".

 

 

Inserita la prima vegetazione...

 

 

 

Ci siamo anche divertiti a scattare una foto con un convoglio.

 

 

Aggiunta una recinzione di protezione del torrente, qualche lichene e posata la massicciata (non ancora incollata).

 

 

E' stata anche colorata la strada sterrata e sono stati inseriti i primi due plinti per i pali della linea aerea.

 

 

Posata la prima erba nella parte antistante il ponticello. Nella parte destra utilizzati i filamenti a norma GAS TT.

 

 

 

Inserita altra erbetta. La posa di qualche alberello ed alcuni piccoli ritocchi completeranno l'area del "torrente Sansone".

 

 

Partecipa QUI alla discussione del forum GAS TT sul modulo KarTTodromo Capotreno Models.

 

Continua a pagina 2.

 

PAGINA 1

PAGINA 2 PAGINA 3 PAGINA 4