Dare vita ai rotabili: sporcare ed invecchiare!

Fotoincisioni - ottone - metalli - motorizzazioni - plastica - resina - sporcature.

Moderatori: Fabrizio, v200

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7272
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 73
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » sab apr 05, 2014 3:03 pm

Forse ricordo male (e non sono un gran esperto), ma mi sembra di ricordare che quelli della prima serie senza la travatura orizzontale non avessero sui portelloni le travi diagonali.
Comunque sia, hai fatto un buon lavoro.
Per l'invecchiamento dipende da quello che sei abituato a usare, io mi trovo bene a dare una prima passata di colore a olio moooolto diluito, e quando è asciutto intervengo con le polveri.
Poi , qua e la qualche punto di ruggine più accentuato.
Ecco un esempio:

Immagine:
Immagine
97,05 KB

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11389
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 54
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » sab apr 05, 2014 4:17 pm

Bellissimo lavoro Enzo. E conmplineiti pure all' amico Giuseppe per l'effetto ottenuto . :wink: Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
schunt
Messaggi: 533
Iscritto il: gio apr 03, 2014 8:19 am
Nome: Enzo
Regione: Toscana
Città: cascina
Età: 73
Stato: Non connesso

Messaggio da schunt » sab apr 05, 2014 8:13 pm

Si in effetti per porte erono piu' semplificate, ma poiche' rappresentavano il "tallone di Achille" durante le revisioni per scadenza li hanno modificati e rinforzati.

Questi carri sono visibili in quantita' numerica rilevante a Emmenbruck, vicino Lucerna, dove esiste un centro di rottamazione usato dalle SBB, con tutte le protezioni contro l'inquinamento, dove vengono demoliti i rotabili, e' attiguo ad una fonderia di nuova generazione ad impatto limitato.

Per lo scarico vengono usate le gru a piatto magnetico, a segure quelle idrauliche a ganasce, facendo cosi' una prima selezione dei metalli che compongono i rottami
Enzo

Avatar utente
gianfranco.p
Messaggi: 720
Iscritto il: lun gen 28, 2013 11:13 pm
Nome: Gianfranco
Regione: Lazio
Città: Cassino-Roma
Età: 37
Stato: Non connesso

Messaggio da gianfranco.p » lun apr 07, 2014 10:36 am

Ciao Enzo,

per invecchiare il carro la prima cosa che dovresti fare è trovare una foto reale di sporcatura al vero che vuoi simulare. Per scegliere questo, devi capire il livello di sporcatura che desideri raggiungere.

Immagine

la prima cosa che devi fare è dare risalto a tutti gli interstizi, per cui col metodo dei lavaggi (trovi la descrizione esatta nelle pagine precedenti), puoi usare secondo me un colore grigiastro tendente al nero, o marrone scuro.
Fatto questo, avrai già dato un aspetto vissuto e puoi passare secondo me al secondo step, che consiste in colature di sporco (rigorosamente da fare dall'alto verso il basso) che farei con colori ad olio (vedi tecnica che ho descritto per fare le colature alla mia tigre). Le colature le farei prima di un marrone chiarissimo e poi di un marrone scuro (ricorda che è sempre facile scurire a partire da un colore chiaro ma è molto difficile schiarire a partire da un colore scuro).

Per adesso farei questo, poi forse, con la tecnica del sale (è una cosa che mi manca da fare!!!) proverei a simulare qualche scrostatura di ruggine.

Tienici aggiornati... :wink:
Ciao, Gianfranco

Avatar utente
fscaimano
Messaggi: 60
Iscritto il: ven feb 28, 2014 1:36 pm
Nome: Luigi
Regione: Calabria
Città: Cosangeles
Età: 38
Stato: Non connesso

Messaggio da fscaimano » lun apr 07, 2014 4:28 pm

cmq tu sei nato imparato... :grin: :grin: :grin:
Luigi - Ciauz...

Avatar utente
gianfranco.p
Messaggi: 720
Iscritto il: lun gen 28, 2013 11:13 pm
Nome: Gianfranco
Regione: Lazio
Città: Cassino-Roma
Età: 37
Stato: Non connesso

Messaggio da gianfranco.p » lun apr 07, 2014 4:49 pm

fscaimano ha scritto:

cmq tu sei nato imparato... :grin: :grin: :grin:


chi io???

ahahahaha....magari!!!!!!!!!!!!!!

vi posto un video che poi ho sempre dimenticato di postare e da cui ho tratto la mia prima ispirazione....

look, che spettacolo!!
ps. ha usato solo colori ad olio, no aerografo (lo ha usato solo per i vari trasparenti).



[xx(][xx(][xx(]
Ciao, Gianfranco

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11389
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 54
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » lun apr 07, 2014 6:14 pm

Bellissimo video tutorial...... Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
gianfranco.p
Messaggi: 720
Iscritto il: lun gen 28, 2013 11:13 pm
Nome: Gianfranco
Regione: Lazio
Città: Cassino-Roma
Età: 37
Stato: Non connesso

Messaggio da gianfranco.p » lun apr 14, 2014 10:08 am

Rispondo ad alcune domande un po' piu esaustive che mi sono state chieste gentilmente in privato.
:wink:

Dunque, il diluente MIG che si vede nel video precedente (Thinner for washes) è un diluente che serve, come dice il nome stesso, a fare lavaggi. Ovvero, per riempire griglie, interstizi e per dare risalto quindi a tutte le parti "3D" del rotabile. Può essere usato indistintamente con pigmenti (es. i mig) o con i colori a olio. Per i colori ad olio, però, dipende da quanto sia denso il colore ad olio stesso. Ad esempio io ho i colori ad olio MIG (quelli citati finora) e non mi è servito diluirli con il thinner perchè "liquidi" al punto giusto.

