Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

"In volo su Ponte Sesto"  - Antonio - Lombardia

Come spesso accade tra noi appassionati, la passione per il modellismo nasce da lontano.

Nel mio caso si tratta però di una duplice passione perché, oltre a quella per i trenini elettrici, fin da bambino mi sono sempre sentito attratto dagli aerei.

E quest’ultimo sogno, sono riuscito a realizzarlo per davvero, in quanto ho un brevetto da pilota privato grazie al quale effettuo voli turistici in Lombardia a bordo di moderni CESSNA 172R o Piper PA-28 Archer III.

in volo verso Lugano e veduta della  stazione ferroviaria di Lecco

Se da un lato sono riuscito a provare l’ebbrezza del volo, dall’altro non c’è l’ho fatta a guidare dal vero un treno reale. Mi sono dovuto accontentare, diciamo così, di condurre i miei treni modello nella mia ferrovia in miniatura.

Si, proprio in miniatura in quanto ho optato, per motivi di spazio, su una scala che reputo bellissima: la  N che ha un fattore di riduzione 1:160.

Il plastico in questione misura 246 cm x 110 cm e permette la circolazione di 4 treni contemporaneamente.

In realtà ne ho molti di più.

Ecco il mio parco locomotive:

Fleischmann serie 64 - 78 - 38 a vapore

Fleischmann V212 diesel per trasporto merci leggere

Fleischmann V160 diesel

Roco DB V200 diesel

Roco DB V215 diesel

Roco DB V90 diesel

Roco DB V188 diesel

Arnold BR140 elettrica

Il tracciato più interno ha una linea piuttosto breve, quasi del tutto nascosta in galleria tranne il lungo tratto a vista in stazione e la breve apertura nelle vicinanze del passaggio a livello.

Il tracciato interno è decisamente più vario grazie al doppio elicoidale che rende il percorso del treno particolarmente tortuoso. Caratterizzano la linea i molteplici portali ed il ponte in ferro posizionato dietro la stazione di Ponte Sesto ad un’altezza di circa 10 cm.

Il tracciato più esterno è invece una linea "veloce" con un doppio binario che percorre tutto il plastico lungo il perimetro esterno. La stazione è tipica di una città di medie dimensioni con 5 binari di transito e due tronchini.

Punto di particolare fascino è la zona della parte a strapiombo che è posizionata proprio a ridosso del deposito ferroviario a due vie.

Sulla sommità è presente una chiesetta che all’imbrunire viene illuminata da un apposito led nascosto tra le rocce.

Tutto il plastico è illuminato con lampioni Model Power che sono differenti a seconda che ci si trovi in stazione, nelle strade o presso le abitazioni civili. L’armamento è invece Fleischmann “piccolo”.

Treno in transito sul terzo binario della stazione di Ponte Sesto. Alla guida del potente Coccodrillo, l'esperto macchinista, nonché carissimo amico, Sandro Tofacchi.

veduta del plastico ultimato.

Il plastico ferroviario è stato esposto al Model Expo di Novegro (edizione settembre 2010) e pubblicato sulla rivista nr. 330 de "iTreni" di ottobre 2010.

accedi alla galleria fotografica del plastico

Dunque… buon viaggio!

Antonio De Santis