Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

"Il torrente della quaglia"  -  Mario - Emilia Romagna

La mia passione per il modellismo ferroviario nasce circa 26 anni fa quando con mio fratello iniziammo la costruzione di un plastico in scala HO (che tutt'ora conserva mio fratello).

Con il passare degli anni ho affinato sempre pi la tecnica costruttiva fino a raggiungere il livello di oggi. In ogni caso sono sempre alla ricerca di tecniche e materiali nuovi per la costruzione del paesaggio.

In questo diorama ho riprodotto un piccolo viadotto ferroviario completamente autocostruito.

Il ponte realizzato in forex, un materiale molto indicato per lavorazioni analoghe.

Dopo averlo inciso con un cacciavite per realizzare i mattoni, l'ho battuto con una raspa per realizzare le varie puntature e rigature e  l'ho successivamente colorato con scale di grigio e ritoccato con bianco a punta asciutta.

Ecco il diorama... agli albori.

In questo scatto, un'inquadratura ravvicinata del ponte.

Il fiume, invece, l'ho realizzato usando la resina della Woodland Scenics. Dalla foto noterete che si tratta della prima cosa realizzata.

Le rocce sono invece realizzate usando la schiuma poliuretanica ricoperta di uno strato di carta igienica passata in acqua e colla al 50%, dopodich dipinte.

Il diorama del torrente misura 60cm x 25cm x 30cm,   di pura fantasia ed nato dal fatto che la mia compagna aveva riscontrato la mancanza di un ponte sul plastico.

Preso allora da un attacco di fermodellismo (grave patologia), nei primi giorni del mese di dicembre 2010, ho acquistato il materiale di base necessario per la sua  costruzione. Dopo circa un mese il lavoro stato ultimato avendo "lavorato" solo la sera per ovvii motivi di gestione familiare.

Come detto sopra, il diorama fa parte di un plastico che misura 340cm x 140cm e che sviluppato su due livelli, con tre stazioni di transito. E' realizzato con armamento Peco cod. 100 e gestito con il sistema digitale fornito da Roco Multimaus. Ho incominciato a costruirlo nel 2007 e tutt'ora in fase di evoluzione.

L'ambientazione di tipo italiano ep V. I locomotori in mio possesso vanno dalla E402B, E464, D245, D214, Taurus, E636, Gr 875 016, ALN 668. I vagoni sono in composizione per IC xmpr, regionale, treno ospedale n 5 della croce rossa italiana e due merci.

Per ora naturalmente...

Eccone una veloce anticipazione. Mi auguro, quando sar ultimato, di potervelo raccontare in una fotostoria analoga a questa.