Una precisazione però la devo fare: il thinner for washes è abbastanza aggressivo per la plastica, motivo per cui nel video viene passata una mano di trasparente satinato (ad aerografo) per proteggere il rotabile nella successiva mano, motivo per cui ho preferito nel mio utilizzo dei colori ad olio, non usarlo. Come dicevo qualche post fa credo che il thinner tornando indietro non lo ricomprerei, perche i colori ad olio vanno gia bene cosi, mentre per i pigmenti è piu indicato un altro prodotto sempre della mig che si chiama FIXER (barattolino con etichetta blu).

Quindi quello che consiglio è non comprare il thinner for washes per i lavaggi. Per fare i lavaggi, come dicevo, va bene usare diluente humbrol sporco di smalto (andare sempre ad adagio col pennello), oppure consiglio di comprare proprio i prodotti "washes" (Ad esempio della mig o AK) che altro non sono che il thinner for washes diluito con opportuni colori.

discorso colori ad olio: ho preferito comprare i colori ad olio della mig al costo di 3,20€ cadauno perche erano colori già specifici per cio che volevo. E' vero che vanno bene anche colori di negozi di belle arti, ma:

- spesso vendono tubetti da 8€ l'uno (e per i nostri usi è sprecatissimo...io ho i mig da 30ml e ne avro consumato 1/1000)
- per trovare i colori più adatti bisogna combinare più colori insieme col rischio di non trovare mai la tonalità adatta e quindi rischio di buttare tanto colore.

Secondo me val più la pena comprare prodotti specifici per modellismo, magari online (a Roma li ho trovati per caso in un negozietto, ma sono già finiti). Comunque, una marca discreta è la MAIMERI (italiana) e WINSOR&NEWTON, ma come detto io al di sotto di 8€ a tubetto non li ho mai trovati. I colori che servono sicuramente sono i classici "terra chiara", "terra scura", mentre altri dipendono da cio che si vuole fare.

I prodotti che ho comprato io della mig sono,
COLORI A OLIO:
ENGINE GREASE (spettacolare)
SHADOW BROWN (terra scuro)
BASIC EARTH (terra chiaro)
DARK MUD (fango scuro)
http://migproductionswebshop.com/index. ... =2a&page=1

PIGMENTI:
TRACK BROWN (spettacolare, è proprio il colore di rotaia adattissimo per i carrelli!!!)
DARK MUD (fango scuro)
AFRICAN EARTH (arancione/marroncino)
BLACK SMOKE (per vaporiere o camini diesel)

A fronte di una spesa di circa 25€ potete avere colori per invecchiare per almeno 300 rotabili. :wink:
Ciao, Gianfranco

Avatar utente
fscaimano
Messaggi: 60
Iscritto il: ven feb 28, 2014 1:36 pm
Nome: Luigi
Regione: Calabria
Città: Cosangeles
Età: 38
Stato: Non connesso

Messaggio da fscaimano » mar apr 15, 2014 12:33 am

e chi ce li ha mai avuti 300 rotabili... :grin: :grin: :grin: :grin:

prometto che qualcosa farò al mio unico rettile... grazie per tutti gli insegnamenti!
Luigi - Ciauz...

Avatar utente
gianfranco.p
Messaggi: 720
Iscritto il: lun gen 28, 2013 11:13 pm
Nome: Gianfranco
Regione: Lazio
Città: Cassino-Roma
Età: 37
Stato: Non connesso

Messaggio da gianfranco.p » mar apr 15, 2014 2:32 pm

daje Luigi che qua sono troppo solo... :sad: :smile: :grin:
Ciao, Gianfranco

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4515
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 57
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marioscd » mar apr 15, 2014 5:18 pm

finalmente ho avuto un po' di tempo per leggermi tutte le puntate di questo appassionante racconto... che dire, se non grazie a Gianfranco per averlo condiviso, è una vera miniera di informazioni... e poi un ammirato "bravo" per quanto hai realizzato!!

ciao
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5524
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » gio apr 17, 2014 7:36 pm

ciao Gianfranco, anch'io sto leggendo e rileggendo queste tue straordinarie spiegazioni, complimenti !!! sono veramente ben fatte :grin:
prima o poi ..... prendo coraggio e ci provo :cool: :cool: :cool: :cool: :cool:
Riccardo

Avatar utente
Franco58
Messaggi: 36
Iscritto il: ven set 14, 2012 7:02 pm
Nome: Franco
Regione: Lazio
Città: Roma
Età: 60
Stato: Non connesso

Messaggio da Franco58 » lun nov 16, 2015 2:00 pm

direi che la loco di Gianfranco non è venuta bene......bruttina direi......invece molto bello il diorama.....mi piace molto !!!!! ahahahahahahaahahahahahahah !!!!
saluti.
Franco
Franco

Rispondi

Torna a “TECNICHE”