Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

"la cartiera di Serravalle Sesia"  -  Massimo - Piemonte

Questa fotostoria rievoca le gloriose gesta del raccordo ferroviario della cartiera di Serravalle Sesia, attiva sino a novembre del 1968, quando una piena del fiume Sesia distrusse il ponte di collegamento con la stazione FS di Grignasco.

Questo lavoro rappresenta una piccola parte dello stabilimento serravallese, a volerlo riprodurre tutto sarebbero occorsi 7 m. in lunghezza e 3,50 m. in larghezza.

Siamo appunto nel 1968 ultimo anno di esercizio del raccordo ferroviario, lo stabilimento contava ancora 1016 dipendenti rispetto ai 3000 del 1907, nel 1950 iniziava la parabola discendente che porterÓ alla crisi del 1982.

Il raccordo viene qui rappresentato esattamente in scala, partendo dal deviatoio sul raccordo col  binario di scalo della vecchia stazione ferroviaria sino ad arrivare alla centrale che affianca il piano caricatore del magazzino.

Una piccolissima parte, ma ricca di elementi significativi quali il binario morto con i due carri accantonati, retaggio della dismessa ferrovia della Val Sessera.

E' stata riprodotta fedelmente la parte di stabilimento con il piano di carico, la centrale, le due abitazioni civili e la strada provinciale 299, il tutto allo stato di quegli anni.

I carri venivano movimentati da due automotori badoni ABL 4580 e 4551 e trasportavano in entrata caolino e tronchi prevalentemente di pioppo su carri a sponde telonati e carri pianali a due assi, in uscita carri chiusi a due assi trasportavano carta.

Un ringraziamento particolare a Carlo Negrini, titolare di Simplon Model per aver realizzato appositamente per me, le finestrature dello stabilimento, le lastre di copertura tipo eternit e le scritte sulla centrale.

Qualche ultimo scatto in una giornata di sole...

Ed ecco una raccolta di foto del diorama, ancora privo di alcuni dettagli.

Ed infine, un video dell'epoca...

Massimo Salinardi