Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

"La vecchia segheria" - Claudio - Emilia Romagna

La scelta di questo mio lavoro, nasce dalla passione per il modellismo e dalla voglia di condividere questo hobby con il Gruppo Appassionati Scala TT. Si tratta infatti di uno dei moduli che costituiscono il "neonato" modulare GAS TT.

 

Il primo passo è stato quello di trovare delle foto di una segheria in stile italiano, ne avevo già costruita una in scala H0 nel mio precedente plastico passerella, ma in questo caso cercavo qualcosa di diverso.

 

La base di partenza è stata però rappresentata dal progetto, realizzato con un sofisticatissimo programma... un comune foglio di carta ed una matita!

Per movimentare la scena, ho subito pensato all’inserimento di un piccolo canale. L'inizio lavori è stato però rappresentato dalla realizzazione del telaio.

Dopo aver realizzato il telaio, ho iniziato a posare i binari e mi sono costruito una dima per posizionare le basi in cemento dei futuri pali elettrici...

Sono poi passato alla realizzazione del ponte in cemento e di un ponticello che condurrà alla futura segheria.  Entrambi sono costruiti con polistirene inciso e poi ricoperto con gesso fine. Ho usato il gesso scagliola molto liquido, è sufficiente che copra solo il colore del polistirene e le fughe rimangono intatte.

Ho poi sistemato le rive del canale con del gesso.

 

Le tipiche striature del fango le ho realizzate appoggiando un sacchetto di plastica stropicciato con il gesso ancora morbido.

 

Inquadratura ravvicinata del ponticello e successiva veduta d'insieme.

Nell'attesa che si asciugasse il gesso, ho iniziato a costruire, con listelli di legno, il vecchio magazzino. Il tetto ho pensato di farlo in lamiera vecchio stile.

Ho riprodotto le lamiere con della stagnola recuperata da un vecchio cavo Telecom (si può tranquillamente usare una comune vaschetta di alluminio). Questa tecnica verrà presto illustrata in una fotoguida.

Ho poi invecchiato il vecchio magazzino e aggiunto una piccola baracca per... riscaldarsi nelle giornate fredde!

Successivamente sono passato alla realizzazione del capannone in forex.

Ed ecco quindi la villetta (nella foto seguente mancano ancora tanti dettagli), anch'essa autocostruita in forex e che sarà sistemata nelle vicinanze della segheria.

Villetta terminata con i davanzali colorati e leggermente invecchiata...

 

Guardando il modulo nel suo insieme, mi è venuta l'idea di mettere un campo di granoturco anche perché nel modulare i vigneti già ci sono. Per realizzarli ho preso un scopino, l’ho tagliato e sistemato su carta adesiva (quella che si usa per imbiancare). Ho appoggiato uno ad uno i singoli filamenti ed ho poi messo un’ulteriore striscia per fermare il tutto.

Alla fine ho dato una spruzzatina di colla, poi con un colino ho messo delle fibre d'erba, le più piccole che ho trovato. Al reale sono circa 2 metri, li ho quindi tenuti ad un’altezza di circa 2,5 cm.

Ho previsto anche il rotolone per l'irrigazione che ho costruito con dei pezzi di una vecchia macchina fotografica usa e getta. Mancano chiaramente ancora alcuni particolari e la coloritura adeguata.

Dopo un lavoro certosino, ho iniziato la posa dei legnami.

Come si può vedere, sono di vario genere e tipo...

Chiaramente ho provveduto a rifornire anche il vecchio magazzino...

Veduta aerea dell'area.

 

Ho poi aggiunto altri piccoli particolari come le recinzioni ed un cancelletto che conduce alla villa.

Ho poi deciso di perfezionare il capannone. Per prima cosa ho realizzato l'aspiratore della segatura.

Alla segheria ho dato un nome di pura fantasia ed all'interno ho inserito un macchinario per la lavorazione e la troncatura del legname.

Ed eccoci alla posa della linea aerea, anch'essa autocostruita.

Per realizzare il laghetto, ho usato "effetto acqua" della Prochima. Per le canne ho usato la setola di vecchi pennelli, mentre le ninfee sono in cartoncino ritagliato a mano con una piccola pallina di polistirolo per simulare il fiore.

Per simulare il canneto lungo il canale, ho usato del muschio vero.

Ho anche provveduto ad illuminare il modulo...

Ed infine mi sono divertito a portare il modulo all'aria aperta e a scattare qualche foto con lo sfondo della "mia" Emilia...

Ma come, direte... "nemmeno un treno?".

Nessun problema, quelli li avete potuti vedere direttamente a Novegro presso lo spazio riservato al Gruppo Appassionati Scala TT del quale mi vanto di fare parte!

 

QUI tutti i dettagli relativi alla partecipazione del GAS TT a Novegro...

 

Contatta l'autore e partecipa alla discussione sul suo modulo nel Forum GAS TT cliccando QUI.

 

Claudio Torreggiani

Gruppo Appassionati Scala TT