Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

 

"Il plastico di Uster" - Giorgio - Veneto

Sono appassionato di modelli ferroviari da quando avevo 4 anni, ovviamente a quell’età non sapevo nulla di treni, ma sapevo che quando andavamo in città, ovvero Mestre, passando per la strada, vedevo una locomotiva da manovra con un alto comignolo era la 835! Ed arrivò così il mio primo regalo di natale a carattere ferroviario... in questa foto avevo 7 anni.

 

 

Ed eccomi quasi 50 anni dopo con lo stesso convoglio  (e nella stessa posa).

 

 

Dopo così tanti anni, ho costruito 3 diorami e ben tre plastici ferroviari. Quello che vi mostro, è un plastico in scala H0, nel quale ho cercato di riprodurre la cittadina di USTER in Svizzera vicino a Zurigo.

 

 

La scelta di tale realizzazione è dovuta al fatto che la mia compagna, pur essendo italiana, ha vissuto per molti anni a Uster ed anch’io ci sono stato parecchie volte. Ecco un paio di scatti della Stazione.

 

 

Il P.L che conduce in stazione.

 

 

Ho fatto il possibile per realizzarlo in miniatura, purtroppo non è uguale, ma non poteva essere diversamente. Il fulcro è naturalmente rappresentato dalla stazione ferroviaria.

 

 

Il P.L. che precede la stazione.

 

 

Un TEE in arrivo sul primo binario.

 

 

A ridosso della stazione, c'è un incantevole laghetto.

 

 

Il panorama che si può ammirare dal lago, è incantevole (come lo è nella realtà).

 

 

Il lago è frequentato da turisti e bagnanti.

 

 

Molto caratteristica anche la chiesa del paese.

 

 

Il viale che conduce alla chiesa. Durante la bella stagione, il paese è frequentato da moltissimi ciclisti.

 

 

Nelle vicinanze un tipico edifico svizzero.

 

 

Il plastico misura infatti solo 140cm x 90cm e per poterlo tenere in salotto, non ho potuto ricreare totalmente e fedelmente gli edifici.

 

 

Ho cercato qualcosa che rappresentasse al meglio la cittadina di Uster e, con lievi modifiche, ho cercato di riprodurre il più fedelmente possibile la realtà.

 

Aggiungo anche che, parte qualche motrice e carrozze (Oskar, Tarvisium, Roco, Fleishmann) sono appassionato della Rivarossi in scala1:80. Ho un discreto numero di carri, carrozze e locomotive dell’epoca delle quali curo anche la manutenzione.

Infine una curiosità. La mia ditta si chiama Blue train's recording studio blu, perche è il colore che mi piace e train… per testimoniare la passione per i treni e le ferrovie!

Un saluto a tutti gli appassionati da Venezia.

Giorgio.